Notebookcheck

Recensione completa dello Smartphone Apple iPhone X

Patrick Afschar, Klaus Hinum, Andreas Osthoff, Daniel Schmidt (traduzione a cura di G. De Luca), 11/26/2017

Nessuna rivoluzione. Apple lancia l'iPhone X for per i 10 anni dell'iPhone, che è venduto in aggiunta ai "normali" iPhones. L'highlight è ovviamente lo schermo OLED con basi molto sottili. Il concept funziona molto bene in pratica, e non abbiamo sentito la mancanza del pulsante Home.

Per la recensione originale in Tedesco, guardate qui.

Sapevamo già che Apple avrebbe fatto qualcosa di speciale per il decimo compleanno dell'iPhone. C'erano state varie voci che lo annunciavano, quindi l'iPhone X (chiamato "iPhone 10") non è stata una grande sorpresa. I due modelli noemali iPhone 8 e iPhone 8 Plus erano stati lanciati un paio di settimane fa, e ora potrete avere anche il modello dell'anniversario. Abbiamo ordinato entrambe le versioni di colori e spazio di archivazione disponibili dall'Apple store e le analizzaremo.

L'highlight del nuovo iPhone X è ovviamente lo schermo. Mentre i modelli iPhone 8 normali continuano ad usare il design degli anni precedenti (incluse le basi spesse), il lato frontale del nuovo modello ora è quasi completamente in vetro. Tuttavia, abbiamo visto il trend che ha fatto ridurre le basi di molti altri smartphones in questi anni. Ci sono state anche delle critiche per i sensori e la fotocamera frontale immediatamente dopo l'annuncio, in quanto occupano parte dello schermo. Ovviamente verificheremo come questo impatta sulle varie apps e come lo schermo OLED dell'iPhone si pone rispetto ai precedenti schermi LC.

C'è anche un altro aspetto importante relativamente al nuovo schermo, in quanto non c'è più spazio per il pulsante Home con lo scanner di impronte integrato Touch ID. Invece adesso il produttore di Cupertino usa un riconoscimento facciale chiamato Face ID. Dopo i problemi con questo metodo sul Samsung Galaxy S8, siamo curiosi di vedere come la tecnologia funziona con lo smartphone Apple.

Il performance center chiamato Apple A11 Bionic l'avevamo già visto sui due modelli iPhone 8, ma non siamo delusi grazie alle enormi prestazioni. Il modello dell'anniversario ha dei vantaggi in termini di dotazioni fotocamera e tecnologia di ricarica, in quanto entrambi i sensori supportano l'a stabilizzazione ottica dell'immagine. Grazie al nuovo case con pannello posteriore in vetro, l'iPhone X può essere ricaricato in wireless. Apple per fortuna usa il diffuso standard Qi, quindi potete sfruttare molti prodotti per la ricarica.

Ovviamente tutto questo ha un prezzo. La piccola SKU da 64 GB costa 1149 Euro ($999); quella da 256 GB 1319 Euro ($1149). Dovreste considerare anche l'acquisto dell'Apple Care+ per 229 Euro ($199) dopo l'annuncio degli incredibili costi di riparazione.

Apple iPhone X (iPhone Serie)
Processore
Apple A11 Bionic
Scheda grafica
Apple A11 Bionic GPU
Memoria
3072 MB 
, Samsung LPDDR4x
Schermo
5.8 pollici 2:1, 2436x1125 pixel 463 PPI, Capacitive, Apple True Tone Super Retina HD, HDR, Super AMOLED, kratzfestes Glas, lucido: si
Harddisk
64 GB eMMC Flash, 64 GB 
, 58.7 GB libera
Porte di connessione
1 USB 3.0 / 3.1, Connessioni Audio: Lightning-Port, NFC, Sensore luminosità, Sensori: 3-Achsen Gyrosensor, Beschleunigungs­sensor, Näherungssensor, digitaler Kompass, Barometer, Lightning
Rete
802.11 a/b/g/n/ac (a/b/g/n/ac), Bluetooth 5.0, GSM/GPRS/EDGE (850, 900, 1.800 und 1.900 MHz), UMTS/HSPA+ (850, 900, 1.700/2.100, 1.900 und 2.100 MHz), LTE (FDD-Band 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 12, 13, 17, 18, 19, 20, 25, 26, 28, 29, 30 und 66; TDD: 34, 38, 39, 40 und 41), LTE, GPS
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 7.7 x 143.6 x 70.9
Batteria
2716 mAh ioni di litio, Tempo conversazione 3G (dichiarata dal produttore): 21 ore, Standby 3G (dichiarata dal produttore): 60 ore
Sistema Operativo
Apple iOS 11
Camera
Fotocamera Principale: 12 MPix Dual 12 MP, f/1.8 & f/2.4, 2x optical zoom, quad-LED flash, [email protected]/30/60fps, [email protected]/60/120/240fps
Fotocamera Secondaria: 7 MPix f/2.2, [email protected], [email protected]
Altre caratteristiche
Casse: Stereo, Tastiera: Virtual, EarPods mit Lightning Connector, Lightning auf 3,5‑mm-Kopfhörer­anschluss Adapter, Lightning auf USB Kabel, USB-Netzteil, Broschüren, 12 Mesi Garanzia, Face ID, kabelloses Laden (Qi), IP67-zertifiziert, Kopf-SAR: 0.98 W/kg, senza ventola
Peso
174 gr, Alimentazione: 46 gr
Prezzo
1149 Euro

 

Case

Tra le cose che si notano di più sull'iPhone X c'è l'assenza di qualcosa rispetto alle precedenti generazioni. Apple ha rimosso il pulsante Home e il lettore di impronte. Le basi superiore e inferiore più grandi sono sparite, quindi l'iPhone dell'anniversario ha un buon rapporto schermo-dimensioni. L'81,14% è un buon risultato, ma resta dietro ad altri smartphones. Il Samsung Galaxy Note 8, ad esempio, supera l'83%. L'Essential Phone è al top con quasi l'85%. In confronto: l'Apple iPhone 8 arriva ad appena il 65,6%, sebbene si suo case sia appena più piccolo della versione X.

Questo ci porta a parlare delle dimensioni. L'iPhone X si pone tra l'iPhone 8 e l'iPhone 8 Plus. Ha lo schermo più grande con 5,8", ma lo chassis è più compatto rispetto al display 16:9 dell'iPhone 8 Plus grazie alle basi più sottili e al formato 2:1. L'X misura 143,6 x 70,9 mm con un'altezza di 7,7 mm. Tuttavia, non dovete dimenticare la fotocamera. Si nota con entrambi i sensorie  col flash. Non è implementata in orizzontale, ma in verticale. Questo si nota di meno sul modello scuro, ma è evidente su quello bianco. Rispetto all'iPhone 8, l'X è più lungo di 5,2 mm, 3,6 mm più largo, e 0,4 mm più spesso. La differenza è simile a un case in silicone. Un buon modo per immaginare la differenza di dimensioni: l'iPhone X "nudo" ha le dimensioni di un iPhone 8 con un case in silicone. Il peso aggiuntivo di 26 grammi (174 g) rispetto all'iPhone 8 si nota quando lo reggete in mano, ma l'8 Plus resta lo smartphone Apple più pesante.

Apple è tornata al pannello posteriore in vetro per i modelli iPhone 8 – grazie allo standard Qi. La ricarica wireless funziona anche con l'iPhone X, quindi ha un pannello posteriore in vetro. La scelta del colore è limitata a Grigio Spaziale e Argento questa volta. Il modello nero è circondato da una cornice in metallo nero; il modello Argento da una cornice cromata. Il pannello posteriore del modello grigio sembra di vetro molto scuro, mentre quello grigio sembra abbia un pannello bianco matto o leggermente grigio.

La situazione non cambia nella scelta dei materiali e nella qualità di costruzione, che restano eccellenti. L'X dà l'impressione di essere molto sofisticato, non ci sono spazi o parti che sporgono e resiste bene alle torsioni. Alcuni materiali aggiuntivi, specialmente in termine di altezza non creano particolari svantaggi. Apple è riuscita a creare una buona transizione tra la cornice in metallo e i pannelli in vetro posteriore ed anteriore. Gli utenti sensibili sentiranno una superficie leggermente ruvida. Il vano SIM del nostro modello di test non è risultato perfetto, diversamente dai pulsanti che hanno dimensioni ottime, buon punto di pressione e sono ben integrati. Il pulsante di accensione è molto più grande rispetto al modello iPhone 8, forse perché ha funzioni aggiuntive dopo la rimozione del pulsante Home.

Apple non ha cambiato la protezione contro acqua e polvere; l'iPhone X ha una certificazione IP67. Le stesse limitazioni restano: la temperatura dell'acqua deve essere "normale", e un dispositivo bagnato non deve essere ricaricato.

Confronto dimensioni

Connettività

Apple chiama il suo smartphone per l'anniversario l'IiPhone di decima generazione, ma condivide la maggioranza delle sue features di connettività con i modelli iPhone 8 che sono disponibili da circa due mesi. Questo vale specialmente per al tecnologia con l'ultimo chip Apple chiamato A11 Bionic che testeremo nella sezione Performance. Come per l'iPhone 8 Plus, Apple monta sull'X 3 GB di RAM, solo il più piccolo iPhone 8 è limitato a 2 GB.

La situazione delle porte è ben gestita da Apple. Avrete solo una porta Lightning in basso come dalla generazione iPhone 7. E' usata per la ricarica, per collegare le cuffie, e per trasferire files. Apple usa ancora una USB 2.0 per l'iPhone X, quindi molti utenti probabilmente useranno un trasferimento dati wireless. Avrete anche NFC, barometror,giroscopio a 3 assi, accelerometro, sensore prossimità e sensore luminosità ambientale.

Il riconoscimento facciale Face ID è nuovo rispetto all'iPhone 8 e all'iPhone 8 Plus. Usa una nuova fotocamera frontale chiamata TrueDepth con vari sensori, ma ne parleremo dopo.

Lato Inferiore: casse Stereo, porta Lightning
Lato Inferiore: casse Stereo, porta Lightning
Lato Superiore: Nessuna connessione
Lato Superiore: Nessuna connessione
Lato Sinistro: pulsante Volume, pulsante muto
Lato Sinistro: pulsante Volume, pulsante muto
Lato Destro: Pulsante accensione, slot Nano-SIM
Lato Destro: Pulsante accensione, slot Nano-SIM

Software

L'iOS 11 è stato introdotto con i modelli iPhone 8 ed ovviamente è il sistema operativo dell'X. Tuttavia, Apple ha già lanciato dei piccoli updates, quindi l'attuale versione è la 11.1.2. La ricarica rapida opzionale è disponibile da ora, e Apple ha risolto alcuni problemi con l'autonomia e la stabilità della connessione Bluetooth. Sembra che Apple abbia solo rimosso lo stato Beta dell'iOS 11 con l'ultimo update. Il nostro modello di test funziona bene, è cambiato poco dell'iOS 11 rispetto alle recensioni dei modelli iPhone 8. Gli utenti dell'iPhone devono abituarsi a qualche novità. Parleremo di questo e della nuova funzione Face ID, di seguito. Tutte le altre informazioni sull'iOS 11 sono disponibili nelle recensioni dell'iPhone 8 ed 8 Plus.

Il pulsante Home è sparito, e con lui le relative azioni e il lettore di impronte Touch ID. Partiamo da quest'ultimo. Dopo aver usato l'iPhone X per qualche giorno, non sentiamo la mancanza del Touch ID. Il riconoscimento facciale Face ID funziona in modo talmente affidabile che dimenticherete il lettore di impronte digitali. Quasi, in quanto dovete mettere la faccia di fronte o sopra al display. Questo non facilita le cose quando l'iPhone è poggiato su un tavolo. Per il resto, il riconoscimento funziona da qualsiasi angolazione. La classica posizione del viso verso il basso quando siete sul divano non è un problema per il sensore, proprio come cappelli, occhiali o barba. Le cose cambiano quando parte del volto è coperto o quando fate le smorfie. Il processo di sblocco di solito avviene senza ritardi, ma spesso impiega uno o due secondi in più al buio. Resta affidabile quasi sempre. Questo ovviamente dovrebbe essere studiato sul lungo termine, e nessuno ha ancora questa esperienza. Soggettivamente,  tuttavia, il Face ID è più veloce e più affidabile del Touch ID.

Nonostante tutto questo, il pulsante Home è sparito. Apple ha rimosso le gesture swipe per sbloccare lo smartphone con l'iOS 10, quindi cosa succede con l'iPhone X? Ovvio, una swipe gesture. Ma Apple non torna al vecchio e provato sistema. Al posto di una gesture da sinistra a destra, ora dovete fare lo swipe dal basso all'alto. Vi dovrete abituare, e molto velocemente, in quanto è una comune per il controllo dell'iPhone X. Tornano all'Home screen funziona bene. Se tenete le dita sul display dopo la gesture, entrerete nell'App switcher. Un'altra pressione lunga sull'app consente di chiuderla tramite un simbolo, sebbene il comune swipe verso l'alto funzioni ancora. Dovrete anche imparare i nuovi comandi per screenshots (ora Power + Volume +), spegnere il dispositivo (Power + Volume -) e altre cose come lo zoom. Invece di tre battute sul pulsante di accensione, ora dovete premere il quello che ora si chiama side button. 

Il notification center ora è nascosto nell'angolo superiore sinistro e non si accede pià da tutta l'estremità superiore. Ci sono due motivi: primo, c'è l'incavo nella parte superiore centrale e il control center ora è accessibile dall'angolo superiore destro.

 

 

 

 

Lock screen
Lock screen
Pulsante Home Virtuale
Pulsante Home Virtuale
Settaggi Face ID
Settaggi Face ID
Control Center
Control Center
Notifiche
Notifiche
App switcher
App switcher

Comunicazioni e GPS

Come i modelli iPhone 8, anche il modello anniversario monta moderni moduli di comunicazione. Tra questi un veloce Gigabit LTE – forse Cat. 16 – con varie bande LTE, proprio come lo standard WLAN 802.11ac con supporto per reti 2.4 e 5 GHz. Grazie alla tecnologia MIMO, il modulo WLAN riesce teoricamente a superare 1 Gbps, ma i valori pratici sono ovviamente inferiori. In questo caso vediamo valori simili ai normali modelli iPhone 8: l'iPhone X fissa il nuovo record di 939 Mbps collegato al nostro router di riferimento Linksys EA8500 in ricezione dati. Supera anche il precedente record dell'iPhone 8, ma l'iPhone X non supera i suoi predecessori quando funziona come server. 456 Mbps resta un risultato rispettabile, ma solo medio in rapporto. Sia il campo che la stabilità della connessione sono molto buoni.

L'iPhone X è aggiornato anche per quanto riguarda NFC. Il Bluetooth 5.0 dell'X non gestisce più di un componente audio, diversamente dal Samsung Galaxy S8+, ad esempio. NFC con classiche limitazioni Apple sono presenti.

Networking
iperf3 Client (receive) TCP 1 m 4M x10
Apple iPhone X
939 MBit/s ∼100%
Apple iPhone 8 Plus
914 MBit/s ∼97% -3%
Sony Xperia XZ1
489 MBit/s ∼52% -48%
Huawei Mate 10 Pro
338 MBit/s ∼36% -64%
Samsung Galaxy S8
329 MBit/s ∼35% -65%
iperf3 Client (transmit) TCP 1 m 4M x10
Samsung Galaxy S8
651 MBit/s ∼100% +43%
Sony Xperia XZ1
500 MBit/s ∼77% +10%
Apple iPhone X
456 MBit/s ∼70%
Apple iPhone 8 Plus
374 MBit/s ∼57% -18%
Huawei Mate 10 Pro
225 MBit/s ∼35% -51%

Legenda

 
Apple iPhone X Apple A11 Bionic, Apple A11 Bionic GPU, 64 GB eMMC Flash
 
Apple iPhone 8 Plus Apple A11 Bionic, Apple A11 Bionic GPU, Apple 256 GB (iPhone 8 / Plus)
 
Samsung Galaxy S8 Samsung Exynos 8895 Octa, ARM Mali-G71 MP20, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
Huawei Mate 10 Pro HiSilicon Kirin 970, ARM Mali-G72 MP12, 128 GB UFS 2.1 Flash
 
Sony Xperia XZ1 Qualcomm Snapdragon 835 (8998), Qualcomm Adreno 540, 64 GB UFS 2.1 Flash

Quasi tutti gli smartphones Apple in passato sono stati molto convincenti nella navigazione. Solo l'iPhone 7 ha avuto qualche problema con condizioni meteo pessime; il che si vedeva nei dati registrati. La situazione è nettamente migliore con l'iPhone X. Il cielo era nuvoloso, ma non troppo scuro. Ma andiamo per ordine_ l'aggancio iniziale del satellite impiega un paio di secondi sul nuovo iPhone. La connessione funziona bene anche in ambienti chiusi se non siete troppo lontani dalla finestra. Abbiamo fatto anche un piccolo giro in MTB per verificare le capacità e confrontarle con un dispositivo di navigazione Garmin Edge 500. Abbiamo usato l'app MTB Runtastic per tracciare il giro in bici.

L'iPhone X si comporta in modo simile all'8 e all'8 Plus. Non siamo sorpresi, in quanto le specifiche sono identiche. Il nuovo iPhone registra un giro leggermente più lungo rispetto al Garmin Edge 500, e non ci sono aggiunte inutili. La qualità della registrazione è appena superiore o include qualche passaggio in più. La precisione del percorso, tuttavia, è migliore sul dispositivo di navigazione. L'iPhone spesso si avvicina di più al percorso reale, e sembra come se avessimo volato sull'acqua invece di aver attraversato il ponte. Nel complesso, l'iPhone X funziona molto bene come navigatore, sia sulla strada che fuori.

Apple iPhone X: Overview
Apple iPhone X: Overview
Apple iPhone X: Sezione Foresta
Apple iPhone X: Sezione Foresta
Apple iPhone X: attraversamento ponte
Apple iPhone X: attraversamento ponte
Garmin Edge 500: Overview
Garmin Edge 500: Overview
Garmin Edge 500: Sezione Foresta
Garmin Edge 500: Sezione Foresta
Garmin Edge 500: Attraversamento ponte
Garmin Edge 500: Attraversamento ponte

Funzioni Telefono e Qualità Voce

Non ci ha convinto in pieno la qualità voce e del suono nelle chiamate dei precedenti iPhone. La voce sembrava metallica, specialmente sulle reti 3G. Inoltre c'erano anche delle interruzioni occasionali. L'iPhone X mostra lo stesso comportamento, ma non altrettanto pronunciato. Non ci sono critiche all'auricolare quando effettuate chiamate tramite LTE o WLAN. Anzi: la qualità dal nostro lato è eccellente. Anche il destinatario conferma che la rumorosità ambientale ha una buona soppressione. Solo il vento è un problema per l'iPhone X, in quanto il sistema a volte filtra anche le parole. Bisogna ammettere che la prova l'abbiamo fatta con molto vento. Un problema riguarda ancora la cassa durante le chiamate. La voce non sembra metallica come nei modelli iPhone 8, ma la rumorosità di fondo resta una sfida per l'iPhone X.

Fotocamere

Apple iPhone X: immagine con la fotocamera frontale (cielo nuvoloso)
Apple iPhone X: immagine con la fotocamera frontale (cielo nuvoloso)

Le specifiche della fotocamera da 7 MP e frontale dell'Apple iPhone X sono simili all'iPhone 8 e all'iPhone 8 Plus. Ci sono apertura da f/2.2, modalità HDR automatica, stabilizzazione elettronica dell'immagine, video 1080p, e tutte le altre cose dei modelli precedenti. Diversamente dall'attuale iPhone 8, la fotocamera frontale dell'X può essere usata in modalità ritratto, che ha ancora uno stato beta. Funziona abbastanza bene, ma la transizione tra aree messe a fuoco e sfocate è più difficile. La fotocamera scatta immagini complessivamente decenti. Funziona anche con la fotocamera TrueDepth per le cosiddette Animojis, ma occorrono miglioramenti. Non tutte le espressioni del volto sono catturate dal software. Gli occhi non sono molto chiusi quando fate l'occhiolino o baciate con labbra sporgenti. Inizialmente nemmeno la linguaccia era stata riconosciuta.

La dual camera sul retro usa l'Apple ISP (Imaging Signal Processor), introdotto con i modelli iPhone 8. I californiani non hanno cambiato il principio base della fotocamera: la fotocamera principale con lenti da 28 mm, e la lente secondaria da 52 mm simulano uno zoom ottico 2x e si occupano dei calcoli dell'effetto Bokeh in modalità ritratto. Apple ha migliorato l'apertura delle lenti tele, che catturano più luce con f/2.4 questa volta (iPhone 8 Plus f/2.8), ma è ancora inferiore rispetto al grandangolo (f/1.8). Ora entrambe le lenti hanno uno stabilizzatore ottico dell'immagine.

La qualità delle immagini è molto buona e non ci sono critiche, specialmente alla luce del sole. La fotocamera è molto veloce e ha una buona modalità automatica HDR. Notiamo immagini definite, ma le estremità lo sono di meno rispetto al Galaxy Note 8, e alcuni dettagli sono persi. Il Google Pixel 2 XL pure cattura maggiori dettagli nei nostri scatti di prova. Tuttavia, i colori sono migliori e l'immagine nel complesso appare più naturale a nostro parere. L'iPhone X va bene con poca luce, ma non quanto i concorrenti. Le immagini appaiono molto luminose inizialmente, i punti bianchi sono molto naturali, e mancano colori caldi. Uno sguardo da vicino mostra che i disturbi sono soppressi bene, ma i dettagli sono sfocati. Potete notare frammenti di pixel sui fonts e sulle linee sottili.

L'Apple iPhone X registra videos in Ultra HD fino a 60 fps; i video 1080p arrivano fino a 240 FPS. La compressione è molto elevata, quindi un minuto di video 4K a 60 FPS richiede "solo" 400 MB di spazio. Il materiale video è molto buono, nonostante la compressione elevata. Potete anche scegliere frame rates diversi, in modo semplice.

L'utilizzo richiede qualche compromesso, in quanto Apple non include molti settaggi. Ora le immagini RAW possono essere scattate solo con apps dedicate, e non c'è la modalità manuale. Ma ancora non ci sono smartphone con una tale combinazione positiva di immagini e video.

Confronto immagini

Scegliete una scena e navigate nella prima immagine. Un click cambia lo zoom. Un click sulla immagine zoommata apre quella originale in una nuova finestra. La prima immagine mostra la fotografia ridimensionata del dispositivo di test.

Scene 1Scene 2Scene 3
click per caricare le immagini

Abbiamo dato un altro sguardo alla fotocamera principale dell'Apple iPhone X in condizioni di luce controllate. Per testare la precisione del colore con X-Rite ColorChecker passport. L'immagine dello smartphone è un po' troppo saura e i colori sono leggermente troppo luminosi. La scala di grigi invece è molto vicino al valore ideale e mostra solo una leggera tendenza al blu, quindi i risultati sono più verso la temperatura fredda. Avremmo preferito immagini più calde.

L'immagine del grafico di test mostra prestazioni molto bilanciate sulla fotocamera principale con buona definizione centrale. Anche i piccoli dettagli si vedono e c'è solo un minimo calo di definizione verso le estremità. Notiamo piccoli problemi per i fonts su aree scure. I sono un po' frammentati, ma questo lo si nota solo con lo zoom.

Grafico Test fotocamera principale iPhone X
ColorChecker Passport: Il colore target è mostrato nella metà inferiore di ogni patch.

Accessori e Garanzia

Apple fornisce una garanzia di soli 12 mesi per l'iPhone X. E' anche possibile comprare l'Apple Care+, ma il prezzo è di ben 229 Euro ($199). Copre due riparazioni, con un prezzo di servizio aggiuntivo di $29 per danni al display o $99 per altri danni. Potreste scegliere questa opzione se usate molto il telefono o se siete sbadati.

Il contenuto della confezione non è cambiato per generazioni, quindi citiamo quello dell'iPhone 8: alimentatore da 5-Watt, cuffie Lightning, adattatore Lightning to jack stereo, un piccolo tool SIM e qualche brochures oltre alla garanzia e alle informazioni di sicurezza.

Apple offre, molti accessori nel suo negozio, anche di terze parti. C'è una nuova categoria per i prodotti di ricarica wireless. Apple vende le basi di ricarica con un prezzo che parte da 65 Euro (~$76). Il produttore californiano usa tuttavia il diffuso standard Qi, quindi potete usare anche soluzioni economiche.

Dispositivi di Input & Utilizzo

Modalità One-hand
Modalità One-hand
Modalità One-hand
Modalità One-hand

L'utilizzo dell'iPhone X è cambiato molto rispetto ai precedenti modelli. Dovete dimenticare qualcosa e impararne altre a causa dell'assenza del pulsante Home. Abbiamo già parlato di questo nella sezione Software, quindi saremo sintetici: vi abituerete alle novità dopo un paio di ore, e vi sembrerà che non sia cambiato molto rispetto al vecchio iPhone o all'iPad.

In termini di precisione e scorrevolezza non è cambiato niente sul touchscreen. Tuttavia, usarlo con una mano è complicato perché lo schermo è lungo, specialmente considerando che ora il Control Center si trova in alto. La modalità one-hand dei modelli Plus è disponibile anche qui, ma l'attivazione non è altrettanto intuitiva. Potete attivarla con uno swipe verso il basso nella parte inferiore del display. Le gesture per la ricerca sfortunatamente sono molto simili, quindi potrebbe occorrere più di un tentativo per attivare la modalità one-hand. Diversamente dal Plus, i contenuti sull'Home screen non passano in modalità landscape, cosa che sarebbe stata apprezzata.

Un'ultima cosa sui pulsanti del case: perfetti, niente da aggiungere.

Subpixel array
Subpixel array

Parliamo del nuovo Apple iPhone X e non possiamo far a meno di citare lo schermo. Certo, questo elemento essenziale è cambiato un po'. Apple, anzi cambia quasi tutto rispetto a prima: tecnologia del pannello, risoluzione, formato - non ci sono analogie con i vecchi modelli. Apple chiama il nuovo display Super Retina HD. é uno schermo de 5,8" OLED in formato 2:1 o 18:9. Il pannello supporta le funzioni HDR ed ha una densità pixel di 458 PPI, quindi del 10% superiore rispetto all'iPhone 8 Plus e al suo pannello 1080p. La risoluzione dell'iPhone X è di 2436 x 1125 pixels, quindi il Galaxy S8 continua ad avere un margine di vantaggio. Il suo schermo 1960 x 1440 pixels con medesime dimensioni, ha una densità pixel di 568 PPI. La nuova highlight in termini di risoluzione è il Sony XZ Premium, il primo smartphone 4K, con densità pixel di 801 PPI.

Apple ancora una volta usa la tecnologia True Tone, che regola automaticamente la temperatura del colore in base alle condizioni di luminosità ambientale. Abbiamo già apprezzato la feature sui modelli iPhone 8. Apple afferma che il display dell'iPhone X è il miglior schermo OLED sul mercato, ed anche altre affermazioni che ci avrebbero dovuto sorprendere. Quindi iniziamo con le misurazioni.

Non ci sono superlativi sulla carta per il display del nuovo dispositivo Apple. Gli smartphones di Cupertino già avevano ottimi risultati in passato, e i precedenti displays LC si comportavano molto bene, specialmente in termini di precisione del colore, mentre i competitors con schermi OLED di solito facevano meglio per luminosità e contrasto. Ora abbiamo una nuova competizione in quanto anche Apple usa uno schermo OLED. E i risultati sono buoni. Il pannello ha una luminosità massima pari a 629 nits su un'immagine bianca e senza sensore di luminosità ambientale, e il valore medio è di 606 nits. Apple promette fino a 625 nits, quindi è molto precisa. L'iPhone X si comporta molto bene anche rispetto ad altri smartphones OLED come Samsung Galaxy S8, Sony XZ Premium, e Huawei Mate 10 Pro. L'iPhone 8 Plus è sicuramente battuto. La luminosità supera anche i 750 nits quando solo il 25% dello schermo è bianco. Il sensore di luminosità ambientale non incrementa ulteriormente la luminosità, come accade spesso nei concorrenti. Tuttavia, non ci sono critiche per la luminosità dell'iPhone X, specialmente in quanto la distribuzione della luminosità è molto omogenea con il 94%.

Noterete una feature caratteristica dello schermo OLED non appena accendete lo smartphone: l'eccellente contrasto, che è teoricamente infinito, quando appare il logo Apple sullo schermo nero. Mentre potrete notare un nero "brillante" nei modelli precedenti, il nero dell'iPhone X è puro. Gli schermi OLED non hanno retroilluminazione, ma dei self-emitting pixels, quindi il pixel per un'area nera è semplicemente spento. Il risultato è un nero assoluto con un contrasto impressionante. L'Apple iPhone X non deve nascondersi dietro i concorrenti Samsung, Sony, e Huawei.

Avevamo dimenticato di parlare della rientranza nella parte superiore dello schermo. C'è una striscia nera che copre la fotocamera TrueDepth, la cassa, e il sensore di luce. Noi abbiamo un approccio pragmatico: s, c'è una rientranza, è fastidiosa per i primi cinque minuti. Ma poi ce ne siamo dimenticati.

629
cd/m²
603
cd/m²
596
cd/m²
622
cd/m²
600
cd/m²
594
cd/m²
624
cd/m²
598
cd/m²
590
cd/m²
Distribuzione della luminosità
X-Rite i1Pro 2
Massima: 629 cd/m² Media: 606.2 cd/m² Minimum: 1.87 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 94 %
Al centro con la batteria: 600 cd/m²
Contrasto: ∞:1 (Nero: 0 cd/m²)
ΔE Color 1.2 | - Ø
ΔE Greyscale 1.6 | - Ø
99.3% sRGB (Calman)
Gamma: 2.23
Apple iPhone X
Super AMOLED, 2436x1125, 5.8
Apple iPhone 8 Plus
IPS, 1920x1080, 5.5
Samsung Galaxy S8
Super AMOLED, 2960x1440, 5.8
OnePlus 5
AMOLED, 1920x1080, 5.5
Sony Xperia XZ Premium
IPS, 3840x2160, 5.5
Huawei Mate 10 Pro
OLED, 2160x1080, 6
Screen
-9%
-57%
-17%
-54%
-22%
Brightness
606
538
-11%
564
-7%
431
-29%
568
-6%
636
5%
Brightness Distribution
94
90
-4%
94
0%
93
-1%
92
-2%
94
0%
Black Level *
0.38
0.62
Colorchecker DeltaE2000 *
1.2
1.3
-8%
2.7
-125%
1.6
-33%
2.8
-133%
1.7
-42%
Greyscale DeltaE2000 *
1.6
1.8
-13%
3.1
-94%
1.7
-6%
2.8
-75%
2.4
-50%
Gamma
2.23 108%
2.25 107%
2.15 112%
2.25 107%
2.15 112%
2.15 112%
CCT
6707 97%
6797 96%
6335 103%
6329 103%
6728 97%
6337 103%
Contrast
1471
932
Color Space (Percent of AdobeRGB 1998)
81.57
Color Space (Percent of sRGB)
99.87

* ... Meglio usare valori piccoli

La precisione del colore è sempre stata un punto di forza degli smartphones Apple in passato, e l'X non fa eccezione. Le prestazioni della scala di grigi mostrano ancora una volta che Apple si è concentrata nella calibrazione. Tutte le deviazioni sono sotto la soglia visibile, e il DeltaE medio è eccellente con 1.6. La temperatura del colore è un po' fredda con 6700K, ma non c'è tendenza al blu. La curva gamma pure segue il valore ideale ad eccezione di un minimo superamento del limite del 10%. Il pannello non è illuminato allo 0%, quindi il relativo incremento fino al limite del 10% è troppo alto. Questo è rappresentato dalla curva gamma: una vista relativa sull'incremento di luminosità tra i singoli livelli.

Altrettanto buona è la precisione dei colori primari e misti rispetto alla gamma di riferimento sRGB. Ad eccezione di due colori misti, che consistono principalmente in blu e verde, tutte le deviazioni rispetto al riferimento sRGB sono inferiori a 2, e il risultato medio è di appena 1.2. Risultati ottimi. Il riferimento sRGB è coperto per la maggior parte con il nostro software di misurazione. Come nei modelli precedenti, Apple ancora una volta dichiara una copertura della gamma di colore P3 maggiore nell'iPhone X, il che dovrebbe in particolare notarsi nella riproduzione di video.

Prima che questa sezione diventi un'adulazione, parliamo in un piccolo problema dello schermo OLED dell'iPhone X. I colori sembrano più freddi e tendono al blu da angolazioni estreme, specialmente dal basso, mentre tendono al viola dall'alto. Questa impressione è anche maggiore con l'attivazione della tecnologia TrueTone. Ma useremo il display con il TrueTone, in quanto è molto più comodo per gli occhi. Abbiamo anche misurato il display con TrueTone con luce ambientale calda. Sembra quasi un arancio intenso in questo scenario, e non possiamo parlare di particolari tendenze del colore. Tuttavia, nella pratica può dare fastidio, allo stesso modo di quando ci sono deviazioni maggiori.

Soggettivamente, lo schermo OLED dell'Apple iPhone X fa una impressione ottima. I contenuti sono decisi, i colori naturali ma non troppo ricchi. Apprezzerete l'eccellente contrasto nel guardare una foto o un video, ma le immagini più fredde da angolazioni estreme si notano subito, specialmente con contenuti luminosi.

Scala di grigi sRGB
Scala di grigi sRGB
Gamma di colore sRGB
Gamma di colore sRGB
ColorChecker sRGB
ColorChecker sRGB
ColorChecker sRGB True Tone
ColorChecker sRGB True Tone
Spettro del colore
Spettro del colore
Performance bianco (45 gradi dall'alto)
Performance bianco (45 gradi dall'alto)

La regolazione della luminosità PWM è un'altra caratteristica tipica di un pannello OLED, e questo vale anche per l'iPhone X. Possiamo rilevare una frequenza relativamente bassa di 240 Hz non appena la luminosità è sotto il 50%. Gli utenti sensibili potrebbero scegliere un iPhone 8 / 8 Plus con display LC, dove non si rileva PWM. In aggiunta al PWM 240 Hz, rileviamo anche un leggero flickering a 60 Hz (guardate gli screenshots di seguito= con livelli di luminosità maggiore (anche al massimo).

Screen Flickering / PWM (Pulse-Width Modulation)

To dim the screen, some notebooks will simply cycle the backlight on and off in rapid succession - a method called Pulse Width Modulation (PWM) . This cycling frequency should ideally be undetectable to the human eye. If said frequency is too low, users with sensitive eyes may experience strain or headaches or even notice the flickering altogether.
Screen flickering / PWM detected 240 Hz100 % brightness setting

The display backlight flickers at 240 Hz (Likely utilizing PWM) Flickering detected at a brightness setting of 100 % and below. There should be no flickering or PWM above this brightness setting.

The frequency of 240 Hz is relatively low, so sensitive users will likely notice flickering and experience eyestrain at the stated brightness setting and below.

In comparison: 54 % of all tested devices do not use PWM to dim the display. If PWM was detected, an average of 8568 (minimum: 43 - maximum: 142900) Hz was measured.

I tempi di risposta veloci sono un altro vantaggio della tecnologia OLED. I cambi tra scala di grigi e valori del nero sono inferiori a 2 ms, quindi non ci sono problemi con questo schermo.

Tempi di risposta del Display

I tempi di risposta del display mostrano quanto sia veloce lo schermo a cambaire da un colore all'altro. Tempi di risposta lenti poccono creare sovrapposizioni negloi oggetti in movimento. Specialmente i giocatori patiti del 3D dovrebbero usare uno schermo con rempi di risposta bassi.
       Tempi di risposta dal Nero al Bianco
1.7 ms ... rise ↗ and fall ↘ combined↗ 0.85 ms Incremento
↘ 0.81 ms Calo
Lo schermo ha mostrato valori di risposta molto veloci nei nostri tests ed è molto adatto per i gaming veloce.
In comparison, all tested devices range from 0.8 (minimum) to 240 (maximum) ms. » 0 % of all devices are better.
This means that the measured response time is better than the average of all tested devices (26.6 ms).
       Tempo di risposta dal 50% Grigio all'80% Grigio
2.8 ms ... rise ↗ and fall ↘ combined↗ 1.4 ms Incremento
↘ 1.4 ms Calo
Lo schermo ha mostrato valori di risposta molto veloci nei nostri tests ed è molto adatto per i gaming veloce.
In comparison, all tested devices range from 0.9 (minimum) to 636 (maximum) ms. » 0 % of all devices are better.
This means that the measured response time is better than the average of all tested devices (42.5 ms).

Le misurazioni suggeriscono che l'Apple iPhone X lavora bene anche all'aperto. L'elevata luminosità in combinazione con l'ottimo contrasto sono un ovvio vantaggio. Tuttavia, il touchscreen lucido – come su altri smartphone – è un problema sotto la luce diretta del sole.

L'iPhone X all'ombra
L'iPhone X all'ombra
L'iPhone X alla luce del sole autunnale
L'iPhone X alla luce del sole autunnale

OLED – questa tecnologia è sinonimo di ottimo contrasto ed angoli di visuale ampi. I modelli come Samsung Galaxy S8 o Huawei Mate 10 Pro hanno risultati convincenti. Questi modelli ammiraglia mostrano le classiche tendenze del colore OLED da angolazioni estreme, che di solito tendono al verde. Sull'iPhone X, tuttavia, possiamo vedere una tendenza al blu-viola. Potete vedere questa tendenza più sull'iPhone X rispetto ai concorrenti. Non è un problema quando il contenuto è scuro, ma si nota di più con immagini chiare. Certo si tratta di pignoleria, ma trattandosi del "miglior schermo OLED sul mercato" ...

ColorChecker direttametne dall'alto
ColorChecker direttametne dall'alto
ColorChecker 45 gradi dal basso
ColorChecker 45 gradi dal basso
ColorChecker 45 gradi dall'alto
ColorChecker 45 gradi dall'alto
Angoli di visuale immagine di riferimento
Angoli di visuale immagine di riferimento

Performance

L'iPhone X monta il SoC Apple A11 Bionic, già visto su iPhone 8 e iPhone 8 Plus. Il processore ha sei cores di cui due performance e quattro ad efficienza energetica. Avrete anche 3 GB di RAM e una GPU Apple. Il SoC è realizzato in 10nm, il che promette elevate prestazioni ed efficienza energetica migliorata.

Le performance CPU sono simili agli altri due modelli iPhone con stesso SoC e superano tutti gli altri smartphones Android di un buon margine quando leggete i punteggi Geekbench. I punteggi 3DMark Physics sono un altro indicatore delle prestazioni del processore. L'iPhone X è al top del gruppo di confronto nel vecchio test Ice Storm Unlimited, ma le cose cambiano nel più impegnativo Sling Shot Extreme test, dove l'ultimo dispositivo di Cupertino è solo nella media ed alla pari con il Samsung Galaxy Note 8 (Exynos 8895). Il Sony Xperia XZ1, il Google Pixel 2 XL (entrambi Snapdragon 835), e lo Huawei Mate 10 Pro (Kirin 970) fanno di meglio in questo test.

Guardando alle prestazioni GPU, vediamo che l'iPhone X domina e ha frame rates molto alti nel GFXBench o nell'impegnativo Basemark ES 3.1 / Metal. Solo l'iPhone 8 ha punteggi migliori grazie alla minore risoluzione del display.

Le performance di sistema del modello di test sono molto buone, e lo stuttering è molto raro. iOS in genere è molto fluido.

AnTuTu Benchmark v6 - Total Score (ordina per valore)
Apple iPhone X
197851 Points ∼87%
Apple iPhone 8 Plus
218158 Points ∼96% +10%
LG G6
151751 Points ∼67% -23%
Samsung Galaxy Note 8
173997 Points ∼76% -12%
Huawei Mate 10 Pro
177341 Points ∼78% -10%
Sony Xperia XZ1
167748 Points ∼74% -15%
Google Pixel 2 XL
166151 Points ∼73% -16%
OnePlus 5
177156 Points ∼78% -10%
Sony Xperia XZ Premium
173403 Points ∼76% -12%
BaseMark OS II
Web (ordina per valore)
Apple iPhone X
1682 Points ∼99%
LG G6
1073 Points ∼63% -36%
Samsung Galaxy Note 8
1235 Points ∼73% -27%
Huawei Mate 10 Pro
1234 Points ∼73% -27%
Sony Xperia XZ1
1181 Points ∼70% -30%
Google Pixel 2 XL
1186 Points ∼70% -29%
OnePlus 5
1287 Points ∼76% -23%
Sony Xperia XZ Premium
1239 Points ∼73% -26%
Graphics (ordina per valore)
Apple iPhone X
9248 Points ∼100%
LG G6
5138 Points ∼56% -44%
Samsung Galaxy Note 8
6121 Points ∼66% -34%
Huawei Mate 10 Pro
3657 Points ∼40% -60%
Sony Xperia XZ1
5923 Points ∼64% -36%
Google Pixel 2 XL
6142 Points ∼66% -34%
OnePlus 5
6144 Points ∼66% -34%
Sony Xperia XZ Premium
6045 Points ∼65% -35%
Memory (ordina per valore)
Apple iPhone X
1219 Points ∼28%
LG G6
1930 Points ∼44% +58%
Samsung Galaxy Note 8
3095 Points ∼70% +154%
Huawei Mate 10 Pro
4142 Points ∼94% +240%
Sony Xperia XZ1
1752 Points ∼40% +44%
Google Pixel 2 XL
2927 Points ∼66% +140%
OnePlus 5
4423 Points ∼100% +263%
Sony Xperia XZ Premium
3444 Points ∼78% +183%
System (ordina per valore)
Apple iPhone X
10281 Points ∼100%
LG G6
3646 Points ∼35% -65%
Samsung Galaxy Note 8
5308 Points ∼52% -48%
Huawei Mate 10 Pro
5244 Points ∼51% -49%
Sony Xperia XZ1
5840 Points ∼57% -43%
Google Pixel 2 XL
5914 Points ∼58% -42%
OnePlus 5
5902 Points ∼57% -43%
Sony Xperia XZ Premium
5857 Points ∼57% -43%
Overall (ordina per valore)
Apple iPhone X
3737 Points ∼99%
LG G6
2496 Points ∼66% -33%
Samsung Galaxy Note 8
3338 Points ∼88% -11%
Huawei Mate 10 Pro
3147 Points ∼83% -16%
Sony Xperia XZ1
2909 Points ∼77% -22%
Google Pixel 2 XL
3351 Points ∼88% -10%
OnePlus 5
3790 Points ∼100% +1%
Sony Xperia XZ Premium
3506 Points ∼93% -6%
Geekbench 4.1/4.2
Compute RenderScript Score (ordina per valore)
LG G6
7080 Points ∼83%
Samsung Galaxy Note 8
8310 Points ∼97%
Huawei Mate 10 Pro
8572 Points ∼100%
Sony Xperia XZ1
7979 Points ∼93%
Google Pixel 2 XL
7568 Points ∼88%
OnePlus 5
8005 Points ∼93%
Sony Xperia XZ Premium
7881 Points ∼92%
64 Bit Multi-Core Score (ordina per valore)
Apple iPhone X
10255 Points ∼41%
Apple iPhone 8 Plus
10558 Points ∼42% +3%
LG G6
4369 Points ∼17% -57%
Samsung Galaxy Note 8
6744 Points ∼27% -34%
Huawei Mate 10 Pro
6792 Points ∼27% -34%
Sony Xperia XZ1
6493 Points ∼26% -37%
Google Pixel 2 XL
6253 Points ∼25% -39%
OnePlus 5
6799 Points ∼27% -34%
Sony Xperia XZ Premium
6491 Points ∼26% -37%
64 Bit Single-Core Score (ordina per valore)
Apple iPhone X
4265 Points ∼72%
Apple iPhone 8 Plus
4263 Points ∼72% 0%
LG G6
1831 Points ∼31% -57%
Samsung Galaxy Note 8
2028 Points ∼34% -52%
Huawei Mate 10 Pro
1898 Points ∼32% -55%
Sony Xperia XZ1
1856 Points ∼31% -56%
Google Pixel 2 XL
1916 Points ∼32% -55%
OnePlus 5
1973 Points ∼33% -54%
Sony Xperia XZ Premium
1904 Points ∼32% -55%
3DMark
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Physics (ordina per valore)
Apple iPhone X
2361 Points ∼77%
Apple iPhone 8 Plus
2109 Points ∼69% -11%
LG G6
1955 Points ∼64% -17%
Samsung Galaxy Note 8
2346 Points ∼76% -1%
Huawei Mate 10 Pro
2871 Points ∼93% +22%
Sony Xperia XZ1
2928 Points ∼95% +24%
Google Pixel 2 XL
3028 Points ∼98% +28%
OnePlus 5
3026 Points ∼98% +28%
Sony Xperia XZ Premium
1628 Points ∼53% -31%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Graphics (ordina per valore)
Apple iPhone X
3463 Points ∼64%
Apple iPhone 8 Plus
3069 Points ∼57% -11%
LG G6
2980 Points ∼55% -14%
Samsung Galaxy Note 8
2661 Points ∼49% -23%
Huawei Mate 10 Pro
2844 Points ∼53% -18%
Sony Xperia XZ1
3961 Points ∼74% +14%
Google Pixel 2 XL
3872 Points ∼72% +12%
OnePlus 5
3757 Points ∼70% +8%
Sony Xperia XZ Premium
3723 Points ∼69% +8%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) (ordina per valore)
Apple iPhone X
3138 Points ∼81%
Apple iPhone 8 Plus
2781 Points ∼72% -11%
LG G6
2669 Points ∼69% -15%
Samsung Galaxy Note 8
2584 Points ∼67% -18%
Huawei Mate 10 Pro
2850 Points ∼73% -9%
Sony Xperia XZ1
3673 Points ∼95% +17%
Google Pixel 2 XL
3646 Points ∼94% +16%
OnePlus 5
3566 Points ∼92% +14%
Sony Xperia XZ Premium
2895 Points ∼75% -8%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Physics (ordina per valore)
LG G6
1961 Points ∼64%
Samsung Galaxy Note 8
2342 Points ∼76%
Huawei Mate 10 Pro
2896 Points ∼94%
Sony Xperia XZ1
2564 Points ∼83%
Google Pixel 2 XL
2995 Points ∼97%
OnePlus 5
3012 Points ∼98%
Sony Xperia XZ Premium
1574 Points ∼51%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Graphics (ordina per valore)
LG G6
4121 Points ∼53%
Samsung Galaxy Note 8
3928 Points ∼51%
Huawei Mate 10 Pro
3353 Points ∼43%
Sony Xperia XZ1
6057 Points ∼78%
Google Pixel 2 XL
5856 Points ∼76%
OnePlus 5
4765 Points ∼62%
Sony Xperia XZ Premium
5107 Points ∼66%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 (ordina per valore)
LG G6
3282 Points ∼66%
Samsung Galaxy Note 8
3414 Points ∼69%
Huawei Mate 10 Pro
3239 Points ∼65%
Sony Xperia XZ1
4649 Points ∼93%
Google Pixel 2 XL
4831 Points ∼97%
OnePlus 5
4219 Points ∼85%
Sony Xperia XZ Premium
3407 Points ∼68%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Physics (ordina per valore)
Apple iPhone X
25633 Points ∼36%
Apple iPhone 8 Plus
25641 Points ∼36% 0%
LG G6
22335 Points ∼31% -13%
Samsung Galaxy Note 8
22829 Points ∼32% -11%
Huawei Mate 10 Pro
22629 Points ∼31% -12%
Sony Xperia XZ1
23046 Points ∼32% -10%
Google Pixel 2 XL
20233 Points ∼28% -21%
OnePlus 5
19411 Points ∼27% -24%
Sony Xperia XZ Premium
13800 Points ∼19% -46%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Graphics Score (ordina per valore)
Apple iPhone X
112489 Points ∼25%
Apple iPhone 8 Plus
113380 Points ∼25% +1%
LG G6
32128 Points ∼7% -71%
Samsung Galaxy Note 8
36807 Points ∼8% -67%
Huawei Mate 10 Pro
34008 Points ∼7% -70%
Sony Xperia XZ1
47857 Points ∼11% -57%
Google Pixel 2 XL
54156 Points ∼12% -52%
OnePlus 5
58001 Points ∼13% -48%
Sony Xperia XZ Premium
52358 Points ∼12% -53%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Score (ordina per valore)
Apple iPhone X
64169 Points ∼33%
Apple iPhone 8 Plus
64405 Points ∼33% 0%
LG G6
29276 Points ∼15% -54%
Samsung Galaxy Note 8
32399 Points ∼16% -50%
Huawei Mate 10 Pro
30590 Points ∼16% -52%
Sony Xperia XZ1
31618 Points ∼16% -51%
Google Pixel 2 XL
39456 Points ∼20% -39%
OnePlus 5
40229 Points ∼20% -37%
Sony Xperia XZ Premium
32302 Points ∼16% -50%
GFXBench (DX / GLBenchmark) 2.7
1920x1080 T-Rex HD Offscreen C24Z16 (ordina per valore)
Apple iPhone X
177.4 fps ∼13%
Apple iPhone 8 Plus
166.9 fps ∼12% -6%
LG G6
75 fps ∼5% -58%
Samsung Galaxy Note 8
105 fps ∼8% -41%
Huawei Mate 10 Pro
112 fps ∼8% -37%
Sony Xperia XZ1
111 fps ∼8% -37%
Google Pixel 2 XL
112 fps ∼8% -37%
OnePlus 5
115 fps ∼8% -35%
Sony Xperia XZ Premium
109 fps ∼8% -39%
T-Rex HD Onscreen C24Z16 (ordina per valore)
Apple iPhone X
59.4 fps ∼13%
Apple iPhone 8 Plus
119.4 fps ∼26% +101%
LG G6
46 fps ∼10% -23%
Samsung Galaxy Note 8
59 fps ∼13% -1%
Huawei Mate 10 Pro
60 fps ∼13% +1%
Sony Xperia XZ1
60 fps ∼13% +1%
Google Pixel 2 XL
59 fps ∼13% -1%
OnePlus 5
60 fps ∼13% +1%
Sony Xperia XZ Premium
60 fps ∼13% +1%
GFXBench 3.0
off screen Manhattan Offscreen OGL (ordina per valore)
Apple iPhone X
88.2 fps ∼16%
Apple iPhone 8 Plus
71 fps ∼13% -20%
LG G6
38 fps ∼7% -57%
Samsung Galaxy Note 8
51 fps ∼9% -42%
Huawei Mate 10 Pro
54 fps ∼10% -39%
Sony Xperia XZ1
56 fps ∼10% -37%
Google Pixel 2 XL
59 fps ∼11% -33%
OnePlus 5
61 fps ∼11% -31%
Sony Xperia XZ Premium
47 fps ∼9% -47%
on screen Manhattan Onscreen OGL (ordina per valore)
Apple iPhone X
58.5 fps ∼16%
Apple iPhone 8 Plus
79.2 fps ∼22% +35%
LG G6
27 fps ∼7% -54%
Samsung Galaxy Note 8
38 fps ∼10% -35%
Huawei Mate 10 Pro
56 fps ∼15% -4%
Sony Xperia XZ1
52 fps ∼14% -11%
Google Pixel 2 XL
35 fps ∼10% -40%
OnePlus 5
56 fps ∼15% -4%
Sony Xperia XZ Premium
46 fps ∼13% -21%
GFXBench 3.1
off screen Manhattan ES 3.1 Offscreen (ordina per valore)
Apple iPhone X
48.9 fps ∼12%
Apple iPhone 8 Plus
49 fps ∼12% 0%
LG G6
29 fps ∼7% -41%
Samsung Galaxy Note 8
42 fps ∼10% -14%
Huawei Mate 10 Pro
37 fps ∼9% -24%
Sony Xperia XZ1
41 fps ∼10% -16%
Google Pixel 2 XL
41 fps ∼10% -16%
OnePlus 5
42 fps ∼10% -14%
Sony Xperia XZ Premium
35 fps ∼8% -28%
on screen Manhattan ES 3.1 Onscreen (ordina per valore)
Apple iPhone X
44.1 fps ∼25%
Apple iPhone 8 Plus
56.4 fps ∼32% +28%
LG G6
16 fps ∼9% -64%
Samsung Galaxy Note 8
23 fps ∼13% -48%
Huawei Mate 10 Pro
38 fps ∼22% -14%
Sony Xperia XZ1
42 fps ∼24% -5%
Google Pixel 2 XL
20 fps ∼11% -55%
OnePlus 5
41 fps ∼23% -7%
Sony Xperia XZ Premium
37 fps ∼21% -16%
GFXBench 4.0
off screen Car Chase Offscreen (ordina per valore)
LG G6
20 fps ∼6%
Samsung Galaxy Note 8
25 fps ∼7%
Huawei Mate 10 Pro
21 fps ∼6%
Sony Xperia XZ1
24 fps ∼7%
Google Pixel 2 XL
24 fps ∼7%
OnePlus 5
25 fps ∼7%
Sony Xperia XZ Premium
23 fps ∼7%
on screen Car Chase Onscreen (ordina per valore)
LG G6
11 fps ∼0%
Samsung Galaxy Note 8
13 fps ∼0%
Huawei Mate 10 Pro
22 fps ∼1%
Sony Xperia XZ1
25 fps ∼1%
Google Pixel 2 XL
13 fps ∼0%
OnePlus 5
25 fps ∼1%
Sony Xperia XZ Premium
25 fps ∼1%
Basemark ES 3.1 / Metal - offscreen Overall Score (ordina per valore)
Apple iPhone X
1702 Points ∼91%
LG G6
647 Points ∼35% -62%
Samsung Galaxy Note 8
1295 Points ∼69% -24%
Huawei Mate 10 Pro
788 Points ∼42% -54%
Google Pixel 2 XL
853 Points ∼46% -50%

Legenda

 
Apple iPhone X Apple A11 Bionic, Apple A11 Bionic GPU, 64 GB eMMC Flash
 
Apple iPhone 8 Plus Apple A11 Bionic, Apple A11 Bionic GPU, Apple 256 GB (iPhone 8 / Plus)
 
LG G6 Qualcomm Snapdragon 821 MSM8996 Pro, Qualcomm Adreno 530, 32 GB UFS 2.0 Flash
 
Samsung Galaxy Note 8 Samsung Exynos 8895 Octa, ARM Mali-G71 MP20, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
Huawei Mate 10 Pro HiSilicon Kirin 970, ARM Mali-G72 MP12, 128 GB UFS 2.1 Flash
 
Sony Xperia XZ1 Qualcomm Snapdragon 835 (8998), Qualcomm Adreno 540, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
Google Pixel 2 XL Qualcomm Snapdragon 835 (8998), Qualcomm Adreno 540, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
OnePlus 5 Qualcomm Snapdragon 835 (8998), Qualcomm Adreno 540, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
Sony Xperia XZ Premium Qualcomm Snapdragon 835 (8998), Qualcomm Adreno 540, 64 GB UFS 2.0 Flash

Usiamo il Safari Mobile 11.0 precaricato per i tests web dell'Apple iPhone X. Soggettivamente, potete navigare il web in modo fluido e anche i siti complessi si caricano rapidamente. I benchmarks supportano questa impressione; i punteggi sono eccellenti, come gli altri iPhones 2017, e l'iPhone 8 Plus è in testa solo nel WebXPRT 2015.

JetStream 1.1 - 1.1 Total Score
Apple iPhone X (IOS 11.1.1)
224 Points ∼100%
Apple iPhone 8 Plus
223.5 Points ∼100% 0%
OnePlus 5 (Chrome 59)
71.6 Points ∼32% -68%
Samsung Galaxy Note 8 (Samsung Browser 6.0)
69.57 Points ∼31% -69%
Samsung Galaxy S8 (Samsung Browser 5.2)
65.846 Points ∼29% -71%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
64.709 Points ∼29% -71%
Sony Xperia XZ1 (Chrome 61)
61.335 Points ∼27% -73%
Huawei Mate 10 Pro (Chrome 61)
56.63 Points ∼25% -75%
LG G6 (Chrome 57)
56.628 Points ∼25% -75%
Octane V2 - Total Score
Apple iPhone X (IOS 11.1.2)
35255 Points ∼100%
Apple iPhone 8 Plus
35209 Points ∼100% 0%
Samsung Galaxy Note 8 (Samsung Browser 6.0)
13265 Points ∼38% -62%
Samsung Galaxy S8 (Samsung Browser 5.2)
12941 Points ∼37% -63%
OnePlus 5 (Chrome 59)
11945 Points ∼34% -66%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
11308 Points ∼32% -68%
Huawei Mate 10 Pro (Chrome 61)
10406 Points ∼30% -70%
Sony Xperia XZ1 (Chrome 61)
10096 Points ∼29% -71%
LG G6 (Chrome 57)
9113 Points ∼26% -74%
Mozilla Kraken 1.1 - Total Score
Huawei Mate 10 Pro (Chrome 61)
3590.6 ms * ∼100% -400%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
3434.1 ms * ∼96% -378%
Sony Xperia XZ1 (Chrome 61)
3267.9 ms * ∼91% -355%
OnePlus 5 (Chrome 59)
2621.7 ms * ∼73% -265%
LG G6 (Chrome 57)
2464.2 ms * ∼69% -243%
Samsung Galaxy S8 (Samsung Browser 5.2)
1886.6 ms * ∼53% -163%
Samsung Galaxy Note 8 (Samsung Browser 6.0)
1876.8 ms * ∼52% -161%
Apple iPhone 8 Plus
719.7 ms * ∼20% -0%
Apple iPhone X (IOS 11.1.2)
718 ms * ∼20%
WebXPRT 2015 - Overall Score
Apple iPhone 8 Plus
362 Points ∼100% +2%
Apple iPhone X
354 Points ∼98%
Samsung Galaxy S8 (Samsung Browser 5.2)
194 Points ∼54% -45%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
194 Points ∼54% -45%
Sony Xperia XZ1 (Chrome 61)
170 Points ∼47% -52%
OnePlus 5 (Chrome 59)
161 Points ∼44% -55%
Samsung Galaxy Note 8 (Samsung Browser 6.0)
159 Points ∼44% -55%
Huawei Mate 10 Pro (Chrome 61)
158 Points ∼44% -55%
LG G6 (Chrome 57)
122 Points ∼34% -66%

* ... Meglio usare valori piccoli

iPhone X: versione 64 GB
iPhone X: versione 64 GB
iPhone X: versione 256 GB
iPhone X: versione 256 GB

Le opzioni per lo spazio di archiviazione dell'Apple iPhone X sono simili ai modelli iPhone 8. Il produttore californiano offre versioni da 64 e 256 GB, forse con uno spazio NVMe più veloce, il che è suggerito dai risultati benchmark. Oltre alla capacità, i moduli differiscono anche in termini di performance. Il modello 64 GB è più lento e ha una velocità di lettura di 1179 MB/s e di scrittura di 178 MB/s nel Passmark Mobile. La versione 256 GB è nettamente più veloce nella scrittura con 618 MB/s nello stesso test, mentre le performance in lettura sono molto simili con 1240 MB/s.

Avrete difficoltà a notarlo nell'utilizzo del dispositivo, solo se copiate molti dati sullo smartphone potreste accorgervene.

Giochi

Abbiamo già testato la GPU Apple negli iPhone 8 e iPhone 8 Plus. La GPU ha tre cores, ma di base non si hanno altre notizie. Le prestazioni sono estremamente elevate, ma i componenti devono gestire la risoluzione maggiore dell'Apple iPhone X, il che comporta frame rates teoricamente inferiori. Tuttavia, non è un vero problema in pratica, in quanto i risultati restano molto elevati, quindi non ci dovrebbero essere limitazioni quando giocate.

Questo è confermato dai nostri gaming benchmarks. Il titolo racing Asphalt 8 mostra 30 FPS e non ci sono problemi nemmeno con Dead Trigger 2 (59 FPS). Altri titoli pesanti come Warhammer 40.000: Freeblade (59 FPS) o Shadow Fight 3 (59 FPS) sono altrettanto fluidi, ma creano un maggior carico per la scheda grafica.

Non tutti i giochi sono già ridimensionati nel nuovo formato 2:1, quindi possono esserci delle barre nere ai lati. Le strisce nere sul fondo, che segnano il punto delle gestures "Home" o "App Switcher" sono un po' fastidiose. I sensori d'altro canto funzionano molto bene; l'iPhone X esegue i movimenti in modo molto preciso e le due casse creano un suono decente.

Shadow Fight 3 sull'iPhone X
Shadow Fight 3 sull'iPhone X
Asphalt 8 sull'iPhone X
Asphalt 8 sull'iPhone X
Warhammer 40.000: Freeblade sull'iPhone X
Warhammer 40.000: Freeblade sull'iPhone X
Asphalt 8: Airborne
 SettaggiValore
 high30 fps
in confronto
Lenovo B (min)
 MT6735M, Mali-T720
10
   ...
OnePlus 5
 835, Adreno 540
30
Nokia 5
 430, Adreno 505
30
Apple iPhone X
 A11 Bionic, A11 Bionic GPU
30
Honor 6A
 430, Adreno 505
30
Huawei Y7
 435, Adreno 505
30
   ...
HTC 10 (max)
 820 MSM8996, Adreno 530
48
Dead Trigger 2
 SettaggiValore
 high59 fps

Emissioni

Temperature

Le temperature di superficie sono sempre state buone durante i nostri tests. L'iPhone X resta fresco in idle (con temperatura ambientale di 20-21 °C). Dipende un po' dal carico quando stressate lo smartphone. La maggioranza di giochi 3D come FIFA 18 non mostrano temperature elevate, nemmeno con il case in pelle. I risultati dell'impegnativo Relative Benchmark fino a 45 °C si mostrano dopo un po' di tempo. Il lato frontale arriva fino a 38,1 °C (entrambi i valori misurati a contatto, i valori infrarossi sul vetro sono inferiori di ~1-2 °C).

Carico frontale
Carico frontale
Carico posteriore
Carico posteriore
Idle frontale
Idle frontale
Idle posteriore
Idle posteriore
Apple iPhone X: GFXBench Battery Test T-Rex (Metal API)
T-Rex
Apple iPhone X: GFXBench Battery Test Manhattan (Metal API)
Manhattan

Usiamo il test GFXBench Battery per vedere come si comporta l'iPhone X con carichi sostenuti. La versione OpenGL dell'app sfortunatamente non si avvia sull'iPhone X, quindi possiamo usare solo i risultati della versione Metal.

Le performance sono molto fluide per un test lungo con T-Rex e si nota un calo solo dopo il 25° lancio, ma non oltre il 9%. Siamo sorpresi della evidente differenza per il numero di frames generati rispetto all'iPhone 8. Mentre l'X arriva al massimo a 3358, l'8 Plus non scende mai sotto i 6000 frames. Questo trend continua nel più impegnativo test Manhattan, sebbene la differenza sia più piccola. La curva delle prestazioni scende più velocemente e di un margine maggiore. Il punteggio peggiore si raggiunge dopo 15 lanci, quando l'iPhone X perde il 42% delle sue performance originali. Le restanti performance sono comunque più che sufficienti, quindi non dovreste notare throttling nell'utilizzo quotidiano.

Carico massimo
 34 °C37 °C35 °C 
 34 °C38 °C37 °C 
 33 °C39 °C38 °C 
Massima: 39 °C
Media: 36.1 °C
37 °C45 °C44 °C
36 °C37 °C39 °C
33 °C35 °C35 °C
Massima: 45 °C
Media: 37.9 °C
Temperatura della stanza 20 °C | Fluke 62 Mini, AMPROBE TMD-50

Casse

Apple monta sull'iPhone X casse stereo ed il concept e simile all'HTC U11 o allo Huawei Mate 10 Pro. Una cassa più potente si trova dietro la griglia in metallo sul fondo dello chassis, l'altra si trova sull'auricolare. Apple realizza un buon bilanciamento  tra i due componenti con prestazioni pulite per toni medi e alti, ma il volume scende verso i bassi un po' troppo, quindi il risultato non è molto ricco.

E' anche possibile trasferire il suono tramite Bluetooth 5.0 o porta Lightning. La versione wireless funziona perfettamente e trasmette un suono ricco e senza problemi di trasferimento, anche quando l'iPhone si trova in tasca o è leggermente lontano. Le cuffie in dotazione possono essere collegate alla porta Lightning e il suono è decente, non non sufficiente per gli appassionati di musica. Le cuffie dell'HTC U11, ad esempio, sono superiori al modello Apple. Se volete usare un jack standard, avrete bisogno dell'adattatore. Non è molto pratico, ma fa un buon lavoro e trasmette un segnale privo di rumori.

dB(A) 0102030405060708090Deep BassMiddle BassHigh BassLower RangeMidsHigher MidsLower HighsMid HighsUpper HighsSuper Highs2039.638.22533.633.13131.232.14030.832.15030.734.36334358030.939.410028.736.412526.247.91602651.920025.354.82502557.231523.359.640022.362.550021.164.863020.167.780019.568.1100020.166.2125019.669.3160018.87320001874.8250017.877.3315017.676400017.675.5500017.773.5630017.873.880001871.41000017.765.41250017.853.51600017.848.5SPL31.285.3N1.661.7median 19.5Apple iPhone Xmedian 66.2Delta3.29.231.635.825.440.125.335.532.931.933.631.631.638.928.433.82727.220.828.62236.421.342.620.851.521.258.619.465.719.571.417.770.717.968.317.870.717.370.317.462.516.760.817.258.318.265.317.967.817.672.417.770.617.871.517.97318.164.518.249.33081.41.351.2median 17.9HTC U11median 65.31.310.635.237.832.934.237.235.631.737.139.64028.327.927.32626.924.326.723.72433.420.941.220.951.919.551.218.560.317.55617.555.915.755.115.865.716.669.515.874.215.47715.574.91673.315.870.41670.816.373.116.372.916.273.516.468.816.455.828.684.41.154.7median 16.4Huawei Mate 10 Promedian 65.72.110.8hearing rangehide median Pink Noise
Apple iPhone X audio analysis

(+) | speakers can play relatively loud (85.3 dB)
Bass 100 - 315 Hz
(±) | reduced bass - on average 14.9% lower than median
(±) | linearity of bass is average (9.4% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 3.4% away from median
(+) | mids are linear (5.1% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(±) | higher highs - on average 7.3% higher than median
(+) | highs are linear (4.6% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (18.4% difference to median)
Compared to same class
» 4% of all tested devices in this class were better, 4% similar, 92% worse
» The best had a delta of 14%, average was 26%, worst was 44%
Compared to all devices tested
» 33% of all tested devices were better, 6% similar, 61% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

HTC U11 audio analysis

(±) | speaker loudness is average but good (81.4 dB)
Bass 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 24.5% lower than median
(±) | linearity of bass is average (13.3% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 4.1% away from median
(±) | linearity of mids is average (7.4% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(±) | higher highs - on average 5.1% higher than median
(+) | highs are linear (6.2% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (21.3% difference to median)
Compared to same class
» 13% of all tested devices in this class were better, 13% similar, 73% worse
» The best had a delta of 14%, average was 26%, worst was 44%
Compared to all devices tested
» 48% of all tested devices were better, 8% similar, 45% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Huawei Mate 10 Pro audio analysis

(+) | speakers can play relatively loud (84.4 dB)
Bass 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 28.1% lower than median
(±) | linearity of bass is average (10.6% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(±) | reduced mids - on average 7.4% lower than median
(±) | linearity of mids is average (9.2% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(±) | higher highs - on average 7% higher than median
(+) | highs are linear (3% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (25.6% difference to median)
Compared to same class
» 49% of all tested devices in this class were better, 12% similar, 39% worse
» The best had a delta of 14%, average was 26%, worst was 44%
Compared to all devices tested
» 72% of all tested devices were better, 7% similar, 22% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Frequency Comparison (Checkboxes select/deselectable!)

Autonomia della batteria

Consumi energetici

I risultati dei consumi lasciano una questione irrisolta per l'Apple iPhone X. Si parte con un consumo costante di 0,66W quando è spento. Si abbassa solo dopo 30 minuti, quando inizia a fluttuare tra 0,1 e 0,6W. Possiamo notare un comportamento simile in standby: il livello di consumo si attesta a 0,18W, ma il nostro dispositivo di misurazione occasionalmente salta a 0,66W. Potrebbe esserci qualche problema di ricarica, ma iOS mostra il 100% di ricarica e non c'è segno di processi di ricarica.

I risultati in idle sono alla pari con l'Apple iPhone 8 Plus, ma i valori inferiori dell'iPhone X a 1,03W sono più alti rispetto al modello precedente. L'iPhone X ha una migliore efficienza energetica sotto carico, abbiamo misurato 2,96 (media) e 6,6W (massomo). Tuttavia, questi risultati non sono coerenti con l'autonomia come vedremo nella prossima sezione, in quanto l'autonomia dovrebbe essere superiore basandosi su questi consumi. La cosa importante però è lo scenario reale, dove l'autonomia è un buon indicatore.

Apple questa volta usa un alimentatore da 5W, quindi la batteria si scarica con carichi elevati di lavoro, anche quando l'alimentatore è collegato. Raccomandiamo l'alimentatore dell'iPad, che supporta anche la ricarica rapida. Apple promette una capacità della batteria del 50% dopo 30 minuti. Non possiamo confermarlo con il caricatore dell'iPad, ma potete aspettarvi una percentuale per minuto tra 20-70%. Una ricarica completa da 0 a 100% impiega 2:20 ore.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.66 / 0.18 Watt
Idledarkmidlight 1.03 / 2.4 / 2.6 Watt
Sotto carico midlight 2.96 / 6.6 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Metrahit Energy

Autonomia della batteria

La batteria dell'Apple iPhone X ha la capacità maggiore rispetto a tutti gli altri iPhones con 2716 mAh. La dimensione del display è tra l'iPhone 8 e l'iPhone 8 Plus, ma il pannello con tecnologia OLED è nuovo per Apple. Entrambi gli aspetti impattano sull'autonomia. Per il resto le specifiche sono identiche. Partiamo con il test di autonomia pratico. Il nostro test WLAN apre un nuovo sito web ogni 30 secondi con una luminosità fissata a 150 e tutti i moduli wireless spenti ad eccezione del WLAN. L'iPhone X dura 9:24 ore – un risultato decente, ma nulla di più. Siamo appena dietro all'iPhone 8 (4%), ma il 8 Plus ha un vantaggio maggiore (16%). Tuttavia, l'iPhone X non può competere con altri rivali. Lo Huawei Mate 10 Pro supera l'iPhone X del 45%. Il nostro test video è molto importante. Lanciamo un loop di un video 1080p H.264 e la luminosità è sempre a 150 nits, mentre i moduli wireless sono spenti. Il risultato: 10:34 ore sono entro il 10% rispetto all'iPhone 8, e la differenza con l'8 Plus è del 16%. E' interessante che altri dispositivi ammiraglia non sono molto lontani in questo test. Anzi: il nuovo iPhone e lo Huawei Mate 10 Pro sono alla pari.

Con carico massimo i risultati sono simili al nostro test WLAN. Usiamo il pesante Relative Benchmark con luminosità massima e moduli wireless attivi. L'ultimo Apple resta dietro ai concorrenti è dura appena tre ore. Il luminoso pannello OLED sicuramente impatta sul risultato rispetto ai modelli iPhone 8, e la risoluzione maggiore gioca un ruolo importante.

Per il momento, i risultati dell'Apple iPhone X sono decenti, sebbene non sufficienti per uno smartphone high-end. Il risultato in idle è altrettanto deludente. LiiPhone OLED resiste appena 21,5 ore nel Reader's Test con luminosità minima e moduli wireless disattivati eccetto il WLAN. L'iPhone 8 Plus fa il 61% in più, e non è solo per la luminosità minima superiore dell'iPhone X, in quanto è anche inferiore rispetto ai modelli iPhone 8.La tecnologia è molto simile, quindi può essere solo il display. Anche la risoluzione maggiore gioca un suo ruolo.

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
21ore 32minuti
Navigazione WiFi v1.3
9ore 24minuti
Big Buck Bunny H.264 1080p
10ore 34minuti
Sotto carico (max luminosità)
3ore 00minuti
Apple iPhone X
2716 mAh
Apple iPhone 8 Plus
2691 mAh
Apple iPhone 8
1821 mAh
Samsung Galaxy S8 Plus
3500 mAh
Huawei Mate 10 Pro
4000 mAh
Sony Xperia XZ Premium
3230 mAh
OnePlus 5
3300 mAh
Autonomia della batteria
28%
13%
30%
51%
29%
12%
Reader / Idle
1292
2085
61%
1629
26%
1565
21%
1744
35%
1754
36%
1534
19%
H.264
634
733
16%
698
10%
742
17%
642
1%
802
26%
623
-2%
WiFi v1.3
564
657
16%
585
4%
736
30%
818
45%
695
23%
518
-8%
Load
180
211
17%
202
12%
275
53%
398
121%
236
31%
247
37%

Pro

+ ottimo display con True Tone
+ SoC potente
+ design carino
+ ottima qualità di costruzione
+ Wi-Fi veloce
+ Bluetooth 5.0
+ molte bande LTE supportate
+ dual-camera molto buona
+ IP67

Contro

- relativamente pesante
- lo spazio di archiviazione non può essere aumentato
- solo 12 mesi di garanzia
- funzione NFC molto limitata
- manca un jack stereo

Giudizio Complessivo

Recensione: Apple iPhone X
Recensione: Apple iPhone X

Le specifiche e le features dell'Apple iPhone X sono molto simili all'iPhone 8 Plus, ma non è una notizia negativa. Le differenze sono importanti e riguardano l'estetica. Apple non solo usa un pannello 2:1 per la prima volta, è anche il pannello più grande di sempre per un iPhone ed il primo basato su tecnologia OLED. Il display è molto buono, ma il design insolito è questione di gusti.

L'assenza del pulsante Home e del Touch ID sono la seconda modifica. Entrambi sono sostituiti dal Face ID. Scansiona il volto, ma considerando le possibilità se si perdono informazioni potrebbe essere un aspetto critico. Apple dice che le informazioni sono archiviate solo sull'iPhone e le apps possono solo effettuare queries se l'identità è corretta, ma alla fine bisogna affidarsi. Lo scetticismo riguardava anche il lettore di impronte, ma nessuno si è preoccupato perché questa feature ci ha semplificato la vita. Il Face ID è molto comodo e funziona in modo molto affidabile. 

Tecnologia potente, nuovo design, e Face ID – questo è l'iPhone X. Ma non basta per ottenere la corona tra gli smartphones.  

Avrete anche una buona fotocamera, che scatta immagini decenti ed è il riferimento se volete registrare video con il vostro smartphone. Apple è attualmente l'unico produttore a registrare in Ultra HD e 60 FPS. Lo smartphone ha anche un buon rapporto dimensione-schermo e l'iPhone X non è ingombrante quanto l'iPhone 8 Plus, ma resta pesante. Per il resto, avrete le specifiche di uno smartphone high-end moderno. Non potete aumentare lo spazio di archiviazione, ma non ce l'aspettavamo. Ci sono sempre più smartphones Android senza slot microSD. Pensiamo che l'autonomia deve migliorare. Resiste un giorno, ma può fare di meglio. L'iPhone X è l'ultimo del gruppo di confronto. Lo Huawei Mate 10 Pro, ad esempio, fa molto meglio a riguardo.

Poi c'è il prezzo. L'iPhone X parte da 1149 Euro ($999), e dovrete pagare 1319 Euro ($1149) per la versione 256 GB. In confronto: Apple vende l'iPhone 8 base per 799 Euro ($699), e l'8 Plus per 909 Euro ($799). Alla fine, Apple richiede un prezzo premium per il nuovo design e il Face ID, ma non giustifica il passaggio dai modelli iPhone 8 o 7.

Apple iPhone X - 11/22/2017 v6
Patrick Afschar, Klaus Hinum, Andreas Osthoff, Daniel Schmidt

Chassis
92%
Tastiera
72 / 75 → 96%
Dispositivo di puntamento
93%
Connettività
44 / 60 → 73%
Peso
90%
Batteria
92%
Display
92%
Prestazioni di gioco
68 / 63 → 100%
Prestazioni Applicazioni
78 / 70 → 100%
Temperatura
84%
Rumorosità
100%
Audio
65 / 91 → 71%
Fotocamera
89%
Media
81%
90%
Smartphone - Media ponderata

Pricecompare

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove de portatili e telefoni cellulari > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione completa dello Smartphone Apple iPhone X
Patrick Afschar, Klaus Hinum, Andreas Osthoff, Daniel Schmidt, 2017-11-26 (Update: 2017-11-26)