Notebookcheck

Recensione dello Smartphone Apple iPhone 11 Pro: tripla fotocamera posteriore e più potenza

Daniel Schmidt, 👁 Daniel Schmidt (traduzione a cura di G. De Luca), 09/22/2019

Recensione Live Il più piccolo dei due iPhone Pro è anche probabilmente lo smartphone di punta più compatto sul mercato. Apple equipaggia questo dispositivo da 5,8 pollici con tre fotocamere posteriori, una batteria più grande e WiFi 6 tra le altre modifiche rispetto al modello dello scorso anno. L'iPhone 11 Pro non include un modem 5G, né esiste una SKU 5G. Continua a leggere la nostra recensione per scoprire se quest'ultimo iPhone sarà incoronato come il miglior smartphone del 2019.

L'iPhone 11 Pro succede all'iPhone XS, che è stato ritirato dal mercato. Naturalmente, discuteremo di ciò che Apple ha fatto per rendere l'iPhone 11 Pro degno del suo titolo di "Pro". A prima vista, l'iPhone 11 Pro sembra un iPhone XS ottimizzato, senza importanti innovazioni.

L'iPhone 11 Pro non solo ha un pannello OLED da 5,8 pollici come il suo predecessore, ma opera anche alla stessa risoluzione. Apple promette di aver dotato il dispositivo di un pannello più luminoso, che è anche più preciso nei colori. L'iPhone 11 Pro è dotato anche di un SoC A13 Bionic che Apple completa con 4 GB di RAM. Apple continua ad offrire varianti da 64, 256 e 512 GB, che costano rispettivamente 999, 1.149 e 1.349 dollari.

Confronteremo l'iPhone 11 Pro non solo con il suo predecessore, ma anche con diversi altri smartphones di punta. I nostri dispositivi di confronto includeranno, ma non solo, LG G8s ThinQ, Huawei P30 Pro, OnePlus 7 Pro e Samsung Galaxy S10+.

Nota: questa è una recensione live, che amplieremo in seguito.

  • 20.09.2019: Inizio Test
Apple iPhone 11 Pro (iPhone Serie)
Processore
Apple A13 Bionic
Scheda grafica
Apple A13 Bionic GPU
Memoria
4096 MB 
Schermo
5.8 pollici 2.16:1, 2436 x 1125 pixel 463 PPI, Capacitive touchscreen, multitouch 10 punti, Super Retina XDR Display, OLED, Display True Tone, rivestimento oleorepellente, Haptic Touch, lucido: si, HDR
Harddisk
256 GB NVMe, 256 GB 
,
Porte di connessione
1 USB 2.0, Connessioni Audio: Lightning-Port, NFC, Sensore luminosità, Sensori: Accelerometro, barometro, bussola digitale, micro localizzatore iBeacon, giroscopio a 3 assi, sensore di prossimità, Chip a banda ultralarga per la sensibilità spaziale
Rete
802.11 a/b/g/n/ac/ax (a/b/g/n = Wi-Fi 4/ac = Wi-Fi 5/ax = Wi-Fi 6), Bluetooth 5.0, GSM/GPRS/EDGE: 850, 900, 1,800, 1,900 MHz. UMTS/HSPA+: 850, 900, 1,700/2,100, 1,900, 2,100 MHz. LTE FDD: Bands 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 11, 12, 13, 17, 18, 19, 20, 21, 25, 26, 28, 29, 30, 32 and 66. LTE TDD: Bands 34, 38, 39, 40, 41, 42, 46, 48, Dual SIM, LTE, GPS
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 8.1 x 144 x 71.4
Batteria
3046 mAh ioni di litio
Charging
wireless charging, fast charging / Quickcharge
Sistema Operativo
Apple iOS 13
Camera
Fotocamera Principale: 12 MPix (f/1,8, OIS, 6 elementi) + 12 MPix (ultragrandangolare, campo visivo 120°, f/2,4, 5 elementi) + 12 MPix (Teleobiettivo, zoom 2x, f/2,0, OIS, 6 elementi) Video UHD fino a 60 FPS
Fotocamera Secondaria: 12 MPix (TrueDepth, f/2.2), UHD video fino a 60 FPS
Altre caratteristiche
Casse: Altoparlanti Stereo, Tastiera: onscreen, Cavo Lightning per USB Type-C, caricabatterie modulare, EarPods, documentazione, 12 Mesi Garanzia, IP68-Zertifizierung, Kopf-SAR: 0.99 W/kg, Display-Oberflächen-Verhältnis: 81 %, senza ventola, waterproof
Peso
188 gr, Alimentazione: 74 gr
Prezzo
1319 Euro
Nota: il produttore potrebbe usare componenti di fornitori diversi pannelli dei diplay, drive o banchi di memoria con specifiche simili.

 

Case - Un iPhone con vetro opaco

iPhone 11 Pro varianti colori
iPhone 11 Pro varianti colori

L'iPhone 11 Pro è cresciuto un po' in tutte le dimensioni, ma la differenza tra esso e l'iPhone XS è difficile da vedere anche con i due dispositivi uno accanto all'altro. Gli 11 grammi in più sono comunque notevoli. L'iPhone 11 Pro è un mix di acciaio inossidabile e vetro come i suoi predecessori, ma Apple ha dato a quest'ultimo una finitura opaca che ci ricorda un po' il vetro smerigliato. Anche il nuova alloggiamento della fotocamera posteriore ha catturato quasi immediatamente la nostra attenzione.

La nostra unità di prova è costruita in modo eccellente e non ci dà motivo di critica. Gli spazi tra i materiali sono uniformi e stretti, e non possiamo torcere o deformare il dispositivo, indipendentemente dalla forza che applichiamo. Apple promette che l'iPhone 11 Pro è più resistente alle cadute rispetto al suo predecessore, anche se non ha dichiarato il tipo di vetro che utilizza, tranne che rafforza ogni vetro ionizzandolo più volte. Mentre il dorso opaco raccoglierà meno impronte digitali rispetto al retro lucido dell'iPhone 11, la sua struttura in acciaio inox lucido raccoglierà rapidamente il grasso delle impronte digitali.

Apple attualmente offre l'iPhone 11 Pro in oro, grigio spazio, argento e un nuovo verde notte. Mentre l'azienda vende una variante convenzionale dual-SIM in Cina, tutte le altre regioni saranno dotate di uno slot per schede nano-SIM e di un eSIM integrato nella scheda madre. L'iPhone 11 Pro è certificato IP68 contro polvere e liquidi come il suo predecessore, ma Apple sostiene che il dispositivo può sopravvivere fino a 4 metri d'acqua per 30 minuti.

Confronto Dimensioni

162.6 mm 75.9 mm 8.8 mm 206 g158.01 mm 73.37 mm 8.41 mm 192 g158 mm 77.8 mm 8.1 mm 226 g157.6 mm 74.1 mm 7.8 mm 198 g155.3 mm 76.6 mm 7.99 mm 181 g150.9 mm 75.7 mm 8.3 mm 194 g144 mm 71.4 mm 8.1 mm 188 g143.6 mm 70.9 mm 7.7 mm 177 g

Connessioni - iPhone Pro, ma senza USB Type-C

L'iPhone 11 Pro ha una porta Lightning come il suo predecessore e come molte generazioni di iPhone prima di esso. Mentre Apple continua a utilizzare porte proprietarie per i suoi iPhone, ha incluso nella confezione un cavo da USB Type-C a Lightning, un allontanamento dal cavo Type-A a Lightning in bundle visto con i precedenti iPhone, e l'iPhone 11.

L'iPhone 11 Pro supporta anche il Bluetooth 5.0 e ha un chip NFC a bordo, anche se Apple continua a limitare quest'ultimo alla modalità di lettura, limitandolo di fatto solo a pochi usi tra cui Apple Pay. L'azienda ha incluso anche un nuovo chip a banda ultralarga, abbreviato in Apple U1, che dà all'iPhone 11 Pro una sorta di sensibilità spaziale. Il dispositivo è in grado di rilevare gli smartphones dotati di questo chip nelle vicinanze e di comunicare con loro, il che, in termini pratici, attualmente semplifica solo AirDrop. Molte applicazioni dovrebbero integrare nel tempo questa funzionalità.

Ritorna anche Face ID, così come la funzionalità eSIM. In effetti, l'iPhone 11 è uno smartphone dual SIM.

Software - iOS 13, un upgrade per una maggiore velocità

L'iPhone 11 viene fornito con iOS 13, proprio come i suoi fratelli più costosi. Apple riporterà l'aggiornamento software per ogni iPhone anche per iPhone SE e iPhone 6S. L'obiettivo di iOS 13 è migliorare le prestazioni, con Apple che riduce le dimensioni dei file delle sue applicazioni preinstallate, tra le altre cose, per rendere il sistema operativo più veloce di iOS 12. iOS 13 include anche miglioramenti di Face ID, e Apple promette di consentire a tutti i dispositivi compatibili di essere sbloccati fino al 30% più velocemente rispetto ad iOS 12.
La novità più sorprendente di iOS 13 è senza dubbio la modalità scura, che dovrebbe aiutare ad alleviare gli occhi stanchi di notte. Apple ha fatto di più che sostituire le aree bianche con quelle nere, dato che iOS 13 scurisce leggermente il display e riduce l'intensità del colore del display anche di notte. È possibile attivare o disattivare manualmente questa funzione o impostarla per l'esecuzione tra specifici periodi del giorno. È anche possibile impostarla per attivarla al tramonto e disattivarla all'alba.
iOS 13 elimina l'app Amici, con Apple che fonde le sue funzionalità nella ricerca per iPhone, che ora chiama "Dov'è?" L'aggiornamento introduce anche diverse altre modifiche, di cui parleremo nelle recensioni della serie iPhone 11 Pro.

Fotocamera - Tripla fotocamera posteriore con migliori capacità video

Apple ha dotato l'iPhone 11 Pro di una fotocamera frontale da 12 MP, che migliora i controlli bokeh e di profondità di campo che è possibile utilizzare con l'iPhone XS. Di conseguenza, un altro effetto viene aggiunto in modalità ritratto, il cosiddetto mono high key. Ha anche aggiunto una nuova funzione in modalità ritratto, che chiama High-Key mono. L'applicazione fotocamera predefinita supporta anche Smart HDR, Retina flash e stabilizzazione elettronica dell'immagine. È anche possibile registrare video fino a Ultra HD a 60 FPS con la fotocamera frontale.

L'iPhone 11 Pro ha anche tre fotocamere posteriori, proprio come l'iPhone 11 Pro Max. Sono tutti sensori da 12 MP, il principale dei quali ha un'apertura f/1,8, un sensore da 1/2,55 pollici ed è stabilizzato otticamente (OIS). Al contrario, il nuovo sensore ultragrandangolare ha un'apertura f/2,4 più stretta e non supporta l'OIS, ma ha un campo visivo di 120°. Il sensore finale è un teleobiettivo che non solo supporta l'OIS e ha un'apertura f/2,0, ma anche uno zoom ottico 2x. Apple ha migliorato anche l'algoritmo Smart HDR, che offre immagini più nitide e ha finalmente integrato una modalità notturna dedicata all'interno dell'applicazione fotocamera. La modalità diventa attiva solo in condizioni di illuminazione predeterminate, in modo da non essere sempre in grado di vederla. La modalità appare in alto a sinistra dell'applicazione fotocamera quando è possibile utilizzarla. La modalità notturna raccomanda anche un tempo di esposizione prolungato, ma è possibile regolarlo manualmente fino a cinque secondi, se lo si desidera.

Apple ha prestato particolare attenzione anche alle capacità video dell'iPhone 11 Pro, che erano già impressionanti nell'iPhone dell'anno scorso. L'iPhone 11 Pro promette di girare video in condizioni di scarsa illuminazione meglio dei suoi predecessori, tra gli altri miglioramenti.

Accessori e Garanzia - Ancora solo un anno

L'iPhone 11 Pro viene fornito con un caricabatterie veloce, un cavo Lightning to USB Type-C, un paio di cuffie Lightning, uno strumento SIM, una guida rapida e un set di adesivi. Apple vende separatamente anche numerose cover, custodie e caricabatterie wireless di terze parti.

L'iPhone 11 Pro è dotato di 1 anno di garanzia limitata del produttore. Tuttavia, è possibile ricevere fino a 2 anni di copertura se si vive nell'UE, ad esempio. Per informazioni specifiche per ogni paese, consulta le nostre FAQ su garanzie e politiche di restituzione.

Apple continua a offrire anche il servizio AppleCare+, che costa ancora 229 euro e copre due riparazioni per danni accidentali. Anche con AppleCare+, Apple addebita €29 per la sostituzione del display e €99 per riparare qualsiasi altro danno al dispositivo. In teoria, quest'ultimo dovrebbe coprire anche una perdita totale del dispositivo. AppleCare+ è valido per due anni dalla data di acquisto e può essere acquistato fino a sessanta giorni dopo l'acquisto.

Display - Un pannello OLED migliorato

Apple ha dotato l'iPhone 11 Pro di un pannello OLED da 5,8 pollici, che continua a commercializzare come Super Retina XDR. Il display ha una risoluzione di 2.436 x 1.125, che produce una densità di pixel di 463 PPI. Soprattutto, Apple promette di aver dotato l'iPhone 11 Pro di un pannello più luminoso di quello utilizzato nell'iPhone XS, che dovrebbe raggiungere gli 800 cd/m² in generale e fino a 1.200 cd/m² nella visualizzazione di contenuti HDR. Ritorna anche la funzionalità True Tone di Apple, che regola automaticamente il bilanciamento del bianco del display in base alla luce ambientale in cui si trova.

I pannelli OLED possono spegnere i pixel singolarmente, per cui i neri sono rappresentati da pixel disattivati, piuttosto che da un'oscuramento dello schermo come fanno gli LCD. Di conseguenza, il pannello OLED dell'iPhone 11 Pro visualizza teoricamente neri assoluti e un rapporto di contrasto infinitamente elevato. Supponiamo che il display utilizzi la modulazione di larghezza d'impulso (PWM) per regolare la sua luminosità, il che può causare mal di testa e affaticamento degli occhi per alcune persone. Naturalmente lo verificheremo.

Prestazioni - L'Apple A13 Bionic spazza via la concorrenza

L'iPhone 11 Pro è dotato di un SoC 13 Bionic, proprio come ogni altro dispositivo della serie iPhone 11. Questo SoC hexacore è dotato di due cores per le prestazioni e quattro cores a risparmio energetico, che Apple completa con 4 GB di RAM. Il SoC integra anche una GPU A13 Bionic e dispone di 8,5 miliardi di transistor su un processo EUV da 7 nm che i produttori di TSMC.

Giudizio Preliminare

Recensione dello smartphone Apple iPhone 11 Pro.
Recensione dello smartphone Apple iPhone 11 Pro.

L'Apple iPhone 11 Pro è un aggiornamento di successo dell'iPhone XS a prima vista. Il dispositivo è ben equipaggiato, anche se 64 GB di memoria su uno smartphone da 999 dollari nel 2019 sono pochi. Apple avrebbe potuto essere più generosa in questo senso; è un peccato vedere Apple ignorare il 5G anche quest'anno.

Apple ha fatto passi da gigante con le fotocamere, e il nuovo sensore ultra grandangolare ci ha impressionato durante i nostri primi test. Le nuove funzionalità video hanno messo l'iPhone 11 Pro al passo con il meglio degli smartphone moderni, specialmente con l'assenza del Mate 30 Pro da molti mercati.

Dobbiamo ancora verificare l'affermazione di Apple che l'iPhone 11 Pro ha una durata della batteria fino a quattro ore in più rispetto al suo predecessore. La dichiarazione non sembra poi così bizzarra, considerando che Apple ha equipaggiato il suo nuovo iPhone di fascia media con una batteria più grande e un display più efficiente di quello incluso nell'iPhone XS. Il passaggio a un A13 Bionic dovrebbe contribuire a ridurre anche il consumo energetico. In breve, tutte le strade puntano verso l'iPhone 11 Pro, superando la maggior parte delle altre ammiraglie moderne nei nostri test di durata della batteria.

Pricecompare

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione dello Smartphone Apple iPhone 11 Pro: tripla fotocamera posteriore e più potenza
Daniel Schmidt, 2019-09-22 (Update: 2019-09-22)