Notebookcheck

Recensione dello Smartphone Xiaomi Redmi Note 5

Florian Wimmer (traduzione a cura di P. Pellacani), 07/05/2018

Rosso e conveniente. Lo Xiaomi Redmi Note 5 non solo convince per il suo prezzo basso, ma anche per la sua doppia fotocamera, il suo rivestimento in metallo ed il suo processore capace. Scopri in questa recensione se la performance del Redmi Note 5 è notevole quanto il suo prezzo.

Xiaomi Redmi Note 5

I telefoni Xiaomi stanno diventando sempre più popolari in Europa, in particolare quelli della serie Redmi. I dispositivi redmi da sempre sono una combinazione di buona qualità e prezzi ragionevoli. Il Note 5 è un phablet con un display da 5.99 pollici, un SoC di fascia media, un WiFi veloce ed una doppia fotocamera, il tutto per meno di 240€.

Per comparazione, il codice del nostro modello è M1803E7SG, conosciuto anche come Redmi Note 5 AI Dual Camera. Non si tratta nè del Redmi 5 Plus, che prende il nome di Redmi Note 5 sul sito della Xiaomi Mi, ma nemmeno del  Redmi Note 5 Pro. Tutti e tre i dispositivi sono basati sul processore Qualcomm Snapdragon 636, ma si differenziano per vari aspetti, tra i quali la fotocamera e le opzioni di memoria.

Abbiamo scelto di confrontare il nostro modello col Motorola Moto G6 Plus, l'Huawei Y7 2018, il Maze Alpha X e l'Honor 7X. Scoprite in questa recensione come si comporta il Note5 quando rapportato a prodotti della competizione dal prezzo simile e se continua la linea tracciata finora dagli sforzi di Xiaomi.

Xiaomi Redmi Note 5 (Redmi Serie)
Processore
Qualcomm Snapdragon 636
Scheda grafica
Qualcomm Adreno 509
Memoria
3072 MB 
Schermo
5.99 pollici 2:1, 2160 x 1080 pixel 403 PPI, Tuchscreen capacitivo, IPS, lucido: si
Harddisk
32 GB eMMC Flash, 32 GB 
, 24 GB libera
Porte di connessione
1 USB 2.0, 1 Infrarossi, Connessioni Audio: Ingresso cuffie jack 3.5 mm, Lettore schede: microSD, fino a 256 GB, 1 Lettore impronte digitali, Sensore luminosità, Sensori: Accelerometro, Giroscopio, Sensore di prossimità, Bussola, Lettore di impronte
Rete
802.11 a/b/g/n/ac (a/b/g/n/ac), Bluetooth 5.0, GSM (850/​900/​1800/​1900), UMTS (850/​900/​1900/​2100), LTE (Band 1/3/7/8/20/38/40), Dual SIM, LTE, GPS
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 8.05 x 158.5 x 75.45
Batteria
15.2 Wh, 4000 mAh polimeri di litio
Sistema Operativo
Android 8.1 Oreo
Camera
Fotocamera Principale: 12 MPix Fotocamera principale: 12 MP, f/1.9, 1.12µm ricerca di fase AF (dual-pixel), doppio flash LED, video fino a 1080p e 30 FPS. Fotocamera secondaria: 5 MP, f/2.0, 1.25µm, profondità di campo (DOF)
Fotocamera Secondaria: 13 MPix 13 MP, f/2.0, 1.12µm, flash LED, videos fino a 1080p e 30 FPS
Altre caratteristiche
Casse: Speaker singolo sul fondo del dispositivo, Tastiera: Tastiera Virtuale, Cavo USB da type-A a micro USB, Quick charger, ago per la SIM, cover protettiva, MIUI 9, MI remote, Cleaner, Mi Video, 24 Mesi Garanzia, LTE: 600 Mbps (Download); 150 Mbps (Upload). Valori SAR: 1.03 W/kg (head); 0.79 W/kg (body). Radio FM., senza ventola
Peso
180 gr, Alimentazione: 61 gr
Prezzo
239 Euro

 

Case

Il Note 5 èp disponibile nelle colorazioni Lake Blue, Black, Gold o Rose Gold. Il nostro device di prova è nella variante Rose Gold, che sul lato frontale è bianca. Il telefono ha un case di metallo, che si è dimostrato stabile durante i nostri test. Il nostro dispositivo di test non ha reagito alla pressione applicata sul retro del case, mentre una leggera pressione sul display causa leggere distorsioni ondulate sull'LCD. Ha resistito bene anche ai tentativi di piegarlo o torcerlo, emettendo a malapena qualche flebile rumore durante la prova.

Il design non è eccezionale, ma è abbastanza di stile. Il retro di metallo è racchiuso da aree di plastica pensate per migliorare la ricezione. Il display si fonde bene col case, presentando soltanto un leggero dislivello. Il Note 5 pesa 180g ed è grande 158,5 x 75,4 x 81 millimetri. Il peso e la dimensione del telefono lo rendono bene impugnabile con una mano. La zona dedicata alla fotocamera posteriore sporge leggermente dal case, quindi il Note 5 è leggermente instabili sulle superfici lisce.

Xiaomi Redmi Note 5
Xiaomi Redmi Note 5
Xiaomi Redmi Note 5
Xiaomi Redmi Note 5
Xiaomi Redmi Note 5
Xiaomi Redmi Note 5
Xiaomi Redmi Note 5
Xiaomi Redmi Note 5

Confronto dimensioni

Il modello in test ha 3 GB di RAM e 32 GB di archiviazione. Esiste anche un'opzione da 64GB/4 GB, che ci sentiamo di raccomandare rispetto a quella in test, soprattuto siccome al momento vengono venduti allo stesso prezzo. Il Note 5 è un dispositivo dual sim ed accetta schede microSD di dimensioni fino a 256 GB. Le micro SD possono essere formattate soltanto come archivio esterno, questo significa che i dati delle applicazioni possono essere salvati solamente nei 32 GB interni. Inoltre lo slot per le schede ha esattamente due spazi, che quindi possono essere occupati da due nano SIM, oppure da una SIM ed una scheda micro SD.

Il Note 5 offre anche altre funzionalità, tra cui la radio FM, il Bluetooth 5.0 ed il lettore d'impronte. C'è anche un emettitore di raggi infrarossi da utilizzare come telecomando. Sfortunatamente è dotato di una porta micro USB, invece che dell'alloggio USB type C. La porta USB è 2.0, ma supporta l'USB OTG.

Lato destro: tasto di accensione, tasti volume
Lato destro: tasto di accensione, tasti volume
Lato sinistro: slot schede
Lato sinistro: slot schede
Lato inferiore: jack 3.5 mm, Microfono, Porta micro USB , Altoparlante
Lato inferiore: jack 3.5 mm, Microfono, Porta micro USB , Altoparlante
Lato superiore: Sensore infrarossi, Microfono
Lato superiore: Sensore infrarossi, Microfono

Software

Il Note 5 è dotato già nella versione di fabbrica di Android Oreo 8.1, che è stato personalizzato con la MIUI di Xiaomi. Sul nostro device è installata la MIUI Global 9.5 ed Android è aggiornato alla patch di sicurezza del primo marzo 2018, che, nel momento della stesura di questa recensione, ha circa sei mesi di età. La MIUI ha un aspetto diverso rispetto alla UI di molti altri smartphone Android, il sistema operativo viene modificato pesantemente da Xiaomi. Per molti utenti non dovrebbe essere difficile adattarsi, però. Non abbiamo potuto modificare il tempo di spegnimento dello schermo, visto che mancava il tasto per confermare la scelta. Un'altra esperienza frustrante è stata quella con le funzionalità di conservazione della batteria, che sono troppo restrittive. Per eseguire correttamente Runastic in background, ad esempio, è stato necessario modificare numerose impostazioni.

Il Note 5 è fornito di molte altre applicazioni aggiuntive, molte delle quali della Xiaomi. Fortunatamente la presenza di bloatware non è enorme, come applicazione di questo genere contiamo soltanto un'app per social.

Schermata principale
Schermata principale
Impostazioni
Impostazioni
Informazioni sul dispositivo
Informazioni sul dispositivo
Lista applicazioni - di default è senza drawer
Lista applicazioni - di default è senza drawer

Comunicazioni e GPS

Il Note 5 è equipaggiato conn il Wi-Fi rapido IEEE 802.11 ac, che è cosa rara per un telefono da 240€, e cosa gradita per molti utenti. Sebbene il Note 5 non raggiunga il Motorola G6 Plus in termini di prestazioni Wi-Fi, è comunque più veloce di tutti gli altri dispositivi in confronto. Abbiamo calcolato la performance utilizzando il nostro router di riferimento Linksys ES8500 . Il nostro telefono in test ha caricato i siti velocemente quando eravamo vicini al router, anche se abbiamo dovuto aspettare un più tempo perchè le immagini venissero caricate. Il Note5 segnalava ancora piena ricezione quando l'abbiamo provato a circa dieci metri di distanza e con tre muri che separassero i due device. Il siti venivano caricati alla stessa velocità di quando abbiamo testato il Note 5 a stando di fianco al router.

Il Note 5 supporta 5 bande LTE,che è un numero piuttosto ridotto, se confrontata con altri telefoni. Questo significa che potreste fare fatica a connettervi all'LTE quando all'estero. Il nostro device di prova ha dimostrato una buona ricezione quando connesso alla rete tedesca D2. La ricezione è stata buona anche quando l'abbiamo testata all'interno di edifici in zone densamente costruite.

Networking
iperf3 Client (receive) TCP 1 m 4M x10
Motorola Moto G6 Plus
Adreno 508, 630, 64 GB eMMC Flash
310 MBit/s ∼100% +16%
Xiaomi Redmi Note 5
Adreno 509, 636, 32 GB eMMC Flash
268 MBit/s ∼86%
Average of class Smartphone
  (43 - 939, n=225)
194 MBit/s ∼63% -28%
Maze Alpha X
Mali-T880 MP2, Helio P25, 64 GB eMMC Flash
82.8 MBit/s ∼27% -69%
Huawei Y7 2018
Adreno 505, 430, 16 GB eMMC Flash
55 MBit/s ∼18% -79%
Huawei Honor 7X
Mali-T830 MP2, Kirin 659, 32 GB eMMC Flash
46.4 MBit/s ∼15% -83%
iperf3 Client (transmit) TCP 1 m 4M x10
Motorola Moto G6 Plus
Adreno 508, 630, 64 GB eMMC Flash
311 MBit/s ∼100% +14%
Xiaomi Redmi Note 5
Adreno 509, 636, 32 GB eMMC Flash
273 MBit/s ∼88%
Average of class Smartphone
  (46.7 - 703, n=225)
188 MBit/s ∼60% -31%
Maze Alpha X
Mali-T880 MP2, Helio P25, 64 GB eMMC Flash
95.1 MBit/s ∼31% -65%
Huawei Y7 2018
Adreno 505, 430, 16 GB eMMC Flash
56.9 MBit/s ∼18% -79%
Huawei Honor 7X
Mali-T830 MP2, Kirin 659, 32 GB eMMC Flash
47 MBit/s ∼15% -83%
Test del GPS: interni
Test del GPS: interni
Test del GPS: alla finestra
Test del GPS: alla finestra
Test del GPS: esterni
Test del GPS: esterni

Il Note 5 ha faticato a localizzarci all'interno di edifici. Sebbene il segnale del satellite fosse presente, il telefono non riusciva a trovare la posizione. La situazione è migliorata quando ci siamo spostati vicino ad una finestra, dove il Note 5 ci ha rilevati con una precisione di circa nove metri. L'accuratezza migliora drasticamente quando ci si trova all'esterno, passando ad una precisione di tre metri. È un valore notevole per un telefono in questa fascia di prezzo. Il Note 5 ha una bussola, che indica velocemente la nostra direzione in Google Maps.

Abbiamo testato la precisione del GPS sul Note 5 portandolo con noi in un viaggio in bicicletta, confrontandolo con un dispositivo di navigazione professionale, il Garmin Edge 520. Il nostro dispositivo in test si è comportato bene, ma è comunque molto meno accurato del Garmin. Il Note 5 ha deviato di 120 metri dal Garmin, che viene valutato come una precisione del 97.8% rispetto al dispositivo professionale. Un dispositivo che ha un'accuratezza migliore del Note 5 è l'Huawei Y7 (2018), ma il nostro dovrebbe riuscire comunque a soddisfare tutte le esigenze legate al GPS.

Test GPS: Garmin Edge 520 – Panoramica
Test GPS: Garmin Edge 520 – Panoramica
Test GPS: Garmin Edge 520 – Zona Boschiva
Test GPS: Garmin Edge 520 – Zona Boschiva
Test GPS: Garmin Edge 520 – Ponte
Test GPS: Garmin Edge 520 – Ponte
Test GPS: Xiaomi Redmi Note 5 – Panoramica
Test GPS: Xiaomi Redmi Note 5 – Panoramica
Test GPS: Xiaomi Redmi Note 5 – Zona Boschiva
Test GPS: Xiaomi Redmi Note 5 – Zona Boschiva
Test GPS: Xiaomi Redmi Note 5 – Ponte
Test GPS: Xiaomi Redmi Note 5 – Ponte

Funzioni Telefono e Qualità Chiamate

Il Note 5 utilizza l'applicazione telefono di Xiaomi, che è molto somigliante all'applicazione telefono di Google. Il lancio della app riporta un tastierino numerico e una lista di chiamate recenti. C'è una piccola finestra di ricerca nella quale si possono cercare i contatti. In alternativa è possibile raggiungere la lista contatti premetto sull'apposita tab. L'applicazione telefono ha svariate impostazioni aggiuntive come l'impostazione di una blacklist ed un registratore per le chiamate.

La qualità delle chiamate sul Note 5 è buona. La voce dall'altro capo del filo era pulita e senza rumore di fondo. Il nostro modello ha riprodotto bene la nostra voce, ma il microfono presentava una distorsione quando parlavamo troppo forte. Con il vivavoce è accaduto l'esatto contrario: il microfono ha faticato a cogliere la nostra voce quando abbiamo parlato con un tono troppo basso. La nostra controparte poteva essere udita chiaramente, seppur con un leggero rumore di fondo udibili nei momenti di silenzio.

Fotocamere

Esempio di fotografia della fotocamera frontale
Esempio di fotografia della fotocamera frontale

Il Note 5 ha due fotocamere posteriori, una da 12 megapixel, l'altra da 5. La fotocamera secondaria è utilizzata soltanto per ottenere scatti con effetti di profondità di campo bokeh e non può essere in modo indipendente. Le fotografie scattate con la fotocamera principale risultano meno dettagliate rispetto a quelle fatte con smartphone di fascia più alta e mostrano alcune aree sfocate o poco nitide. Il nostro telefono ha impostato la giusta esposizione nelle zone in ombra con una buona illuminazione, e ha catturato anche qualche buon dettaglio delle zone più luminose. Il comportamento in condizioni di scarsità di luce è sorprendentemente buono, anche se nelle foto è visibile una tinta blu. L' iPhone X di Apple esegue scatti notturni molto più accurati, ma si tratta di un dispositivo che costa circa cinque volte più del nostro Note 5. Considerato il prezzo, la fotocamera del Note 5 è notevole.
La fotocamera principale può registrare video con una definizione fino a 1080p a 30 frame al secondo. La qualità dei video è passabile, anche se spesso le zone più illuminate sono sottoesposte, mentre le zone buie mancando di dettaglio. Nonostante questo, le registrazioni sono ben definite. C'è un'opzione per girare video in slow-motion a 120 fps, che abbassa la definizione massima a 720p.
Il Note 5 ha una fotocamera frontale da 13 MP, che in teoria lo renderebbe perfetto per gli autoscatti. Sebbene il Note 5 si comporti molto bene per essere un device a basso costo, non si avvicina alla qualità di telefoni più costosi. Le aree buie sono esposte bene, ma le zone più illuminate spesso dominano la fotografia. Anche la nitidezza è nella media, nonostante la fotocamera frontale riproduca bene i colori.

Confronto immagini

Scegliete una scena e navigate nella prima immagine. Un click cambia lo zoom. Un click sulla immagine zoommata apre quella originale in una nuova finestra. La prima immagine mostra la fotografia ridimensionata del dispositivo di test.

Scene 1Scene 2Scene 3
click per caricare le immagini

In un ambiente a luminosità controllata il Note 5 non si comporta molto meglio. La nitidezza è passabile: il nostro dispositivo in test riproduce bene un testo apposto ad uno sfondo colorato. La transizione tra i colori sembra pixelata, ma è accettabile per un device di questa fascia di prezzo. In generale notiamo come le immagini siano scure, in particolare per la riproduzione dei colori.

Fotografia del nostro grafico di prova
Fotografia del nostro grafico di prova
Dettaglio del nostro grafico di prova
Dettaglio del nostro grafico di prova
ColorChecker: il colore di riferimento è mostrato nella metà inferiore di ogni casella
ColorChecker: il colore di riferimento è mostrato nella metà inferiore di ogni casella

Accessori e Garanzia

Il Note 5 è fornito con un caricatore rapido, un cavo USB, uno strumento di espulsione della SIM ed una cover. Xiaomi sul proprio sito non offre accessori dedicati. Il Note 5 non è coperto dalla garanzia del produttore in Europa, siccome Xiaomi è un'azienda cinese. Tuttavia, se acquistato attraverso un rivenditore europeo, è coperto dalla garanzia del rivenditore, che dura 24 mesi.

Dispositivi di Input e Utilizzo

Xiaomi ha scelto come tastiera di default GBoard di Google. Altre tastiere sono disponibili sul Play Store.
Il touchscreen del Note 5 ha una superficie liscia e curata. I tocchi sono precisi persino vicino ai bordi del display. Sul retro del device è disponibile un lettore di impronte che sblocca il telefono velocemente e in modo consistente. Il lettore di impronte non è dotato di gesture o configurazioni personalizzabili, come abbiamo visto per l' ASUS ZenFone 4 Selfie Pro. C'è una quick ball, realizzata via software, un cerchio che quando toccato espone una serie di azioni. Questa funzionalità però è meno usabile dei classici tasti di navigazione su schermo. Eseguire un'azione utilizzando la quick-ball richiede due tocchi, mentre utilizzare la barra di navigazione ne richiede soltanto uno. È la nostra opinione che, in quanto strumento di input aggiuntivo, dovrebbe facilitare l'utilizzo del telefono, invece che renderlo più ostico.

I pulsanti fisici sono tutti disposti sul lato destro della cornice. Hanno un punto di pressione ben definito un feel piacevole e sono facili da utilizzare.

La tastiera in modalità verticale
La tastiera in modalità verticale
La tastiera in modalità orizzontale
La tastiera in modalità orizzontale

Display

Sub-pixel
Sub-pixel

Il Note 5 ha un display da 5.99 pollici con proporzione 2:1. Il display ha una risoluzione nativa di 2160x1080 pixel, che gli conferisce una densità di pixel di 403 PPI. Il nostro dispositivo ha uno schermo decisamente luminoso, dimostrato da una media di 532.2 candele su metro quadro, estratta utilizzando X-Rite i1Pro 2. Tra i device a confronto, soltanto il  Motorola Moto G6 Plus ha un display più luminoso, mentre  Honor 7X ha ricevuto un punteggio appena inferiore al Note 5. Occorre sottolineare che il Moto G6 Plus è fuori scala da questo punto di vista, con le sue 723 cd/m2 medie, se impostato a luminosità massima. È estremamento luminoso, per un dispositivo di questa fascia di prezzo. Il Note 5 ha un'uniformità del display del 94%, che sovrasta di almeno 4 punti percentuali i device a confronto. In termini pratici, questo significa che ampie zone di colore del display appaiono luminose in modo uniforme. Occorre sottolineare che questi dati sono stati ottenuti tenendo in carica il telefono e selezionando la luminosità manualmente. Con alimentazione a batteria, o con l'utilizzo del sensore di luminosità si ottengono risultato medi più bassi.

541
cd/m²
512
cd/m²
547
cd/m²
537
cd/m²
518
cd/m²
528
cd/m²
539
cd/m²
522
cd/m²
546
cd/m²
Distribuzione della luminosità
X-Rite i1Pro 2
Massima: 547 cd/m² Media: 532.2 cd/m² Minimum: 1.14 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 94 %
Al centro con la batteria: 448 cd/m²
Contrasto: 2252:1 (Nero: 0.23 cd/m²)
ΔE Color 5.66 | 0.8-29.43 Ø6.3
ΔE Greyscale 6.8 | 0.64-98 Ø6.6
99.7% sRGB (Calman 2D)
Gamma: 2.269
Xiaomi Redmi Note 5
IPS, 2160x1080, 5.99
Maze Alpha X
IPS, 2160x1080, 6
Motorola Moto G6 Plus
IPS, 2160x1080, 5.9
Huawei Honor 7X
IPS, 2160x1080, 5.93
Huawei Y7 2018
IPS, 1440x720, 5.99
Screen
-70%
1%
5%
-9%
Brightness middle
518
497
-4%
761
47%
533.2
3%
393
-24%
Brightness
532
478
-10%
723
36%
511
-4%
365
-31%
Brightness Distribution
94
87
-7%
90
-4%
88
-6%
85
-10%
Black Level *
0.23
0.6
-161%
0.69
-200%
0.35
-52%
0.29
-26%
Contrast
2252
828
-63%
1103
-51%
1523
-32%
1355
-40%
Colorchecker DeltaE2000 *
5.66
11.6
-105%
2.4
58%
2.83
50%
5.28
7%
Colorchecker DeltaE2000 max. *
10.32
22.1
-114%
5.2
50%
6.72
35%
9
13%
Greyscale DeltaE2000 *
6.8
13.5
-99%
1.8
74%
3.7
46%
4.2
38%
Gamma
2.269 106%
2.93 82%
2.21 109%
1.9 126%
2.6 92%
CCT
8564 76%
9955 65%
6312 103%
6918 94%
7086 92%

* ... Meglio usare valori piccoli

Screen Flickering / PWM (Pulse-Width Modulation)

To dim the screen, some notebooks will simply cycle the backlight on and off in rapid succession - a method called Pulse Width Modulation (PWM) . This cycling frequency should ideally be undetectable to the human eye. If said frequency is too low, users with sensitive eyes may experience strain or headaches or even notice the flickering altogether.
Screen flickering / PWM detected 2358 Hz ≤ 20 % brightness setting

The display backlight flickers at 2358 Hz (Likely utilizing PWM) Flickering detected at a brightness setting of 20 % and below. There should be no flickering or PWM above this brightness setting.

The frequency of 2358 Hz is quite high, so most users sensitive to PWM should not notice any flickering.

In comparison: 54 % of all tested devices do not use PWM to dim the display. If PWM was detected, an average of 10696 (minimum: 43 - maximum: 588200) Hz was measured.

Il valore del nero per il nostro Note 5 è di 0.23 cd/m2, che non soltanto è generalmente notevole, ma è anche migliore di quello degli altri dispositivi a confronto. Questo basso valore per il nero permette allo smartphone di raggiungere un lodevole rapporto di contrasto di 2,252:1 che lo afferma ben al di sopra degli altri device. Questo aiuta a far splendere i colori e a rendere di qualità le tonalità scure.

Abbiamo sottoposto il Note 5 allo spettrofotometro ed al software CaIMAN per ottenere uno studio del display più accurato. I risultati riportano la presenza di un'evidente tinta blu, che risulta in una riproduzione dei toni azzurri e arancioni ben differenti rispetto alle controparti di riferimento sRGB. La copertura dello spazio colore è generalmente buona, ma la presenza della tinta blu è uno svantaggio.

Sfortunatamente il Note 5 regola la luminosità tramite pulse-width modulation (PWM), quando il valore è sotto il 20%. Impostando la luminosità a questo livello abbiamo notato un flicker nel display, che abbiamo misurato a 2.358 Hz. La frequenza dovrebbe essere abbastanza alta da permettere a chi è sensibile al PWM di non risentirne, anche se non ci sono garanzie a riguardo.

CalMAN: Precisione del colore
CalMAN: Precisione del colore
CalMAN: Scala di grigi
CalMAN: Scala di grigi
CalMAN: Spazio colore
CalMAN: Spazio colore
CalMAN: Saturazione
CalMAN: Saturazione

Tempi di risposta del Display

I tempi di risposta del display mostrano quanto sia veloce lo schermo a cambaire da un colore all'altro. Tempi di risposta lenti poccono creare sovrapposizioni negloi oggetti in movimento. Specialmente i giocatori patiti del 3D dovrebbero usare uno schermo con rempi di risposta bassi.
       Tempi di risposta dal Nero al Bianco
26 ms ... rise ↗ and fall ↘ combined↗ 9 ms Incremento
↘ 17 ms Calo
Lo schermo mostra tempi di risposta relativamente lenti nei nostri tests e potrebbe essere troppo lento per i gamers.
In comparison, all tested devices range from 0.8 (minimum) to 240 (maximum) ms. » 45 % of all devices are better.
This means that the measured response time is similar to the average of all tested devices (26 ms).
       Tempo di risposta dal 50% Grigio all'80% Grigio
50 ms ... rise ↗ and fall ↘ combined↗ 23 ms Incremento
↘ 27 ms Calo
Lo schermo mostra tempi di risposta lenti nei nostri tests e sarà insoddisfacente per i gamers.
In comparison, all tested devices range from 0.9 (minimum) to 636 (maximum) ms. » 83 % of all devices are better.
This means that the measured response time is worse than the average of all tested devices (41.6 ms).

IL Note 5 ha un display relativamente luminoso, che aiuta quando lo si utilizza all'aria aperta. Possiamo ancora discernere il contenuto del display, se impostiamo la luminosità al massimo, a patto però che non ci troviamo in un'area troppo luminosa. Lo schermo ha una rifinitura lucida, quindi è impossibile evitare i riflessi.

Il Note 5 ha un display IPS, che gli garantisce angoli di visione ampi. Con angoli visivi molto acuti sono evidenti degli scostamenti nella luminosità e nel colore, anche se sono più evidenti in foto che ad occhio nudo.

Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità minima
Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità minima
Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità media
Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità media
Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità massima
Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità massima
Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità massima con sensore di luminosità abilitato
Xiaomi Redmi Note 5 all'esterno - luminosità massima con sensore di luminosità abilitato
Angoli di visione
Angoli di visione

Prestazioni

Il Note 5 monta un Soc Qualcomm Snapdragon 636, un processore di fascia media che Qualcomm ha annunciato lo scorso anno. Lo Snapdragon 636 è una CPU octa-core Kyro 260 che arriva fino a 1.8 GHz di clock. Lo Snapdragon 636 è un passo avanti significativo rispetto al suo predecessore, lo Snapdragon 630 che sostiene il Moto G6 Plus. Lo Snapdragon 636 aiuta il Note 5 ad ottenere risultati nei benchmark tipicamente il 20% superiori rispetto al G6 Plus. Allo stesso modo, il Note 5 è ben rapido, e non ha subito rallentamenti durante il test, nemmeno con svariate applicazioni aperte in background.
Lo Snapdragon 636 integra la GPU  Qualcomm Adreno 509 che supporta le DirectX 12.1, le OpenGL ES 3.2, OpenCL 2.0 e Direct3D 12. Il supporto di queste moderne librerie assicura che il Note 5 non invecchi troppo, perlomeno dal punto di vista grafico. Se nei test per la GPU il Note 5 si è dimostrato più veloce degli altri dispositivi, questo risultato viene superato da quello ottenuto sulla CPU.


AnTuTu v6 - Total Score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
92672 Points ∼99%
Maze Alpha X
63989 Points ∼69% -31%
Motorola Moto G6 Plus
71635 Points ∼77% -23%
Huawei Honor 7X
62810 Points ∼67% -32%
Huawei Y7 2018
45687 Points ∼49% -51%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (92672 - 93813, n=2)
93243 Points ∼100% +1%
Average of class Smartphone (23540 - 230421, n=319)
70861 Points ∼76% -24%
AnTuTu v7 - Total Score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
115654 Points ∼100%
Maze Alpha X
73822 Points ∼64% -36%
Motorola Moto G6 Plus
90347 Points ∼78% -22%
Huawei Honor 7X
81992 Points ∼71% -29%
Huawei Y7 2018
59421 Points ∼51% -49%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (115654 - 115656, n=2)
115655 Points ∼100% 0%
Average of class Smartphone (42032 - 290397, n=94)
111056 Points ∼96% -4%
PCMark for Android
Work 2.0 performance score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
5642 Points ∼100%
Maze Alpha X
3795 Points ∼67% -33%
Motorola Moto G6 Plus
4875 Points ∼86% -14%
Huawei Honor 7X
4859 Points ∼86% -14%
Huawei Y7 2018
3874 Points ∼69% -31%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (5640 - 5642, n=2)
5641 Points ∼100% 0%
Average of class Smartphone (3210 - 8601, n=183)
4489 Points ∼80% -20%
Work performance score (ordina per valore)
Maze Alpha X
4562 Points ∼71%
Motorola Moto G6 Plus
5712 Points ∼88%
Huawei Honor 7X
6213 Points ∼96%
Huawei Y7 2018
4918 Points ∼76%
Average Qualcomm Snapdragon 636
6457 Points ∼100%
Average of class Smartphone (4711 - 10264, n=346)
4703 Points ∼73%
BaseMark OS II
Web (ordina per valore)
Maze Alpha X
924 Points ∼88%
Motorola Moto G6 Plus
925 Points ∼88%
Huawei Honor 7X
724 Points ∼69%
Huawei Y7 2018
673 Points ∼64%
Average Qualcomm Snapdragon 636
1052 Points ∼100%
Average of class Smartphone (7 - 1682, n=421)
674 Points ∼64%
Graphics (ordina per valore)
Maze Alpha X
1122 Points ∼69%
Motorola Moto G6 Plus
1523 Points ∼94%
Huawei Honor 7X
845 Points ∼52%
Huawei Y7 2018
739 Points ∼45%
Average Qualcomm Snapdragon 636
1625 Points ∼100%
Average of class Smartphone (18 - 9248, n=421)
1516 Points ∼93%
Memory (ordina per valore)
Maze Alpha X
1294 Points ∼59%
Motorola Moto G6 Plus
1213 Points ∼55%
Huawei Honor 7X
1788 Points ∼81%
Huawei Y7 2018
1144 Points ∼52%
Average Qualcomm Snapdragon 636
2208 Points ∼100%
Average of class Smartphone (21 - 4423, n=421)
1118 Points ∼51%
System (ordina per valore)
Maze Alpha X
3064 Points ∼66%
Motorola Moto G6 Plus
3249 Points ∼70%
Huawei Honor 7X
2899 Points ∼63%
Huawei Y7 2018
1906 Points ∼41%
Average Qualcomm Snapdragon 636
4628 Points ∼100%
Average of class Smartphone (369 - 10281, n=421)
2229 Points ∼48%
Overall (ordina per valore)
Maze Alpha X
1424 Points ∼70%
Motorola Moto G6 Plus
1535 Points ∼75%
Huawei Honor 7X
1334 Points ∼65%
Huawei Y7 2018
1020 Points ∼50%
Average Qualcomm Snapdragon 636
2044 Points ∼100%
Average of class Smartphone (1 - 4308, n=424)
1133 Points ∼55%
Geekbench 4.1/4.2
Compute RenderScript Score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
4578 Points ∼100%
Maze Alpha X
2726 Points ∼60% -40%
Motorola Moto G6 Plus
3763 Points ∼82% -18%
Huawei Honor 7X
2772 Points ∼61% -39%
Huawei Y7 2018
2133 Points ∼47% -53%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (4501 - 4578, n=2)
4540 Points ∼99% -1%
Average of class Smartphone (5672 - 14362, n=119)
3906 Points ∼85% -15%
64 Bit Multi-Core Score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
4943 Points ∼100%
Maze Alpha X
3795 Points ∼77% -23%
Motorola Moto G6 Plus
4011 Points ∼81% -19%
Huawei Honor 7X
3342 Points ∼68% -32%
Huawei Y7 2018
2889 Points ∼58% -42%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (4941 - 4943, n=2)
4942 Points ∼100% 0%
Average of class Smartphone (5806 - 10558, n=165)
4042 Points ∼82% -18%
64 Bit Single-Core Score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
1339 Points ∼100%
Maze Alpha X
833 Points ∼62% -38%
Motorola Moto G6 Plus
822 Points ∼61% -39%
Huawei Honor 7X
869 Points ∼65% -35%
Huawei Y7 2018
676 Points ∼50% -50%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (1330 - 1339, n=2)
1335 Points ∼100% 0%
Average of class Smartphone (1617 - 4265, n=166)
1202 Points ∼90% -10%
3DMark
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Physics (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
2346 Points ∼100%
Maze Alpha X
1700 Points ∼72% -28%
Motorola Moto G6 Plus
1822 Points ∼78% -22%
Huawei Honor 7X
1553 Points ∼66% -34%
Huawei Y7 2018
1258 Points ∼54% -46%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (2327 - 2346, n=2)
2337 Points ∼100% 0%
Average of class Smartphone (531 - 3669, n=273)
1556 Points ∼66% -34%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Graphics (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
797 Points ∼75%
Maze Alpha X
598 Points ∼56% -25%
Motorola Moto G6 Plus
721 Points ∼68% -10%
Huawei Honor 7X
338 Points ∼32% -58%
Huawei Y7 2018
255 Points ∼24% -68%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (797 - 815, n=2)
806 Points ∼76% +1%
Average of class Smartphone (53 - 5212, n=273)
1066 Points ∼100% +34%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
934 Points ∼92%
Maze Alpha X
699 Points ∼69% -25%
Motorola Moto G6 Plus
833 Points ∼82% -11%
Huawei Honor 7X
409 Points ∼40% -56%
Huawei Y7 2018
310 Points ∼30% -67%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (934 - 953, n=2)
944 Points ∼93% +1%
Average of class Smartphone (68 - 4732, n=281)
1019 Points ∼100% +9%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Physics (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
2379 Points ∼100%
Maze Alpha X
1725 Points ∼73% -27%
Motorola Moto G6 Plus
1802 Points ∼76% -24%
Huawei Honor 7X
1656 Points ∼70% -30%
Huawei Y7 2018
1280 Points ∼54% -46%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (2337 - 2379, n=2)
2358 Points ∼99% -1%
Average of class Smartphone (537 - 3642, n=303)
1453 Points ∼61% -39%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Graphics (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
1313 Points ∼92%
Maze Alpha X
928 Points ∼65% -29%
Motorola Moto G6 Plus
1258 Points ∼88% -4%
Huawei Honor 7X
528 Points ∼37% -60%
Huawei Y7 2018
524 Points ∼37% -60%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (1313 - 1333, n=2)
1323 Points ∼93% +1%
Average of class Smartphone (54 - 8252, n=303)
1430 Points ∼100% +9%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
1458 Points ∼99%
Maze Alpha X
1034 Points ∼71% -29%
Motorola Moto G6 Plus
1348 Points ∼92% -8%
Huawei Honor 7X
622 Points ∼42% -57%
Huawei Y7 2018
603 Points ∼41% -59%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (1458 - 1474, n=2)
1466 Points ∼100% +1%
Average of class Smartphone (68 - 6378, n=311)
1230 Points ∼84% -16%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Physics (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
17471 Points ∼100%
Maze Alpha X
15189 Points ∼87% -13%
Motorola Moto G6 Plus
12845 Points ∼74% -26%
Huawei Honor 7X
13372 Points ∼77% -23%
Huawei Y7 2018
9153 Points ∼52% -48%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (16939 - 17471, n=2)
17205 Points ∼98% -2%
Average of class Smartphone (5462 - 36494, n=456)
12127 Points ∼69% -31%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Graphics Score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
20909 Points ∼100%
Maze Alpha X
13708 Points ∼66% -34%
Motorola Moto G6 Plus
18449 Points ∼88% -12%
Huawei Honor 7X
10332 Points ∼49% -51%
Huawei Y7 2018
9713 Points ∼46% -54%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (20908 - 20909, n=2)
20909 Points ∼100% 0%
Average of class Smartphone (2396 - 113380, n=456)
15550 Points ∼74% -26%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Score (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
20033 Points ∼100%
Maze Alpha X
14012 Points ∼70% -30%
Motorola Moto G6 Plus
16818 Points ∼84% -16%
Huawei Honor 7X
10882 Points ∼54% -46%
Huawei Y7 2018
9583 Points ∼48% -52%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (19873 - 20033, n=2)
19953 Points ∼100% 0%
Average of class Smartphone (2841 - 64405, n=457)
13436 Points ∼67% -33%
GFXBench (DX / GLBenchmark) 2.7
1920x1080 T-Rex HD Offscreen C24Z16 (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
35 fps ∼99%
Maze Alpha X
24 fps ∼68% -31%
Motorola Moto G6 Plus
30 fps ∼85% -14%
Huawei Honor 7X
19 fps ∼54% -46%
Huawei Y7 2018
16 fps ∼45% -54%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (35 - 36, n=2)
35.5 fps ∼100% +1%
Average of class Smartphone (4.2 - 177, n=482)
26.9 fps ∼76% -23%
T-Rex HD Onscreen C24Z16 (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
35 fps ∼100%
Maze Alpha X
21 fps ∼60% -40%
Motorola Moto G6 Plus
28 fps ∼80% -20%
Huawei Honor 7X
18 fps ∼51% -49%
Huawei Y7 2018
27 fps ∼77% -23%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (35 - 35, n=2)
35 fps ∼100% 0%
Average of class Smartphone (7.5 - 120, n=485)
23.5 fps ∼67% -33%
GFXBench 3.0
off screen Manhattan Offscreen OGL (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
16 fps ∼100%
Maze Alpha X
11 fps ∼69% -31%
Motorola Moto G6 Plus
14 fps ∼88% -12%
Huawei Honor 7X
8 fps ∼50% -50%
Huawei Y7 2018
7.1 fps ∼44% -56%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (16 - 16, n=2)
16 fps ∼100% 0%
Average of class Smartphone (1.6 - 88.2, n=407)
14.3 fps ∼89% -11%
on screen Manhattan Onscreen OGL (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
15 fps ∼100%
Maze Alpha X
9.5 fps ∼63% -37%
Motorola Moto G6 Plus
13 fps ∼87% -13%
Huawei Honor 7X
7.9 fps ∼53% -47%
Huawei Y7 2018
14 fps ∼93% -7%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (15 - 15, n=2)
15 fps ∼100% 0%
Average of class Smartphone (4.1 - 115, n=409)
14.4 fps ∼96% -4%
GFXBench 3.1
off screen Manhattan ES 3.1 Offscreen (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
9.8 fps ∼78%
Maze Alpha X
3.7 fps ∼30% -62%
Motorola Moto G6 Plus
9.8 fps ∼78% 0%
Huawei Honor 7X
4.7 fps ∼38% -52%
Huawei Y7 2018
4.6 fps ∼37% -53%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (9.8 - 10, n=2)
9.9 fps ∼79% +1%
Average of class Smartphone (1.2 - 60, n=272)
12.5 fps ∼100% +28%
on screen Manhattan ES 3.1 Onscreen (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
10 fps ∼80%
Maze Alpha X
6 fps ∼48% -40%
Motorola Moto G6 Plus
9.4 fps ∼75% -6%
Huawei Honor 7X
4.5 fps ∼36% -55%
Huawei Y7 2018
10 fps ∼80% 0%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (9.8 - 10, n=2)
9.9 fps ∼79% -1%
Average of class Smartphone (2.5 - 110, n=274)
12.5 fps ∼100% +25%
GFXBench 4.0
off screen Car Chase Offscreen (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
6.3 fps ∼73%
Maze Alpha X
4.1 fps ∼48% -35%
Motorola Moto G6 Plus
5.6 fps ∼65% -11%
Huawei Honor 7X
2.9 fps ∼34% -54%
Huawei Y7 2018
2.6 fps ∼30% -59%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (6.3 - 6.3, n=2)
6.3 fps ∼73% 0%
Average of class Smartphone (0.77 - 35, n=203)
8.61 fps ∼100% +37%
on screen Car Chase Onscreen (ordina per valore)
Xiaomi Redmi Note 5
6 fps ∼77%
Maze Alpha X
3.6 fps ∼46% -40%
Motorola Moto G6 Plus
5.3 fps ∼68% -12%
Huawei Honor 7X
2.9 fps ∼37% -52%
Huawei Y7 2018
5.4 fps ∼69% -10%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (6 - 6, n=2)
6 fps ∼77% 0%
Average of class Smartphone (1.6 - 50, n=206)
7.8 fps ∼100% +30%

Legenda

 
Xiaomi Redmi Note 5 Qualcomm Snapdragon 636, Qualcomm Adreno 509, 32 GB eMMC Flash
 
Maze Alpha X Mediatek Helio P25, ARM Mali-T880 MP2, 64 GB eMMC Flash
 
Motorola Moto G6 Plus Qualcomm Snapdragon 630, Qualcomm Adreno 508, 64 GB eMMC Flash
 
Huawei Honor 7X HiSilicon Kirin 659, ARM Mali-T830 MP2, 32 GB eMMC Flash
 
Huawei Y7 2018 Qualcomm Snapdragon 430 (MSM8937), Qualcomm Adreno 505, 16 GB eMMC Flash

Il Note 5 ottiene performance migliori dei dispositivi a confronto anche nei benchmark di navigazione web. Il nostro dispositivo in test ha persino surclassato telefoni più costosi. Siti complessi in HTML 5, come quelli creati da Google, sono stati mostrati fluidamente, che si riflette direttamente nell'utilizzo quotidiano. Mentre il Note 5 non è rapido come gli smartphone premium nel caricare le pagine web, è generalmente sufficientemente rapido nel mostrarle.

JetStream 1.1 - 1.1 Total Score
Average Qualcomm Snapdragon 636 (44.3 - 44.6, n=2)
44.5 Points ∼100% 0%
Xiaomi Redmi Note 5 (Chrome 67)
44.322 Points ∼100%
Average of class Smartphone (10 - 224, n=340)
34.4 Points ∼77% -22%
Huawei Honor 7X (Chrome 63.0.3239.111)
31.299 Points ∼70% -29%
Motorola Moto G6 Plus (Chrome 66)
27.971 Points ∼63% -37%
Maze Alpha X (Chrome Version 64)
27.463 Points ∼62% -38%
Huawei Y7 2018 (Chrome 66)
17.86 Points ∼40% -60%
Octane V2 - Total Score
Average Qualcomm Snapdragon 636 (8422 - 8519, n=2)
8471 Points ∼100% +1%
Xiaomi Redmi Note 5 (Chrome 67)
8422 Points ∼99%
Huawei Honor 7X (Chrome 63.0.3239.111)
5302 Points ∼63% -37%
Average of class Smartphone (1506 - 35255, n=476)
5024 Points ∼59% -40%
Motorola Moto G6 Plus (Chrome 66)
5011 Points ∼59% -41%
Maze Alpha X (Chrome Version 64)
4990 Points ∼59% -41%
Huawei Y7 2018 (Chrome 66)
3363 Points ∼40% -60%
Mozilla Kraken 1.1 - Total Score
Huawei Y7 2018 (Chrome 66)
13541 ms * ∼100% -186%
Average of class Smartphone (718 - 59466, n=495)
11857 ms * ∼88% -150%
Maze Alpha X (Chrome Version 64)
10244 ms * ∼76% -116%
Motorola Moto G6 Plus (Chrome 66)
9796.9 ms * ∼72% -107%
Huawei Honor 7X (Chrome 63.0.3239.111)
8684.3 ms * ∼64% -83%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (4740 - 4820, n=2)
4780 ms * ∼35% -1%
Xiaomi Redmi Note 5 (Chrome 67)
4740 ms * ∼35%
WebXPRT 2015 - Overall Score
Xiaomi Redmi Note 5 (Chrome 67)
158 Points ∼100%
Average Qualcomm Snapdragon 636 (154 - 158, n=2)
156 Points ∼99% -1%
Huawei Honor 7X (Chrome 63.0.3239.111)
111 Points ∼70% -30%
Motorola Moto G6 Plus (Chrome 66)
108 Points ∼68% -32%
Average of class Smartphone (27 - 362, n=237)
98.3 Points ∼62% -38%
Huawei Y7 2018 (Chrome 66)
82 Points ∼52% -48%

* ... Meglio usare valori piccoli

Il Note 5 eguaglia i device a confronto in termini di prestazioni della micro SD. Abbiamo provato il Note 5 con la nostra scheda micro SD di riferimento, la fidata Toshiba Exceria Pro M501. Il Note 5 è fornito di una memoria eMMC più veloce della media dei dispositivi testati con una eMMC a 32GB. Questa memoria non è comunque comparabile con le più veloci memorie UFS. Il Note 5 si trova in difficoltà persino di fronte al Moto G6 Plus, che monta una memoria eMMC.

Xiaomi Redmi Note 5Maze Alpha XMotorola Moto G6 PlusHuawei Honor 7XHuawei Y7 2018Average 32 GB eMMC FlashAverage of class Smartphone
AndroBench 3-5
8%
64%
-0%
-19%
-20%
-29%
Sequential Write 256KB SDCard
62.4
73.99 (Toshiba Exceria Pro M501)
19%
62.13 (Toshiba Exceria Pro M501)
0%
30.55
-51%
61.5
-1%
45.5 (9.34 - 87.1, n=91)
-27%
43 (20.8 - 87.1, n=253)
-31%
Sequential Read 256KB SDCard
83.4
80.96 (Toshiba Exceria Pro M501)
-3%
83.65 (Toshiba Exceria Pro M501)
0%
52.65
-37%
85
2%
64.9 (15.6 - 96.5, n=91)
-22%
61.4 (36.5 - 96.5, n=253)
-26%
Random Write 4KB
16.3
11.61
-29%
62.76
285%
20.24
24%
9.5
-42%
17.4 (0.75 - 74.9, n=130)
7%
13.3 (0.14 - 164, n=529)
-18%
Random Read 4KB
48.9
70.27
44%
58.39
19%
81.4
66%
38.8
-21%
34.1 (3.59 - 117, n=130)
-30%
34 (1.59 - 173, n=529)
-30%
Sequential Write 256KB
121.6
162.16
33%
216.09
78%
127.87
5%
71.5
-41%
90.9 (14.8 - 168, n=130)
-25%
70.4 (2.99 - 216, n=529)
-42%
Sequential Read 256KB
287.6
247.44
-14%
286.64
0%
265.31
-8%
256
-11%
224 (25.8 - 440, n=130)
-22%
209 (12.1 - 832, n=529)
-27%

Giochi

Il Note 5 è adatto a videogiochi relativamente semplici. Il gaming a 60 frame al secondo è possibile con titoli meno esigenti, come "Shadow Fight 3", mentre il telefono si affatica con titoli più impegnativi. Con "Arena of Valor", ad esempio, si ferma ad una media di 31 fps, mentre con "PUBG Mobile" la media è di 25fps. Questi valori sono comunque ancora alti abbastanza per giocare stabilmente. Se si desidera a giocare ai titoli più moderni con un framerate di 60 fps consigliamo di cercare un dispositivo più potente, il Note 5 non lo è abbastanza. Tuttavia è perfettamente adeguato per titoli come "Shadow Fight 3" e "Angry Birds 2".

Il sensore di posizione ed il touchscreen hanno funzionato correttamente per tutta la durata dei test.

Arena of Valor
Arena of Valor
Shadow Fight 3
Shadow Fight 3
PUBG Mobile
PUBG Mobile
Arena of Valor
 SettaggiValore
 min31 fps
 high HD31 fps
  Your browser does not support the canvas element!
Shadow Fight 3
 SettaggiValore
 high58 fps
 minimal59 fps
  Your browser does not support the canvas element!
PUBG Mobile
 SettaggiValore
 Smooth25 fps
 Balanced25 fps
  Your browser does not support the canvas element!

Emissioni

Temperature

Test batteria GFXBench
Test batteria GFXBench

Il Note 5 è relativamente fresco quando inattivo, attestandosi ad una temperatura media minore ai 30*C su entrambi i lati. Anche le temperature massimo in idle sono inferiori a 30°C e si diffondono uniformemente su tutta la superficie del dispositivo. Le teperature superficiali però aumentano drasticamente con carichi di lavoro ingenti, arrivando ad una media di 36.2°C. Il fronte del telefono diventa leggermente più caldo del retro, con la parte centrale alta ed il fianco destro che raggiungono 38.4°C quando sotto sforzo, e con le aree corrispondenti sul retro che raggiungono i 36.8°C. L'aumento delle temperature superficiali è evidente, anche se non rende il telefono scomodo da tenere in mano. Il dispositivo in test si è raffreddato in fretta anche dopo un uso prolungato in giornate calde, quindi non si dovrebbe avere nessuna difficoltà a mettere il telefono in tasca, in uno scenario simile.

Il nostro device non presentato throttle nei test di batteria con GFXBench di Manhattan 3.1, ed il framerate è rimasto stabile anche dopo trenta passate.

Carico massimo
 38.4 °C35.3 °C35.7 °C 
 38.4 °C35.5 °C37.5 °C 
 37.8 °C34.9 °C35.5 °C 
Massima: 38.4 °C
Media: 36.6 °C
34.5 °C36.2 °C36.8 °C
34.5 °C36.4 °C36.8 °C
34.5 °C35.8 °C36.6 °C
Massima: 36.8 °C
Media: 35.8 °C
Alimentazione (max)  37.8 °C | Temperatura della stanza 21.9 °C | Voltcraft IR-260
Heatmap del retro del telefono sotto sforzo
Heatmap del retro del telefono sotto sforzo
Heatmap del fronte del telefono sotto sforzo
Heatmap del fronte del telefono sotto sforzo

Altoparlanti

Pink Noise speaker test
Pink Noise speaker test

Il Note 5 ha un singolo altoparlante sul fondo del telefono, che emette suoni ad un volume massimo di 76.9 dB. Non è un valore particolarmente alto, ma la qualità del suono e buona. Al massimo volume i toni alti sono piuttosto prepotenti, ma l'altoparlante emette un suono quando il volume viene abbassato leggermente. L'altoparlante fatica a riprodurre le tonalità medio-basse, e noi stessi abbiamo faticato a riconoscere i singoli strumenti. Nel complesso, nonostante alcuni caveat, il Note 5 ha un altoparlante notevole, per il prezzo.

Il Note 5 è equipaggiato di una porta jack da 3.5 millimetri e del Bluetooth 5.0. Attualmente esistono pochi altoparlanti e cuffie bluetooth che lo utilizzano, ma fortunatamente questo standard è retrocompatibile con tutti i precendenti standard Bluetooth. La qualità del suono è decente per entrambi i canali di uscita. Il Note 5 ha un equalizzatore integrato per personalizzare il suono degli auricolari, ma per sfruttarlo occorre possedere auricolari Xiaomi.

dB(A) 0102030405060708090Deep BassMiddle BassHigh BassLower RangeMidsHigher MidsLower HighsMid HighsUpper HighsSuper Highs2042.6412538.433.13134.225.94037.324.35030306326.628.38023.220.810021.220.81252120.616016.330.520016.643.325015.84631513.548.840012.255.95001260.563011.76480010.565.210009.665.312509.564.81600964.120008.56525008.566.731508.36740008.26750008.165.863008.164.780008.161.1100008.255125008.350.2160008.234SPL60.165.451.721.959.976.9N13.419.17.10.31238.5median 9.5Xiaomi Redmi Note 5median 61.1Delta2.810.836.23633.633.231.429.931.432.331.431.530.831.428.329.728.128.827.427.92627.725.731.624.939.12445.323.949.823.75422.557.322.458.121.959.721.66821.371.421.168.921.170.320.871.620.878.720.776.320.866.320.764.720.570.520.665.520.753.533.683.8249.9median 21.6Huawei Honor 7Xmedian 59.72.211.9hearing rangehide median Pink Noise
Frequency diagram (checkboxes can be checked and unchecked to compare devices)
Xiaomi Redmi Note 5 audio analysis

(±) | speaker loudness is average but good (76.9 dB)
Bass 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 26.1% lower than median
(±) | linearity of bass is average (9.2% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 3.4% away from median
(+) | mids are linear (4.5% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(+) | balanced highs - only 4.5% away from median
(+) | highs are linear (3.9% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (21.4% difference to median)
Compared to same class
» 19% of all tested devices in this class were better, 12% similar, 70% worse
» The best had a delta of 14%, average was 25%, worst was 44%
Compared to all devices tested
» 50% of all tested devices were better, 8% similar, 42% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Huawei Honor 7X audio analysis

(±) | speaker loudness is average but good (78.73 dB)
Bass 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 26.3% lower than median
(±) | linearity of bass is average (8.5% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(±) | higher mids - on average 6.1% higher than median
(±) | linearity of mids is average (9.3% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(±) | higher highs - on average 11.5% higher than median
(±) | linearity of highs is average (11.1% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(-) | overall sound is not linear (34.1% difference to median)
Compared to same class
» 92% of all tested devices in this class were better, 3% similar, 5% worse
» The best had a delta of 14%, average was 25%, worst was 44%
Compared to all devices tested
» 95% of all tested devices were better, 2% similar, 3% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Durata della Batteria

Consumo energetico

Il Note 5 è relativamente inefficiente: il grande display, l'alta luminosità dello schermo e il potente processore si spartiscono gli ingenti consumi di energia.  Il Note 5 è relativamente efficiente quando spendo e in stanby, con un consumo da parte del nostro dispositivo di 0.06W e 0.2W rispettivamente. Ciononostante il Note 5 consuma più degli altri dispositivi in prova quando il display è acceso. Questo smartphone è difatti tra il 12% ed il 38% meno efficiente degli altri telefoni. Questo effetto viene esasperato con grandi quantità di calcoli, caso in cui il nostro consuma 8.2W. Non è terribilmente più alto degli altri dispositivi a confronto, ma è il 19% in più della media dei dispositivi basati su Snapdragon 636 testati precedentemente.
Non è pertanto una sorpresa che Xiaomi debba impiegare una gestione delle applicazioni in background così aggressiva per mantenere i consumi sotto controllo. Questo grado di aggressività può portare problemi alle app che hanno bisogno di rimanere attive in background. Ad esempio: siamo stati costretti a modificare le impostazioni di Runastic appositamente per farla funzionare correttamente.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.06 / 0.2 Watt
Idledarkmidlight 1 / 2.6 / 2.9 Watt
Sotto carico midlight 5 / 8.2 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Metrahit Energy
Xiaomi Redmi Note 5
4000 mAh
Maze Alpha X
3900 mAh
Motorola Moto G6 Plus
3200 mAh
Huawei Honor 7X
3340 mAh
Huawei Y7 2018
3000 mAh
Average Qualcomm Snapdragon 636
 
Average of class Smartphone
 
Power Consumption
21%
38%
12%
19%
6%
27%
Idle Minimum *
1
0.9
10%
0.5
50%
1.02
-2%
0.9
10%
1.15 (1 - 1.3, n=2)
-15%
0.86 (0.2 - 3.4, n=557)
14%
Idle Average *
2.6
2.14
18%
1.78
32%
2.46
5%
1.9
27%
2.3 (2 - 2.6, n=2)
12%
1.694 (0.6 - 6.2, n=556)
35%
Idle Maximum *
2.9
2.18
25%
1.81
38%
2.51
13%
2.3
21%
2.8 (2.7 - 2.9, n=2)
3%
1.934 (0.74 - 6.6, n=557)
33%
Load Average *
5
3.96
21%
3.3
34%
4.16
17%
4.7
6%
4.35 (3.7 - 5, n=2)
13%
3.97 (0.8 - 10.8, n=551)
21%
Load Maximum *
8.2
5.81
29%
5.14
37%
5.87
28%
5.7
30%
6.65 (5.1 - 8.2, n=2)
19%
5.59 (1.2 - 14.2, n=551)
32%

* ... Meglio usare valori piccoli

Durata della Batteria

Il Note 5 monta una capiente batteria da 4.000 mAh, che permette al nostro dispositivo in test di raggiungere durate ragguardevoli nel nostro test di durata della batteria, nonostante il consumo relativamente alto di energia. Il nostro device ha resistito quattordici ore e trentadue minuti nel nostro test con Wi-Fi, durante il quale uno script ha simulato il carico necessario a renderizzare una pagina web. Il tempo di accensione è considerevolmente più lungo di quello dei dispositivi a confronto, grazie alla dimensione generosa della batteria del Note 5. Il nostro device è durato per trenta ore in ide, che ci indica che il Note 5 può durare almeno due giornate con utilizzo moderato, e forse di più se lo si usa sporadicamente. In parallelo, il Note 5 dovrebbe raggiungere la durata di una giornata se lo si utilizza molto, considerando che il modello in test ha resistito per quattro ore e diciotto minuti al nostro stress test.
Xiaomi accoppia il telefono ad un caricabatteria da 10W con carica rapida, che riempie la batteria del Note 5 in meno di due ore.

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
30ore 24minuti
NBC WiFi Websurfing Battery Test 1.3
14ore 32minuti
Big Buck Bunny H.264 1080p
15ore 02minuti
Sotto carico (max luminosità)
4ore 18minuti
Xiaomi Redmi Note 5
4000 mAh
Maze Alpha X
3900 mAh
Motorola Moto G6 Plus
3200 mAh
Huawei Honor 7X
3340 mAh
Huawei Y7 2018
3000 mAh
Autonomia della batteria
-16%
-0%
-29%
-21%
Reader / Idle
1824
1624
-11%
1846
1%
1111
-39%
1305
-28%
H.264
902
542
-40%
687
-24%
WiFi v1.3
872
603
-31%
702
-19%
664
-24%
624
-28%
Load
258
240
-7%
404
57%
199
-23%
245
-5%

Pro

+ GPU e CPU ben potenti per il prezzo
+ buona qualità nelle chiamate
+ grande durata della batteria
+ display luminoso e dall'alto contrasto
+ Bluetooth 5.0 e WiFI 802.11 ac
+ temperature superficiali contenute, anche sotto sforzo
+ versione di Android aggiornata
+ no throttling

Contro

- consumo di corrente relativamente alto
- lo schermo presenta una forte tinta blu
- spesso il microfono è troppo sensibile
- a volte il sistema operativo è restrittivo per le app

Giudizio Complessivo

Recensione Xiaomi Redmi Note 5. Dispostitivo test notebooksbilliger.de.
Recensione Xiaomi Redmi Note 5. Dispostitivo test notebooksbilliger.de.

Il Redmi Note 5 è l'esempio perfetto degli sforzi di Xiaomi nel rilasciare dispositivi a basso costo ma dalle alte prestazioni, e dimostra perchè in molto vorrebbero un rilascio Europeo dei loro dispositivi. Lo Xiaomi Redmi Note 5 è uno smartphone a buon mercato dotato abbondantemente di potenza, una buona durata della batteria, un veloce Wifi 802.11 ac, ed un display luminoso e dall'alto contrasto, il tutto per meno di 240€. Il Note 5 presenta anche un buon altoparlante, mentre la qualità in chiamata è decente e il supporto al Quick Charge torna comodo. Il moderno Soc dota il Note5 di un LTE veloce, il Bluetooth in versione 5.0 e dovrebbe sopportare bene il passare degli anni.

Purtroppo ci sono anche dei punti di svantaggio. La temperatura del colore e la tinta blu dello schermo non sono ottimali, così come non lo è l'elevato consumo di di energia, nonostante la considerevole durata della batteria. La MIUI pratica una gestione delle applicazioni aggressiva, che diventa uno svantaggio. Questa funzionalità può infatti portare a problemi con le applicazioni che hanno necessità di rimanere attive in background, anche se riduce certamente i consumi di energia e migliora la durata della batteria. La fotocamera è l'unico comparto nel quali il Note 5 è certamente un dispositivo di fascia media, ma le foto sono generalmente accettabili. Anche le temperature in superficie sono adeguate, anche se potrebbero essere più basse nei momenti di pieno carico.


Lo Xiaomi Redmi Note 5 è un ottimo affare. Considerato il prezzo, tra i suoi svariati punti di forza questo telefono può contare di prestazioni eccellenti e di uno schermo molto luminoso.


Il Note 5 ha una performance ragguardevole per il prezzo e spesso surclassa modelli della concorrenza anche ben più costosi. Per questa ragione lo Xiaomi Redmi Note 5 riceve un apprezzamento da parte nostra, nonostante i suoi difetti minori.

Xiaomi Redmi Note 5 - 06/25/2018 v6
Florian Wimmer

Chassis
83%
Tastiera
65 / 75 → 87%
Dispositivo di puntamento
91%
Connettività
44 / 60 → 74%
Peso
90%
Batteria
97%
Display
85%
Prestazioni di gioco
45 / 63 → 71%
Prestazioni Applicazioni
56 / 70 → 80%
Temperatura
91%
Rumorosità
100%
Fotocamera
75%
Media
77%
86%
Smartphone - Media ponderata

Pricecompare

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove de portatili e telefoni cellulari > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione dello Smartphone Xiaomi Redmi Note 5
Florian Wimmer, 2018-07- 5 (Update: 2018-07- 5)