Notebookcheck

AMD svelerà GPU RDNA nel corso del 2020: non il classico aggiornamento di Navi

Lisa Su, CEO di AMD, ha chiarito nelle scorse ore cosa intende AMD con il termine "refresh". Durante i prossimi mesi potremmo aspettarci l'arrivo di due tipologie di schede video.
Luca Rocchi,

A seguito di un'incerta dichiarazione rilasciata dal CEO Lisa Su in concomitanza di una conferenza riguardante l'andamento dei risultati trimestrali dell'azienda, AMD ha precisato nelle scorse ore che assisteremo all'arrivo di due serie di schede video nel 2020: una serie costruita con la nuova architettura RDNA2 e un'altra basata su un refresh dell'attuale architettura RDNA.

Il termine refresh, generalmente, viene utilizzato dagli appassionati per descrivere un piccolo aggiornamento di una serie di prodotti già esistenti sul mercato. Ad esempio il passaggio dalla prima generazione di Zen alla successiva Zen+ viene considerato come un refresh. Secondo AMD, con il termine refresh si indica un vero e proprio sostanziale aggiornamento pertanto possiamo aspettarci, per esempio, una nuova Radeon RX 5700 basata su processo produttivo a 7nm+.

Al momento Lisa Su non ha rilasciato ulteriori dichiarazioni in merito alle nuove schede grafiche, ma possiamo aspettarci nuovi dettagli il prossimo 5 Marzo in concomitanza dell'Investor Day. Le nuove GPU dedicate al settore dei data center invece sono presiste per la seconda metà del 2020.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > AMD svelerà GPU RDNA nel corso del 2020: non il classico aggiornamento di Navi
Luca Rocchi, 2020-01-30 (Update: 2020-01-30)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.