Notebookcheck

AMD fa chiarezza: nessun nuovo dissipatore Wraith Prism in arrivo

Il dissipatore originale di AMD
Il dissipatore originale di AMD
La scorsa settimana il sito francese XFastest ha riportato le prime immagini riguardanti una nuova presunta versione del dissipatore Wraith Prism di AMD. Il nuovo modello era caratterizzato da un numero maggiore di heatpipe e pertanto una capacità di raffreddamento superiore. AMD ha dichiarato nelle scorse ore che non è atteso alcun nuovo dissipatore e che tutte le versioni differenti dall'originale sono da considerarsi fraudolente.
Luca Rocchi,

La prima versione del dissipatore Wraith di AMD è stata introdotta ormai diversi anni fa con la serie AMD FX, in particolare con il modello FX-8370. Rispetto al dissipatore stock utilizzato da Intel, la proposta di AMD si è dimostrata particolarmente capace e paragonabile al dissipatore Hyper 212 Evo di Cooler Master.

La variante "Prism" aggiunge al pacchetto una illuminazione RGB completamente personalizzabile e in linea con le tendenze attuali. Sul mercato sono presenti diverse ed ulteriori versioni che, secondo AMD, possono essere considerate contraffatte. L'azienda infatti ha dichiarato che non vi sono in commercio ulteriori versione e non ne sono neanche previste per il breve periodo.

La versione scovata da XFastest non è pertanto originale e facente parte di una proposta di AMD. Sul profilo Twitter di AMD è presenta una breve guida che vi consentirà di capire se il vostro dissipatore è originale o meno.

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > AMD fa chiarezza: nessun nuovo dissipatore Wraith Prism in arrivo
Luca Rocchi, 2020-01-27 (Update: 2020-01-27)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.