Notebookcheck

AMD ha intenzione di utilizzare 80 CU per "Big Navi"?

Nelle scorse settimane, il CEO di AMD Lisa Su, ha confermato l'arrivo sul mercato di una scheda video di fascia alta basata su architettura Navi. Sono apparse in rete nuove informazioni riguardanti la soluzione di AMD nata per contrastare le proposte di NVIDIA dedicate alla fascia alta.
Luca Rocchi,

Qualche giorno fa, sul sito OpenVR, sono apparse le prime informazioni di "Big Navi" indicandola come diretta concorrente della soluzione di fascia alta RTX 2080 Ti. Secondo le ultime indiscrezioni, trapelate su ChipHell, la GPU di AMD utilizzerà 80 CU e sarà basata su Navi 21, una informazione già in nostro possesso dallo scorso Giugno per gentile concessione di una patch driver di Linux.

Utilizzando 80 CU e architettura RDNA2, la scheda "Big Navi" offrirà esattamente il doppio di quanto disponibile sulla RX 5700 XT. I colleghi di Guru3D suggeriscono come nome "RX 5800 XT" ma al momento non vi è alcuna conferma da parte del produttore. AMD si pone l'obiettivo di realizzare una scheda in grado di competere alla RTX 2080 Ti, tuttavia ricordiamo di come NVIDIA abbia in programma di presentare le nuove proposte Ampere nel corso dei prossimi mesi.

La battaglia tra AMD e NVIDIA sembra più avvincente che mai e crediamo che durante l'anno vedremo novità da entrambe le aziende. Negli scorsi giorni AMD ha rilasciato la RX 5600 XT, una proposta di fascia media, in grado di offrire prestazioni leggermente superiori della RTX 2060 6 GB.

Il post apparso su ChipHell
Il post apparso su ChipHell

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > AMD ha intenzione di utilizzare 80 CU per "Big Navi"?
Luca Rocchi, 2020-01-22 (Update: 2020-01-22)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.