Notebookcheck

Intel modifica l'offerta Xeon: taglio di prezzi e alcuni modelli diventano EOL

Intel ha annunciato la dipartita dal mercato server dei processori Xeon Scalable di seconda generazione, appartenenti alla serie M. Intel accetterà ordini fino al prossimo 22 Maggio 2020 al termine del quale non sarà più possibile ordinarne.
Luca Rocchi,

L'attuale offerta Xeon è caratterizzata da proposte in grado di supportare, tra le altre peculiarità, quantitativi di memoria differenti. Gli attuali Xeon supportano sino ad un massimo di 1 TB di memoria, mentre sulla serie M può essere installato fino a 2 TB. Con la famiglia di processori Xeon "L", l'azienda offre dei modelli in grado di gestire fino a 4.5 TB di memoria DDR4.

Intel ha intenzione di rimuovere la mercato la fascia media "M", ridurre di prezzo la serie "L" e riposizionarla all'interno dei propri listini. In altre parole, il processore Xeon 8280M è destinato a scomparire e la controparte Platinum 8280L prenderà il suo posto dopo aver subito un corposo taglio di prezzo. Secondo le ultime indiscrezioni, sembra che Intel non sia riuscita a raccogliere tutti i favori di produttori di server e aziende. In agginta, il produttore potrebbe voler semplificare la districata offerta di processori Intel Xeon.

Complice la concorrenza di AMD, il taglio di prezzo sembra essere una mossa necessaria per mantenere una buona competitività. Il processore Xeon Platinum 8280L passa pertanto da 17.906 Dollari ai nuovi 13.012 Dollari. Da sottolineare che la serie -M non scomparirà completamente dai listini ma resterà confinata nei modelli appartenenti alla serie W.

 

Source(s)

Intel

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Intel modifica l'offerta Xeon: taglio di prezzi e alcuni modelli diventano EOL
Luca Rocchi, 2020-01-18 (Update: 2020-01-18)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.