Notebookcheck

Ancora problemi per Intel: shortage di processori

Lisa Su svela la serie Ryzen 4000 al pubblico del CES 2020
Lisa Su svela la serie Ryzen 4000 al pubblico del CES 2020
Per buona parte dello scorso anno Intel ha riscontrato numerosi problemi legati allo shortage dei propri processori di fascia bassa (Celeron, Pentium, Core i3 e i5). Nonostante ormai siano passati diversi mesi sembra che la crisi non sia ancora terminata.
Luca Rocchi,

Digitimes conferma che nel 2020 ci saranno ancora difficoltà per Intel. Secondo le ultime indiscrezioni, sembra che il problema sia nuovamente legato alle soluzioni di fascia bassa e che i produttori di notebook stiano correndo ai ripari.

Purtroppo non ci sono molte soluzioni a riguardo se non alloccare quanti più processori Intel possibili e trovare prodotti alternativi da altri produttori di chip. Le stime indicano un calo del 15% nel corso del primo trimestre 2020 rispetto all'ultimo trimestre del 2019.

Intel prevede di poter aumentare la produzione del 25% nel corso del 2020 ma questo potrebbe risolvere solo parzialmente i problemi. Nei prossimi modelli di notebook potremmo pertanto trovare alcuni dei processori Ryzen 4000 presentati al CES nelle scorse settimane. La dinamica è pertanto la stessa che abbiamo visto nel 2019 tuttavia quest'anno potrebbe avere un impatto decisamente diverso.

Saranno disponibili tre varianti appartenenti alla serie 4000 di Ryzen Mobile: la serie -U pensata esclusivamente per i notebook ultrasottili, la famiglia -H ideata per i notebook ad alte prestazioni e la versione -Pro indirizzata agli ultrasottili business. Nelle prossime settimane e mesi potremmo trovare, pertanto, numerose versioni di portatili equipaggiati da questi processori.

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Ancora problemi per Intel: shortage di processori
Luca Rocchi, 2020-01-18 (Update: 2020-01-18)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.