Notebookcheck

Recensione del Convertibile Lenovo Yoga C630 WOS (Snapdragon)

Steve Schardein, 👁 Allen Ngo (traduzione a cura di G. De Luca), 03/02/2019

Realmente Mobile. Il Lenovo Yoga C630 WOS convertibile da 940 dollari, alimentato dal Qualcomm Snapdragon 850 Mobile Compute Platform, promette un'eccezionale durata della batteria, massima flessibilità e connessione sempre attiva, prestazioni brillanti, il tutto in un design super leggero e raffreddato passivamente. Riesce a mantenere le sue promesse?

La continua resistenza del personal computer deve ringraziare, almeno in parte, la persistente innovazione dei produttori che continuano a invadere il territorio di dispositivi concorrenti come telefoni e tablet. I laptop ultra-portatili non sono una novità, con numerosi modelli dal design sottile come carta e un peso che si aggira intorno alle 3 libbre (1,36 kg). Ma oggi, i dispositivi raffreddati passivamente, silenziosi e "always-on" (a.k.a. Connected Standby) sono sempre più numerosi e con i chip più recenti di aziende come Qualcomm, potrebbero essere abbastanza potenti da affiancare le loro controparti dotate di Intel in ufficio o a scuola.

Lo Yoga C630 WOS (che sta per Windows on Snapdragon) di Lenovo è l'ultimo arrivato in questo campo in crescita di computer portatili iperportatili, e certamente fa una dichiarazione fin dall'inizio. Il suo attraente case in alluminio è uno dei più sottili in circolazione, e le prestazioni sembrano buone per un computer portatile così piccolo senza il lusso di una ventola di raffreddamento. Tutto questo grazie al SoC Qualcomm Snapdragon 850 che lo alimenta, un chip che è anche responsabile dei tempi di autonomia della batteria abbastanza buoni (a cui arriveremo tra poco). La nostra unità di recensione da 940 dollari è dotata anche di 8 GB di RAM, 128 GB di memoria UFS 2.1 Samsung e di una scheda SIM Verizon (da utilizzare con il modem integrato Snapdragon X20 LTE). Questa configurazione viene fornita anche con una Lenovo Active Pen, anche se non ne abbiamo ricevuta uno con la nostra unità di test.

Se tutto va bene, questo potrebbe essere un pacchetto difficile da battere per i guerrieri da strada o studenti universitari interessati a un compagno quotidiano altamente portatile. Ma basta con le chiacchiere: vediamo come lo Yoga C630 resiste alla nostra vasta gamma di benchmark, test e misure!

Lenovo Yoga C630 (Snapdragon) (Yoga C630 Serie)
Processore
Qualcomm Snapdragon 850
Scheda grafica
Qualcomm Adreno 630, 23.18.9200.0
Memoria
8192 MB 
, LPDDR4X 3733 MHz (saldata)
Schermo
13.3 pollici 16:9, 1920 x 1080 pixel 166 PPI, multitouch 10 punti, M133NWF4-R0, IPS, lucido: si
Scheda madre
Snapdragon 850 Mobile Compute Platform
Porte di connessione
2 USB 3.0 / 3.1, Connessioni Audio: 3.5 mm combo audio/headset
Rete
Qualcomm Wi-Fi B/G/N/AC (2x2) (b/g/n/ac), LTE
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 13 x 307 x 216
Batteria
60 Wh, 7920 mAh ioni di litio
Sistema Operativo
Microsoft Windows 10 Pro 32 Bit
Altre caratteristiche
Tastiera: Chiclet, Illuminazione Tastiera: si, 12 Mesi Garanzia
Peso
1.204 kg, Alimentazione: 284 gr
Prezzo
940 Euro
Nota: il produttore potrebbe usare componenti di fornitori diversi pannelli dei diplay, drive o banchi di memoria con specifiche simili.

 

Case

Lo Yoga C630 è costruito in alluminio e magnesio, con superfici pulite e uno stile sobrio, professionale e attraente. Con un peso di soli 1.204 kg (2.65 lb.), il C630 è inoltre spesso solo 8 mm, uno dei notebook più sottili attualmente sul mercato. L'intera unità di base è inoltre rivestita da una comoda vernice soft-touch, un approccio che ne migliora la sensazione (e la presa) e aiuta a mitigare la sensazione di freddo al tatto delle superfici metalliche.

Nonostante la sua compattezza, il C630 è solido e stabile, soprattutto quando si appoggia su una superficie dura. Ciò è dovuto in parte ai lunghi piedini orizzontali in gomma, che coprono entrambi la larghezza della parte inferiore della macchina. Ma il dispositivo offre anche una moderata resistenza alla torsione; anche il display è per lo più ben protetto e non sono visibili distorsioni sul pannello facendo pressione da dietro. Le cerniere sono perfettamente regolate e svolgono un ottimo lavoro di soppressione delle vibrazioni durante l'uso. Inoltre, possono essere ruotate a 360 gradi per trasformare il laptop in un tablet o per passare alle ormai familiari modalità Tent e Stand. Tali trasformazioni avvengono rapidamente e senza problemi, e con l'inclusione della Lenovo Active Pen e della già citata struttura leggerissima del C630, è probabile che siano utili, specialmente in un ambiente scolastico.

326 mm 228 mm 15.5 mm 1.5 kg310 mm 216 mm 13.9 mm 1.1 kg306.8 mm 216.3 mm 14.1 mm 1.2 kg307 mm 218 mm 13.8 mm 1.3 kg307 mm 216 mm 13 mm 1.2 kg302 mm 199 mm 11.6 mm 1.2 kg

Connettività

Il primo grande sacrificio richiesto principalmente dal design sottile del C630 è quello della selezione delle porte. A parte la porta nano SIM, non resta che il jack audio combo da 3,5 mm e due porte USB Type-C, entrambe in grado di raggiungere solo velocità di Gen 1. Entrambe le due porte USB Type-C possono accogliere un adattatore AC, e sono posizionate su bordi opposti (sinistra/destra) - in modo da rendere conveniente la ricarica. Quello sul bordo destro può essere utilizzato anche per l'uscita video tramite DisplayPort su USB-C. Per qualsiasi altra cosa, tuttavia, è necessario un adattatore. Lenovo li vende (guardate il loro adattatore USB-C Travel Hub dal design intelligente, $60), ma naturalmente, qualsiasi opzione di terze parti sarà sufficiente.

Lato Frontale: Nessuna connessione
Lato Frontale: Nessuna connessione
Lato Posteriore: Nessuna connessione
Lato Posteriore: Nessuna connessione
A sinistra: slot Nano SIM, USB Type-C 3.0 Gen 1 (alimentazione)
A sinistra: slot Nano SIM, USB Type-C 3.0 Gen 1 (alimentazione)
A sinistra: Pulsante di accensione, presa audio combinata, USB Type-C 3.0 Gen 1 (alimentazione + DisplayPort)
A sinistra: Pulsante di accensione, presa audio combinata, USB Type-C 3.0 Gen 1 (alimentazione + DisplayPort)

Comunicazioni

Grazie al modem integrato Snapdragon X20 LTE, lo Yoga C630 non richiede una connessione Wi-Fi (o un hotspot) per la funzionalità internet. Il nuovo modem è in grado di raggiungere una velocità di download fino a 1,2 Gbps ed è presumibilmente fino al 70% più veloce nelle aree con condizioni di segnale cellulare LTE debole. La nostra unità di test offre anche con una scheda SIM Verizon inclusa. Tuttavia, funzionerà con qualsiasi operatore a condizione che sia installata una scheda SIM compatibile. Tutte le configurazioni Yoga C630 includono il modem LTE;  che fa parte del chipset Qualcomm.

Naturalmente, a bordo è presente anche il Wi-Fi convenzionale. L'adattatore interno Qualcomm dual-band 802.11ac 2x2 2x2 funziona bene e gestisce anche la connettività Bluetooth 4.2. È in grado di raggiungere velocità di picco di 867 Mbps e supporta caratteristiche tipiche della WLAN come MU-MIMO e 20/40/80 MHz di larghezza di canale.

Sicurezza

Lo Yoga C630 include un lettore di impronte digitali touch, che funziona velocemente e senza sforzo.

Accessori

Oltre all'adattatore USB-C AC da 45 W, tutte le attuali configurazioni del C630 includono anche una Lenovo Active Pen, che sfrutta la tecnologia N-Trig (concorrente della più diffusa Wacom, ma condivisa con la Surface Pen di Microsoft, che rende i due prodotti intercambiabili). Abbiamo testato versioni della Active Pen in recensioni precedenti, ma non ne abbiamo ricevuto una con l'unità di test C630 di oggi.

Manutenzione

Non c'è molta manutenzione possibile o addirittura necessaria sullo Yoga C630. Grazie a Lenovo, il pannello inferiore della macchina è rimovibile - è assicurato da nove viti Torx e da un assortimento di clip particolarmente resistenti lungo il perimetro - ma non c'è comunque molto da fare all'interno. Qui troverete solo la (massiccia) batteria, il dissipatore di calore, la minuscola scheda madre, i diffusori e..... tutto qui. L'archiviazione e la memoria sono entrambe saldate alla scheda e non possono essere sostituite o aggiornate, e non c'è nemmeno una ventola da pulire o sostituire.

Se si riesce ad aprire la macchina, non c'è molto da fare una volta dentro.
Se si riesce ad aprire la macchina, non c'è molto da fare una volta dentro.

Garanzia

Il Lenovo Yoga C630 include una garanzia di 1 anno. Come al solito, gli aggiornamenti sono disponibili a un costo aggiuntivo. Per informazioni specifiche per ogni paese, consultare l'articolo Garanzie e Politiche di restituzione.

Dispositivi di Input

Tastiera 

La comprovata competenza di Lenovo con i dispositivi di input trova pochi compromessi nello Yoga C630. A partire dalla tastiera (a grandezza naturale), in stile AccuType, le superfici dei tasti sono leggermente più grandi del normale (per evitare che i tasti non vengano premuti per sbaglio), e le superfici lisce sono comode al tatto. La visibilità è molto buona grazie al colore grigio scuro con etichette bianche; è disponibile anche una retroilluminazione a due livelli. La forza di azionamento è costante su tutta la larghezza della tastiera, anche per i tasti agli angoli come ESC e Delete. La corsa dei tasti è breve, ma il feedback è deciso, quindi non è troppo difficile adattarsi alla digitazione sul computer portatile dopo averci trascorso un breve periodo di tempo. I tasti sono silenziosi e si adattano bene agli ambienti d'ufficio e d'aula. Questa è sicuramente più paragonabile a una tastiera IdeaPad che a una tastiera ThinkPad superiore, ma è comunque buona.

La tastiera non è la migliore tra gli Ultrabooks, ma è comunque ben al di sopra della media.
La tastiera non è la migliore tra gli Ultrabooks, ma è comunque ben al di sopra della media.

Touchpad

Il Precision Touchpad funziona molto bene ed è abbastanza grande.
Il Precision Touchpad funziona molto bene ed è abbastanza grande.

Il grande touchpad Elan 105 x 69 mm utilizza driver Microsoft Precision ed è quindi reattivo come ci si aspetterebbe, praticamente senza ritardo e senza sforzo di interpretazione dei gesti. Forse di maggiore interesse, quindi, sono i pulsanti integrati; la parte inferiore del pad è cliccabile, e non abbiamo alcuna critica al movimento collaterale del cursore a seguito di pressioni. Il pad gestisce abilmente anche il blocco del tocco con il palmo della mano, quindi non c'è bisogno di preoccuparsi di problemi di digitazione mentre il touchpad è abilitato. Lo Yoga incorpora naturalmente anche un touchscreen.

Display

L'unica opzione di display per lo Yoga C630 è uno schermo IPS FHD (1920x1080) con una finitura lucida edge-to-edge. Alcune delle nostre normali misurazioni delle proprietà dello schermo non sono possibili a causa di incompatibilità software con il chipset, ma soggettivamente parlando, i colori appaiono moderatamente vividi, suggerendo una copertura decente dello spettro sRGB. Non può competere con i display aggiornati degli Ultrabook di fascia alta (come X1 Carbon/Extreme, Spectre 13 o XPS 13), ma è abbastanza buono per la maggior parte di utenti. L'effetto bleeding della retroilluminazione è visibile solo negli angoli, e non è molto pronunciato.

Subpixel array
Subpixel array
Effetto bleeding della retroilluminazione
Effetto bleeding della retroilluminazione
293.2
cd/m²
288.2
cd/m²
291.2
cd/m²
290.3
cd/m²
303
cd/m²
289.2
cd/m²
272.6
cd/m²
290.2
cd/m²
274.9
cd/m²
Distribuzione della luminosità
X-Rite i1Pro Basic 2
Massima: 303 cd/m² Media: 288.1 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 90 %
Al centro con la batteria: 303 cd/m²
Contrasto: 1782:1 (Nero: 0.17 cd/m²)
ΔE Color 6.93 | 0.4-29.43 Ø6.1
ΔE Greyscale 8.8 | 0.64-98 Ø6.3
Gamma: 1.855
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
M133NWF4-R0, IPS, 13.3, 1920x1080
Asus ZenBook 13 UX331UN
AU Optronics B133HAN04.9, IPS, 13.3, 1920x1080
Dell XPS 13 9370 FHD i5
SHP1484, IPS, 13.3, 1920x1080
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
LGD05B4 (LP133WF4-SPB8), IPS, 13.3, 1920x1080
HP Spectre x360 13t-ae000
LGD0588, IPS, 13.3, 3840x2160
Acer Chromebook R13 CB5-312T-K0YK
IPS, 13.3, 1920x1080
Response Times
11%
-29%
21%
-12%
19%
Response Time Grey 50% / Grey 80% *
42.4 (22, 20.4)
44 (22, 22)
-4%
62.4 (32.4, 30)
-47%
34 (16.4, 17.6)
20%
51.6 (25.6, 26)
-22%
38 (14, 24)
10%
Response Time Black / White *
32 (17.6, 14.4)
24 (13, 11)
25%
45.6 (24.4, 21.2)
-43%
25.2 (13.6, 11.6)
21%
32.4 (16.4, 16)
-1%
23 (5, 18)
28%
PWM Frequency
990.1 (98)
1008 (20)
2%
Screen
6%
19%
-10%
16%
-17%
Brightness middle
303
329
9%
428
41%
301
-1%
329.8
9%
192
-37%
Brightness
288
306
6%
405
41%
295
2%
318
10%
204
-29%
Brightness Distribution
90
86
-4%
87
-3%
91
1%
74
-18%
88
-2%
Black Level *
0.17
0.3
-76%
0.26
-53%
0.36
-112%
0.25
-47%
0.23
-35%
Contrast
1782
1097
-38%
1646
-8%
836
-53%
1319
-26%
835
-53%
Colorchecker DeltaE2000 *
6.93
4.07
41%
3.8
45%
6.02
13%
2.37
66%
Colorchecker DeltaE2000 max. *
11.61
7.05
39%
7.2
38%
11.36
2%
4.08
65%
Greyscale DeltaE2000 *
8.8
2.76
69%
4.4
50%
2.9
67%
2.8
68%
3.99
55%
Gamma
1.855 119%
2.56 86%
2.21 100%
1.96 112%
2.145 103%
2.45 90%
CCT
6248 104%
6915 94%
7067 92%
6408 101%
6441 101%
6380 102%
Color Space (Percent of AdobeRGB 1998)
56
62.8
61.38
67
Color Space (Percent of sRGB)
86
96.4
83.92
98
Colorchecker DeltaE2000 calibrated *
4.74
Media totale (Programma / Settaggio)
9% / 7%
-5% / 6%
6% / -4%
2% / 10%
1% / -8%

* ... Meglio usare valori piccoli

Anche la luminosità e il contrasto sembrano per lo più buoni, e le nostre misure sono d'accordo: registriamo 288 cd/m² di luminosità media con una buona distribuzione del 90% sul pannello e un ottimo rapporto di contrasto di 1782:1 (valore nero: 0.17 cd/m²). Questo, combinato con la copertura cromatica ragionevolmente buona e la finitura lucida, rende l'immagine piuttosto incisiva nonostante la luminosità solo mediocre.

La nostra analisi con il software di calibrazione professionale CalMAN rivela i valori di Colorchecker e Greyscale DeltaE di 6.93 e 8.8, nessuno dei quali è elevato, anche se certamente non è terribile. Il max Colorchecker DeltaE di 11.61 è sostenuto da White, che tente un po' sul lato giallastro. Anche la gamma devia leggermente verso il basso con appena 1.855 (2.2 è l'ideale), anche se la media CCT di 6248 (ideale: 6500) indica una buona temperatura di colore complessiva del pannello. La maggior parte degli altri (più costosi) display per Ultrabook nel campo del confronto odierno sono migliori, sia in termini di luminosità/contrasto che di riproduzione del colore. Tuttavia, lo Yoga C630 è per lo più inoffensivo nelle sue prestazioni, e la maggior parte degli utenti non si preoccuperà dei suoi difetti.

Analisi Colore
Analisi Colore
Saturation sweeps
Saturation sweeps
Analisi scala di grigi
Analisi scala di grigi

Tempi di risposta del Display

I tempi di risposta del display mostrano quanto sia veloce lo schermo a cambaire da un colore all'altro. Tempi di risposta lenti possono creare sovrapposizioni negloi oggetti in movimento. Specialmente i giocatori patiti del 3D dovrebbero usare uno schermo con tempi di risposta bassi.
       Tempi di risposta dal Nero al Bianco
32 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 17.6 ms Incremento
↘ 14.4 ms Calo
Lo schermo mostra tempi di risposta lenti nei nostri tests e sarà insoddisfacente per i gamers.
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.8 (minimo) a 240 (massimo) ms. » 81 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono peggiori rispetto alla media di tutti i dispositivi testati (25.4 ms).
       Tempo di risposta dal 50% Grigio all'80% Grigio
42.4 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 22 ms Incremento
↘ 20.4 ms Calo
Lo schermo mostra tempi di risposta lenti nei nostri tests e sarà insoddisfacente per i gamers.
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.9 (minimo) a 636 (massimo) ms. » 58 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono simili alla media di tutti i dispositivi testati (40.5 ms).

Sfarfallio dello schermo / PWM (Pulse-Width Modulation)

Per ridurre la luminosità dello schermo, alcuni portatili accendono e spengono la retroilluminazione in rapida successione - un metodo chiamato Pulse Width Modulation (PWM). Questa frequenza di ciclo a livello ideale non dovrebbe essere percepibile dall'occhi umano. Se tale frequenza è troppo bassa, gli utenti con occhi sensibili potrebbero stancarsi gli occhi o avere mal di testa o anche notare uno sfarfallio.
flickering dello schermo / PWM rilevato 990.1 Hz ≤ 98 % settaggio luminosita'

Il display sfarfalla a 990.1 Hz (Probabilmente a causa dell'uso di PWM) Flickering rilevato ad una luminosita' di 98 % o inferiore. Non dovrebbe verificarsi flickering o PWM sopra questo valore di luminosita'.

La frequenza di 990.1 Hz è abbastanza alta, quindi la maggioranza degli utenti sensibili al PWM non dovrebbero notare alcun flickering.

In confronto: 51 % di tutti i dispositivi testati non utilizza PWM per ridurre la luminosita' del display. Se è rilevato PWM, una media di 9596 (minimo: 43 - massimo: 142900) Hz è stata rilevata.

I tempi di risposta dei pannelli sono lenti, come spesso accade per i display IPS non gaming. Abbiamo anche rilevato il PWM in uso a tutti i livelli di luminosità inferiori al 98% (essenzialmente la piena luminosità), ma la frequenza di 990,1 Hz è abbastanza alta da non disturbare gli utenti più sensibili.

All'esterno, il display ha difficoltà a causa della sua finitura lucida. Le aree ombreggiate sono ottime a condizione che si presti attenzione ad accettare il riverbero di qualsiasi sorgente luminosa. Gli angoli di visualizzazione sono eccellenti, come ci si aspetta da un display IPS.

Al sole
Al sole
All'ombra
All'ombra
Angoli di visuale
Angoli di visuale

Prestazioni

Il convertibile Yoga C630 WOS di Lenovo è solo la seconda macchina sul mercato a incorporare la piattaforma di calcolo mobile Snapdragon 850 di Qualcomm (il primo è il Galaxy Book 2 di Samsung). Qualcomm sta lottando per la quota di mercato di Intel con l'aiuto della loro architettura ARM ultra-efficiente (aiutato da un processo di seconda generazione da 10 nm di Samsung) e piccoli bonus come "always-on, always-connected" (Connected Standby). Connected Standby permette alla macchina di entrare in una sorta di stato di sonno ibrido, dove le connessioni dati hanno ancora luogo e il computer portatile è immediatamente svegliabile attraverso l'apertura del coperchio del display o la pressione del pulsante di accensione. Tali caratteristiche sono state date per scontate da tempo su telefoni e tablet onnipresenti, ma non sono ancora diventate comuni sui computer portatili. Una volta sperimentato, è vero che è piuttosto faticoso tornare ai convenzionali sistemi sleeping S3 (o, Dio non voglia, di ibernazione S4), che richiedono almeno qualche secondi per riattivarsi. Lo Yoga C630 è un compagno insolitamente comodo per i guerrieri di strada e l'uso in classe in questo senso; basta aprirlo, usarlo per un momento e richiuderlo senza doversi preoccupare di un ritardo nei cicli sonno/veglia.

Come abbiamo accennato in precedenza, ciò che si sceglie è ciò con cui si è bloccati quando si tratta dei componenti interni del C630; non sono possibili aggiornamenti alla RAM o alla memoria.

Cinebench R10
Cinebench R10
Cinebench R11.5
Cinebench R11.5
7-zip
7-zip
Jetstream
Jetstream
Octane
Octane
wPrime
wPrime

Processore

Lo Snapdragon 850 octacore del C630 ha una velocità di clock fino a 2,96 GHz (8x Kryo 385 CPU) con architettura a 64 bit. Qualcomm dichiara che lo Snapdragon 850 garantisce un aumento del 25% della durata della batteria e del 30% in più di velocità di grafica/elaborazione rispetto alla precedente generazione di Snapdragon 835, per non parlare del consumo energetico in standby 4-5 volte inferiore rispetto alle soluzioni concorrenti. Questa è una buona notizia, perché lo Snapdragon 835 non era esattamente il più veloce dei chip rispetto alle sue controparti Intel.

A parte i problemi di velocità, dato che si tratta di un processore basato su ARM, si applicano compromessi di compatibilità. Durante i nostri test, una serie questi si sono rifiutati di partire,  costringendoci ad affidarci ad altri dati per la valutazione delle capacità della macchina. È vero che la stragrande maggioranza delle applicazioni convenzionali funzionerà, ma non aspettatevi una compatibilità a livello x86. La macchina è dotata di Windows 10 S Mode abilitato di default, nel quale solo le applicazioni acquisite da Windows Store funzioneranno sulla macchina (per ragioni di prestazioni, efficienza e sicurezza). Ma è banale passare dalla modalità S e "aggiornare" a Windows 10 Pro completo, a patto che si tenga presente che si tratta di una strada a senso unico.

Anche le applicazioni di benchmarking che hanno funzionato sulla nostra macchina di prova in generale ma non sono state in grado di misurare le prestazioni specifiche di ARM, con l'eccezione di Geekbench 4. I test convenzionali come le routine Cinebench, wPrime e super Pi non sono gentili con lo Snapdragon 850, che ha solo la possibilità di brillare quando è immerso nei confini della sua architettura specifica. Ad esempio, nel Geekbench 4, il C630 ottiene 2234 punti (singolo) e 6980 (multi) quando opera in modalità ARM - ma in x86, i punteggi scendono a circa la metà: solo 1296 (singolo) e 3386 (multi).

Un rapido test di un video 4K a 60 fps da YouTube in Chrome ha rivelato una corretta accelerazione hardware in gioco: L'utilizzo della CPU è salito a circa il 13-16% in Chrome, ma il processo di decodifica della GPU Adreno 630 è salito all'80%. Il video è stato riprodotto senza intoppi o interruzioni.

Cinebench R11.5
CPU Single 64Bit
HP Spectre x360 13t-ae000
Intel Core i7-8550U
1.76 Points ∼72%
Asus ZenBook 13 UX331UN
Intel Core i7-8550U
1.72 Points ∼70%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel Core i5-8250U
1.57 Points ∼64%
Media della classe Convertible
  (0.24 - 2.01, n=215)
1.114 Points ∼46%
CPU Multi 64Bit
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel Core i5-8250U
6.52 Points ∼24%
Asus ZenBook 13 UX331UN
Intel Core i7-8550U
6.29 Points ∼23%
HP Spectre x360 13t-ae000
Intel Core i7-8550U
5.35 Points ∼20%
Media della classe Convertible
  (0.45 - 8.56, n=224)
2.78 Points ∼10%
Cinebench R10
Rendering Single 32Bit
Asus ZenBook 13 UX331UN
Intel Core i7-8550U
6418 Points ∼59% +450%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel Core i5-8250U
5528 Points ∼51% +374%
Media della classe Convertible
  (466 - 7508, n=237)
3334 Points ∼31% +186%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850
1166 Points ∼11%
Media Qualcomm Snapdragon 850
 
1166 Points ∼11% 0%
Rendering Multiple CPUs 32Bit
Asus ZenBook 13 UX331UN
Intel Core i7-8550U
19873 Points ∼40% +770%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel Core i5-8250U
19802 Points ∼40% +767%
Media della classe Convertible
  (706 - 24180, n=233)
7666 Points ∼15% +236%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850
2284 Points ∼5%
Media Qualcomm Snapdragon 850
 
2284 Points ∼5% 0%
wPrime 2.0x - 1024m
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850
1456 s * ∼17%
Media Qualcomm Snapdragon 850
 
1456 s * ∼17% -0%
Media della classe Convertible
  (245 - 3227, n=110)
816 s * ∼10% +44%
HP Spectre x360 13t-ae000
Intel Core i7-8550U
435 s * ∼5% +70%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel Core i5-8250U
402.09 s * ∼5% +72%
Super Pi Mod 1.5 XS 32M - ---
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850
1678 Seconds * ∼7%
Media della classe Convertible
  (0.046 - 64540, n=1352)
1588 Seconds * ∼7% +5%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel Core i5-8250U
782.59 Seconds * ∼3% +53%
HP Spectre x360 13t-ae000
Intel Core i7-8550U
601 Seconds * ∼3% +64%
Media Qualcomm Snapdragon 850
  (34 - 1678, n=3)
596 Seconds * ∼3% +64%
Geekbench 4.3
64 Bit Multi-Core Score
Asus ZenBook 13 UX331UN
Intel Core i7-8550U
13897 Points ∼38% +95%
Media della classe Convertible
  (2296 - 15464, n=34)
8957 Points ∼25% +26%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850
7118 Points ∼20%
Media Qualcomm Snapdragon 850
 
7118 Points ∼20% 0%
64 Bit Single-Core Score
Asus ZenBook 13 UX331UN
Intel Core i7-8550U
4700 Points ∼74% +107%
Media della classe Convertible
  (880 - 4977, n=34)
3413 Points ∼54% +50%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850
2269 Points ∼36%
Media Qualcomm Snapdragon 850
 
2269 Points ∼36% 0%

* ... Meglio usare valori piccoli

Cinebench R10 Shading 32Bit
257
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
2284
Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
1166
Cinebench R11.5 CPU Multi 32Bit
1.1 Points
Cinebench R11.5 CPU Single 32Bit
0.51 Points
Aiuto

Cinebench R11.5 premia il C630 con soli 0,51 punti / 1,1 punti nella categoria single e multi-core, con una media di 1,107 e 2,76 punti, o 117% / 151% in più. Il C630 ha impiegato quasi tre volte più tempo (1456 s) dello Yoga 730 per completare il calcolo di 1024m in wPrime 2.0, e non ha completato il super Pi fino al 1678 s (contro i 783 s dello Yoga 730). Detto chiaramente, nelle odierne applicazioni ottimizzate per 86 applicazioni ottimizzate, lo Snapdragon 850 non può competere con i chip di Intel. Ma per i compiti di base e tutto ciò che è ottimizzato per l'architettura ARM, andrà benissimo.

Un'altra nota veloce: poiché non siamo stati in grado di eseguire Cinebench R15 su questa macchina, non abbiamo potuto completare il nostro solito test CB15 multi-CPU loop. Invece, valuteremo/progetteremo le probabili implicazioni di carichi sostenuti sulla macchina più avanti nella nostra sezione Stress Test.

Geekbench ARM
Geekbench ARM
Geekbench x86
Geekbench x86

Prestazioni di Sistema

Le misurazioni di PCMark, ancora una volta focalizzate sul funzionamento x86, sono significativamente inferiori a quelle della concorrenza. Mentre lo Yoga 730 gestisce 4031 punti nel suo PCMark 10, lo Snapdragon-powered C630 segna solo 1363, circa 1/3. Anche il resto del gruppo è almeno il doppio più veloce, con lo ZenBook 13 che si avvicina di più al C630 con 3160 punti - ancora il 132% avanti. PCMark 8 concorda, assegnando al C630 un Work Score di 1118 punti e un Home Score di 1347, di nuovo, il secondo che è vicino ai margini del PCMark 10, e il primo che è ancora più lontano dal segno.

Anche queste discrepanze sono in parte dovute alla velocità di archiviazione, come vedremo nella prossima sezione. Ma sicuramente le velocità di elaborazione sono un componente sostanziale, dal momento che in precedenza abbiamo visto molte macchine con unità di memorizzazione più lente (o comparabili) hanno dato risultati migliori nei test sintetici di PCMark.

Ma che dire delle prestazioni soggettive? Si tratta di qualcosa di misto a dire il vero. Alcune operazioni, come l'avvio del sistema operativo, lo sleep/resume (che abbiamo coperto in precedenza, potenziato dalle funzionalità Connected Standby), applicazioni ottimizzate ARM (come Microsoft Office, Edge, ecc.), e la navigazione generale all'interno di Windows sembrano piacevoli e veloci. Altri, come l'installazione di molti programmi, l'esecuzione della maggior parte dei benchmark e applicazioni di terze parti come Adobe Creative Suite a volte sembrano incredibilmente lenti, tuttavia. È una strana dicotomia di esperienze insieme all'impressionante fattore forma, al raffreddamento passivo e al prezzo relativamente alto del C630. Il vostro rendimento può variare, in particolare in relazione al vostro profilo di utilizzo.

PCMark 10
PCMark 10
PCMark 8 Home Accelerated
PCMark 8 Home Accelerated
PCMark 8 Work Accelerated
PCMark 8 Work Accelerated
PCMark 10
Productivity
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
6653 Points ∼69% +297%
Dell XPS 13 9370 FHD i5
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
5926 Points ∼61% +254%
Asus ZenBook 13 UX331UN
GeForce MX150, 8550U, SK Hynix HFS256G39TND-N210A
5664 Points ∼58% +238%
HP Spectre x360 13t-ae000
UHD Graphics 620, 8550U, Liteon CA1-8D256-HP
5253 Points ∼54% +214%
Media della classe Convertible
  (1121 - 7045, n=83)
5092 Points ∼53% +204%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Adreno 630, 850
1674 Points ∼17%
Media Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
 
1674 Points ∼17% 0%
Essentials
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
9289 Points ∼87% +206%
Dell XPS 13 9370 FHD i5
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
7988 Points ∼75% +163%
HP Spectre x360 13t-ae000
UHD Graphics 620, 8550U, Liteon CA1-8D256-HP
7376 Points ∼69% +143%
Asus ZenBook 13 UX331UN
GeForce MX150, 8550U, SK Hynix HFS256G39TND-N210A
6855 Points ∼64% +126%
Media della classe Convertible
  (2489 - 9291, n=83)
6731 Points ∼63% +122%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Adreno 630, 850
3034 Points ∼28%
Media Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
 
3034 Points ∼28% 0%
Score
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
4081 Points ∼53% +199%
Dell XPS 13 9370 FHD i5
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
3764 Points ∼48% +176%
HP Spectre x360 13t-ae000
UHD Graphics 620, 8550U, Liteon CA1-8D256-HP
3313 Points ∼43% +143%
Asus ZenBook 13 UX331UN
GeForce MX150, 8550U, SK Hynix HFS256G39TND-N210A
3160 Points ∼41% +132%
Media della classe Convertible
  (872 - 4347, n=84)
3063 Points ∼39% +125%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Adreno 630, 850
1363 Points ∼18%
Media Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
 
1363 Points ∼18% 0%
PCMark 8
Work Score Accelerated v2
Dell XPS 13 9370 FHD i5
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
4906 Points ∼75% +339%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
4901 Points ∼75% +338%
Asus ZenBook 13 UX331UN
GeForce MX150, 8550U, SK Hynix HFS256G39TND-N210A
4811 Points ∼74% +330%
HP Spectre x360 13t-ae000
UHD Graphics 620, 8550U, Liteon CA1-8D256-HP
4149 Points ∼64% +271%
Media della classe Convertible
  (1007 - 5281, n=213)
3663 Points ∼56% +228%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Adreno 630, 850
1118 Points ∼17%
Media Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
 
1118 Points ∼17% 0%
Home Score Accelerated v2
Dell XPS 13 9370 FHD i5
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
3994 Points ∼66% +197%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
UHD Graphics 620, 8250U, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
3895 Points ∼64% +189%
Asus ZenBook 13 UX331UN
GeForce MX150, 8550U, SK Hynix HFS256G39TND-N210A
3780 Points ∼62% +181%
HP Spectre x360 13t-ae000
UHD Graphics 620, 8550U, Liteon CA1-8D256-HP
3306 Points ∼54% +145%
Media della classe Convertible
  (741 - 4741, n=260)
2748 Points ∼45% +104%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Adreno 630, 850
1347 Points ∼22%
Media Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
 
1347 Points ∼22% 0%
PCMark 8 Home Score Accelerated v2
1347 punti
PCMark 8 Work Score Accelerated v2
1118 punti
Aiuto

Dispositivi di archiviazione

CrystalDiskMark 5.2
CrystalDiskMark 5.2

Lo Yoga C630 sfrutta l'ultima generazione di eUFS di Samsung per l'archiviazione. Universal Flash Storage si trova a metà strada tra eMMC e SSD storage in termini di prestazioni, eUFS (che utilizza la versione 3.0 dello standard UFS) è tra le soluzioni più veloci sul mercato. Mentre le velocità di lettura sequenziale del chip flash incorporato nella nostra unità di prova lo confermano (890,2 MB/s in CDM 5.2 Seq Q32T1), il resto delle statistiche rivela rapidamente un gap nelle prestazioni di archiviazione. Mentre le velocità di scrittura su tutta la scheda sono semplicemente mediocri (223,2 MB/s Seq Q32T1), questa discrepanza è più evidente nelle prestazioni in 4K (sia QD 1 che 32): misuriamo solo 42,55 MB/s e 38,34 MB/s in Read/Write 4K Q32T1, quasi 1/10 delle prestazioni di alcuni concorrenti. In confronto, lo Yoga 730 raggiunge 345 MB/s e 377,9 MB/s nello stesso benchmark - circa 9 volte più veloce.

Evidenziamo che la memoria del C630 non può essere aggiornata o sostituita - e non è disponibile neanche uno slot per schede SD, quindi siete fondamentalmente bloccati con la soluzione eUFS interna di serie, a meno che non scegliate di portare con voi un SSD esterno di qualche tipo. E' bene per l'uso quotidiano, ma le sue insufficienze possono sicuramente essere sentite durante qualsiasi I/O più pesante.

Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
 
Asus ZenBook 13 UX331UN
SK Hynix HFS256G39TND-N210A
Dell XPS 13 9370 FHD i5
Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Toshiba XG5 KXG50ZNV256G
HP Spectre x360 13t-ae000
Liteon CA1-8D256-HP
CrystalDiskMark 5.2 / 6
Write 4K
20.53
78.41
282%
128.22
525%
148.5
623%
129.5
531%
Read 4K
16.91
30.77
82%
48.09
184%
27.48
63%
37.8
124%
Write Seq
224
264.5
18%
1088.31
386%
395.5
77%
1008
350%
Read Seq
669.2
465.7
-30%
1876.58
180%
1967
194%
1582
136%
Write 4K Q32T1
38.34
262.8
585%
367.07
857%
345
800%
410
969%
Read 4K Q32T1
42.55
283.8
567%
411.88
868%
377.9
788%
493.4
1060%
Write Seq Q32T1
223.2
262.7
18%
1077.6
383%
425.5
91%
1029
361%
Read Seq Q32T1
890.2
558.5
-37%
2770.7
211%
2500
181%
2429
173%
CDM 5/6 Read Seq Q32T1: 890.2 MB/s
CDM 5/6 Write Seq Q32T1: 223.2 MB/s
CDM 5/6 Read 4K Q32T1: 42.55 MB/s
CDM 5/6 Write 4K Q32T1: 38.34 MB/s
CDM 5 Read Seq: 669.2 MB/s
CDM 5 Write Seq: 224 MB/s
CDM 5/6 Read 4K: 16.91 MB/s
CDM 5/6 Write 4K: 20.53 MB/s

Prestazioni GPU/Gaming

La soluzione Snapdragon 850 Mobile Compute Platform è costituita dalla GPU Qualcomm Adreno 630, che Qualcomm sostiene essere più veloce di circa il 30% rispetto alla generazione precedente. Le prestazioni dei nostri benchmark sono ancora una volta di gran lunga inferiori a quelle dei chip Intel, ma ci sono un paio di benchmarks che mostrano le possibilità della nuova piattaforma. In particolare, 3DMark Fire Strike ha ottenuto 821 punti Adreno, che è solo il 23% al di sotto di HP Spectre 13 x360 e il 25% al di sotto di Dell XPS 13. Altri punti di riferimento sono meno positivi, come 3DMark Ice Storm, dove Yoga 630 riesce a segnare solo 23980 punti - meno di un terzo dei 79073 punti dello Yoga 730.

Un certo numero di altri benchmark non sono stati eseguiti per motivi di compatibilità, tra cui 3DMark 06, 3DMark 11, 3DMark Vantage e Cinebench R15. Naturalmente, il gaming non è comunque molto probabile a causa al raffreddamento passivo del chipset (che rende problematica la performance sostenuta con carichi pesanti); Bioshock Infinite ha funzionato, ma ha raggiunto solo 20 fps su bassi (1280x720, Very Low preset) ingiocabile, ed è un gioco del 2013.

Quindi, non sorprende quindi che le capacità migliorate della GPU di Adreno, oltre alle prestazioni accelerate delle applicazioni, come i browser web e i programmi di editing delle immagini, non sono in grado di apportare benefici all'utente nella maggior parte dei casi.

3DMark Ice Storm
3DMark Ice Storm
3DMark Ice Storm Extreme
3DMark Ice Storm Extreme
3DMark Ice Storm Unlimited
3DMark Ice Storm Unlimited
3DMark Cloud Gate
3DMark Cloud Gate
3DMark Sky Diver
3DMark Sky Diver
3DMark Fire Strike
3DMark Fire Strike
3DMark
1920x1080 Fire Strike Graphics
Asus ZenBook 13 UX331UN
NVIDIA GeForce MX150, 8550U
2826 Points ∼7% +244%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel UHD Graphics 620, 8250U
1211 Points ∼3% +48%
Dell XPS 13 9370 FHD i5
Intel UHD Graphics 620, 8250U
1100 Points ∼3% +34%
HP Spectre x360 13t-ae000
Intel UHD Graphics 620, 8550U
1064 Points ∼3% +30%
Media della classe Convertible
  (132 - 5965, n=221)
974 Points ∼2% +19%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Adreno 630, 850
821 Points ∼2%
Media Qualcomm Adreno 630
 
821 Points ∼2% 0%
1280x720 Sky Diver Score
Asus ZenBook 13 UX331UN
NVIDIA GeForce MX150, 8550U
8645 Points ∼15% +251%
Media della classe Convertible
  (417 - 16235, n=71)
3592 Points ∼6% +46%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Adreno 630, 850
2463 Points ∼4%
Media Qualcomm Adreno 630
 
2463 Points ∼4% 0%
1280x720 Cloud Gate Standard Graphics
Asus ZenBook 13 UX331UN
NVIDIA GeForce MX150, 8550U
18346 Points ∼10% +189%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel UHD Graphics 620, 8250U
9852 Points ∼5% +55%
HP Spectre x360 13t-ae000
Intel UHD Graphics 620, 8550U
8112 Points ∼4% +28%
Media della classe Convertible
  (1023 - 37388, n=272)
6471 Points ∼4% +2%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Adreno 630, 850
6347 Points ∼3%
Media Qualcomm Adreno 630
 
6347 Points ∼3% 0%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Score
Asus ZenBook 13 UX331UN
NVIDIA GeForce MX150, 8550U
117190 Points ∼50% +310%
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel UHD Graphics 620, 8250U
82310 Points ∼35% +188%
HP Spectre x360 13t-ae000
Intel UHD Graphics 620, 8550U
72880 Points ∼31% +155%
Media della classe Convertible
  (11467 - 159588, n=88)
61188 Points ∼26% +114%
Media Qualcomm Adreno 630
  (28598 - 65330, n=28)
59977 Points ∼26% +110%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Adreno 630, 850
28598 Points ∼12%
Acer Chromebook R13 CB5-312T-K0YK
PowerVR GX6250, MT8173C
16197 Points ∼7% -43%
1920x1080 Ice Storm Extreme Graphics
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel UHD Graphics 620, 8250U
55131 Points ∼8% +98%
Media della classe Convertible
  (1618 - 81315, n=67)
35409 Points ∼5% +27%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Adreno 630, 850
27848 Points ∼4%
Media Qualcomm Adreno 630
 
27848 Points ∼4% 0%
1280x720 Ice Storm Standard Score
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
Intel UHD Graphics 620, 8250U
79073 Points ∼7% +230%
Media della classe Convertible
  (2450 - 81504, n=206)
36021 Points ∼3% +50%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Adreno 630, 850
23980 Points ∼2%
Media Qualcomm Adreno 630
 
23980 Points ∼2% 0%
3DMark Ice Storm Standard Score
23980 punti
3DMark Cloud Gate Standard Score
3108 punti
3DMark Fire Strike Score
770 punti
Aiuto
BioShock Infinite
1920x1080 Ultra Preset, DX11 (DDOF)
Media della classe Convertible
  (2.7 - 60, n=133)
10.4 fps ∼100% +160%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
4 fps ∼38%
Media Qualcomm Adreno 630
 
4 fps ∼38% 0%
1366x768 High Preset
Media della classe Convertible
  (2.1 - 149, n=178)
24.9 fps ∼100% +92%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
13 fps ∼52%
Media Qualcomm Adreno 630
 
13 fps ∼52% 0%
1366x768 Medium Preset
Media della classe Convertible
  (5.2 - 168, n=194)
28.5 fps ∼100% +104%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
14 fps ∼49%
Media Qualcomm Adreno 630
 
14 fps ∼49% 0%
1280x720 Very Low Preset
Media della classe Convertible
  (8.35 - 247, n=195)
48.7 fps ∼100% +144%
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
Qualcomm Snapdragon 850, Qualcomm Adreno 630
20 fps ∼41%
Media Qualcomm Adreno 630
 
20 fps ∼41% 0%
basso medio alto ultra
BioShock Infinite (2013) 2014134fps
Thief (2014) 6553fps

Emissioni

Rumorosità di Sistema

Lo Yoga C630 è una macchina raffreddata passivamente (senza ventola) e quindi completamente silenziosa. Durante i nostri test non abbiamo rilevato alcun rumore elettrico dall'unità in nessun punto.

Temperature

Come abbiamo detto in precedenza, lo Yoga C630 impiega solo un dissipatore di calore per raffreddare il suo chipset. Questo approccio può portare a difficoltà con carichi sostenuti, ma il C630 riesce a rimanere ragionevolmente fresco anche con carichi più pesanti, con temperature medie di soli 26,8 °C e 29,2 °C rispettivamente sulla parte superiore e inferiore. Punti caldi di 36 °C / 38,2 °C esistono nei quadranti centrali superiori inferiori (in quanto è qui che si trova il processore), ma i due quadranti adiacenti rimangono abbastanza freschi al tatto da rendere pratico l'uso sulle ginocchia in qualsiasi scenario. Nel frattempo, al minimo, le medie sono solo 24,3 °C / 26 °C in alto/basso (rispetto alle temperature ambiente di 20 °C).

Carico massimo
 28.4 °C36 °C31.6 °C 
 24 °C27.6 °C26.8 °C 
 22 °C21.8 °C23 °C 
Massima: 36 °C
Media: 26.8 °C
32.8 °C38.2 °C30 °C
28.2 °C30.6 °C26.8 °C
25.8 °C25.4 °C25.2 °C
Massima: 38.2 °C
Media: 29.2 °C
Alimentazione (max)  30 °C | Temperatura della stanza 20 °C | Fluke 62 Mini IR Thermometer
(+) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 26.8 °C / 80 F, rispetto alla media di 30.3 °C / 87 F per i dispositivi di questa classe Convertible.
(+) La temperatura massima sul lato superiore è di 36 °C / 97 F, rispetto alla media di 35.4 °C / 96 F, che varia da 21.8 a 55.7 °C per questa classe Convertible.
(+) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 38.2 °C / 101 F, rispetto alla media di 36.5 °C / 98 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 24.3 °C / 76 F, rispetto alla media deld ispositivo di 30.3 °C / 87 F.
(+) The palmrests and touchpad are cooler than skin temperature with a maximum of 23 °C / 73.4 F and are therefore cool to the touch.
(+) The average temperature of the palmrest area of similar devices was 29 °C / 84.2 F (+6 °C / 10.8 F).
Lato superiore dell'unità base (idle)
Lato superiore dell'unità base (idle)
Lato inferiore (idle)
Lato inferiore (idle)
Lato superiore dell'unità base (carico massimo)
Lato superiore dell'unità base (carico massimo)
Lato inferiore (carico massimo)
Lato inferiore (carico massimo)

Stress Test

L'analisi dello Yoga C630 sotto stress sintetico si è rivelata impegnativa a causa di problemi di compatibilità software. In primo luogo, non siamo riusciti a stressare sinteticamente la GPU, ma questo non ha avuto importanza perché non siamo riusciti a trovare un modo per leggere in modo affidabile le velocità di clock correnti della GPU. Le temperature sono state sempre la stessa cosa: per quanto ne sappiamo, non esiste al momento alcun software in grado di riportare con precisione la temperatura del processore Snapdragon.

Così, invece, abbiamo deciso di applicare lo stress completo della CPU (che ha funzionato) e monitorare i valori di clock per un periodo prolungato. Qui, vediamo la CPU inizialmente raggiungere i 2.1 GHz con circa l'80% di utilizzo per un paio di secondi preziosi prima che si abbassi immediatamente a 1.9 - 2.06 GHz con un utilizzo medio di ~63%. Le fluttuazioni nell'utilizzo diventano più pronunciate con il passare del tempo (vedi il nostro screenshot, che mostra l'operazione sotto stress per circa un minuto; nota i picchi e le valli).

Le prestazioni si degradano solo marginalmente dopo circa 15 minuti di funzionamento, anche se l'arresto del test sembrava causare un intoppo alla GPU, dato che tutti i video si sono congelati per circa 60 secondi prima che la macchina riprendesse improvvisamente vita. Quindi sembrano esserci delle variazioni più profonde nel gaming associate al chipset Qualcomm che si avvicina al sistema operativo Windows, per quanto insolite o improbabili possano essere.

CPU stress dopo 1 minuto
CPU stress dopo 1 minuto
CPU stress dopo 15 minuti
CPU stress dopo 15 minuti

Casse

Gli altoparlanti dello Yoga C630 non sono niente male. Gestiscono livelli di volume decenti con un volume misurato di 78.88 dB, ma il suono è tutt'altro che lineare su tutto lo spettro. Come spesso suggeriamo per questi piccoli computer portatili, se c'è in serbo qualche tipo di ascolto prolungato, un buon paio di cuffie è consigliabile.

Gli altoparlanti montati sulla parte superiore sono abbastanza potenti......
Gli altoparlanti montati sulla parte superiore sono abbastanza potenti......
....ma sono notevolmente sbilanciati nel loro profilo sonoro.
....ma sono notevolmente sbilanciati nel loro profilo sonoro.
dB(A) 0102030405060708090Deep BassMiddle BassHigh BassLower RangeMidsHigher MidsLower HighsMid HighsUpper HighsSuper Highs2035.235.335.2253534.9353131.232.631.24031.531.331.55030.631.230.66330.529.630.5802930.12910028.828.528.812530.628.330.616038.127.538.120039.626.639.625040.825.640.831541.825.741.840045.124.645.15004824.94863049.624.649.680051.123.951.110006123.661125070.523.670.5160074.723.374.7200071.623.371.6250062.123.462.1315057.123.257.1400045.823.145.8500044.223.144.263005723.257800062.42362.41000060.222.960.21250045.222.845.21600029.822.829.8SPL78.935.678.9N31.52.531.5median 48median 23.6median 48Delta10.20.910.234.230.529.729.430.228.43028.227.529.126.82824.925.723.832.12335.121.948.621.752.62157.419.558.119.158.718.262.718.26517.371.917.371.816.772.11672.615.672.715.968.616.168.916.465.916.571.616.973.717.172.617.167.217.163.71755.329.182.81.255.8median 17.1median 65.91.58.6hearing rangehide median Pink NoiseLenovo Yoga C630 (Snapdragon)Dell XPS 13 9370 FHD i5
Frequency diagram (checkboxes can be checked and unchecked to compare devices)
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon) analisi audio

(±) | speaker loudness is average but good (78.88 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(±) | reduced bass - on average 11.4% lower than median
(±) | linearity of bass is average (8.9% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(±) | higher mids - on average 11.7% higher than median
(-) | mids are not linear (18.5% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(±) | higher highs - on average 9.3% higher than median
(-) | highs are not linear (28% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(-) | overall sound is not linear (44.1% difference to median)
Compared to same class
» 98% of all tested devices in this class were better, 1% similar, 1% worse
» The best had a delta of 11%, average was 22%, worst was 53%
Compared to all devices tested
» 99% of all tested devices were better, 0% similar, 1% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Dell XPS 13 9370 FHD i5 analisi audio

(+) | speakers can play relatively loud (82.8 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 18.6% lower than median
(±) | linearity of bass is average (11.1% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(±) | higher mids - on average 5.3% higher than median
(+) | mids are linear (3.8% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(+) | balanced highs - only 3.9% away from median
(+) | highs are linear (6.4% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (17.3% difference to median)
Compared to same class
» 42% of all tested devices in this class were better, 5% similar, 53% worse
» The best had a delta of 8%, average was 20%, worst was 50%
Compared to all devices tested
» 26% of all tested devices were better, 6% similar, 68% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Gestione Energetica

Consumo Energetico

Forse una premonizione di cosa aspettarci nella nostra sezione dedicata alla durata della batteria, le misurazioni del consumo energetico dello Yoga C630 non sono così basse come ci saremmo aspettati. La media di inattività di 7.7 W è in realtà superiore sia all'Asus ZenBook 13 che all'XPS 13, ma sotto carico, il consumo medio di 13.8 W è ben al di sotto di quello di tutti i concorrenti, ad eccezione dell'Acer Chromebook R13 equipaggiato con MT8173C, che è ancora solo leggermente meno affamato di potenza (11 W), a prescindere dalle velocità dello Snapdragon molto più potenti.

Vale la pena ricordare che tutte le misurazioni odierne sono state eseguite (per necessità nella maggior parte dei casi) al di fuori della modalità Windows 10 S (e quindi nella modalità convenzionale Windows 10), quindi ci si può aspettare una migliore efficienza energetica nella modalità "stock" Windows 10 S - anche se dubitiamo che la maggior parte degli utenti resterà lì indipendentemente dalle severe limitazioni applicative.

Consumo Energetico, 3DMark
Consumo Energetico, 3DMark
Consumo Energetico, Prime95
Consumo Energetico, Prime95
Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.35 / 2.3 Watt
Idledarkmidlight 4.4 / 7.7 / 7.8 Watt
Sotto carico midlight 13.8 / 19.3 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Metrahit Energy
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
850, Adreno 630, , IPS, 1920x1080, 13.3
Asus ZenBook 13 UX331UN
8550U, GeForce MX150, SK Hynix HFS256G39TND-N210A, IPS, 1920x1080, 13.3
Dell XPS 13 9370 FHD i5
8250U, UHD Graphics 620, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G, IPS, 1920x1080, 13.3
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
8250U, UHD Graphics 620, Toshiba XG5 KXG50ZNV256G, IPS, 1920x1080, 13.3
HP Spectre x360 13t-ae000
8550U, UHD Graphics 620, Liteon CA1-8D256-HP, IPS, 3840x2160, 13.3
Acer Chromebook R13 CB5-312T-K0YK
MT8173C, PowerVR GX6250, 32 GB eMMC Flash, IPS, 1920x1080, 13.3
Power Consumption
-43%
-51%
-128%
-68%
20%
Idle Minimum *
4.4
2.2
50%
3.14
29%
8.5
-93%
5.9
-34%
3.8
14%
Idle Average *
7.7
5
35%
5.22
32%
11.8
-53%
9.8
-27%
6.2
19%
Idle Maximum *
7.8
8
-3%
6
23%
13.1
-68%
10.6
-36%
6.6
15%
Load Average *
13.8
33
-139%
38.5
-179%
51.1
-270%
36.6
-165%
11
20%
Load Maximum *
19.3
49.4
-156%
50.4
-161%
49
-154%
34.3
-78%
12.7
34%

* ... Meglio usare valori piccoli

Autonomia della batteria

Qualcomm e Lenovo promettono lunghi tempi di autonomia della batteria dello Yoga C630, e mentre i nostri risultati dei test non sono vicini al valore "fino a 25 ore" visto nei materiali ufficiali di marketing, un tale risultato è sicuramente possibile solo con le impostazioni più frugali all'interno di Windows 10 S Mode.

Invece, registriamo 11 ore e 51 minuti di runtime nel nostro standard Wi-Fi Web Surfing test, che è ore più lungo di quasi ogni altra macchina nel nostro campo di confronto di oggi. Nel frattempo, l'Acer Chromebook dura più a lungo, con 12 ore e 53 minuti, ma a questi valori, significa fare i pignoli.

Autonomia della batteria
NBC WiFi Websurfing Battery Test 1.3
11ore 51minuti
Lenovo Yoga C630 (Snapdragon)
850, Adreno 630, 60 Wh
Asus ZenBook 13 UX331UN
8550U, GeForce MX150, 50 Wh
Dell XPS 13 9370 FHD i5
8250U, UHD Graphics 620, 52 Wh
Lenovo Yoga 730-13IKB-81CT
8250U, UHD Graphics 620, 48 Wh
HP Spectre x360 13t-ae000
8550U, UHD Graphics 620, 60 Wh
Acer Chromebook R13 CB5-312T-K0YK
MT8173C, PowerVR GX6250, 53.9 Wh
Autonomia della batteria
-24%
-9%
-21%
-40%
9%
Reader / Idle
1240
1417
901
WiFi v1.3
711
538
-24%
644
-9%
565
-21%
424
-40%
773
9%
Load
105
119
96
121

Giudizio Complessivo

Pro

+ costruzione in metallo attraente, altamente portatile, silenzioso
+ tempi di sleep/resume quasi istantanei
+ collegato in standby
+ dispositivi di input solidi
+ Adattatore WWAN standard
+ Penna Attiva Lenovo inclusa

Contro

- La compatibilità ARM è ancora chiaramente nelle sue fasi iniziali
- x86 prestazioni molto deludenti
- selezione di porte estremamente limitata
- non sono quasi mai possibili aggiornamenti/riparazioni
- Lo storage UFS 2.1 non può essere paragonato alle veloci unità SSD
Recensione: Lenovo Yoga C630 WOS Convertible. Modello di test fornito da Lenovo
Recensione: Lenovo Yoga C630 WOS Convertible. Modello di test fornito da Lenovo

Il Yoga C630 di Lenovo è un altro passo avanti verso Windows su ARM (o, in questo caso, Windows su Snapdragon-WOS) come opzione pratica, ma non possono mancare una serie inevitabile di avvertimenti. Il principale di questi è la compatibilità, che probabilmente si rivelerà un problema almeno occasionalmente durante l'utilizzo quotidiano. Parallelamente a questo ci sono le discrepanze di prestazioni, che possono essere descritte con precisione solo come intrinsecamente dicotomiche: nelle applicazioni ottimizzate per ARM, il chip può essere abbastanza veloce, ma tutto il resto tende a funzionare notevolmente più lentamente rispetto alle loro controparti Intel. Sfortunatamente, il prezzo non riflette necessariamente le sfide dovute ai lavori in corso: Oltre $900 è molto per questo computer, almeno in parte, non completamente pronto per i grandi campionati.

Il Yoga C630 offre una serie di vantaggi unici rispetto alle tradizionali macchine x86-powered, come l'implementazione extra-efficiente Connected Standby, il fattore di forma altamente portatile e il design fanless. Ma ad un prezzo così alto, le difficoltà di compatibilità delle applicazioni e le sostanziali discrepanze di prestazioni tra le applicazioni ARM e x86 rendono difficile la sua raccomandazione incondizionata.

Ci sono anche altri inconvenienti degni di nota. La selezione delle porte è limitata e la manutenzione/aggiornamento è praticamente impossibile (data la natura monolitica dei componenti interni). Infine, una piccola lamentela è l'archiviazione, che, sebbene più veloce di un disco rigido o eMMC, non è paragonabile alla maggior parte delle moderne unità SSD a causa del ritardo del 4K e delle prestazioni di scrittura.

Tuttavia, ci sono anche molti punti di forza, e alcuni di essi sono importanti se siete disposti ad affrontare le sfide sopra elencate. Tra questi ci sono i tempi di sleep/resume quasi istantanei resi possibili dalle funzioni Connected Standby (chiamate "Always On, Always Connected" di Lenovo), oltre che dalla capacità di aggiornare la posta e altri contenuti in standby. Questa caratteristica da sola si rivelerà sicuramente invitante per i guerrieri della strada e gli studenti che dipendono dai loro computer portatili per l'immediata disponibilità in un batter d'occhio.

Il successivo argomento positivo è il raffreddamento passivo, che non solo rende la macchina silenziosa, ma riduce anche la probabilità di un guasto meccanico (poiché oggi la ventola è spesso l'unico dispositivo meccanico alimentato rimasto in un computer portatile). La portabilità vede a sua volta un notevole aumento grazie al fattore di forma più piccolo (reso possibile in parte dalla scheda madre molto piccola e dalla mancanza di ventola di raffreddamento) e al peso inferiore. Infine, la costruzione e i dispositivi di input sono complessivamente molto buoni. Nonostante i problemi di prestazioni e compatibilità, questo portatile sembra pronto a competere con i pesi massimi della fama degli Ultrabook.

In sintesi, gli Ultrabook convenzionali alimentati da Intel hanno un vantaggio in termini di prestazioni ancora oggi (a partire da gennaio 2019). Ma man mano che le applicazioni ottimizzate per ARM aumentano di numero, potrebbe arrivare un momento in un futuro non troppo lontano in cui questi gap di prestazioni cominceranno a ridursi improvvisamente. Se i vantaggi unici del dispositivo fanless, ultra-sottile, ultra-sottile, always on superino o meno gli svantaggi delle sue prestazioni generali è una decisione che dovrà essere presa su base individuale utente per utente.

Lenovo Yoga C630 (Snapdragon) - 01/03/2019 v6
Steve Schardein

Chassis
87 / 98 → 89%
Tastiera
75%
Dispositivo di puntamento
89%
Connettività
23 / 80 → 29%
Peso
73 / 35-78 → 87%
Batteria
95%
Display
80%
Prestazioni di gioco
49 / 68 → 71%
Prestazioni Applicazioni
44 / 87 → 50%
Temperatura
95%
Rumorosità
100%
Audio
40 / 91 → 44%
Fotocamera
63 / 85 → 74%
Media
70%
82%
Convertible - Media ponderata

Pricecompare

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione del Convertibile Lenovo Yoga C630 WOS (Snapdragon)
Steve Schardein, 2019-03- 2 (Update: 2019-03- 2)