Notebookcheck

Recensione Google Pixel 3 XL Smartphone

Florian Schmitt, 👁 Florian Schmitt, Felicitas Krohn (traduzione a cura di Gianna Proietti), 01/29/2019

Gigantesco Pixel. Giunta alla terza edizione dei suoi smartphone Pixel, Google vuole conquistare i potenziali acquirenti della concorrenza con le esclusive caratteristiche software. In ogni caso, i prezzi abbordabili fanno ormai parte del passato, poiché il Pixel 3 XL arriva a costare fino a 999 dollari. Verificate grazie alla nostra recensione se vale questa cifra.

Google Pixel 3 XL

Apple e Microsoft hanno avuto molto successo nello sviluppo di hardware, ma Google non ha perso terreno. I suoi smartphone Pixel sono stati ripetutamente criticati per essere troppo costosi. L'originale Pixel XL, che Google ha commercializzato abbondantemente con il suo software Google Assistant, è partito da 769 dollari, un netto aumento rispetto ai 499 dollari ai quali Google ha inizialmente venduto il Nexus 6P. La linea Pixel prodotta in collaborazione con HTC e LG è diventata sinonimo di costoso e Google, che ha posto in vendita il Pixel 2 XL a partire da 849 dollari, ha raddoppiato i prezzi.

Google non ha collaborato con HTC o LG per la sua terza generazione di telefoni Pixel. I Pixel 3 e 3 XL sono progettati direttamente in casa e sono realizzati su ordinazione da Foxconn, cosa che permette di avere un maggiore controllo sul design e sui componenti utilizzati. In questa recensione ci concentreremo sul Pixel 3 XL, ed esamineremo se tutto è in ordine per gli appassionati della linea Pixel, che hanno recentemente scoperto il Pixel 3 in una precedente recensione.

Abbiamo scelto di confrontare il Pixel 3 XL con il suo predecessore, il Pixel 2 XL e altri smartphone di punta attuali. Questi includono l'Apple iPhone XS Max, l'Huawei Mate 20 Pro, il Samsung Galaxy S9 Plus e il Sony Xperia XZ2 Premium.

Google Pixel 3 XL (Pixel Serie)
Scheda grafica
Memoria
4096 MB 
Schermo
6.3 pollici 18.5:9, 2960 x 1440 pixel 522 PPI, touchscreen capacitivo, AMOLED, vetro Corning Gorilla 5, supporto HDR, lucido: si
Harddisk
64 GB UFS 2.1 Flash, 64 GB 
, 55 GB libera
Porte di connessione
1 USB 3.0 / 3.1, 1 Lettore impronte digitali, NFC, Sensore luminosità, Sensori: Accelerometro, barometro, bussola, giroscopio, sensore di prossimità
Rete
802.11 a/b/g/n/ac (a/b/g/n/ac), Bluetooth 5.0, 2G: 850, 900, 1,800, 1,900 MHz. 3G: B1, B2, B4, B5, B8. 4G: B1, B2, B3, B4, B5, B7, B8, B12, B13, B17, B18, B19, B20, B25, B26, B28, B29, B30, B32, B38, B39, B40, B41, B42, B46, B66, B71., LTE, GPS
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 7.9 x 158 x 76.7
Batteria
13 Wh, 3430 mAh ioni di litio
Sistema Operativo
Android 9.0 Pie
Camera
Fotocamera Principale: 12.2 MPix 1,4μm, f/1,8, Phase Detection Autofocus (PDAF) - dual-pixel, Laser AF, OIS, flash a doppio LED, video fino a 2160p a 30 FPS
Fotocamera Secondaria: 8 MPix f/1.8, PDAF, video fino a 1080p - fotocamera principale; 8.0 MP, f/2.2, obiettivo grandangolare - fotocamera secondaria
Altre caratteristiche
Casse: Altoparlanti stereo frontali, Tastiera: virtuale, caricabatterie, cavo USB Type-C, adattatore 3,5 mm per USB Type-C, adattatore USB OTG, cuffie USB Type-C, strumento SIM, 24 Mesi Garanzia, certificato IP68, telaio sensibile alla pressione, valori SAR: Testa - 1,39 W/kg, Corpo - 1,40 W/kg, senza ventola
Peso
184 gr, Alimentazione: 75 gr
Prezzo
949 Euro
Nota: il produttore potrebbe usare componenti di fornitori diversi pannelli dei diplay, drive o banchi di memoria con specifiche simili.

 

Case

Google ha completamente ridisegnato la versione XL, ma il Pixel 3 XL segue in gran parte lo stesso design dei suoi predecessori. L'azienda ha però apportato alcune modifiche evidenti. In primo luogo, il Pixel 3 XL ha una tacca, che segue la tendenza in cui l'iPhone X è stato il pioniere. Tuttavia, Google ha incorporato due fotocamere frontali e una griglia di altoparlanti all'interno, che la rendono notevolmente più grande della tacca del OnePlus 6T, per esempio. Il secondo grande cambiamento è l'elevato rapporto schermo/corpo, che è legato all'inserimento della tacca e potrebbe essere stato reso possibile grazie alla minore schermatura intorno alle antenne.

Il Pixel 3 XL ha ancora l'aspetto di uno smartphone di Google, conservando il pulsante di accensione a contrasto di colore e il retro bicolore. Purtroppo, il dispositivo mantiene il fondo massiccio dei suoi predecessori, che ospita il secondo altoparlante frontale. Ancora una volta, OnePlus ha sviluppato un'alternativa più elegante, posizionando l'altoparlante frontale dell'OnePlus 6T tra il telaio e il display. Quindi, il Pixel 3 XL non eccelle con il suo design, ma è comunque piacevole, in particolare con il suo vetro posteriore bicolore opaco e lucido. Google attualmente vende il Pixel 3 XL in nero, rosa o bianco, che l'azienda chiama, rispettivamente, 'Just Black', 'Clearly White' e 'Not Pink'.

Il nostro apparecchio di prova è robusto e ha un’apparenza costosa. L'applicazione di pressione sulla parte anteriore o posteriore dell'apparecchio non provoca distorsioni, né si può torcere il telaio. Il Pixel 3 XL è certificato IP68 anche contro la polvere e l'acqua.

Google Pixel 3 XL
Google Pixel 3 XL
Google Pixel 3 XL
Google Pixel 3 XL
Google Pixel 3 XL
Google Pixel 3 XL
Google Pixel 3 XL
Google Pixel 3 XL

Confronto Dimensioni

158 mm 80 mm 11.9 mm 236 g158.1 mm 73.8 mm 8.5 mm 189 g158 mm 76.7 mm 7.9 mm 184 g157.9 mm 76.7 mm 7.9 mm 175 g156.9 mm 72.4 mm 8.6 mm 189 g157.5 mm 77.4 mm 7.7 mm 208 g

Connettività

Il Pixel 3 XL è un esempio di ciò che Google ha omesso, piuttosto che di ciò che l'azienda ha incluso. Non c'è un jack per le cuffie, ma questo accade sin dal Pixel XL originale. L'audio tramite cuffie viene trasmesso invece grazie ad una porta USB Type-C, ma Google include un adattatore jack da 3,5 mm nella confezione se si desidera utilizzare le cuffie tradizionali. Inoltre, il Pixel 3 XL ha un solo slot per schede nano-SIM e non supporta l’espansione della memoria.

Come controparte, Google ha dotato il Pixel 3 XL di una porta USB 3.1 Type-C, un chip NFC e un barometro. Quest'ultimo misura la pressione dell'aria e può rilevare i cambiamenti di altitudine, che possono migliorare la navigazione e la precisione del pedometro. Vale la pena ricordare che anche il Pixel 2 XL ha tutte queste caratteristiche, ma è positivo che Google le abbia incluse nel suo successore.

Il nuovo Pixel XL continua a costare $100 in più del suo fratello minore ed è disponibile nelle varianti da 64 GB o 128 GB, che costano rispettivamente $899 e $999.

Lato sinistro: nessun collegamento
Lato sinistro: nessun collegamento
Lato destro: tasto del volume, pulsante di accensione
Lato destro: tasto del volume, pulsante di accensione
Lato superiore: microfono
Lato superiore: microfono
Lato inferiore: porta USB Type-C, slot per la SIM
Lato inferiore: porta USB Type-C, slot per la SIM

Software

Naturalmente, il Pixel 3 XL viene fornito con l'ultima versione di Android, che al momento della scrittura è Android 9 Pie. Il nostro dispositivo di test è arrivato con le ultime patch di sicurezza Android, che è in linea con la politica di Android puro che altri produttori non offrono. Google ha garantito che supporterà il Pixel 3 XL con aggiornamenti di sicurezza e di sistema fino a ottobre 2021, a condizione che anche l'azienda offra supporto online e telefonico per il dispositivo.

Ogni acquisto di Pixel 3 XL sarà inoltre dotato di Google Cloud storage illimitato fino al 31 gennaio 2022. Le foto caricate sul cloud prima di quella data rimarranno lì dopo quella data senza alcun costo aggiuntivo, ma l'azienda addebiterà l'archiviazione di ogni nuova foto.

L'anno scorso, Google Lens si è mostrato un aspetto fondamentale dei Pixel 2 e 2 XL. Non sorprende che Google l'abbia incluso nei suoi smartphone Pixel di terza generazione, mentre fa ritorno anche il suo AR Playground.

La tendenza più importante di quest'anno è il Digital Wellbeing, un tema di cui Apple ha parlato molto con il suo aggiornamento iOS 12 all'inizio di quest'anno. Google ha seguito l'esempio e ha incluso una funzione che permette alle persone di visualizzare il dettaglio di quanto tempo hanno trascorso su alcune applicazioni. La funzione può anche impostare dei timer che impediscono l'apertura dell'applicazione dopo che i limiti di tempo sono stati superati. L'idea alla base è quella di limitare lo spreco di tempo con le app dei social media, tra le altre cose.

Versione software
Versione software
Android 9 Pie Pannello Recenti
Android 9 Pie Pannello Recenti
Schermata iniziale predefinita
Schermata iniziale predefinita

Comunicazione & GPS

Il Pixel 3 XL può raggiungere velocità di download fino a 1 Gbit/s e 75 Mbit/s in upload tramite l'LTE, valori che rappresentano un miglioramento rispetto al suo predecessore. La velocità di upload è più lenta di quella che molti dei suoi concorrenti possono raggiungere, ma questo sarà rilevabile solo da coloro che caricano spesso file di grandi dimensioni dal telefono su una connessione dati ad alta velocità.

Il nostro dispositivo di test ha mantenuto una buona ricezione della rete su Vodafone Germania durante le nostre prove, che abbiamo condotto in gran parte all'interno degli edifici e nelle aree urbane. Supporta anche innumerevoli frequenze GSM/3G/LTE e dovrebbe avere una copertura LTE mondiale.

Ha prestazioni Wi-Fi molto più veloci rispetto al suo predecessore, come testato con il nostro router di riferimento Linksys EA8500: ha raggiunto una media di 635 Mbit/s di download e 456 Mbit/s in download nei test iperf3 Client che hanno spazzato via il Pixel 2 XL, che ha raggiunto un massimo di meno di 300 Mbit/s in entrambi i test. Il Pixel 3 XL ha terminato ad un rispettabile terzo posto nella nostra tabella di confronto per il test di download, ma è arrivato penultimo e 250 Mbit/s dietro l'Huawei Mate 20 Pro nei test di download. Ha sempre mantenuto una buona ricezione Wi-Fi durante i nostri test e aveva il segnale Wi-Fi completo quando si trovava accanto al router, che è diminuito di un quarto quando è stato testato a circa 10 m (~33 ft) e a tre pareti di distanza dai Linksys. Siti web e contenuti multimediali sono stati caricati altrettanto rapidamente in entrambi gli scenari.

Networking
iperf3 Client (receive) TCP 1 m 4M x10
Sony Xperia XZ2 Premium
Adreno 630, 845, 64 GB UFS 2.1 Flash
677 MBit/s ∼100% +7%
Samsung Galaxy S9 Plus
Mali-G72 MP18, 9810, 64 GB UFS 2.1 Flash
652 MBit/s ∼96% +3%
Google Pixel 3 XL
Adreno 630, 845, 64 GB UFS 2.1 Flash
635 (min: 315, max: 645) MBit/s ∼94%
Apple iPhone Xs Max
A12 Bionic GPU, A12 Bionic, 64 GB eMMC Flash
624 MBit/s ∼92% -2%
Huawei Mate 20 Pro
Mali-G76 MP10, Kirin 980, 128 GB UFS 2.1 Flash
615 (min: 532, max: 642) MBit/s ∼91% -3%
Huawei Mate 20 Pro
Mali-G76 MP10, Kirin 980, 128 GB UFS 2.1 Flash
491 (min: 100, max: 534) MBit/s ∼73% -23%
Google Pixel 2 XL
Adreno 540, 835, 64 GB UFS 2.1 Flash
239 MBit/s ∼35% -62%
Media della classe Smartphone
  (5.9 - 939, n=367)
219 MBit/s ∼32% -66%
iperf3 Client (transmit) TCP 1 m 4M x10
Huawei Mate 20 Pro
Mali-G76 MP10, Kirin 980, 128 GB UFS 2.1 Flash
696 (min: 647, max: 714) MBit/s ∼100% +53%
Huawei Mate 20 Pro
Mali-G76 MP10, Kirin 980, 128 GB UFS 2.1 Flash
663 (min: 289, max: 805) MBit/s ∼95% +45%
Sony Xperia XZ2 Premium
Adreno 630, 845, 64 GB UFS 2.1 Flash
647 MBit/s ∼93% +42%
Apple iPhone Xs Max
A12 Bionic GPU, A12 Bionic, 64 GB eMMC Flash
602 MBit/s ∼86% +32%
Samsung Galaxy S9 Plus
Mali-G72 MP18, 9810, 64 GB UFS 2.1 Flash
519 MBit/s ∼75% +14%
Google Pixel 3 XL
Adreno 630, 845, 64 GB UFS 2.1 Flash
456 (min: 429, max: 468) MBit/s ∼66%
Google Pixel 2 XL
Adreno 540, 835, 64 GB UFS 2.1 Flash
279 MBit/s ∼40% -39%
Media della classe Smartphone
  (9.4 - 703, n=367)
210 MBit/s ∼30% -54%
0102030405060708090100110120130140150160170180190200210220230240250260270280290300310320330340350360370380390400410420430440450460470480490500510520530540550560570580590600610620630640650Tooltip
; iperf3 Client (receive) TCP 1 m 4M x10; iperf 3.1.3: Ø634 (618-645)
; iperf3 Client (transmit) TCP 1 m 4M x10; iperf 3.1.3: Ø456 (429-468)
Test GPS: interno
Test GPS: interno
Test GPS: esterno
Test GPS: esterno

Il Pixel 3 XL utilizza BeiDou, Galileo, GLONASS e GPS con AGPS per i servizi di localizzazione. Ha agganciato il satellite con una precisione fino a 5 m (~16 ft) quando è stato testato all'interno, che è aumentata a 3 m (~10 ft) all'esterno.

Lo abbiamo portato anche in bicicletta per testare la sua precisione di navigazione contro un Garmin Edge 520, un dispositivo di navigazione professionale. Il nostro dispositivo di test ha tracciato un percorso più breve di 370 m (~405 ft) rispetto alla distanza di 5,49 km (~3,4 miglia) che il Garmin ha registrato, il che non stupisce. Il Pixel 3 XL taglia spesso le curve come dimostrano gli screenshot qui sotto, mentre ha sbagliato sorprendentemente il nostro passaggio sul ponte.

Nel complesso, il Pixel 3 XL è facile da usare in bicicletta perché ha trovato rapidamente la nostra posizione all'interno di Google Maps e ha indicato correttamente la nostra direzione di marcia. Tuttavia, si consiglia di utilizzare un dispositivo come il Garmin se avete bisogno di dati di posizione precisi, in quanto il nostro dispositivo di test non è stato in grado di tracciare un percorso preciso quando abbiamo pedalato su terreni accidentati o abbiamo percorso curve strette.

Test GPS: Garmin Edge 520 - Panoramica
Test GPS: Garmin Edge 520 - Panoramica
Test GPS: Garmin Edge 520 - In bicicletta attraverso un boschetto
Test GPS: Garmin Edge 520 - In bicicletta attraverso un boschetto
Test GPS: Garmin Edge 520 - Ponte
Test GPS: Garmin Edge 520 - Ponte
Test GPS: Google Pixel 3 XL - Panoramica
Test GPS: Google Pixel 3 XL - Panoramica
Test GPS: Google Pixel 3 XL - In bicicletta attraverso un boschetto
Test GPS: Google Pixel 3 XL - In bicicletta attraverso un boschetto
Test GPS: Google Pixel 3 XL – Ponte
Test GPS: Google Pixel 3 XL – Ponte

Caratteristiche del telefono e qualità della chiamata

Non sorprende che il Pixel 3 XL utilizzi l'applicazione Google Phone per gestire la telefonia. L'applicazione funziona come previsto e si utilizza come su altri smartphone, con una casella di ricerca per interrogare contatti o luoghi e tre schede per i preferiti, la cronologia e i contatti. La tastiera è accessibile anche premendo un pulsante nella parte inferiore del display. Il Pixel 3 XL supporta VoLTE e VoWiFi sugli operatori che supportano il dispositivo, le cui informazioni si trovano sui siti web degli operatori stessi.

La qualità della chiamata è mediocre per un dispositivo di punta, con il nostro interlocutore che spesso risulta piuttosto distante. L'auricolare diventa rumoroso, le conversazioni non risultano particolarmente chiare. Abbiamo avuto la stessa esperienza anche quando facevamo chiamate tramite il vivavoce e abbiamo notato alcune distorsioni ad alti volumi. Nel complesso, ci saremmo aspettati una migliore qualità di chiamata da uno smartphone di punta, in particolare da uno che costa almeno 899 dollari.

Fotocamere

Foto scattata con la fotocamera frontale con lo zoom minimo
Foto scattata con la fotocamera frontale con lo zoom minimo
Foto scattata con la fotocamera frontale con il massimo zoom
Foto scattata con la fotocamera frontale con il massimo zoom
Google AR Playground
Google AR Playground

I Pixel 3 e 3 XL potrebbero essere gli unici smartphone di punta del 2018 che vengono rilasciati con una sola fotocamera posteriore. Questo non è un male, ma un secondo o terzo sensore posteriore può aggiungere caratteristiche utili come lo zoom ottico o la profondità di campo basata su hardware. Google si affida al software per superare il divario hardware tra altri smartphone di fascia alta e ha fatto grandi passi avanti con i suoi algoritmi in condizioni di scarsa illuminazione. Inoltre, l'IA dovrebbe raccomandare automaticamente la foto migliore, mentre c'è anche Google Lens e l'AR Playground per completare l'offerta software della fotocamera.

Quindi, abbiamo molto da discutere sulle fotocamere del Pixel 3 XL. Cominciamo con l'hardware. La fotocamera posteriore non è cambiata su carta e rimane un sensore da 12,2 MP con pixel extra-large e OIS. Il passo avanti successivo è la modalità notturna, che Google ha progettato per esporre meglio gli scatti in condizioni di scarsa illuminazione senza usare il flash. I risultati sono impressionanti, come mostriamo di seguito. Le foto scattate con Night Sight abilitato hanno meno interferenze nell'immagine, una migliore nitidezza e sono esposte meglio di quelle scattate in modalità normale. Le foto scattate con Night Sight disabilitato sono alla pari con quelle scattate da altri smartphone di punta del 2018, ma le foto di Night Sight hanno un aspetto decisamente migliore.  Anche in condizioni di luce intensa, il nostro dispositivo di test scatta foto nitide e precise, che a nostro avviso sono migliori di quelle scattate con l'iPhone XS Max o lo OnePlus 5T, come mostrato nelle foto di confronto qui sotto.

Il Pixel 3 XL può registrare video 4K fino a 30 FPS come il suo predecessore, che è un valore ancora piuttosto scarso per uno smartphone di punta. Inoltre, il nostro dispositivo di test può registrare anche video al rallentatore a 1080p, ma solo a 120 FPS. Nel complesso, i video sono ben esposti con colori nitidi e forti. Il sensore posteriore reagisce rapidamente anche alle mutevoli condizioni di illuminazione e regola di conseguenza la sua esposizione.

Al contrario, Google ha apportato numerose modifiche alla fotocamera frontale. Il Pixel 3 XL ha due sensori anteriori, entrambi da 8 MP. Il dispositivo può utilizzare questi sensori per il doppio zoom ottico per diversi effetti di immagine, come mostrato dalle nostre foto sopra. Anche in questo caso, le foto sono dettagliate e nitide, mentre i sensori possono registrare video fino a 1080p ad un massimo di 30 FPS.

Infine, le caratteristiche di realtà aumentata del Pixel 3 XL. Abbiamo visto Google Lens su diversi dispositivi, ma funziona in più scenari e generalmente meglio sul Pixel 3 XL che sul suo predecessore. L'AR Playground è una caratteristica relativamente esclusiva per gli smartphone Pixel di terza generazione, ma potrebbe funzionare su alcuni vecchi modelli Pixel. Questa funzionalità consente alle persone di sovrapporre i personaggi in foto o video, che interagiscono con l'ambiente circostante. L'abbiamo testato nel nostro ufficio con Hulk che ruggiva realisticamente, facendo quasi paura. Sfortunatamente, la fotocamera frontale non funziona con tutti i personaggi del parco giochi AR, ma si può giocare con gli Storm Troopers in salotto o avere un hamburger vivente seduto sulla spalla. È tutto molto divertente, anche se è solo una trovata. Speriamo però che, alla fine, Google possa apportare una funzione AR più utile per i suoi smartphone Pixel. 

Confronto immagini

Scegliete una scena e navigate nella prima immagine. Un click cambia lo zoom. Un click sulla immagine zoommata apre quella originale in una nuova finestra. La prima immagine mostra la fotografia ridimensionata del dispositivo di test.

Scene 1Scene 2Scene 3
click per caricare le immagini
Scatto in condizioni di scarsa illuminazione senza Night Sight
Scatto in condizioni di scarsa illuminazione senza Night Sight
Scatto in condizioni di scarsa illuminazione con Night Sight
Scatto in condizioni di scarsa illuminazione con Night Sight

La fotocamera principale deve dimostrare la sua efficacia anche nel nostro laboratorio in condizioni di illuminazione controllata. Il Pixel 3 XL cattura il nostro test chart in dettaglio con buona esposizione, contrasto e nitidezza. La nostra unica piccola critica è che alcune aree di colore sono irregolari. Inoltre, il nostro apparecchio di prova generalmente riproduce colori troppo scuri rispetto al colore di riferimento.

Una foto del nostro test chart
Una foto del nostro test chart
Il nostro test chart in dettaglio
Il nostro test chart in dettaglio
ColorChecker: la metà inferiore di ogni area di colore visualizza il colore di riferimento
ColorChecker: la metà inferiore di ogni area di colore visualizza il colore di riferimento

Accessori e garanzia

Google include moltissimi accessori con il Pixel 3 XL. Il nostro dispositivo di test è arrivato con un cavo USB Type-C e relativo caricabatterie, un adattatore da 3,5 mm, un adattatore USB On-The-Go (OTG) e uno strumento per l’estrazione della SIM. L'azienda vende anche numerosi accessori personalizzati Pixel, tra cui il Pixel Stand, che funge da docking station e caricabatterie wireless Qi. Abbiamo incluso una tabella sottostante di tutti gli accessori che Google vende per il Pixel. Il Pixel 3 XL viene fornito con 24 mesi di garanzia del produttore.

Accessory Price US Price UK
Pixel Stand $89.99 £69
Pixel 3 Case $40 £35
My Case $50 £40
Daydream View $99 £99
Pixel Buds $159 £159


Auricolari Pixel
Auricolari Pixel
Cover del Pixel 3
Cover del Pixel 3
Supporto e stazione di ricarica Pixel
Supporto e stazione di ricarica Pixel

Dispositivi di input e funzionamento

Google ha mantenuto il sensore di impronte digitali sul retro del Pixel 3 XL, che l'azienda chiama 'Pixel Imprint' :sul nostro dispositivo di test ha funzionato in modo affidabile e rapido durante i nostri test e può riconoscere fino a cinque dita. Tuttavia, il Pixel 3 XL manca di riconoscimento facciale, una caratteristica che molti dei suoi concorrenti includono. Tuttavia, dispositivi come l'OnePlus 6T includono soluzioni basate su software che non sono sicure come Face ID sui recenti iPhone. Il Pixel 3 XL ha due fotocamere frontali, quindi Google avrebbe potuto includere l'autenticazione facciale basata su software e sarebbe potuta essere più precisa rispetto ad altri dispositivi di punta con singoli sensori frontali.

Anche il touchscreen funziona bene, essendo accurato e sensibile fino agli angoli del display. Google ha cambiato il design dei pulsanti sullo schermo in un controllo basato sui gesti. Ora c'è solo un pulsante, che può essere trascinato per diverse azioni. Facendo scorrere verso sinistra si attiva la funzione “indietro”, mentre facendo scorrere una volta verso l'alto si apre il nuovo riquadro Recenti, che ora visualizza le applicazioni in background e le applicazioni usate di recente. Passando una seconda volta si apre una panoramica delle applicazioni installate. Facendo scorrere verso destra si apre il tradizionale menu Recenti. Per inciso, non c'è modo di passare alla tradizionale disposizione a tre pulsanti, ma la maggior parte delle persone dovrebbe impiegare poco tempo per abituarsi alle funzionalità aggiornate.

Anche se la serie Pixel non ha più nulla a che fare con HTC, Google continua ad implementare i pannelli laterali sensibili al tocco che HTC ha introdotto con la serie Pixel 2. Active Edge lavora principalmente per lanciare il Google Assistant, ma le applicazioni possono personalizzare le sue funzionalità, come saltare alla canzone successiva in una playlist su YouTube. Aspettatevi di impiegarci un po' di tempo per abituarvi, visto che ci siamo trovati ad attivare accidentalmente Google Assistant. Google lascia Active Edge acceso per impostazione predefinita, cosa che all'inizio ci ha dato fastidio. Tuttavia, la pressione di attivazione è regolabile nel caso in cui doveste scoprire che lo state attivando troppo facilmente. Purtroppo, Active Edge non è attualmente personalizzabile, il che sembra un'opportunità persa per creare una funzione che si distingue dalla concorrenza.

Uso della tastiera di default in modalità paesaggio
Uso della tastiera di default in modalità paesaggio
Uso della tastiera di default in modalità ritratto
Uso della tastiera di default in modalità ritratto

Display

Matrice Sub-pixel
Matrice Sub-pixel

Avevamo poco da dire sul display del Pixel 2 XL. Il suo display P-OLED era al di sotto di quanto ci aspettiamo dagli smartphone di punta. Aveva angoli di visuale deboli ed era troppo scuro. Google è passato a un AMOLED per il Pixel 3 XL, ma purtroppo ha ereditato la scarsa luminosità massima del suo predecessore. Il nostro dispositivo di test raggiunge una luminosità massima media di poco più di 400 cd/m² che è inaccettabile per un dispositivo di punta rilasciato nel 2018. La sua nota positiva è che è uniformemente illuminato al 97%, che è superiore a tutti i nostri dispositivi di confronto ed è un netto miglioramento rispetto al display P-OLED del Pixel 2 XL.

418
cd/m²
413
cd/m²
412
cd/m²
414
cd/m²
410
cd/m²
410
cd/m²
419
cd/m²
414
cd/m²
407
cd/m²
Distribuzione della luminosità
X-Rite i1Pro 2
Massima: 419 cd/m² Media: 413 cd/m² Minimum: 2.3 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 97 %
Al centro con la batteria: 410 cd/m²
Contrasto: ∞:1 (Nero: 0 cd/m²)
ΔE Color 3.16 | 0.4-29.43 Ø6.1
ΔE Greyscale 1.7 | 0.64-98 Ø6.4
100% sRGB (Calman 2D)
Gamma: 2.219
Google Pixel 3 XL
AMOLED, 2960x1440, 6.3
Apple iPhone Xs Max
OLED, 2688x1242, 6.5
Samsung Galaxy S9 Plus
Super AMOLED, 2960x1440, 6.2
Huawei Mate 20 Pro
OLED, 3120x1440, 6.3
Sony Xperia XZ2 Premium
LCD-IPS, 3840x2160, 5.8
Google Pixel 2 XL
P-OLED, 2880x1440, 6
Screen
34%
17%
29%
1%
-11%
Brightness middle
410
656
60%
565
38%
576
40%
477
16%
415
1%
Brightness
413
659
60%
571
38%
582
41%
453
10%
420
2%
Brightness Distribution
97
88
-9%
96
-1%
90
-7%
86
-11%
87
-10%
Black Level *
0.33
Colorchecker DeltaE2000 *
3.16
1.7
46%
2.3
27%
1.3
59%
2.1
34%
2.7
15%
Colorchecker DeltaE2000 max. *
5.5
2.8
49%
4.8
13%
3.5
36%
8.2
-49%
4.3
22%
Greyscale DeltaE2000 *
1.7
1.7
-0%
1.9
-12%
1.6
6%
1.6
6%
3.3
-94%
Gamma
2.219 99%
1.998 110%
2.16 102%
2.18 101%
2.28 96%
2.36 93%
CCT
6653 98%
6487 100%
6332 103%
6561 99%
6425 101%
6787 96%
Contrast
1445

* ... Meglio usare valori piccoli

Sfarfallio dello schermo / PWM (Pulse-Width Modulation)

Per ridurre la luminosità dello schermo, alcuni portatili accendono e spengono la retroilluminazione in rapida successione - un metodo chiamato Pulse Width Modulation (PWM). Questa frequenza di ciclo a livello ideale non dovrebbe essere percepibile dall'occhi umano. Se tale frequenza è troppo bassa, gli utenti con occhi sensibili potrebbero stancarsi gli occhi o avere mal di testa o anche notare uno sfarfallio.
flickering dello schermo / PWM rilevato 250 Hz ≤ 99 % settaggio luminosita'

Il display sfarfalla a 250 Hz (Probabilmente a causa dell'uso di PWM) Flickering rilevato ad una luminosita' di 99 % o inferiore. Non dovrebbe verificarsi flickering o PWM sopra questo valore di luminosita'.

La frequenza di 250 Hz è relativamente bassa, quindi gli utenti sensibili potrebbero notare il flickering ed accusare stanchezza agli occhi a questo livello di luminosità e a livelli inferiori.

In confronto: 52 % di tutti i dispositivi testati non utilizza PWM per ridurre la luminosita' del display. Se è rilevato PWM, una media di 9705 (minimo: 43 - massimo: 142900) Hz è stata rilevata.

Come di consueto con i display OLED, il Pixel 3 XL utilizza la modulazione di larghezza di impulso (PWM) per regolare la luminosità del display. Misuriamo la frequenza PWM a 250 Hz sull'intero spettro di luminosità, il che può causare affaticamento degli occhi e mal di testa per coloro che sono sensibili al PWM. In positivo, i display OLED possono disattivare individualmente i pixel per i toni di nero assoluto e un rapporto di contrasto teoricamente infinito.

Abbiamo anche testato la precisione del colore del display con CalMAN e uno spettrofotometro. Il nostro dispositivo di test ha ottenuto lievi deviazioni dallo spazio colore di riferimento, mentre il display non ha mostrato alcuna tinta blu. Il display copre completamente lo spazio colore sRGB, anche se CalMAN può fornire solo un'indicazione della copertura dello spazio colore di un display, quindi prendete con le pinze tali valori. Soggettivamente, il display ha un aspetto accurato dei colori e il contenuto viene visualizzato in modo nitido.

CalMAN: Scala di grigi
CalMAN: Scala di grigi
CalMAN: Spazio colore
CalMAN: Spazio colore
CalMAN: Precisione del colore
CalMAN: Precisione del colore
CalMAN: Saturazione del colore
CalMAN: Saturazione del colore

Tempi di risposta del Display

I tempi di risposta del display mostrano quanto sia veloce lo schermo a cambaire da un colore all'altro. Tempi di risposta lenti possono creare sovrapposizioni negloi oggetti in movimento. Specialmente i giocatori patiti del 3D dovrebbero usare uno schermo con tempi di risposta bassi.
       Tempi di risposta dal Nero al Bianco
22 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 18 ms Incremento
↘ 4 ms Calo
Lo schermo mostra buoni tempi di risposta durante i nostri tests, ma potrebbe essere troppo lento per i gamers competitivi.
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.8 (minimo) a 240 (massimo) ms. » 24 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono migliori rispettto alla media di tutti i dispositivi testati (25.5 ms).
       Tempo di risposta dal 50% Grigio all'80% Grigio
8 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 3 ms Incremento
↘ 5 ms Calo
Lo schermo mostra veloci tempi di risposta durante i nostri tests e dovrebbe esere adatto al gaming
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.9 (minimo) a 636 (massimo) ms. » 4 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono migliori rispettto alla media di tutti i dispositivi testati (40.7 ms).

Poiché il sensore di luce ambientale non aumenta il picco di luminosità, il Pixel 3 XL nelle giornate di sole è utilizzabile solo all’ombra. Anche in questo caso, i riflessi possono oscurare ciò che viene mostrato sullo schermo. Il dispositivo è utilizzabile anche nelle giornate nuvolose. Il sensore di luce ambientale ha prontamente regolato la luminosità del display in base alle mutevoli condizioni di luce ambientale.

Fortunatamente, il Pixel 3 XL ha angoli di visualizzazione migliori rispetto ai suoi predecessori. Abbiamo notato una leggera tinta blu ad angoli di visualizzazione acuti, ma questo non dovrebbe impedire alla maggior parte delle persone di utilizzare il dispositivo ad angoli di visualizzazione ristretti.

Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno con luminosità minima
Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno con luminosità minima
Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno a media luminosità
Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno a media luminosità
Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno alla massima luminosità
Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno alla massima luminosità
Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno con il sensore di luce ambientale attivato
Utilizzo di Google Pixel 3 XL all'esterno con il sensore di luce ambientale attivato
Angoli di visualizzazione
Angoli di visualizzazione

Prestazioni

Il Google Pixel 3 XL è alimentato da un Soc Qualcomm Snapdragon 845 che integra una GPU Qualcomm Adreno 630. Lo Snapdragon 845 è potente, ma molti degli smartphone che abbiamo già testato lottano contro il rallentamento delle prestazioni finalizzato alla protezione contro l’eccessivo riscaldamento. Per ulteriori informazioni su come il Pixel 3 XL gestisce le sue prestazioni in condizioni di carico sostenuto, consultate la nostra sezione Emissioni.

Il nostro dispositivo di test supera il suo predecessore nei benchmark, ma tende a finire al centro delle nostre tabelle di confronto. Soggettivamente, le differenze di prestazioni nell'attuale generazione di smartphone di fascia alta sono minime. Il Pixel 3 XL è stato scattante durante i nostri test e ha caricato sempre le applicazioni rapidamente, indipendentemente da quante ne aveva in esecuzione in background. Google ha fatto un buon lavoro di ottimizzazione della GPU Adreno 630, che si è comportata bene anche in benchmark intensi dal punto di vista grafico. 

Geekbench 4.3
Compute RenderScript Score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
10876 Points ∼75%
Samsung Galaxy S9 Plus
6202 Points ∼43% -43%
Huawei Mate 20 Pro
8938 Points ∼62% -18%
Sony Xperia XZ2 Premium
14417 Points ∼100% +33%
Google Pixel 2 XL
7568 Points ∼52% -30%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (10876 - 14489, n=25)
13578 Points ∼94% +25%
Media della classe Smartphone (870 - 21070, n=255)
4638 Points ∼32% -57%
64 Bit Multi-Core Score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
8292 Points ∼74%
Apple iPhone Xs Max
11244 Points ∼100% +36%
Samsung Galaxy S9 Plus
8963 Points ∼80% +8%
Huawei Mate 20 Pro
10024 Points ∼89% +21%
Sony Xperia XZ2 Premium
8522 Points ∼76% +3%
Google Pixel 2 XL
6253 Points ∼56% -25%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (7754 - 9231, n=27)
8705 Points ∼77% +5%
Media della classe Smartphone (1174 - 11598, n=308)
4450 Points ∼40% -46%
64 Bit Single-Core Score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
2325 Points ∼49%
Apple iPhone Xs Max
4774 Points ∼100% +105%
Samsung Galaxy S9 Plus
3776 Points ∼79% +62%
Huawei Mate 20 Pro
3378 Points ∼71% +45%
Sony Xperia XZ2 Premium
2457 Points ∼51% +6%
Google Pixel 2 XL
1916 Points ∼40% -18%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (2272 - 2500, n=27)
2416 Points ∼51% +4%
Media della classe Smartphone (437 - 4824, n=309)
1309 Points ∼27% -44%
PCMark for Android
Work 2.0 performance score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
9029 Points ∼98%
Samsung Galaxy S9 Plus
5319 Points ∼58% -41%
Huawei Mate 20 Pro
9225 Points ∼100% +2%
Sony Xperia XZ2 Premium
8178 Points ∼89% -9%
Google Pixel 2 XL
6994 Points ∼76% -23%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (7983 - 9868, n=28)
8069 Points ∼87% -11%
Media della classe Smartphone (2828 - 9868, n=318)
4821 Points ∼52% -47%
Work performance score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
11180 Points ∼89%
Samsung Galaxy S9 Plus
5822 Points ∼46% -48%
Huawei Mate 20 Pro
12535 Points ∼100% +12%
Sony Xperia XZ2 Premium
9858 Points ∼79% -12%
Google Pixel 2 XL
8258 Points ∼66% -26%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (7998 - 13211, n=26)
10123 Points ∼81% -9%
Media della classe Smartphone (2695 - 13531, n=487)
5247 Points ∼42% -53%
3DMark
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Unlimited Physics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
3676 Points ∼84%
Apple iPhone Xs Max
2723 Points ∼62% -26%
Samsung Galaxy S9 Plus
2546 Points ∼58% -31%
Huawei Mate 20 Pro
4364 Points ∼100% +19%
Sony Xperia XZ2 Premium
2713 Points ∼62% -26%
Google Pixel 2 XL
3035 Points ∼70% -17%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (2185 - 3764, n=28)
3088 Points ∼71% -16%
Media della classe Smartphone (573 - 4439, n=333)
1781 Points ∼41% -52%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Unlimited Graphics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
5789 Points ∼100%
Apple iPhone Xs Max
4828 Points ∼83% -17%
Samsung Galaxy S9 Plus
3792 Points ∼66% -34%
Huawei Mate 20 Pro
4250 Points ∼73% -27%
Sony Xperia XZ2 Premium
5651 Points ∼98% -2%
Google Pixel 2 XL
4405 Points ∼76% -24%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (4133 - 8206, n=28)
5439 Points ∼94% -6%
Media della classe Smartphone (76 - 8206, n=333)
1522 Points ∼26% -74%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Unlimited (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
5133 Points ∼100%
Apple iPhone Xs Max
4121 Points ∼80% -20%
Samsung Galaxy S9 Plus
3420 Points ∼67% -33%
Huawei Mate 20 Pro
4275 Points ∼83% -17%
Sony Xperia XZ2 Premium
4555 Points ∼89% -11%
Google Pixel 2 XL
4003 Points ∼78% -22%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (3512 - 5200, n=28)
4607 Points ∼90% -10%
Media della classe Smartphone (94 - 5913, n=336)
1418 Points ∼28% -72%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Unlimited Physics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
3280 Points ∼74%
Apple iPhone Xs Max
2961 Points ∼67% -10%
Samsung Galaxy S9 Plus
2561 Points ∼58% -22%
Huawei Mate 20 Pro
4407 Points ∼100% +34%
Sony Xperia XZ2 Premium
2721 Points ∼62% -17%
Google Pixel 2 XL
2994 Points ∼68% -9%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (2110 - 3763, n=27)
3094 Points ∼70% -6%
Media della classe Smartphone (375 - 4493, n=348)
1758 Points ∼40% -46%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Unlimited Graphics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
8380 Points ∼81%
Apple iPhone Xs Max
10374 Points ∼100% +24%
Samsung Galaxy S9 Plus
4797 Points ∼46% -43%
Huawei Mate 20 Pro
5854 Points ∼56% -30%
Sony Xperia XZ2 Premium
7609 Points ∼73% -9%
Google Pixel 2 XL
6282 Points ∼61% -25%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (5228 - 8451, n=27)
7671 Points ∼74% -8%
Media della classe Smartphone (131 - 14951, n=348)
2099 Points ∼20% -75%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Unlimited (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
6228 Points ∼93%
Apple iPhone Xs Max
6667 Points ∼100% +7%
Samsung Galaxy S9 Plus
4018 Points ∼60% -35%
Huawei Mate 20 Pro
5456 Points ∼82% -12%
Sony Xperia XZ2 Premium
5438 Points ∼82% -13%
Google Pixel 2 XL
5050 Points ∼76% -19%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (4034 - 6568, n=27)
5761 Points ∼86% -7%
Media della classe Smartphone (159 - 7856, n=349)
1783 Points ∼27% -71%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Physics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
3605 Points ∼86%
Apple iPhone Xs Max
3027 Points ∼72% -16%
Samsung Galaxy S9 Plus
2469 Points ∼59% -32%
Huawei Mate 20 Pro
4183 Points ∼100% +16%
Sony Xperia XZ2 Premium
3620 Points ∼87% 0%
Google Pixel 2 XL
3028 Points ∼72% -16%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (2118 - 3703, n=27)
3217 Points ∼77% -11%
Media della classe Smartphone (486 - 4216, n=409)
1712 Points ∼41% -53%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) Graphics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
5089 Points ∼98%
Apple iPhone Xs Max
3726 Points ∼72% -27%
Samsung Galaxy S9 Plus
3582 Points ∼69% -30%
Huawei Mate 20 Pro
4206 Points ∼81% -17%
Sony Xperia XZ2 Premium
5190 Points ∼100% +2%
Google Pixel 2 XL
3872 Points ∼75% -24%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (3488 - 5246, n=27)
4919 Points ∼95% -3%
Media della classe Smartphone (65 - 6355, n=411)
1251 Points ∼24% -75%
2560x1440 Sling Shot Extreme (ES 3.1) (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
4662 Points ∼98%
Apple iPhone Xs Max
3544 Points ∼75% -24%
Samsung Galaxy S9 Plus
3256 Points ∼69% -30%
Huawei Mate 20 Pro
4201 Points ∼89% -10%
Sony Xperia XZ2 Premium
4734 Points ∼100% +2%
Google Pixel 2 XL
3646 Points ∼77% -22%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (3197 - 4734, n=27)
4388 Points ∼93% -6%
Media della classe Smartphone (80 - 5509, n=419)
1198 Points ∼25% -74%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Physics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
3594 Points ∼87%
Apple iPhone Xs Max
2713 Points ∼65% -25%
Samsung Galaxy S9 Plus
2496 Points ∼60% -31%
Huawei Mate 20 Pro
4150 Points ∼100% +15%
Sony Xperia XZ2 Premium
2541 Points ∼61% -29%
Google Pixel 2 XL
2995 Points ∼72% -17%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (2124 - 3668, n=27)
3115 Points ∼75% -13%
Media della classe Smartphone (512 - 4215, n=442)
1617 Points ∼39% -55%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 Graphics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
7780 Points ∼95%
Apple iPhone Xs Max
7055 Points ∼86% -9%
Samsung Galaxy S9 Plus
4637 Points ∼56% -40%
Huawei Mate 20 Pro
5305 Points ∼65% -32%
Sony Xperia XZ2 Premium
8219 Points ∼100% +6%
Google Pixel 2 XL
5856 Points ∼71% -25%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (5637 - 8312, n=27)
7763 Points ∼94% 0%
Media della classe Smartphone (43 - 9963, n=442)
1703 Points ∼21% -78%
2560x1440 Sling Shot OpenGL ES 3.0 (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
6180 Points ∼100%
Apple iPhone Xs Max
5205 Points ∼84% -16%
Samsung Galaxy S9 Plus
3895 Points ∼63% -37%
Huawei Mate 20 Pro
4996 Points ∼81% -19%
Sony Xperia XZ2 Premium
5492 Points ∼89% -11%
Google Pixel 2 XL
4831 Points ∼78% -22%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (4363 - 6454, n=27)
5811 Points ∼94% -6%
Media della classe Smartphone (55 - 7166, n=450)
1461 Points ∼24% -76%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Physics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
15614 Points ∼42%
Apple iPhone Xs Max
27717 Points ∼75% +78%
Samsung Galaxy S9 Plus
26226 Points ∼71% +68%
Huawei Mate 20 Pro
36755 Points ∼100% +135%
Sony Xperia XZ2 Premium
36762 Points ∼100% +135%
Google Pixel 2 XL
20233 Points ∼55% +30%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (15614 - 37475, n=27)
33322 Points ∼91% +113%
Media della classe Smartphone (8253 - 37475, n=603)
13331 Points ∼36% -15%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Graphics Score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
53794 Points ∼34%
Apple iPhone Xs Max
159735 Points ∼100% +197%
Samsung Galaxy S9 Plus
46610 Points ∼29% -13%
Huawei Mate 20 Pro
67730 Points ∼42% +26%
Sony Xperia XZ2 Premium
81502 Points ∼51% +52%
Google Pixel 2 XL
54156 Points ∼34% +1%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (53794 - 85487, n=27)
80548 Points ∼50% +50%
Media della classe Smartphone (3700 - 162695, n=603)
19081 Points ∼12% -65%
1280x720 offscreen Ice Storm Unlimited Score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
34855 Points ∼45%
Apple iPhone Xs Max
77599 Points ∼100% +123%
Samsung Galaxy S9 Plus
39745 Points ∼51% +14%
Huawei Mate 20 Pro
57047 Points ∼74% +64%
Sony Xperia XZ2 Premium
64152 Points ∼83% +84%
Google Pixel 2 XL
39456 Points ∼51% +13%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (34855 - 65330, n=27)
61139 Points ∼79% +75%
Media della classe Smartphone (4339 - 77599, n=604)
15996 Points ∼21% -54%
GFXBench (DX / GLBenchmark) 2.7
1920x1080 T-Rex HD Offscreen C24Z16 (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
140 fps ∼62%
Apple iPhone Xs Max
226 fps ∼100% +61%
Samsung Galaxy S9 Plus
147 fps ∼65% +5%
Huawei Mate 20 Pro
120 fps ∼53% -14%
Sony Xperia XZ2 Premium
150 fps ∼66% +7%
Google Pixel 2 XL
112 fps ∼50% -20%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (98 - 152, n=28)
142 fps ∼63% +1%
Media della classe Smartphone (4.4 - 251, n=627)
33.2 fps ∼15% -76%
T-Rex HD Onscreen C24Z16 (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
60 fps ∼97%
Apple iPhone Xs Max
60 fps ∼97% 0%
Samsung Galaxy S9 Plus
60 fps ∼97% 0%
Huawei Mate 20 Pro
61 fps ∼98% +2%
Sony Xperia XZ2 Premium
60 fps ∼97% 0%
Google Pixel 2 XL
59 fps ∼95% -2%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (58 - 89, n=27)
62.1 fps ∼100% +4%
Media della classe Smartphone (11 - 120, n=630)
26.1 fps ∼42% -56%
GFXBench 3.0
off screen Manhattan Offscreen OGL (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
56 fps ∼52%
Apple iPhone Xs Max
107 fps ∼100% +91%
Samsung Galaxy S9 Plus
74 fps ∼69% +32%
Huawei Mate 20 Pro
73 fps ∼68% +30%
Sony Xperia XZ2 Premium
71 fps ∼66% +27%
Google Pixel 2 XL
59 fps ∼55% +5%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (54 - 83, n=27)
73.1 fps ∼68% +31%
Media della classe Smartphone (2.7 - 132, n=545)
18.1 fps ∼17% -68%
on screen Manhattan Onscreen OGL (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
37 fps ∼63%
Apple iPhone Xs Max
59 fps ∼100% +59%
Samsung Galaxy S9 Plus
45 fps ∼76% +22%
Huawei Mate 20 Pro
42 fps ∼71% +14%
Sony Xperia XZ2 Premium
58 fps ∼98% +57%
Google Pixel 2 XL
35 fps ∼59% -5%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (33 - 75, n=27)
54.4 fps ∼92% +47%
Media della classe Smartphone (6.2 - 115, n=550)
16.9 fps ∼29% -54%
GFXBench 3.1
off screen Manhattan ES 3.1 Offscreen (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
45 fps ∼65%
Apple iPhone Xs Max
69.3 fps ∼100% +54%
Samsung Galaxy S9 Plus
47 fps ∼68% +4%
Huawei Mate 20 Pro
29 fps ∼42% -36%
Sony Xperia XZ2 Premium
58 fps ∼84% +29%
Google Pixel 2 XL
41 fps ∼59% -9%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (32 - 61, n=28)
53.9 fps ∼78% +20%
Media della classe Smartphone (1.3 - 88, n=407)
15.2 fps ∼22% -66%
on screen Manhattan ES 3.1 Onscreen (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
25 fps ∼42%
Apple iPhone Xs Max
58.9 fps ∼100% +136%
Samsung Galaxy S9 Plus
24 fps ∼41% -4%
Huawei Mate 20 Pro
26 fps ∼44% +4%
Sony Xperia XZ2 Premium
56 fps ∼95% +124%
Google Pixel 2 XL
20 fps ∼34% -20%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (21 - 59, n=27)
45.3 fps ∼77% +81%
Media della classe Smartphone (3.8 - 110, n=410)
14.5 fps ∼25% -42%
GFXBench
High Tier Onscreen (ordina per valore)
Apple iPhone Xs Max
32.1 fps ∼100%
Huawei Mate 20 Pro
19 fps ∼59%
Sony Xperia XZ2 Premium
25 fps ∼78%
Google Pixel 2 XL
9.5 fps ∼30%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (12 - 25, n=17)
18.6 fps ∼58%
Media della classe Smartphone (1.4 - 59, n=111)
9.2 fps ∼29%
2560x1440 High Tier Offscreen (ordina per valore)
Apple iPhone Xs Max
16.3 fps ∼100%
Huawei Mate 20 Pro
13 fps ∼80%
Sony Xperia XZ2 Premium
14 fps ∼86%
Google Pixel 2 XL
9.9 fps ∼61%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (11 - 31, n=17)
15.6 fps ∼96%
Media della classe Smartphone (0.4 - 31, n=111)
6.37 fps ∼39%
Normal Tier Onscreen (ordina per valore)
Apple iPhone Xs Max
47 fps ∼100%
Huawei Mate 20 Pro
18 fps ∼38%
Sony Xperia XZ2 Premium
40 fps ∼85%
Google Pixel 2 XL
16 fps ∼34%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (16 - 40, n=17)
29.1 fps ∼62%
Media della classe Smartphone (2.5 - 59, n=112)
13.5 fps ∼29%
1920x1080 Normal Tier Offscreen (ordina per valore)
Apple iPhone Xs Max
36.8 fps ∼97%
Huawei Mate 20 Pro
33 fps ∼87%
Sony Xperia XZ2 Premium
38 fps ∼100%
Google Pixel 2 XL
26 fps ∼68%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (29 - 38, n=16)
35.2 fps ∼93%
Media della classe Smartphone (0.6 - 63, n=111)
15.1 fps ∼40%
off screen Car Chase Offscreen (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
33 fps ∼83%
Apple iPhone Xs Max
40 fps ∼100% +21%
Samsung Galaxy S9 Plus
28 fps ∼70% -15%
Huawei Mate 20 Pro
31 fps ∼78% -6%
Sony Xperia XZ2 Premium
35 fps ∼88% +6%
Google Pixel 2 XL
24 fps ∼60% -27%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (25 - 35, n=27)
33.4 fps ∼84% +1%
Media della classe Smartphone (2.6 - 54, n=336)
10.3 fps ∼26% -69%
on screen Car Chase Onscreen (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
18 fps ∼49%
Apple iPhone Xs Max
31 fps ∼84% +72%
Samsung Galaxy S9 Plus
14 fps ∼38% -22%
Huawei Mate 20 Pro
16 fps ∼43% -11%
Sony Xperia XZ2 Premium
37 fps ∼100% +106%
Google Pixel 2 XL
13 fps ∼35% -28%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (13 - 37, n=27)
27.7 fps ∼75% +54%
Media della classe Smartphone (0.6 - 58, n=340)
9.28 fps ∼25% -48%
AnTuTu v7 - Total Score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
285269 Points ∼94%
Apple iPhone Xs Max
302955 Points ∼100% +6%
Samsung Galaxy S9 Plus
250577 Points ∼83% -12%
Huawei Mate 20 Pro
300617 Points ∼99% +5%
Sony Xperia XZ2 Premium
246366 Points ∼81% -14%
Google Pixel 2 XL
204654 Points ∼68% -28%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (246366 - 299878, n=27)
277434 Points ∼92% -3%
Media della classe Smartphone (41483 - 374820, n=230)
125088 Points ∼41% -56%
AnTuTu v6 - Total Score (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
215632 Points ∼86%
Samsung Galaxy S9 Plus
222290 Points ∼89% +3%
Huawei Mate 20 Pro
250848 Points ∼100% +16%
Sony Xperia XZ2 Premium
226124 Points ∼90% +5%
Google Pixel 2 XL
166151 Points ∼66% -23%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (162183 - 242953, n=23)
225534 Points ∼90% +5%
Media della classe Smartphone (23275 - 274007, n=437)
81300 Points ∼32% -62%
BaseMark OS II
Web (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
1176 Points ∼68%
Apple iPhone Xs Max
1731 Points ∼100% +47%
Samsung Galaxy S9 Plus
1109 Points ∼64% -6%
Huawei Mate 20 Pro
1424 Points ∼82% +21%
Sony Xperia XZ2 Premium
1400 Points ∼81% +19%
Google Pixel 2 XL
1186 Points ∼69% +1%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (1009 - 1613, n=26)
1344 Points ∼78% +14%
Media della classe Smartphone (7 - 1731, n=560)
722 Points ∼42% -39%
Graphics (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
7989 Points ∼51%
Apple iPhone Xs Max
15659 Points ∼100% +96%
Samsung Galaxy S9 Plus
6370 Points ∼41% -20%
Huawei Mate 20 Pro
6273 Points ∼40% -21%
Sony Xperia XZ2 Premium
7743 Points ∼49% -3%
Google Pixel 2 XL
6142 Points ∼39% -23%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (5846 - 8001, n=26)
7797 Points ∼50% -2%
Media della classe Smartphone (18 - 15969, n=560)
1846 Points ∼12% -77%
Memory (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
2825 Points ∼45%
Apple iPhone Xs Max
1815 Points ∼29% -36%
Samsung Galaxy S9 Plus
2625 Points ∼42% -7%
Huawei Mate 20 Pro
6283 Points ∼100% +122%
Sony Xperia XZ2 Premium
3704 Points ∼59% +31%
Google Pixel 2 XL
2927 Points ∼47% +4%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (2193 - 5296, n=26)
3649 Points ∼58% +29%
Media della classe Smartphone (21 - 6283, n=560)
1357 Points ∼22% -52%
System (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
4417 Points ∼38%
Apple iPhone Xs Max
11675 Points ∼100% +164%
Samsung Galaxy S9 Plus
6413 Points ∼55% +45%
Huawei Mate 20 Pro
8604 Points ∼74% +95%
Sony Xperia XZ2 Premium
8418 Points ∼72% +91%
Google Pixel 2 XL
5914 Points ∼51% +34%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (4417 - 8613, n=26)
7644 Points ∼65% +73%
Media della classe Smartphone (369 - 12202, n=560)
2717 Points ∼23% -38%
Overall (ordina per valore)
Google Pixel 3 XL
3291 Points ∼67%
Apple iPhone Xs Max
4895 Points ∼100% +49%
Samsung Galaxy S9 Plus
3302 Points ∼67% 0%
Huawei Mate 20 Pro
4687 Points ∼96% +42%
Sony Xperia XZ2 Premium
4288 Points ∼88% +30%
Google Pixel 2 XL
3351 Points ∼68% +2%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (3291 - 4693, n=26)
4111 Points ∼84% +25%
Media della classe Smartphone (150 - 6097, n=564)
1348 Points ∼28% -59%

Legenda

 
Google Pixel 3 XL Qualcomm Snapdragon 845, Qualcomm Adreno 630, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
Apple iPhone Xs Max Apple A12 Bionic, Apple A12 Bionic GPU, 64 GB eMMC Flash
 
Samsung Galaxy S9 Plus Samsung Exynos 9810, ARM Mali-G72 MP18, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
Huawei Mate 20 Pro HiSilicon Kirin 980, ARM Mali-G76 MP10, 128 GB UFS 2.1 Flash
 
Sony Xperia XZ2 Premium Qualcomm Snapdragon 845, Qualcomm Adreno 630, 64 GB UFS 2.1 Flash
 
Google Pixel 2 XL Qualcomm Snapdragon 835 (8998), Qualcomm Adreno 540, 64 GB UFS 2.1 Flash

Lo stesso si può dire per i benchmarks sui browser, in cui il Pixel 3 XL termina nella sezione superiore delle nostre tabelle di confronto. I siti web HTML 5 come Google Interland si caricano rapidamente sul nostro dispositivo di prova e funzionano senza intoppi durante i test.

JetStream 1.1 - Total Score
Apple iPhone Xs Max (Safari 12)
273.01 Points ∼100% +260%
Huawei Mate 20 Pro (Chrome 69)
109.18 Points ∼40% +44%
Google Pixel 3 XL (Chrome 70)
75.8 Points ∼28%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (0 - 90.9, n=27)
74.3 Points ∼27% -2%
Sony Xperia XZ2 Premium (Chrome 68)
71.172 Points ∼26% -6%
Samsung Galaxy S9 Plus (Samsung Browser 7.0)
69.59 Points ∼25% -8%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
64.709 Points ∼24% -15%
Media della classe Smartphone (0 - 273, n=470)
37.8 Points ∼14% -50%
Octane V2 - Total Score
Apple iPhone Xs Max (Safari 12)
43114 Points ∼100% +166%
Huawei Mate 20 Pro (Chrome 69)
23285 Points ∼54% +43%
Google Pixel 3 XL (Chrome 70)
16228 Points ∼38%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (3991 - 18275, n=28)
15153 Points ∼35% -7%
Samsung Galaxy S9 Plus (Samsung Browser 7.0)
14760 Points ∼34% -9%
Sony Xperia XZ2 Premium (Chrome 68)
13360 Points ∼31% -18%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
11308 Points ∼26% -30%
Media della classe Smartphone (3126 - 43280, n=620)
5926 Points ∼14% -63%
Mozilla Kraken 1.1 - Total Score
Media della classe Smartphone (603 - 59466, n=639)
11089 ms * ∼100% -298%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
3434.1 ms * ∼31% -23%
Sony Xperia XZ2 Premium (Chrome 68)
3179 ms * ∼29% -14%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (2154 - 11204, n=28)
2905 ms * ∼26% -4%
Google Pixel 3 XL (Chrome 70)
2785 ms * ∼25%
Samsung Galaxy S9 Plus (Samsung Browser 7.0)
2059.7 ms * ∼19% +26%
Huawei Mate 20 Pro (Chrome 69)
1951.9 ms * ∼18% +30%
Apple iPhone Xs Max (Safari 12)
603.1 ms * ∼5% +78%
WebXPRT 3 - ---
Apple iPhone Xs Max (Safari 12)
155 Points ∼100% +55%
Huawei Mate 20 Pro (Chrome 69)
124 Points ∼80% +24%
Google Pixel 3 XL (Chrome 70)
100 Points ∼65%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (19 - 103, n=18)
85.2 Points ∼55% -15%
Sony Xperia XZ2 Premium (Chrome 68)
75 Points ∼48% -25%
Media della classe Smartphone (24 - 161, n=93)
64.4 Points ∼42% -36%
Samsung Galaxy S9 Plus
64 Points ∼41% -36%
WebXPRT 2015 - Overall Score
Apple iPhone Xs Max (Safari 12)
347 Points ∼100% +21%
Huawei Mate 20 Pro (Chrome 69)
334 Points ∼96% +16%
Google Pixel 3 XL (Chrome 70)
287 Points ∼83%
Media Qualcomm Snapdragon 845 (245 - 291, n=24)
236 Points ∼68% -18%
Sony Xperia XZ2 Premium (Chrome 68)
211 Points ∼61% -26%
Google Pixel 2 XL (Chrome 62)
194 Points ∼56% -32%
Samsung Galaxy S9 Plus (Samsung Browser 7.0)
164 Points ∼47% -43%
Media della classe Smartphone (251 - 362, n=313)
118 Points ∼34% -59%

* ... Meglio usare valori piccoli

Il Pixel 3 XL non supporta l'archiviazione espandibile, quindi possiamo solo confrontare le velocità di archiviazione interna del dispositivo di test con i dispositivi di confronto. La memoria flash UFS 2.1 è generalmente veloce, ma le sue velocità di lettura sono inferiori a quelle di molti dei dispositivi di confronto. Tuttavia, non abbiamo notato lunghi tempi di caricamento durante i nostri test o nell'uso quotidiano. In breve, le applicazioni e i dati dovrebbero essere caricati rapidamente sul Pixel 3 XL.

Google Pixel 3 XLSamsung Galaxy S9 PlusHuawei Mate 20 ProSony Xperia XZ2 PremiumGoogle Pixel 2 XLMedia 64 GB UFS 2.1 FlashMedia della classe Smartphone
AndroBench 3-5
-14%
18%
-20%
-10%
-12%
-69%
Sequential Write 256KB SDCard
67.18 (Toshiba Exceria Pro M501)
72.38 (Huawei NanoSD 128 GB)
30.23 (Toshiba Exceria Pro M501)
50.8 (17.1 - 71.9, n=26)
47.5 (9.5 - 87.1, n=372)
Sequential Read 256KB SDCard
79.22 (Toshiba Exceria Pro M501)
83.18 (Huawei NanoSD 128 GB)
34.18 (Toshiba Exceria Pro M501)
67.1 (18 - 86.6, n=26)
65.6 (8.1 - 96.5, n=372)
Random Write 4KB
132.7
22.74
-83%
157.84
19%
21.75
-84%
17.84
-87%
53.8 (8.77 - 165, n=35)
-59%
18.4 (0.14 - 250, n=670)
-86%
Random Read 4KB
120.8
129.68
7%
157.42
30%
135.99
13%
170.55
41%
134 (78.2 - 173, n=35)
11%
42.1 (1.59 - 174, n=670)
-65%
Sequential Write 256KB
228.6
204.94
-10%
196.39
-14%
170.98
-25%
195.26
-15%
198 (133 - 388, n=35)
-13%
87.6 (2.99 - 388, n=670)
-62%
Sequential Read 256KB
632.6
818.69
29%
853.28
35%
748.59
18%
760.14
20%
725 (529 - 895, n=35)
15%
246 (12.1 - 912, n=670)
-61%

Giochi

Il dispositivo di test ha gestito giochi moderni e complessi con facilità durante i test. Secondo GameBench, il Pixel 3 XL ha reso sia "Arena of Valor" che "Shadow Fight 3" a 60 FPS con impostazioni grafiche basse o alte. Anche i framerate sono rimasti in gran parte coerenti, come mostrano i grafici sottostanti.

Il sensore di posizione e il touchscreen hanno funzionato in modo affidabile durante il gioco. Non abbiamo avuto problemi con nessuno dei due durante i test.

Shadow Fight 3
Shadow Fight 3
Arena of Valor
Arena of Valor
Arena of Valor
 SettaggiValore
 min60 fps
 high HD60 fps
  Your browser does not support the canvas element!
Shadow Fight 3
 SettaggiValore
 high60 fps
 minimal60 fps
  Your browser does not support the canvas element!

Emissioni

Temperatura

Test della batteria GFXBench
Test della batteria GFXBench

Le temperature di superficie del nostro dispositivo di test aumentano fino ad un massimo di 42 °C (~108 °F), che significa  caldo al tatto, ma ben lungi dall'essere critico. Fortunatamente, nel test GFXBench in loop, non abbiamo avuto problemi di calo delle prestazioni per la protezione termica. Al contrario, numerosi dispositivi di punta moderni non possono mantenere le loro prestazioni di picco sotto carico sostenuto, quindi dobbiamo riconoscere che Google ha fatto un gran lavoro sotto questo aspetto.

Ci siamo imbattuti in recensioni online di alcuni smartphone Pixel 3 e Pixel 3 XL che si surriscaldano quando vengono sottoposti a un carico prolungato, ma non siamo riusciti a replicare tale comportamento con nessuno dei nostri dispositivi di test. Google ha già offerto cambi di hardware a molti di coloro che ne sono stati colpiti, quindi sospettiamo che questo potrebbe aver riguardato solo un gruppo di dispositivi piuttosto che qualcosa di più endemico nei dispositivi Pixel 3 e Pixel 3 XL.

Carico massimo
 40.9 °C38.3 °C36.9 °C 
 41.9 °C38.3 °C37.4 °C 
 42 °C38.9 °C36.5 °C 
Massima: 42 °C
Media: 39 °C
35.1 °C37.8 °C39.8 °C
35.7 °C37.9 °C39.9 °C
36.4 °C38.4 °C39.8 °C
Massima: 39.9 °C
Media: 37.9 °C
Alimentazione (max)  42.6 °C | Temperatura della stanza 21.6 °C | Voltcraft IR-260
(-) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 39 °C / 102 F, rispetto alla media di 33.1 °C / 92 F per i dispositivi di questa classe Smartphone.
(±) La temperatura massima sul lato superiore è di 42 °C / 108 F, rispetto alla media di 35.6 °C / 96 F, che varia da 22.4 a 51.7 °C per questa classe Smartphone.
(+) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 39.9 °C / 104 F, rispetto alla media di 34.1 °C / 93 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 25.7 °C / 78 F, rispetto alla media deld ispositivo di 33.1 °C / 92 F.
Mappa termica della parte anteriore del dispositivo sotto carico
Mappa termica della parte anteriore del dispositivo sotto carico
Mappa termica della parte posteriore del dispositivo sotto carico
Mappa termica della parte posteriore del dispositivo sotto carico

Altoparlanti

Test del Pink Noise sugli altoparlanti
Test del Pink Noise sugli altoparlanti

Il Pixel 3 XL ha altoparlanti stereo frontali, che funzionano e hanno le stesse caratteristiche di quelli del Pixel 2 XL. Il volume massimo di quelli del nostro dispositivo di test è inferiore a quello degli altoparlanti del Pixel 2 XL, ma i toni medi e alti sono riprodotti con maggiore chiarezza. Il nostro dispositivo di test fa un lavoro migliore nel riprodurre anche le basse e medie frequenze, ma si perdono nel mix più di quanto non facciano nel suo predecessore, perché sono riprodotte in modo più silenzioso. Tuttavia, queste sono solo pignolerie, dato che il Pixel 3 XL ha altoparlanti dal suono fantastico che non distorcono ad alcun volume.

L'uscita audio è possibile solo tramite Bluetooth e USB Type-C. Google include un adattatore jack per cuffie e le cuffie USB Type-C nella scatola, quest'ultima delle quali suona abbastanza bene per le cuffie in bundle. Il Pixel 3 XL supporta aptX HD via Bluetooth per una dettagliata riproduzione audio senza fili. Il nostro dispositivo di test si accoppia facilmente anche con cuffie e altoparlanti Bluetooth.

dB(A) 0102030405060708090Deep BassMiddle BassHigh BassLower RangeMidsHigher MidsLower HighsMid HighsUpper HighsSuper Highs2036.435.533.72537.834.934.33141.139.539.14038.238.641.45040.73943.263342830.68032.829.731.610031.728.529.312529.824.732.31603923.745.720051.622.558.425054.32161.131556.720.862.840060.119.968.35005720.169.163050.51968.18005118.572100050.719.271.6125053.91975160053.218.172.7200054.71871.4250056.217.468.7315061.717.670.8400061.217.870.9500055.21869.3630055.31871.1800055.41871.61000062.21879.51250054.91873.11600045.41866.7SPL69.464.130.684.2N25.917.21.562.8median 54.7median 18.5median 69.3Delta3.426.335.246.432.941.937.237.731.736.839.640.528.330.327.330.326.928.126.732.2244520.952.120.957.119.558.518.562.617.570.917.574.715.778.515.876.916.676.215.873.415.473.615.575.51679.915.880.11676.516.37416.374.916.271.416.458.216.44228.688.41.176.2median 16.4median 73.42.110.5hearing rangehide median Pink NoiseGoogle Pixel 3 XLGoogle Pixel 2 XL
Frequency diagram (checkboxes can be checked and unchecked to compare devices)
Google Pixel 3 XL analisi audio

(+) | speakers can play relatively loud (84.2 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 21% lower than median
(±) | linearity of bass is average (11.8% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 2.3% away from median
(+) | mids are linear (4.6% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(+) | balanced highs - only 2.6% away from median
(+) | highs are linear (4.7% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(+) | overall sound is linear (14.5% difference to median)
Compared to same class
» 0% of all tested devices in this class were better, 2% similar, 98% worse
» The best had a delta of 13%, average was 25%, worst was 44%
Compared to all devices tested
» 13% of all tested devices were better, 4% similar, 83% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Google Pixel 2 XL analisi audio

(+) | speakers can play relatively loud (88.4 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 28% lower than median
(±) | linearity of bass is average (9.5% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 3.3% away from median
(+) | mids are linear (5.5% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(+) | balanced highs - only 3.2% away from median
(+) | highs are linear (4.2% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (20% difference to median)
Compared to same class
» 12% of all tested devices in this class were better, 8% similar, 80% worse
» The best had a delta of 13%, average was 25%, worst was 44%
Compared to all devices tested
» 41% of all tested devices were better, 9% similar, 51% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Durata della batteria

Consumo energetico

Il Pixel 3 XL, al minimo, consuma meno energia rispetto al suo predecessore, ma consuma fino a 9,5 W sotto carico, che è superiore alla media per un dispositivo dotato di Snapdragon 845 ed è più di tutti i dispositivi di confronto. Nel complesso, però, il Pixel 3 XL si posiziona al terzo posto nella tabella di confronto, essendo l'1% dietro l'iPhone XS Max e il 26% dietro il Samsung Galaxy S9 Plus.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.1 / 0.2 Watt
Idledarkmidlight 0.7 / 1.4 / 2 Watt
Sotto carico midlight 4.8 / 9.5 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Metrahit Energy
Google Pixel 3 XL
3430 mAh
Apple iPhone Xs Max
3174 mAh
Samsung Galaxy S9 Plus
3500 mAh
Huawei Mate 20 Pro
4200 mAh
Sony Xperia XZ2 Premium
3540 mAh
Google Pixel 2 XL
3520 mAh
Media Qualcomm Snapdragon 845
 
Media della classe Smartphone
 
Power Consumption
1%
26%
-12%
-13%
-15%
-10%
1%
Idle Minimum *
0.7
1
-43%
0.68
3%
0.95
-36%
0.67
4%
1.28
-83%
0.862 (0.42 - 1.8, n=26)
-23%
0.884 (0.2 - 3.4, n=700)
-26%
Idle Average *
1.4
1.4
-0%
0.95
32%
2.17
-55%
2.5
-79%
1.87
-34%
1.728 (0.67 - 2.9, n=26)
-23%
1.737 (0.6 - 6.2, n=699)
-24%
Idle Maximum *
2
1.7
15%
1.09
45%
2.25
-13%
2.51
-26%
1.89
5%
2.07 (0.87 - 3.5, n=26)
-4%
2.02 (0.74 - 6.6, n=700)
-1%
Load Average *
4.8
4.6
4%
4.58
5%
4.47
7%
4.3
10%
3.73
22%
4.87 (3.56 - 7.41, n=26)
-1%
4.06 (0.8 - 10.8, n=694)
15%
Load Maximum *
9.5
6.7
29%
5.16
46%
6.15
35%
6.87
28%
8.08
15%
9.27 (6.2 - 12.3, n=26)
2%
5.84 (1.2 - 14.2, n=694)
39%

* ... Meglio usare valori piccoli

Durata della batteria

Il Pixel 3 XL ha una batteria da 3.430 mAh, leggermente più piccola della batteria all'interno del suo predecessore. Di conseguenza, il Pixel 2 XL raggiunge tempi di funzionamento più lunghi nei nostri test di durata della batteria. Tuttavia, il nostro dispositivo di test è arrivato secondo nella tabella di confronto generale, battendo l'iPhone XS Max, il Galaxy S9 Plus e l'Xperia XZ2 Premium. Inoltre, il Pixel 3 XL è durato ben 11:31 ore nel nostro test di durata della batteria Wi-Fi, un tempo di esecuzione che viene battuto solo dall'iPhone XS Max e dal Mate 20 Pro

Sulla base della nostra esperienza, il Pixel 3 XL dovrebbe durare alla maggior parte delle persone un giorno intero di utilizzo tra una carica e l'altra, anche se usato in modo intensivo. La vostra esperienza può variare se vivete in un clima più caldo.

Il caricabatterie incluso ricarica completamente il nostro dispositivo di test in meno di due ore. Tuttavia, la velocità di ricarica rallenta se il Pixel 3 XL viene spinto a fondo mentre viene caricato.

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
28ore 45minuti
NBC WiFi Websurfing Battery Test 1.3
11ore 31minuti
Big Buck Bunny H.264 1080p
12ore 04minuti
Sotto carico (max luminosità)
4ore 59minuti
Google Pixel 3 XL
3430 mAh
Apple iPhone Xs Max
3174 mAh
Samsung Galaxy S9 Plus
3500 mAh
Huawei Mate 20 Pro
4200 mAh
Sony Xperia XZ2 Premium
3540 mAh
Google Pixel 2 XL
3520 mAh
Autonomia della batteria
-8%
-19%
6%
-23%
-6%
Reader / Idle
1725
1305
-24%
1343
-22%
1747
1%
1347
-22%
1706
-1%
H.264
724
801
11%
674
-7%
854
18%
520
-28%
672
-7%
WiFi v1.3
691
742
7%
521
-25%
767
11%
547
-21%
581
-16%
Load
299
223
-25%
237
-21%
282
-6%
235
-21%
302
1%

Pro

+ case robusto e stabile
+ buone macchine fotografiche
+ numerose bande LTE
+ caratteristiche esclusive del software
+ numerosi accessori
+ preciso display a colori
+ nessun rallentamento delle prestazioni sotto carico sostenuto
+ altoparlanti impressionanti
+ durata decente della batteria

Contro

- non si sblocca con il riconoscimento facciale
- mancano alcune caratteristiche video moderne
- dispendioso
- tacca grande
- mediocre qualità di chiamata per un apparecchio di fascia alta
- GPS impreciso

Giudizio finale

Recensione Google Pixel 3 XL Smartphone
Recensione Google Pixel 3 XL Smartphone

Se non ti piacciono le tacche, puoi smettere di leggere ora. Il Google Pixel 3 XL ha una tacca enorme, che è un passo indietro rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti che hanno tacche meno invadenti, sensori di impronte digitali sullo schermo e persino una fotocamera frontale a scorrimento esterno per massimizzare il loro rapporto schermo-corpo.

La fotocamera posteriore di Google Pixel 3 XL scatta foto eccezionali, ma le sue capacità video sono superate. Inoltre, le due fotocamere frontali sono utili, ma solo se si utilizzano parecchio gli autoscatti. Anche le funzioni AR e Digital Wellbeing sono nuove, ma erano già disponibili con applicazioni di terze parti, quindi non sono esattamente innovative.

Il Google Pixel 3 XL è troppo costoso a prezzo pieno anche tenendo conto delle sue pur grandi caratteristiche. Semplicemente non fa nulla per emergere dalla massa.

Quello che emerge dal test del Google Pixel 3 XL è l’impressione di uno smartphone elegante e ben costruito che fa molte cose bene e poche cose male. Purtroppo, non fa nulla che lo distingua in un mercato già saturo. Google è fiduciosa tanto da spingersi fino a chiedere circa 999 dollari per la versione da 128 GB. Si consiglia di cercare di acquistare il Pixel 3 XL a un prezzo inferiore a quello di listino, in quanto si tratta di un grande smartphone con fotocamere e altoparlanti di prima classe.

Google Pixel 3 XL - 11/24/2018 v6
Florian Schmitt

Chassis
92%
Tastiera
66 / 75 → 88%
Dispositivo di puntamento
97%
Connettività
42 / 60 → 70%
Peso
89%
Batteria
94%
Display
89%
Prestazioni di gioco
67 / 63 → 100%
Prestazioni Applicazioni
74 / 70 → 100%
Temperatura
89%
Rumorosità
100%
Audio
81 / 91 → 89%
Fotocamera
85%
Media
82%
90%
Smartphone - Media ponderata

Pricecompare

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione Google Pixel 3 XL Smartphone
Florian Schmitt, 2019-01-29 (Update: 2019-01-29)