Notebookcheck

Huawei Mate 40 Pro: Una buona scelta nonostante la mancanza di servizi Google

L'Huawei Mate 40 Pro è uno smartphone moderno con HMS.
L'Huawei Mate 40 Pro è uno smartphone moderno con HMS.
L'Huawei Mate 40 Pro si è rivelato essere un potente smartphone di fascia alta nel test, brillante con molte caratteristiche premium. Il più grande difetto è la mancanza di servizi Google. Ma sono davvero assolutamente necessari? E quali alternative ci sono?
Daniel Schmidt, 👁 Daniel Schmidt (traduzione a cura di G. De Luca), 🇺🇸 🇩🇪 ...

L'Huawei Mate 40 Pro utilizza Android 10 con l'EMUI 11 interno e Huawei Mobile Services (HMS). L'AppGallery è disponibile per le applicazioni; è stata a lungo testata in Asia ed è ora in fase di espansione verso i mercati occidentali a causa delle conseguenze della disputa commerciale tra gli USA e la Cina. Certamente alcune apps non sono ancora disponibili lì, ma Huawei riesce a colmare questa lacuna con Petal Search per la maggior parte. Si tratta di un motore di ricerca che cerca anche nei database delle app e nei siti dei produttori i file di installazione (APK) delle rispettive app e offre il download diretto. Anche se non è così comodo come installare un'app direttamente dalla AppGallery, di solito richiede solo un ulteriore tocco dello schermo. Un altro piccolo svantaggio è che le app installate in questo modo di solito non vengono aggiornate automaticamente.

Con Petal Maps contro la supremazia Google

Un altro svantaggio che HMS ha ancora oggi rispetto a GMS è la mancanza della possibilità di effettuare pagamenti mobili con lo smartphone. Huawei ha già i requisiti necessari, ma attualmente è ancora in trattative con potenziali partner. L'azienda spera di poter indicare date concrete e partner all'inizio del prossimo anno. Tuttavia, è prevedibile che questa lacuna sarà colmata nel 2021.

Fino ad ora, HMS non disponeva di una propria soluzione di navigazione e gli utenti hanno dovuto ricorrere a fornitori terzi. Questo problema è stato risolto almeno in parte con la prima versione beta di Petal Maps.

Perché, da un lato, è ancora una versione beta e, dall'altro, il nuovo software di navigazione non può ancora offrire la portata di Google Maps. Finora si possono pianificare solo i percorsi per le auto, ma non per le biciclette o i pedoni. Una buona caratteristica già disponibile, tuttavia, è l'indicazione del numero di semafori sul percorso.

Huawei sembra aver risolto il problema della certificazione DRM almeno per i suoi prodotti di punta, visto che il Mate 40 Pro ne ha una. Anche l'app Corona Warning non è ancora disponibile per HMS, ma l'azienda ha fissato i prerequisiti tecnici per il suo utilizzo e attende solo che gli sviluppatori li completino.

Nel complesso, Huawei ha certamente molto lavoro da fare, ma la velocità con cui i cinesi stanno affrontando il compito è sorprendente.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 11 > Huawei Mate 40 Pro: Una buona scelta nonostante la mancanza di servizi Google
Daniel Schmidt, 2020-11-28 (Update: 2020-11-28)