Notebookcheck

DxOMark | Honor V30 Pro è il miglior camera phone disponibile

La serie Honor V30 è stata rilasciata alcuni mesi fa. Honor V30 Pro, in particolare, è il primo smartphone non Huawei ad utilizzare una fotocamera IMX600 da 40 MP. DxOMark, in un recentissimo articolo, ha dichiarato che Honor V30 Pro è tra i migliori top di gamma per quanto concerne alla fotografia.
Luca Rocchi,

Honor V30 Pro ha ricevuto una valutazione complessiva di 122 punti, superando Mate 30 Pro e iPhone 11 Pro max. Secondo il noto portale specializzato in fotografia, Honor V30 Pro è secondo solo a Huawei Mate 30 Pro 5G. 

Il comparto fotografico di Honor V30 Pro ha stupito i recensori e ha raggiunto un punteggio veramente notevole. Gli aspetti che hanno convinto maggiormente lo staff riguardano: l'elevato livello di dettaglio, l'ampio range dinamico e delle esposizioni, le prestazioni dello zoom, la naturalezza dell'effetto bokeh e, infine, lo scatto in modalità notturna. Incerto invece l'autofocus che non è riuscito a convincere completamente.

Anche la valutazione relativa al comparto video è piuttosto elevata. Apprezzabile la stabilizzazione d'immagine, le esposizioni e la resa cromatica. Sottotono, ancora una volta, l'autofocus che non si è dimostrato alla pari delle altre caratteristiche. 

Non siamo sorpresi dai risultati ottenuti da Honor con V30 Pro, in quanto il sensore utilizzato è sostanzialmente molto vicino a quella implementato su Mate 30 Pro. 

Per maggiori informazioni sui test condotti vi suggeriamo di visitare il sito riportato in calce, dove troverete anche diversi esempi e confronti.

Prestazioni a confronto
Prestazioni a confronto
Pro e contro
Pro e contro

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Honor V30 Pro è il miglior camera phone disponibile
Luca Rocchi, 2020-01-18 (Update: 2020-01-18)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.