Notebookcheck

DxOMark | Black Shark 2 Pro testato: qualità audio deludente

Black Shark 2 Pro (Source: XDA-Developers)
Black Shark 2 Pro (Source: XDA-Developers)
I nostri colleghi di DxOMark hanno testato, nelle scorse ore, anche la variante Pro del gaming phone di Xiaomi, il Black Shark 2. Il risultato finale dei test audio è alquanto deludente, Black Shark 2 Pro si posiziona penultimo nella classifica davanti solo ad Xperia 5.
Luca Rocchi,

Lo smartphone è stato testato in fase di riproduzione ricevendo una valutazione parziale di appena 55 punti. Tra gli aspetti positivi troviamo la buona performance dinamica del suono e il contenimento degli artefatti. Purtroppo questi due fattori non sono bastati a convincere DxOMark sulla valutazione, lo smartphone infatti pecca per la mancanza di bassi, il basso volume e una limitata spazializzazione del suono.

In fase di registrazione il Black Shark 2 Pro ha ottenuto un punteggio parziale di 39 punti. Purtroppo anche in questa sessione di test sono stati rilevati numerosi aspetti negativi come la presenza di diversi artefatti, la mancanza totale dei bassi e poca pulizia del rumore di fondo.

Non siamo sorpresi dei risultati in quanto Black Shark 2 Pro è un telefono da gaming di fascia entry-level e sembra che Xiaomi abbia risparmiato proprio sulla componentistica. Per ulteriori informazioni sui test condotti vi suggeriamo di visitare il link riportato di seguito. 

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Black Shark 2 Pro testato: qualità audio deludente
Luca Rocchi, 2020-01-28 (Update: 2020-01-28)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.