Notebookcheck

Con iOS 14, Apple segue le decisioni effettuate da Google oltre una decade fa: interfaccia UX in arrivo

Ogni anno durante il WWDC, Apple si ritrova a presentare soluzioni inizialmente introdotte da Google, il quale di conseguenza emula le decisioni della casa di Cupertino durante il proprio evento denominato Google I/O. Le due piattaforme mobile sono così mature e ricche di funzionalità che ormai è veramente complicato riuscire a presentare una vera e propria innovazione; Apple nelle scorse ora ha introdotto quella che potrebbe essere una versione iOS sterotipata di Android.
Luca Rocchi,

iOS 14 porta su iPhone moltissime novità e l'esperienza di utilizzo si rinnova completamente come da tradizione. Ad esempio sbarcano per la prima volta i widget che si inseriscono direttamente tra le icone, come accade con i dispositivi Android. Giungono inoltre altre due funzioni del tutto simili in modalità e utilizzo a quelle di Google: App Library e Picture in Picture. Mentre App Library può essere descritto sostanzialmente come un drawer più smart e maggiormente organizzato, Picture in Picture è una funzionalità che permette di operare su diverse schermate in via del tutto multitasking. Un utente potrebbe pertanto guardare un video mentre prende attentamente appunti o invia un messaggio.

Cambia completamente l'interfaccia di Siri, mutando in una soluzione meno invasiva e decisamente più compatta, lasciando maggiore spazio ai contenuti riprodotti sul display. L'assistente smart, ora decisamente più avanzato, permette di tradurre anche in tempo reale i testi ed è in grado di comprendere ben undici lingue. Apple ha inoltre rinfrescato l'applicazione messaggi che ora permette di fissare in alto le conversazioni più di rilievo, rispondere direttamente ad uno specifico messaggio in un gruppo e Memoji che supportano più età e anche le mascherine.

Le innovazioni relative ad iOS 14 coinvolgono anche il reparto dedicato alla navigazione e all'utilizzo in automobile. A questo proposito, l'applicazione di navigazione diventa ancora più completa integrando una serie di funzionalità dedicate alla scoperta di attrazzioni turistiche e luoghi da visitare. Verranno inoltre suggeriti metodi più "green" per raggiungere i luoghi desiderati, così da incentivare la ecomobilità. I possessori di auto hybrid e mild-hybrid potranno invece selezionare i punti di interesse relativi alle colonnine di ricarica compatibili più vicine. Per il momento, il rilascio di queste novità sarà limitato ad alcuni paesi.

Sbarca anche Car Keys, una funzione che permette di digitalizzare la codifica della chiave della propria autovettura; sarà quindi necessario affiancare il proprio iPhone all'auto per poter aprire le portiere e avviare il motore. Al momento compatibile solo con alcuni modelli di BMW, la funzione sarà presto disponibile anche per iOS 13. 

Il lancio pubblico è previsto entro fine anno, ma maggiori dettagli relativi alla data di pubblicazione sono attesi durante il keynote autunnale nel corso del quale Apple dovrebbe presentare i nuovi iPhone 12.

Source(s)

Apple

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 06 > Con iOS 14, Apple segue le decisioni effettuate da Google oltre una decade fa: interfaccia UX in arrivo
Luca Rocchi, 2020-06-23 (Update: 2020-06-23)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.