Notebookcheck

Samsung Galaxy XCover Pro, smartphone rugged con batteria rimovibile

Samsung Galaxy XCover Pro (Source: GSMArena)
Samsung Galaxy XCover Pro (Source: GSMArena)
Samsung ha presentato un nuovo smartphone rugged in grado di operare anche in condizioni ambientali estreme. Galaxy XCover Pro ha infatti ricevuto le certificazioni MIL-STD-810G e IP68, pertanto è capace di resistere a polvere, acqua, umidità, cadute e temperature elevate.

La caratteristica principale di questo smartphone riguarda sicuramente la vistosa cover preapplicata dal produttore, che è in grado di fornire una buona protezione al display in caso di cadute accidentali. Galaxy XCover Pro è dotato di un display LCD da 6.3 pollici con risoluzione FHD+ da 2400 x 1080 pixel. 

Sotto la scocca pulsa un processore Exynos 9611 abbinato a 4 GB di memoria RAM e 64 GB di spazio di archiviazione. I dispositivi rugged, generalmente, non offrono un comparto fotografico particolarmente avanzato e la proposta di Samsung non è da meno: nella parte posteriore è presente una doppia fotocamera da rispettivamente 25 MP (wide) e 8 MP (ultra wide). La fotocamera anteriore, invece, utilizza un sensore da 13 MP.

Sono presenti anche il lettore di impronte digitali laterale (del tutto simile a quello utizzato su Galaxy S10e), la porta USB Type-C, due pulsanti programmabili e una batteria rimovibile da 4050 mAh compatibile con ricarica rapida da 15 Watt.

Al lancio, Galaxy XCover Pro, sarà proposto con Android 9 Pie ma è previsto un aggiornamento all'ultima versione. Al momento non è chiaro se questo smartphone sarà disponibile anche in Italia, il prezzo suggerito in Europa è di 499 Euro.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Samsung Galaxy XCover Pro, smartphone rugged con batteria rimovibile
Luca Rocchi, 2020-01-12 (Update: 2020-01-12)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.