Notebookcheck

Microsoft conferma la posizione: Xbox Series X senza VR

Manca ormai poco meno di un anno al lancio ufficiale di Xbox Series X, la console di nuova generazione di Microsoft che dovrebbe arrivare sul mercato entro il periodo natalizio del 2020. Phil Spencer, direttore della divisione Xbox, ha annunciato nelle scorse ore che Xbox Series X sarà priva di VR.

A differenza di Sony, che mantiene il più totale segreto sulle caratteristiche della future console next-gen, Microsoft sembra essere decisamente più loquace e interessata a raccontare tutte le scelte effettuate in corso d'opera. 

Phil Spencer è sempre stato molto diretto e severo rispetto alle moderne soluzioni di Realtà Virtuale: nello scorso novembre aveva dichiarato che "A nessuno interessava il VR" per poi successivamente ritrattare la dichiarazione ma confermare comunque la scelta effettuata dall'azienda. Spencer ha ammesso di aver avuto esperienze gradevoli con i sistemi di Realtà Virtuale sottolineando che le migliori piattaforme da gioco per questo sistema siano i computer da gaming.

Parallelamente rimane qualche perplessità sulla decisa scelta di Microsoft, in quanto Sony già su PlayStation 4 aveva implementato la funzione. Entrambe le console attese per fine anno saranno caratterizzate da componenti hardware di fascia alta capaci di offrire un ottimo framerate. Non ci rimane che attendere per eventuali nuove dichiarazioni.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 02 > Microsoft conferma la posizione: Xbox Series X senza VR
Luca Rocchi, 2020-02-13 (Update: 2020-02-13)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.