Notebookcheck

CES 2020 | Adata mostra l'unità SSD XPG Sage PCIe 4.0 NVMe capace di raggiungere 1 milione di IOPS

Adata XPG Sage (Source: Tom's Hardware)
Adata XPG Sage (Source: Tom's Hardware)
Adata presenta al CES 2020 il suo prossimo SSD consumer di fascia alta denominato XPG Sage. Si tratta di una unità con interfaccia M.2 NVMe compatibile con lo standard PCI Express di quarta generazione. Attualmente questa tecnologia è sfruttabile a banda piena esclusivamente sulle schede madri AMD X570 dotate di Ryzen serie 3000.
Luca Rocchi,

Se gli attuali SSD PCIe 3.0 NVMe non sono all'altezza delle vostre richieste, Adata è vicina a lanciare una nuova unità con interfaccia M.2 NVMe e compatibile con lo standard PCI Express 4.0. XPG Sage utilizza un esclusivo controller Innogrit Rainier (IG5236), capace di raggiungere fino ad un massimo di 7000 MB/s in lettura sequenziale e 6000 MB/s in scrittura sequenziale.

Durante i test presentati alla conferenza, il controller ha raggiunto l'incredibile valore di 1 milione di IOPS in fase di lettura e, 800 mila IOPS in fase di scrittura. Queste prestazioni da capo giro sono state ottenute sfruttando chip TSMC datati con un processo produttivo di 16 / 12 nm. Il controller IG5236 supporta capacità fino a 16 TB, tuttavia il produttore ha suggerito che il modello punta non supererà la capienza massima di 4 TB al fine di mantere un costo di produzione accessibile.

Tra le specifiche tecniche aggiuntive troviamo 4 GB di memoria dedicati alla DRAM cache e un efficiente dissipatore probabilmente in alluminio. 

Al momento non abbiamo ulteriori dettagli riguardanti prezzo e disponibilità.

Risultati ottenuti su Crystal Disk Mark (Source: Tom's Hardware)
Risultati ottenuti su Crystal Disk Mark (Source: Tom's Hardware)

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Adata mostra l'unità SSD XPG Sage PCIe 4.0 NVMe capace di raggiungere 1 milione di IOPS
Luca Rocchi, 2020-01-10 (Update: 2020-01-10)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.