Notebookcheck

Una nuova certificazione suggerisce l'arrivo di Samsung Watch 2020

La nuova generazione di smartwatch potrebbe essere in arrivo (Source: Samsung)
La nuova generazione di smartwatch potrebbe essere in arrivo (Source: Samsung)
Stando a quanto riferito, Samsung aggiungerà presto un nuovo smartwatch al proprio catalogo. La notizia giunge in concomitanza dalla registrazione di un nuovo certificato rilasciato dall'organizzazione cinese CMIIT. Considerato che l'azienda è solita svelare un nuovo smartwatch all'anno, non ci sorprende la natura di questo rumor.
Luca Rocchi,

Le informazioni a disposizioni non sono molte e allo stato attuale non siamo in grado di capire se possa trattarsi del successore di Samsung Galaxy Watch Active 2 o di una nuova versione di Samsung Galaxy Watch. La certificazione riporta quattro differenti codici prodotto che potrebbero riferirsi al medesimo modello.

Le sigle SM-R840 e SM-850 potrebbero far riferimento a due dispositivi caratterizzati da una dimensione del display differente, mentre SM-R845 e SM-R855 potrebbero essere i codici dedicati alle varianti WiFi ed LTE. Attese numerose migliorie rispetto alla precedente generazione di smartwatch come ad esempio un maggior quantitativo di memoria interna, una batteria con capacità superiore e sensori avanzati capaci di rilevare la pressione sanguigna e la saturazione dell'ossigeno.

Nessuna indiscrezione sulla data ufficiale di presentazione ma è probabile che Samsung decida di presentarlo in concomitanza del lancio di Galaxy Note 20 atteso per la fine dell'anno.

I dispositivi Samsung avvistati nel database MIIT (Source: MIIT via MySmartPrice)
I dispositivi Samsung avvistati nel database MIIT (Source: MIIT via MySmartPrice)

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 04 > Una nuova certificazione suggerisce l'arrivo di Samsung Watch 2020
Luca Rocchi, 2020-04-28 (Update: 2020-04-28)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.