Notebookcheck

Recensione del Monitor Desktop Philips Momentum 436M6VBPAB 4K

Klaus Hinum, 👁 Klaus Hinum, Katja Steyrleuthner (traduzione a cura di G. De Luca), 03/04/2019

Un gigante 4K con HDR. TV o monitor? Questa è la prima domanda che ci siamo posti quando abbiamo visto il display Philips Momentum 436M6VBPAB. Il dispositivo manca di un sintonizzatore TV, il che rende chiaro a cosa è destinato il monitor. Momentum ha anche il supporto 4K e HDR, che è una combinazione interessante. Continuate a leggere per scoprire se Momentum è adatto per l'uso desktop e come si comporta nei nostri test.

Il 436M6VBBPAB ha uno schermo gigantesco grazie alla sua risoluzione UHD e alle dimensioni da 43 pollici.
Il 436M6VBBPAB ha uno schermo gigantesco grazie alla sua risoluzione UHD e alle dimensioni da 43 pollici.
Il Philips Ambilight è stravagante secondo noi.
Il Philips Ambilight è stravagante secondo noi.

Uno sguardo alle specifiche Philips mette in evidenza quanto sia grande il Momentum e quante sono le funzioni che l'azienda olandese ha inserito nel display.

Philips Momentum 436M6VBPAB/00

  • 43"
  • MVA Panel + Quantum Dot
  • 3840x2160 - 4K UHD
  • 5 ms tempi di risposta
  • 60 Hz: FreeSync 48-60 Hz
  • 178° angoli di visuale
  • 14.7 kg
  • DisplayHDR 1000
  • Ambilight - illuminazione ambientale

Il 436M6VBBPAB ha l'aspetto di un tipico televisore e dispone di un grande supporto che consente solo piccole regolazioni dell'angolo di visione come un televisore. Inoltre, non è stato possibile regolarne l'altezza, a differenza dei tradizionali monitor da tavolo. Il 436M6VBBPAB ha cornici relativamente piccole come molti televisori e monitor moderni, che misuriamo a 17 mm sui lati, 18 mm in alto e 25 mm in basso. Le cornici sono però lucide, per cui attireranno impronte digitali e macchie.

Al contrario, il Philips Momentum 436M6 ha cornici di 25 mm intorno all'intero pannello, che non sono sensibilmente più spesse di quelle del nostro dispositivo di prova.

Porte

Come per la maggior parte dei monitor, le porte del 436M6VBPAB sono leggermente incassate nel pannello posteriore. La loro posizione mantiene i cavi nascosti quando il monitor è poggiato su una scrivania, ma diventano difficili da raggiungere se il 436M6VBPABPAB è collegato a una parete utilizzando un supporto VESA. Quindi, sarebbe stato utile se Philips avesse aggiunto anche una porta USB o HDMI più accessibile per quando il monitor è montato a parete.

Philips ha dotato il 436M6VBPABPAB di una selezione standard di porte per un monitor, ma l'azienda ha anche incluso una porta USB Type-C che supporta USB Power Delivery (USB PD). La porta può caricare un computer portatile, un tablet o uno smartphone durante l'emissione di audio e video, il tutto con un solo cavo. La porta funzionava perfettamente con un Apple MacBook Pro 15 2018, un iPad Pro 11 e un ASUS Zephyrus GX501, ma per qualche motivo, il 436M6VBPABPAB non poteva caricare l'Eve V. Quest'ultimo utilizza Thunderbolt 3 come il MacBook e lo Zephyrus, quindi sappiate che la porta Type-C sul Momentum potrebbe non essere in grado di caricare tutti i dispositivi apparentemente compatibili.

HDMI 2.0, DisplayPort, Mini DisplayPort, USB Type-C con DisplayPort, Power Delivery (USB PD) e supporto USB Hub, 2 x USB Type-A, jack cuffie
HDMI 2.0, DisplayPort, Mini DisplayPort, USB Type-C con DisplayPort, Power Delivery (USB PD) e supporto USB Hub, 2 x USB Type-A, jack cuffie

Interfaccia Utente

Un'occhiata alle impostazioni sullo schermo del Philips Momentum 436M6VBBPAB
Un'occhiata alle impostazioni sullo schermo del Philips Momentum 436M6VBBPAB

Il menu delle impostazioni è accessibile tramite un joystick incassato sul pannello posteriore o con il telecomando in dotazione. Quest'ultimo è, a nostro avviso, molto più facile da usare, ma ha anche i pulsanti di luminosità e volume. Il menu è strutturato in modo logico e facile da navigare, ma alcune impostazioni, come le funzioni HDR, richiedono tempi di accesso inutilmente lunghi.

Qualità dell'immagine

Il nostro dispositivo di prova ha una deludente precisione dei colori, specialmente per i designer e i fotografi. La modalità Foto ha ottenuto un riproduzione del colore prima della calibrazione con una deviazione media DeltaE di 3,5, che è un sesto superiore al valore ideale di 3. La calibrazione aggiuntiva riduce le deviazioni a 3, al di sotto del quale l'occhio umano non può notare alcuna differenza di colore.
Il pannello è certificato HDR 1000 ed ha raggiunto un'eccezionale luminosità massima media di 769 cd/m², secondo X-Rite i1Pro 2. Tuttavia, la nostra unità di prova ha un livello di nero inaccettabilmente alto di 1,1 cd/m², che si traduce in un rapporto di contrasto mediocre di 722:1. Il 436M6VBBPAB utilizza 32 zone di edge LED per ottenere la certificazione HDR 1000 e consente ad alcune aree del display di raggiungere la luminosità di picco di 1000 cd/m².
Inoltre il 436M6VBBPAB ha angoli di visione molto stabili, ma abbiamo notato che la nostra immagine di prova sembrava sbiadita ad angoli di visione acuti.

CalMAN: ColorChecker - sRGB
CalMAN: ColorChecker - sRGB
CalMAN: scala di grigi, HDR, 50% di luminosità
CalMAN: scala di grigi, HDR, 50% di luminosità
CalMAN: Colour Space, HDR disattivato – spazio di colore target DCI P3
CalMAN: Colour Space, HDR disattivato – spazio di colore target DCI P3
CalMAN: Colormatch con VesaHDR on Windows
CalMAN: Colormatch con VesaHDR on Windows
CalMAN: Colour Space, HDR disattivato– calibrato
CalMAN: Colour Space, HDR disattivato– calibrato
CalMAN: ColorChecker, HDR disattivato - calibrato
CalMAN: ColorChecker, HDR disattivato - calibrato
CalMAN: scala di grigi, HDR disattivato - calibrato
CalMAN: scala di grigi, HDR disattivato - calibrato
CalMAN: Picchi RGB distribuiti uniformemente in modalità normale
CalMAN: Picchi RGB distribuiti uniformemente in modalità normale
CalMAN: Livelli di blu ridotti con la modalità LowBlue attivata
CalMAN: Livelli di blu ridotti con la modalità LowBlue attivata
719
cd/m²
705
cd/m²
652
cd/m²
752
cd/m²
794
cd/m²
743
cd/m²
818
cd/m²
871
cd/m²
867
cd/m²
Distribuzione della luminosità
X-Rite i1Pro 2
Massima: 871 cd/m² Media: 769 cd/m² Minimum: 97.5 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 75 %
Contrasto: 722:1 (Nero: 1.1 cd/m²)
ΔE Color 3.5 | 0.4-29.43 Ø6.2, calibrated: 3
ΔE Greyscale 2.7 | 0.64-98 Ø6.4

Sub-pixel Array

Purtroppo, il sub-pixel utilizzato causa un notevole sbiancamento del colore. Inoltre, i bordi dei piccoli caratteri e dei singoli blocchi di colore appaiono sfocati. Tuttavia, questo dovrebbe essere notato solo guardando il display da una breve distanza, quindi non dovrebbe essere un problema nell'uso quotidiano.

Sub-pixel array
Sub-pixel array
Abbiamo notato qualche sfumatura di colore intorno a piccoli caratteri e qualche banda colorata in grandi blocchi di colore.
Abbiamo notato qualche sfumatura di colore intorno a piccoli caratteri e qualche banda colorata in grandi blocchi di colore.

Riflessi

Philips ha ricoperto il pannello con una vernice semiopaca, che dovrebbe diffondere i riflessi pur mantenendo colori vivaci. Il pannello ha dato buoni risultati nei nostri test, come dimostrato di seguito, ma abbiamo preferito il display lucido del MacBook Pro 15 2018.

Uno sguardo a come il display semiopaco del Philips Momentum 436M6VBPAB diffonde i riflessi.
Uno sguardo a come il display semiopaco del Philips Momentum 436M6VBPAB diffonde i riflessi.
Uno sguardo più da vicino a come il display semiopaco del Philips Momentum 436M6VBPAB diffonde i riflessi.
Uno sguardo più da vicino a come il display semiopaco del Philips Momentum 436M6VBPAB diffonde i riflessi.
Uno sguardo a come il display lucido dell'Apple MacBook Pro diffonde i riflessi
Uno sguardo a come il display lucido dell'Apple MacBook Pro diffonde i riflessi
Uno sguardo da vicino a come il display opaco da 27 pollici del Fujitsu diffonde i riflessi.
Uno sguardo da vicino a come il display opaco da 27 pollici del Fujitsu diffonde i riflessi.

Sfarfallio

Il 436M6VBBPAB utilizza la modulazione di larghezza d'impulso (PWM) per regolare la retroilluminazione. Misuriamo la frequenza PWM a 22,4 kHz, il che dovrebbe causare problemi solo a quelle poche persone che sono particolarmente sensibili al PWM. Non abbiamo notato alcun tremolio misurabile anche alla massima luminosità, e i nostri occhi non si sono stanchi dopo un lungo periodo di osservazione del display. Anche in questo caso, i risultati possono variare, ma la frequenza PWM dovrebbe essere abbastanza alta da non causare problemi alla maggior parte delle persone.

Sfarfallio dello schermo / PWM (Pulse-Width Modulation)

Per ridurre la luminosità dello schermo, alcuni portatili accendono e spengono la retroilluminazione in rapida successione - un metodo chiamato Pulse Width Modulation (PWM). Questa frequenza di ciclo a livello ideale non dovrebbe essere percepibile dall'occhi umano. Se tale frequenza è troppo bassa, gli utenti con occhi sensibili potrebbero stancarsi gli occhi o avere mal di testa o anche notare uno sfarfallio.
flickering dello schermo / PWM rilevato 22400 Hz ≤ 99 % settaggio luminosita'
≤ 700 luminosita' cd/m²

Il display sfarfalla a 22400 Hz (Probabilmente a causa dell'uso di PWM) Flickering rilevato ad una luminosita' di 99 % (700 cd/m²) o inferiore. Non dovrebbe verificarsi flickering o PWM sopra questo valore di luminosita'.

La frequenza di 22400 Hz è abbastanza alta, quindi la maggioranza degli utenti sensibili al PWM non dovrebbero notare alcun flickering.

Il flickering si verifica anche con livelli di luminosita' alta e potrebe avere un effetto negativo durante l'utilizzo quotidiano.

In confronto: 52 % di tutti i dispositivi testati non utilizza PWM per ridurre la luminosita' del display. Se è rilevato PWM, una media di 9868 (minimo: 43 - massimo: 142900) Hz è stata rilevata.

Tempi di risposta

I tempi di risposta del 436M6VBPABPAB sono difficili da misurare a causa della sua retroilluminazione sempre tremolante. Quindi, leggiamo manualmente i tempi di reazione usando un oscilloscopio, quindi c'è un margine di errore. La nostra unità di prova ha tempi di risposta compresi tra 9 e 14 ms, che sono abbastanza veloci per un display IPS. Attivando Overdrive si riducono i tempi di reazione a 8 ms.

Tempi di risposta del Display

I tempi di risposta del display mostrano quanto sia veloce lo schermo a cambaire da un colore all'altro. Tempi di risposta lenti possono creare sovrapposizioni negloi oggetti in movimento. Specialmente i giocatori patiti del 3D dovrebbero usare uno schermo con tempi di risposta bassi.
       Tempi di risposta dal Nero al Bianco
9 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 4 ms Incremento
↘ 5 ms Calo
Lo schermo mostra veloci tempi di risposta durante i nostri tests e dovrebbe esere adatto al gaming
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.8 (minimo) a 240 (massimo) ms. » 6 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono migliori rispettto alla media di tutti i dispositivi testati (25.5 ms).
       Tempo di risposta dal 50% Grigio all'80% Grigio
14 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 8 ms Incremento
↘ 6 ms Calo
Lo schermo mostra buoni tempi di risposta durante i nostri tests, ma potrebbe essere troppo lento per i gamers competitivi.
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.9 (minimo) a 636 (massimo) ms. » 6 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono migliori rispettto alla media di tutti i dispositivi testati (40.8 ms).

HDR

Una delle pietre miliari del 436M6VBPABPAB è il suo supporto HDR, compresa la certificazione HDR 1000, come abbiamo detto prima. L'HDR può essere attivato nelle impostazioni del display di Windows 10, ma è necessario attivarlo anche nelle impostazioni del 436M6VBPABPAB. Sfortunatamente, il contenuto a definizione standard (SDR) sembra rovinato con HDR abilitato, e l'aumento della luminosità in Windows 10 Settings non ha potuto rimediare a questa situazione.

Tuttavia, i video HDR hanno un aspetto fantastico, in particolare i contenuti HDR 4K su YouTube. Ma abbiamo notato la differenza in giochi come Battlefield V. In breve, a causa dei suoi svantaggi legati all'SDR e del suo lungo processo di switchover, l'HDR sembra più un espediente che un punto di forza ai nostri occhi.

Consumo Energetico

Il 436M6VBBPAB è un monitor ad alta efficienza energetica. La nostra unità di prova consuma solo 0,05 W quando è spento e 0,21 W a riposo. Il monitor consuma circa 47,7 W alla luminosità minima con Ambiglow disabilitato, che è aumentato a 102 W quando abbiamo aumentato la luminosità al 50%, che corrisponde a 350 cd/m². Vale la pena notare che Ambilight consuma solo circa 1 W.
Il nostro apparecchio di prova consuma anche 155 W alla massima luminosità, che è salita ad un picco di 182 W con HDR abilitato.

Casse

Gli altoparlanti integrati non sono eccezionali, ma sono abbastanza buoni per ascoltare occasionalmente della musica o mentre si riproducono giochi casuali e video. Gli altoparlanti suonano molto peggio di quelli del MacBook Pro 15 2018, ad esempio, nonostante i driver più grandi, in particolare con toni acuti.

Dobbiamo anche sottolineare che il 436M6VBPABPAB è stato silenzioso durante i nostri test. Non abbiamo misurato alcun coil whine o altre interferenze elettriche anche con un microfono.

dB(A) 0102030405060708090Deep BassMiddle BassHigh BassLower RangeMidsHigher MidsLower HighsMid HighsUpper HighsSuper Highs2043.945.545.12531.734.134.2313231.1314031.23332.85033.228.136.26340.329.643.18044.430.347.610056.726.457.912562.433.465.91606428.96820068.129.171.525069.724.773.931573.624.276.640072.724.877.150072.821.877.463073.919.878.580069.718.974.3100064.917.769.1125064.617.568.4160062.417.365.9200059.51763.7250061.217.265.331506216.966.1400057.817.161.85000521756.2630052.517.256.5800053.517.157.61000052.417.156.51250052.717.1571600048.217.352.3SPL77.93182.1N42.41.654.5median 62.4median 17.5median 65.9Delta7.73.88.133.933.532.632.430.130.831.129.830.627.537.52846.425.557.525.664.625.267.523.966.822.871.521.970.521.872.820.874.320.474.519.771.218.870.318.570.91874.717.471.817.475.317.173.417.570.317.172.917.376.517.269.117.369.117.365.317.264.417.38583.430.270.561.21.4median 70.9median 182.91.8hearing rangehide median Pink NoisePhilips Momentum 436M6Apple MacBook Pro 15 2018 (2.6 GHz, 560X)
Frequency diagram (checkboxes can be checked and unchecked to compare devices)
Philips Momentum 436M6 analisi audio

(+) | speakers can play relatively loud (82.1 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(-) | too much bass - on average 5.7% higher than median
(±) | linearity of bass is average (10% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(±) | higher mids - on average 6.4% higher than median
(+) | mids are linear (4.3% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(±) | reduced highs - on average 6% lower than median
(+) | highs are linear (4.4% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(+) | overall sound is linear (13.5% difference to median)
Compared to same class
» 10% of all tested devices in this class were better, 3% similar, 87% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%
Compared to all devices tested
» 10% of all tested devices were better, 3% similar, 87% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Apple MacBook Pro 15 2018 (2.6 GHz, 560X) analisi audio

(+) | speakers can play relatively loud (85 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(+) | good bass - only 4.7% away from median
(±) | linearity of bass is average (8.7% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 1.8% away from median
(+) | mids are linear (3.7% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(+) | balanced highs - only 2.6% away from median
(+) | highs are linear (5.9% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(+) | overall sound is linear (6% difference to median)
Compared to same class
» 2% of all tested devices in this class were better, 2% similar, 97% worse
» The best had a delta of 3%, average was 18%, worst was 41%
Compared to all devices tested
» 0% of all tested devices were better, 0% similar, 100% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Giudizio Complessivo

Recensione del monitor desktop Philips Momentum 436M6VBPAB 4K
Recensione del monitor desktop Philips Momentum 436M6VBPAB 4K

Il Philips Momentum 436M6VBBPAB è un massiccio monitor da 43 pollici con supporto 4K e HDR. Il monitor ha l'aspetto di un televisore, ma l'assenza di un sintonizzatore rivela la destinazione d'uso del dispositivo. Philips ha progettato il 436M6VBBPAB per l'uso con le console, da cui le persone in genere si siedono a distanza. Quindi, l'enorme schermo del 436M6VBPAB è ben proporzionato per questo caso d'uso.
I video HDR hanno un aspetto fantastico, ma abilitare la tecnologia in Windows è attualmente noioso e a volte restrittivo. Inoltre, la struttura sub-pixel che Philips ha utilizzato impedisce al 436M6VBPAB di essere utilizzato come un grande monitor da tavolo. Sospettiamo che la maggior parte delle persone noteranno colori sfrangiati e sfocatura intorno ai bordi dei piccoli caratteri quando ci si siede alla scrivania. Inoltre, il 436M6VBBPAB può funzionare in gran parte solo in posizione fissa e non ha alcuna regolazione in altezza. La porta USB Type-C con PD USB è un'aggiunta gradita, mentre il telecomando incluso rende l'utilizzo del 436M6VBPABPAB più semplice rispetto al joystick integrato. In breve, il Philips Momentum è un fantastico monitor 4K, ma i suoi svantaggi gli impediscono di essere versatile come potrebbe essere.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione del Monitor Desktop Philips Momentum 436M6VBPAB 4K
Klaus Hinum, 2019-03- 4 (Update: 2019-03- 4)