Notebookcheck

Recensione completa del portatile Razer Blade (2016)

Sven Kloevekorn, Stefanie Voigt (traduzione a cura di G.DeLuca), 12/23/2016

Solido come una roccia. Il nuovo Razer Blade mette una GTX 1060 in un eccellente case di alluminio. Il portatile ha dispositivi di input affidabili, Thunderbolt 3 ed un ottimo pannello IGZO. Con tutto questo, cosa può andare storto? Oltre a qualche piccolo problema, la principale pecca sono le prestazioni gaming. Tuttavia, è possibile risolvere con un update EC.

Per la versione originale in Tedesco, guardate qui.

Pochi produttori sono interessati nel produrre un compatto portatile gaming da 14". Negli scorsi anni, solo MSI, Alienware, Clevo, Gigabyte e Razer hanno deciso di costruire tale tipo di portatili. Sebbene questa categoria conti pochi esemplari, abbiamo trovato diverse varianti: nel 2013, abbiamo testato il predecessore dell'attuale Razer Blade (2016). Il case forse non è cambiato molto, ma il display e l'hardware hanno subito un evidente upgrade.

Razer ha deciso di lanciare ad inizio 2016 in nuova versione della sua linea compatta gaming. Questa nuova linea include CPU Skylake, Thunderbolt 3 (via USB Type-C), ed un SSD (interfaccia PCIe) ed una Nvidia GeForce GTX 970M. Con il nuovo Blade, Razer ha deciso di fare un altro passo in avanti ed ha scelto la Nvidia GeForce GTX 1060 della generazione Pascal.

Il nostro modello di test ha un layout della tastiera Inglese. Il produttore offre sei diverse configurazioni. Questa varietà è possibile grazie a due diversi schermi ed tre SSDs con varie capacità. Il nostro modello di test utilizza un touchscreen IGZO 3200x1800 pixels. Mentre l'alternativa (un pannello FHD) potrebbe avere una risoluzione inferiore, sembra essere una scelta più sensibile se si considerano le dimensioni compatte e la scheda grafica di questo portatile. Di seguito ritorneremo sul punto.

Per quanto riguarda l'archiviazione, l'utente ha molta scelta: SSDs da 256 GB, 512 GB o 1 TB. Il Blade più economico (SSD da 256 GB ed un pannello FHD panel), costa circa 2.000 Euro (~$2152). Questo prezzo sale a circa 3.000 Euro (~$3229) se si decide di investire in uno schermo QHD+ ed un SSD da 1 TB. Per configurazioni con schermi da risoluzione superiore, bisogna investire ancora altri 300 - 400 Euro (~$322 - ~$430, per le configurazioni FHD). Alla fine della giornata, le sei configurazioni mostrano molte cose in comune: hanno lo stesso case, connettività, CPU (Intel Core i7-6700HQ), 16 GB di RAM, GTX 1060 (6 GB di memoria grafica) ed altre features.

Ci sono poche similitudini con portatili gaming. Detto questo possiamo fare una lista di confronto. Abbiamo scelto due portatili da 14" ed un più grande portatile gaming (con GeForce GTX 1070). Tutti i modelli montano una i7-6700HQ:

Razer Blade (2016) (Blade Serie)
Scheda grafica
NVIDIA GeForce GTX 1060 (Laptop) - 6144 MB, Core: 1405 MHz, Memoria: 4000 MHz, GDDR5, ForceWare 369.15, Optimus
Memoria
16384 MB 
, DDR4, 2133 MHz, Dual-Channel, onboard
Schermo
14 pollici 16:9, 3200 x 1800 pixel 262 PPI, 10 points touch, Sharp LQ140Z1JW01 (SHP1401), IGZO, QHD+, lucido: si
Scheda madre
Intel HM170 (Skylake PCH-H)
Harddisk
Samsung PM951 NVMe MZVLV512, 512 GB 
, Slots: 1x m.2 PCIe
Scheda audio
Realtek ALC298 @ Intel Sunrise Point PCH - High Definition Audio Controller
Porte di connessione
3 USB 3.0 / 3.1, 1 USB 3.1 Gen 2, 1 Thunderbolt, 1 HDMI, 1 DisplayPort, 1 Kensington Lock, Connessioni Audio: in/out combo (3.5 mm jack), Sensore luminosità
Rete
Killer Wireless-n/a/ac 1535 Wireless Network Adapter (b/g/n/ac), Bluetooth 4.1
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 18 x 345 x 235
Batteria
70 Wh polimeri di litio
Sistema Operativo
Microsoft Windows 10 Home 64 Bit
Camera
Webcam: 2 MP
Altre caratteristiche
Casse: 2.0 (Dolby Digital Plus), Tastiera: Chiclet, Illuminazione Tastiera: si, Alimentatore: 165 W
Peso
1.96 kg, Alimentazione: 420 gr
Prezzo
2600 EUR
Nota: il produttore potrebbe usare componenti di fornitori diversi pannelli dei diplay, drive o banchi di memoria con specifiche simili.

 

Case

Razer offre un case in alluminio unibody. Con uno spessore di 17.9 mm, questo portatile gaming è straordinariamente sottile. I veri cases unibody sono forgiati da un unico blocco di metallo e non hanno cover di manutenzione sul fondo (diversamente dal nostro modello). Questo tuttavia non intacca la stabilità. Il nostro modello di test resiste alle pressioni, e non riusciamo a deformarlo per nulla, nonostante l'applicazione di molta forza. E' senza dubbio il case più robusto e sofisticato che abbiamo visto. Anche il robusto display è abbastanza resistente e difficilmente cede alle pressioni. L'eccellente impressione è completata da cerniere quasi perfettamente regolate, che sono abbastanza robuste da prevenire le oscillazioni, ma resta possibile all'utente aprilo con una sola mano.

Il design è una questione di gusti, ma il recensore si è trovato bene con le superfici nero matto, che purtroppo accumulano molte ditate. Il case ha angoli arrotondati e estremità su due livelli. Per prevenire che queste estremità fossero scomode, Razer ha modificato l'estremità (vicino al touchpad). Nel complesso, il design è attraente. Ha un aspetto molto mascolino. Il portatile è bello, ma sicuramente apprezziamo gli extras: le griglie delle casse a destra e sinistra della tastiera ed il logo tribale Razer sul retro (può avere vari colori).

Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)
Razer Blade (2016)

Abbiamo escluso il modello da 15" dal confronto dimensioni. Dei tre modelli restanti, il Razer Blade è nettamente il più compatto: ha le dimensioni minori, ad eccezione della larghezza, che è identica a quella del modello MSI. Lo Schenker ha la pianta maggiore ed uno spessore di 25 mm. E' anche il più pesante, e pesa 2.2 kg.

Confronto dimensioni

349 mm 247 mm 25 mm 2.2 kg345 mm 245 mm 22.8 mm 1.9 kg345 mm 235 mm 18 mm 2 kg

Connettività

Molti utenti preferiscono i cavi Ethernet ai moduli WLAN quando giocano (a causa della maggiore affidabilità e del ping inferiore). Il Razer Blade, tuttavia, non ha una porta Ethernet, e non ha un card reader, either. Per il resto, c'è tutto ciò che potrebbero desiderare gli utenti moderni. Ci sono 2x USB 3.0 ed una Thunderbolt 3 via USB Type-C. L'output HDMI 2.0 riesce a gestire videos 4K su un monitor esterno a 60 Hz.

Le cuffie tradizionali non hanno una porta su questo portatile, in quanto cuffie e microfono sono stati uniti in un jack combo. Grazie al sufficiente spazio, Razer è in grado di distribuire tutte le porte verso la parte posteriore del portatile. Questo riduce il rischio che i cavi possano intralciare quando si unsa un mouse esterno.

Sinistra: alimentazione, 2x USB 3.0, audio in/out
Sinistra: alimentazione, 2x USB 3.0, audio in/out
Destra: USB 3.1 Type-C con Thunderbolt 3, USB 3.0, HDMI 2.0, Kensington lock
Destra: USB 3.1 Type-C con Thunderbolt 3, USB 3.0, HDMI 2.0, Kensington lock

Comunicazioni

Killer Network Manager
Killer Network Manager

Pur in assenza di una porta Ethernet, almeno possiamo dire che le prestazioni WLAN sono abbastanza buone. Razer ha puntato su un modulo Killer Wireless-AC 1535, in quanto progettata per gamers ed ha opzioni di personalizzazione (guardate gli screenshot). Abbiamo dato uno sguardo da vicino qui. Può supportare gli standards tradizionali sull'affollata frequenza 2.4 GHz e lo standard ac per la frequenza 5 GHz (relativamente meno usato). C'è anche il Bluetooth 4.1.

Grazie alla configurazione MIMO 2x2, il portatile riesce teoricamente a raggiungere fino a 866 MB/s. In condizioni ideali (un metro dal router), il portatile arriva a 646 MB/s (ricezione) e 591 MB/s (invio).

Networking
iperf3 Client (receive) TCP 1 m 4M x10
Razer Blade (2016)
Killer Wireless-n/a/ac 1535 Wireless Network Adapter
646 MBit/s ∼100%
iperf3 Client (transmit) TCP 1 m 4M x10
Razer Blade (2016)
Killer Wireless-n/a/ac 1535 Wireless Network Adapter
591 MBit/s ∼100%

Accessori

A parte il necessario alimentatore da 165-Watt, lo scatolo include un panno per la pulizia e la garanzia standard oltre ai fogli informativi. Sembra che il produttore non offrirà accessori opzionali specificamente realizzati per il Razer Blade.

Manutenzione

Il portatile non ha una cover di manutenzione e la batteria non è removibile dall'esterno. Tuttavia, è possibile accedere all'hardware (guardate le immagini "Case") rimuovendo 10 viti Torx che fissano il pannello inferiore.

Garanzia

Il portatile non avrà solo una garanzia di un anno, ma anche una copertura di due anni obbligatoria per legge.

Dispositivi di Input

Touchpad settings
Touchpad settings

Tastiera

Poiché la tastiera è ampia quanto il desktop, i tasti hanno dimensione decenti e spazi comodi. I tasti piatti hanno un leggero rivestimento antiscivolo. Le etichette invece sono poco visibili. Avremmo preferito caratteri più grandi o spessi, avremmo avuto una maggiore visibilità, specialmente con i tasti con funzioni secondarie, dove le etichette sono davvero molto piccole e non illuminate. Ad eccezione del fatto che i tasti direzionali (alcuni dimezzati) sono integrati nella parte inferiore destra della tastiera, il offre varie sorprese. Alcuni caratteri speciali come la punteggiatura o operatori matematici non sono nel loro solito posto. Questo significa che occorre un certo periodo per abituarsi.

L'utente dovrà fare molta pressione per flettere la tastiera al centro. Questo significa che durante la normale digitazione, la tastiera resta estremamente salda. I tasti hanno una buona corsa bene percepibile, ma il punto di pressione non è saldo ed ha un impatto leggero sul cuscinetto. Abbiamo apprezzato l'esperienza di digitazione, ma forse le dita si stancheranno presto. Nel complesso, il feedback durante la digitazione potrebbe essere migliorato. La rumorosità durante la digitazione non lo rende ideale da usare in ambienti silenziosi.

Diamo uno sguardo alla illuminazione della tastiera. Con nostra sorpresa, la retroilluminazione può essere configurata solo aprendo un account con Razer. Questo consente al produttore di registrare i settaggi sul Cloud, ma non ci piace questa registrazione obbligatoria. Dopo tutto, visto che si spendono molti soldi per questo portatile gaming, a nostro parere, il produttore non può vincolare le funzioni utilizzabili sul dispositivo.

La retroilluminazione della tastiera Chrome è potente ed ha molte opzioni di configurazione: ogni tasto può essere settato su 17 milioni di colori (secondo Razer). Inoltre, l'utente può fissare zone della tastiera di vari colori. Chroma può anche regolare l'intensità dell'illuminazione con l'opzione "Breathing" o con la modalità "Fire". Con la modalità attiva "Reactive", la tastiera consente l'accensione dei tasti quando premuti e poi un effetto fade. La ciliegina sulla torta: compatibile con i giochi, come Rise of the Tomb Raider, con effetti speciali durante il gioco. Se è attivo il supporto Chroma nei settaggi dei giochi, il sistema illumina i tasti importanti e mostra un paio di effetti interessanti in alcuni scenari di gioco.

Touchpad

Molti gamers saranno felici che Razer ha deciso di usare un touchpad tradizionale con due tasti separati. Questo dispositivo ha una superficie ampia, ma grazie alle zone configurate, non reagisce a tocchi accidentali. Queste zone sono utilizzate per lo scrolling. Allo stesso tempo, se muovete il dito dal centro del touchpad verso le estremità, il dispositivo riconoscerà i movimenti fino al bordo. La superficie nera leggermente gommata offre buone capacità di scorrevolezza anche con dita leggermente unte, ma le dita sudate faranno attrito. Precisione e risposta del touchpad sono eccellenti, ed è in grado di seguire anche i movimenti più veloci. Operazioni Drag & Drop risultano affidabili con un doppio tap.

Purtroppo, i tasti separati del mouse non sono altrettanto buoni. Hanno una corsa breve e non perfetta. Sebbene la resistenza sia bassa, hanno un buon punto di pressione. Questo significa che il feedback è decente ma non ottimo. Il menu Synaptics consente all'utente di configurare il touchpad con gestures fino a tre dita. In alternativa, potete configurare il pad con i settaggi Windows 10.

Touchscreen

Il touchscreen a 10 punti reagisce in modo affidabile agli inputs (anche negli angoli). Non abbiamo riscontrato problemi durante il test. In confronto al precedente Lenovo Yoga 510, il touchscreen va bene con le dita bagnate e riconosce senza problemi gli inputs. Riteniamo che questo sia dovuto ad un migliore rivestimento o alla calibrazione.  

Display

Subpixel array
Subpixel array

Razer ha scelto un insolito display QHD+ IGZO Sharp (3800x1800 pixels, 262 PPI). Preferiamo lo schermo più economico e matto Full HD. La densità pixel di 262 PPI non è visibile ad occhio nudo. Una GTX 1060 è la scelta giusta per un pannello FHD. Questa GPU è messa sotto sforzo quando si usano i giochi a risoluzione elevata. La superficie lucida dipende dal touchscreen, il che non è comune e non è molto pratico su un portatile gaming. In definitiva, riteniamo che l'FHD sia la scelta migliore anche in quanto Windows ancora non ha eliminato i problemi di proporzioni. Questo si nota soprattutto con i software più datati.

In termini di luminosità, il display è abbastanza luminoso con 328 cd/m² e si colloca al top nel nostro gruppo di confronto. La distribuzione della luminosità (69%) è relativamente scarsa. Tuttavia, non siamo in grado di confermare questa misurazione con un test soggettivo. Per il tester, i contenuti neri sullo schermo sono apparsi con una luminosità omogenea. Inoltre, non abbiamo rilevato problemi di clouding o bleeding nel nostro modello di test.

337
cd/m²
339
cd/m²
374
cd/m²
312
cd/m²
328
cd/m²
366
cd/m²
259
cd/m²
283
cd/m²
354
cd/m²
Distribuzione della luminosità
X-Rite i1Pro 2
Massima: 374 cd/m² Media: 328 cd/m² Minimum: 36 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 69 %
Al centro con la batteria: 328 cd/m²
Contrasto: 1491:1 (Nero: 0.22 cd/m²)
ΔE Color 1.91 | 0.6-29.43 Ø6.1
ΔE Greyscale 1.69 | 0.64-98 Ø6.3
97% sRGB (Argyll 3D) 63% AdobeRGB 1998 (Argyll 3D)
Gamma: 2.3
Razer Blade (2016)
Sharp LQ140Z1JW01 (SHP1401), IGZO, 3200x1800, 14
Schenker XMG P406
LG Philips 140WF1 (LGD040A), IPS, 1920x1080, 14
MSI GS43VR 6RE-006US
Name: LG Philips LP140WF3-SPD1, ID: LGD046D, IPS, 1920x1080, 14
Asus Strix GL502VS-FY032T
LG Philips LP156WF6-SPB6 (LGD046F), IPS, 1920x1080, 15.6
Response Times
-9%
29%
23%
Response Time Grey 50% / Grey 80% *
41 (15, 26)
56 (22, 34)
-37%
31.6 (10.4, 21.2)
23%
38 (16, 22)
7%
Response Time Black / White *
37 (9, 28)
30 (8, 22)
19%
24.4 (5.2, 19.2)
34%
23 (5, 18)
38%
PWM Frequency
200 (90)
Screen
-58%
-27%
-58%
Brightness middle
328
282
-14%
288.4
-12%
315
-4%
Brightness
328
266
-19%
282
-14%
290
-12%
Brightness Distribution
69
81
17%
83
20%
85
23%
Black Level *
0.22
0.22
-0%
0.35
-59%
0.32
-45%
Contrast
1491
1282
-14%
824
-45%
984
-34%
Colorchecker DeltaE2000 *
1.91
4.98
-161%
2.61
-37%
4.88
-155%
Colorchecker DeltaE2000 max. *
3.23
10.2
-216%
7.34
-127%
8.88
-175%
Greyscale DeltaE2000 *
1.69
4.08
-141%
1.18
30%
4.17
-147%
Gamma
2.3 96%
2.51 88%
2.24 98%
2.53 87%
CCT
6418 101%
5877 111%
6506 100%
6683 97%
Color Space (Percent of AdobeRGB 1998)
63
54
-14%
56.4
-10%
55
-13%
Color Space (Percent of sRGB)
97
83
-14%
86.4
-11%
83
-14%
Media totale (Programma / Settaggio)
-34% / -50%
1% / -17%
-18% / -44%

* ... Meglio usare valori piccoli

Per un eccellente valore di contrasto, il portatile ha bisogno di un valore del nero basso e di una elevata luminosità, e il Razer Blade ottiene un buon risultato di 0.22 cd/m². Il fatto che una immagine nera non appaia ancora molto ricca dipende dalla tecnologia IGZO. Il Razer Blade ottiene un buon valore di contrasto di 1,491:1, che lo colloca in cima al nostro gruppo di confronto. Lo Schenker XMG P406 è in grado di ottenere un identico valore del nero ma ha una luminosità inferiore. Un elevato valore del nero ha molto impatto sull'immagine complessiva, come mostra l'MSI GS43VR.

Grazie ai profili preinstallati, le deviazioni Delta-E del colore restano nella situazione ideale (sotto 3). L'MSI rispecchia questa situazione, ha gli altri due modelli hanno deviazioni IPS standard tra 4 e 5 (con settaggi di fabbrica) Il valore Gamma è vicino allo standard Windows di 2.2 e la temperatura del colore è quasi ideale con 6,418 Kelvin. Il panello Sharp copre la gamma di colore professionale AdobeRGB del 63%. Gli editors ambiziosi saranno felici con la più piccola, ma migliore copertura sRGB (97%). Lo schermo è eccellente grazie alla calibrazione ed ai profili realizzati da Razer e Sharp, rispettivamente. Purtroppo, i tempi di risposta lunghi dello schermo e il PWM-flickering, che si nota con luminosità superiore al 90%, impattano quella che per il resto è una buona impressione.

CalMAN: Grayscale
CalMAN: Grayscale
CalMAN: Grayscale (calibrated)
CalMAN: Grayscale (calibrated)
CalMAN: Saturation Sweeps
CalMAN: Saturation Sweeps
CalMAN: Saturation Sweeps (calibrated)
CalMAN: Saturation Sweeps (calibrated)
CalMAN: ColorChecker
CalMAN: ColorChecker
CalMAN: ColorChecker (calibrated)
CalMAN: ColorChecker (calibrated)
Razer Blade vs. sRGB (97%)
Razer Blade vs. sRGB (97%)
Razer Blade vs. AdobeRGB (63%)
Razer Blade vs. AdobeRGB (63%)

Eccellente luminosità con superficie riflettente. All'aperto, dovrete sperare in una giornata nuvolosa o mettervi all'ombra, in quanto la luce diretta del sole rende davvero difficile riconoscere i contenuti sullo schermo. La prima foto sulla destra mostra la situazione ideale outdoors: un background stabile, come una casa, migliora la leggibilità.

Tempi di risposta del Display

I tempi di risposta del display mostrano quanto sia veloce lo schermo a cambaire da un colore all'altro. Tempi di risposta lenti possono creare sovrapposizioni negloi oggetti in movimento. Specialmente i giocatori patiti del 3D dovrebbero usare uno schermo con tempi di risposta bassi.
       Tempi di risposta dal Nero al Bianco
37 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 9 ms Incremento
↘ 28 ms Calo
Lo schermo mostra tempi di risposta lenti nei nostri tests e sarà insoddisfacente per i gamers.
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.8 (minimo) a 240 (massimo) ms. » 94 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono peggiori rispetto alla media di tutti i dispositivi testati (25.2 ms).
       Tempo di risposta dal 50% Grigio all'80% Grigio
41 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 15 ms Incremento
↘ 26 ms Calo
Lo schermo mostra tempi di risposta lenti nei nostri tests e sarà insoddisfacente per i gamers.
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.9 (minimo) a 636 (massimo) ms. » 50 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono simili alla media di tutti i dispositivi testati (40.2 ms).

Sfarfallio dello schermo / PWM (Pulse-Width Modulation)

Per ridurre la luminosità dello schermo, alcuni portatili accendono e spengono la retroilluminazione in rapida successione - un metodo chiamato Pulse Width Modulation (PWM). Questa frequenza di ciclo a livello ideale non dovrebbe essere percepibile dall'occhi umano. Se tale frequenza è troppo bassa, gli utenti con occhi sensibili potrebbero stancarsi gli occhi o avere mal di testa o anche notare uno sfarfallio.
flickering dello schermo / PWM rilevato 200 Hz ≤ 90 % settaggio luminosita'

Il display sfarfalla a 200 Hz (Probabilmente a causa dell'uso di PWM) Flickering rilevato ad una luminosita' di 90 % o inferiore. Non dovrebbe verificarsi flickering o PWM sopra questo valore di luminosita'.

La frequenza di 200 Hz è relativamente bassa, quindi gli utenti sensibili potrebbero notare il flickering ed accusare stanchezza agli occhi a questo livello di luminosità e a livelli inferiori.

In confronto: 51 % di tutti i dispositivi testati non utilizza PWM per ridurre la luminosita' del display. Se è rilevato PWM, una media di 9439 (minimo: 43 - massimo: 142900) Hz è stata rilevata.

In termini di angoli di visuale, il pannello IGZO non è buono quanto un pannello IPS, ma va meglio di qualsiasi altro pannello TN. Lo schermo soffre di cali di contrasto e luminosità non appena si sposta l'angolo di visuale e l'effetto è più pronunciato rispetto ai pannelli IPS. Sebbene i colori non si invertano mai, perdono di intensità o luminosità a partire da angolazioni di 45°.

Angoli di visuale: fate attenzione ai colori della pelle.
Angoli di visuale: fate attenzione ai colori della pelle.

Performance

Processore

L'Intel Core i7-6700HQ (4x 2.6-3.5 GHz, HyperThreading, TDP 45 W) lo si trova sulla maggiorana di portatili gaming Skylake ed è stato a lungo discusso nelle nostre recensioni. Il processore ha quattro cores fisici, otto threads, clocks elevati ed un eccellente potenziale Turbo. Gli utenti non possono desiderare di più da un processore per il futuro. La CPU non ha problemi con i giochi pesanti, il che significa che il 95% delle altre applicazioni non creano difficoltà.

Stando a Cinebench R15, l'i7-6700HQ ha un livello di prestazioni che rispecchia le attese. Se il benchmark gira in loop, il processore quad-core utilizza il suo Turbo Boost a 3.1 GHz perfettamente. Anche senza l'alimentatore, il portatile mantiene le prestazioni.

Single-Core Rendering
Single-Core Rendering
Multi-Core Rendering
Multi-Core Rendering
CPU clocks - Cinebench run
CPU clocks - Cinebench run
Cinebench R15
CPU Single 64Bit
Asus Strix GL502VS-FY032T
Intel Core i7-6700HQ
147 Points ∼67% +1%
Razer Blade (2016)
Intel Core i7-6700HQ
146 Points ∼67%
Schenker XMG P406
Intel Core i7-6700HQ
141 Points ∼65% -3%
MSI GS43VR 6RE-006US
Intel Core i7-6700HQ
130 Points ∼60% -11%
CPU Multi 64Bit
Schenker XMG P406
Intel Core i7-6700HQ
680 Points ∼16% +1%
Asus Strix GL502VS-FY032T
Intel Core i7-6700HQ
676 Points ∼15% +1%
MSI GS43VR 6RE-006US
Intel Core i7-6700HQ
675 Points ∼15% +1%
Razer Blade (2016)
Intel Core i7-6700HQ
671 Points ∼15%
Cinebench R15 CPU Single 64Bit
146 Points
Cinebench R15 CPU Multi 64Bit
671 Points
Aiuto

Performance di sistema

Come potete vedere dai grafici, il modello di test soffre un poco con i PCMark 8 benchmarks. A volte, il portatile scende anche dietro lo Schenker XMG P406, che monta una scheda grafica più lenta. Considerando l'hardware, l'Asus, l'MSI ed il Razer Blade dovrebbero avere punteggi simili. Questo potrebbe significare che c'è throttling, CPU di più sull'ultimo.

Soggettivamente, non riteniamo che le prestazioni manchino. Il multi-tasking non è un problema per questo sistema e anche l'OS e le applicazioni partono rapidamente.

PCMark 8
Work Score Accelerated v2
Schenker XMG P406
GeForce GTX 970M, 6700HQ, Samsung SM951 MZHPV256HDGL m.2 PCI-e
5023 Points ∼77% +19%
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ, SanDisk SD8SNAT256G1002
5011 Points ∼77% +19%
MSI GS43VR 6RE-006US
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ, SanDisk SD8SN8U1T001122
4796 Points ∼74% +14%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ, Samsung PM951 NVMe MZVLV512
4214 Points ∼65%
Home Score Accelerated v2
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ, SanDisk SD8SNAT256G1002
4651 Points ∼76% +36%
MSI GS43VR 6RE-006US
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ, SanDisk SD8SN8U1T001122
4016 Points ∼66% +18%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ, Samsung PM951 NVMe MZVLV512
3417 Points ∼56%
Schenker XMG P406
GeForce GTX 970M, 6700HQ, Samsung SM951 MZHPV256HDGL m.2 PCI-e
3371 Points ∼55% -1%
PCMark 8 Home Score Accelerated v2
3417 punti
PCMark 8 Work Score Accelerated v2
4214 punti
Aiuto

Dispositivi di archiviazione

L'eccellente dispositivo di archiviazione non è sicuramente causa del basso punteggio PCMark 8. L'SSD NVMe Samsung collegato via PCIe ha una lettura sequenziale eccellenti fino a 1,296 MB/s. Questo si nota nel caricamento dei giochi. Il dispositivo eccelle anche in altre sezioni. I 42 MB/s nella lettura di piccoli blocchi di dati, notevole (tipica per le applicazioni o avvio OS). Purtroppo, a causa di problemi di driver, non siamo stati in grado di lanciare il benchmark AS SSD.

Razer Blade (2016)
Samsung PM951 NVMe MZVLV512
Schenker XMG P406
Samsung SM951 MZHPV256HDGL m.2 PCI-e
MSI GS43VR 6RE-006US
SanDisk SD8SN8U1T001122
Asus Strix GL502VS-FY032T
SanDisk SD8SNAT256G1002
CrystalDiskMark 3.0
28%
-63%
-54%
Write 4k QD32
480
287.3
-40%
156.3
-67%
256.3
-47%
Read 4k QD32
573.4
320.5
-44%
247.4
-57%
149.4
-74%
Write 4k
139.6
110.3
-21%
35.31
-75%
75.74
-46%
Read 4k
42.22
43.82
4%
17.68
-58%
21.44
-49%
Write 512
603.5
1285
113%
246.7
-59%
287.8
-52%
Read 512
654.8
1149
75%
223
-66%
294.8
-55%
Write Seq
603.4
1290
114%
299
-50%
312.4
-48%
Read Seq
1296
1634
26%
335.3
-74%
485.4
-63%
Samsung PM951 NVMe MZVLV512
Sequential Read: 1296 MB/s
Sequential Write: 603.4 MB/s
512K Read: 654.8 MB/s
512K Write: 603.5 MB/s
4K Read: 42.22 MB/s
4K Write: 139.6 MB/s
4K QD32 Read: 573.4 MB/s
4K QD32 Write: 480 MB/s

Scheda grafica

La nuova Nvidia GeForce GTX 1060 (Laptop) è la terza GPU Pascal per velocità a disposizione (dietro la GTX 1080 e la GTX 1070). Il rappresentante della generazione Pascal utilizza il più piccolo chipset GP106 (le altre usano il GP104). Velocità elevate, interfaccia di memoria a 192-bit e 1,280 shaders fanno un buon pacchetto, che può competere anche con una GPU GPU. La GTX 1060 supporta DisplayPort 1.4, HDMI 2.0 e co/decodifica hardware di videos H.265. Potete trovare altre informazioni sull'architettura Pascal qui.

Se considerate il punteggio del benchmark Fire Strike, sembra che la GTX 1060 del Razer Blade sia la più lenta rispetto alle altre 1060s che abbiamo testato e di un margine del 10%. Secondo 3DMark 11, la GPU potrebbe collocarsi al penultimo posto. La GTX 1070 dell'Asus GL502VS è in testa del 50-60% mentre la vecchia GTX 970M è in ultimo posto. Mentre con la batteria, il punteggio complessivo nel 3DMark 11 scende del 37%.

Sebbene la CPU sia parzialmente caricata dai tests grafici, potrebbe essere che i punteggi relativamente bassi dipendano in parte dal throttling CPU sotto carico.  

3DMark 11 - 1280x720 Performance GPU
Asus Strix GL502VS-FY032T
NVIDIA GeForce GTX 1070 (Laptop)
22022 Points ∼43% +59%
MSI GS43VR 6RE-006US
NVIDIA GeForce GTX 1060 (Laptop)
14977 Points ∼29% +8%
Razer Blade (2016)
NVIDIA GeForce GTX 1060 (Laptop)
13891 Points ∼27%
Schenker XMG P406
NVIDIA GeForce GTX 970M
9649 Points ∼19% -31%
3DMark - 1920x1080 Fire Strike Graphics
Asus Strix GL502VS-FY032T
NVIDIA GeForce GTX 1070 (Laptop)
16525 Points ∼41% +52%
MSI GS43VR 6RE-006US
NVIDIA GeForce GTX 1060 (Laptop)
11776 Points ∼29% +8%
Razer Blade (2016)
NVIDIA GeForce GTX 1060 (Laptop)
10890 Points ∼27%
Schenker XMG P406
NVIDIA GeForce GTX 970M
7436 Points ∼18% -32%
3DMark 11 Performance
11139 punti
3DMark Fire Strike Score
9193 punti
Aiuto

Prestazioni Gaming

CPU throttling in Battlefield 1
CPU throttling in Battlefield 1

Mentre i clocks GPU stanno tra 1,600 e 1,800 MHz durante il benchmark Unigine Heaven 4.e Battlefield 1, la CPU si limita molto, con grande impatto sui frame rates. Come si vede nello screenshot (BF1), i cores fluttuano tra 800 MHz e 4-core Turbo di 3.1 GHz. Purtroppo, la maggior parte del tempo la CPU gira a 800 MHz. Il throttling non dovrebbe dipendere dalle emissioni, in quanto le temperature CPU sono ragionevoli. Potrebbe essere un problema interno che potrebbe essere risolto con un update BIOS/UEFI. Tuttavia, dobbiamo ricordare ai nostri lettori che noi possiamo testare e misurare solo i modelli che ci forniscono.

A causa del throttling del processore, il portatile è molto scarso nei game benchmarks. Ad esempio, in Battlefield 1 (Ultra Preset), le performance sono alla pari con una GTX 970M, nonostante i drivers aggiornati. Se volete giocare in FHD con dettagli massimi, dovrete aspettare che Razer risolva i problemi di throttling. Con risoluzioni superiori il portatile sarà stressato in modo tale da non riuscire a dare un frame rate decente. Sebbene il Blade sia un modello eccellente per molti aspetti, il throttling CPU è un serio problema.

Mirror's Edge Catalyst
1920x1080 Ultra Preset AF:16x
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ
92 fps ∼100% +87%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
49.1 fps ∼53%
1920x1080 High Preset AF:16x
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ
99.6 fps ∼100% +74%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
57.4 fps ∼58%
The Witcher 3
1920x1080 Ultra Graphics & Postprocessing (HBAO+)
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ
55.2 fps ∼100% +48%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
37.3 fps ∼68%
1920x1080 High Graphics & Postprocessing (Nvidia HairWorks Off)
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ
102.4 fps ∼100% +55%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
66.2 fps ∼65%
basso medio alto ultra
The Witcher 3 (2015) 66.237.3fps
Star Wars Battlefront (2015) 76.5fps
Mirror's Edge Catalyst (2016) 63.657.449.1fps
Battlefield 1 (2016) 81.759.956.4fps
Dishonored 2 (2016) 52.14744.1fps

Update 05/12/16

Un update EC (versione 4.00 disponibile qui) dovrebbe risolvere il problema di throttling, quindi Razer ancora una volta ci ha rispedito il modello di test. In breve: dopo l'installazione, la CPU non è scesa più a 800 MHZ, anche con i pesanti scenari 3D, quindi le performance ora rispecchiano i livelli attesi. Come potete vedere dalla tabella, Battlefield 1 sarà di circa il 30% più veloce con la nuova EC. Tuttavia, il Blade ora è nettamente più rumoroso.

Potete risolvere il throttling CPU...
Potete risolvere il throttling CPU...
...con update EC.
...con update EC.
Battlefield 1
1920x1080 Ultra Preset AA:T
Razer Blade (2016) EC 4.00
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
74.2 fps ∼100% +32%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
56.4 fps ∼76%
1920x1080 High Preset AA:T
Razer Blade (2016) EC 4.00
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
77.2 fps ∼100% +29%
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
59.9 fps ∼78%

Emissioni

Rumorosità di sistema

Abbiamo sensazioni miste per le ventole. Anche in idle, la ventola CPU gira costantemente, ma non fa troppo rumore (a circa 50 cm). Il browser benchmark, Kraken 1.1, fa salire la velocità della ventola. Per fortuna, l'incremento di velocità avviene in modo regolare, con un minimo aumento delle emissioni. Con carico contenuto si hanno occasionali aumenti di attività, il portatile dovrebbe restare relativamente silenzioso.

Tuttavia, una volta lanciato lo stress test (Prime95 + FurMark), le emissioni salgono lentamente al massimo livello ed il portatile si fa sentire bene anche a distanza di 5 metri. Il mormorio è abbastanza accettabile, ma ci saranno dei picchi di rumorosità quando la ventola raggiunge velocità medie. Questo è particolarmente fastidioso per gli utenti con buone orecchie dopo un poco. Quando si lanciano giochi pesanti, la velocità della ventola fluttua abbastanza. Sembra che il sottile chassis del Razer Blade impone un compromesso.

Rumorosità - Idle
Rumorosità - Idle
Rumorosità - Carico
Rumorosità - Carico
Rumorosità - Casse
Rumorosità - Casse

Rumorosità

Idle
31 / 33 / 35 dB(A)
Sotto carico
39 / 51 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Audix TM1, Arta (15 cm di distanza)   Rumorosità ambientale: 30 dB(A)
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
Schenker XMG P406
GeForce GTX 970M, 6700HQ
MSI GS43VR 6RE-006US
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ
Noise
-6%
-4%
0%
off /ambiente *
30
29.1
3%
30
-0%
Idle Minimum *
31
30
3%
32
-3%
32
-3%
Idle Average *
33
32
3%
32
3%
33
-0%
Idle Maximum *
35
40
-14%
33.5
4%
34
3%
Load Average *
39
47
-21%
50
-28%
39
-0%
Load Maximum *
51
51
-0%
51.5
-1%
51
-0%

* ... Meglio usare valori piccoli

Temperature

Anche un portatile da 14" dovrebbe essere usato raramente sulle gambe per il gaming. Se vi piace farlo, dovete fare attenzione, in quanto la temperatura massima inferiore può raggiungerei 48 °C. Il Blade sarà usato prevalentemente su un tavolo, quindi sono importanti le temperature dei poggiapolsi, e qui non si superano i 39 °C.

Stress test
Stress test
Full load top (Optris PI 640)
Full load top (Optris PI 640)
Full load bottom (Optris PI 640)
Full load bottom (Optris PI 640)
Carico massimo
 50.1 °C48.5 °C52.7 °C 
 45.2 °C47.3 °C44.4 °C 
 37.5 °C39.1 °C38.1 °C 
Massima: 52.7 °C
Media: 44.8 °C
48.4 °C46.7 °C48.2 °C
44.9 °C45.2 °C40 °C
38.2 °C38.7 °C36.2 °C
Massima: 48.4 °C
Media: 42.9 °C
Alimentazione (max)  48.2 °C | Temperatura della stanza 20 °C | Voltcraft IR-900
(-) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 44.8 °C / 113 F, rispetto alla media di 33.1 °C / 92 F per i dispositivi di questa classe Gaming.
(-) La temperatura massima sul lato superiore è di 52.7 °C / 127 F, rispetto alla media di 39.5 °C / 103 F, che varia da 21.6 a 68.8 °C per questa classe Gaming.
(-) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 48.4 °C / 119 F, rispetto alla media di 42 °C / 108 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 26.6 °C / 80 F, rispetto alla media deld ispositivo di 33.1 °C / 92 F.
(±) The palmrests and touchpad can get very hot to the touch with a maximum of 39.1 °C / 102.4 F.
(-) The average temperature of the palmrest area of similar devices was 28.8 °C / 83.8 F (-10.3 °C / -18.6 F).
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
Schenker XMG P406
GeForce GTX 970M, 6700HQ
MSI GS43VR 6RE-006US
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ
Heat
-25%
-20%
-3%
Maximum Upper Side *
52.7
55
-4%
55.6
-6%
48
9%
Maximum Bottom *
48.4
58.7
-21%
62.4
-29%
46.8
3%
Idle Upper Side *
29.3
36.9
-26%
33.2
-13%
33.7
-15%
Idle Bottom *
28.4
41.7
-47%
37.2
-31%
30.5
-7%

* ... Meglio usare valori piccoli

Casse

Dolby Sound menu
Dolby Sound menu

Abbiamo testato il sound system com il settaggio "Music" Dolby (guardate lo screenshot). Abbiamo spento il livellatore del volume per questo test e mantenuto il volume al massimo. A questo livello, il Blade riempe una stanza di 20 m². Abbiamo iniziato con "1979" degli Smashing Pumpkins, che è una canzone con un limitato uso di strumenti. Il sistema ha un suono naturale e i toni alti sono buoni, sebbene non ci siamo molti bassi, il suono è abbastanza dinamico. E' importante notare che il sistema ha avuto problemi anche con questa canzone.

Poi, siamo passati alla canzone punk "72 Hookers" degli NOFX, che punta molto sui bassi e occasionalmente sugli alti. Le casse non riescono a gestire le note alte, il che dà un suono misto. Questo ha reso difficile distinguere gli strumenti e la dinamicità ha sofferto nelle parti in cui la canzone è potente. Il sistema sembra più adatto ai giochi ed ai film più che alla musica. Tuttavia, anche in BF1, una volta che si scatena l'inferno, il sistema soffre degli stessi problemi, nonostante il presettaggio gaming. Raccomandiamo l'utilizzo di cuffie per una esperienza ottimale.

dB(A) 0102030405060708090Deep BassMiddle BassHigh BassLower RangeMidsHigher MidsLower HighsMid HighsUpper HighsSuper Highs2036.237.92541.143.53138.239.9403135.75030.8356325.931.48025.633.410024.943.312523.550.116026.55620021.359.225021.160.131523.164.140019.765.550019.466.963018.768.480017.672.1100018.970.7125017.566.4160017.767.4200017.668.7250017.968.3315017.963.7400017.863.750001861.463001861.980001853.81000018.152.21250018.145.21600018.138.7SPL30.478.7N1.444.5median 18.1median 63.7Delta26.936.433.736.43537.133.834.834.134.634.132.532.632.433.13231.230.63129.137.428.745.928.750.527.353.426.955.226.165.425.167.927.265.825.262.724.958.124.459.423.85923.557.523.360.923.564.323.369.523.166.823.169.123.367.123.252.523.437.236.676.72.838.9median 24.9median 592.69.4hearing rangehide median Pink NoiseRazer Blade (2016)MSI GS43VR 6RE-006US
Razer Blade (2016) analisi audio

(±) | speaker loudness is average but good (79 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(±) | reduced bass - on average 8.4% lower than median
(±) | linearity of bass is average (11.2% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 4.6% away from median
(+) | mids are linear (4.3% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(+) | balanced highs - only 4.3% away from median
(+) | highs are linear (5.5% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (15.3% difference to median)
Compared to same class
» 39% of all tested devices in this class were better, 5% similar, 57% worse
» The best had a delta of 6%, average was 17%, worst was 37%
Compared to all devices tested
» 16% of all tested devices were better, 4% similar, 80% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

MSI GS43VR 6RE-006US analisi audio

(±) | speaker loudness is average but good (76.7 dB)
Bassi 100 - 315 Hz
(-) | nearly no bass - on average 17.5% lower than median
(±) | linearity of bass is average (12% delta to prev. frequency)
Mids 400 - 2000 Hz
(+) | balanced mids - only 3.9% away from median
(±) | linearity of mids is average (9.5% delta to prev. frequency)
Highs 2 - 16 kHz
(±) | higher highs - on average 6.4% higher than median
(±) | linearity of highs is average (8.5% delta to prev. frequency)
Overall 100 - 16.000 Hz
(±) | linearity of overall sound is average (26.6% difference to median)
Compared to same class
» 90% of all tested devices in this class were better, 4% similar, 6% worse
» The best had a delta of 6%, average was 17%, worst was 37%
Compared to all devices tested
» 78% of all tested devices were better, 5% similar, 17% worse
» The best had a delta of 3%, average was 21%, worst was 53%

Frequency comparison (checkboxes can be selected)

Gestione Energetica

Consumi energetici

Non aveva senso fare un confronto in questa sezione, in quanto ci sono pochi portatili gaming da 14". Se ci limitiamo ai modelli che usano la i7-6700HQ, troviamo quattro portatili con diverse schede grafiche (GTX 970M, GTX 1060). Sembra che il Razer Blade consumi di meno rispetto agli altri modelli in ogni scenario, ad eccezione di "Idle average". L'alimentatore relativamente compatto da 165-Watt fa un buon lavoro.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.1 / 0.5 Watt
Idledarkmidlight 9 / 14 / 22 Watt
Sotto carico midlight 72 / 124 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC940
Razer Blade (2016)
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
Schenker XMG P406
GeForce GTX 970M, 6700HQ
MSI GS43VR 6RE-006US
GeForce GTX 1060 (Laptop), 6700HQ
Asus Strix GL502VS-FY032T
GeForce GTX 1070 (Laptop), 6700HQ
Power Consumption
-22%
-27%
-58%
Idle Minimum *
9
12
-33%
12.1
-34%
20
-122%
Idle Average *
14
16
-14%
19
-36%
24
-71%
Idle Maximum *
22
22
-0%
19.5
11%
29
-32%
Load Average *
72
90
-25%
106.7
-48%
86
-19%
Load Maximum *
124
170
-37%
159
-28%
183
-48%

* ... Meglio usare valori piccoli

Autonomia della batteria

Per assenza di tempo, abbiamo lanciato solo il test WLAN sul portatile. Il profilo energetico è fissato su  "Bilanciato" e la luminosità è fissata a metà durante la navigazione dei siti. Sebbene la batteria del Blade ha il 55% di capacità in più (70 Wh) rispetto allo Schenker XMG P406 (45 Wh), dura appena il 20% in più. L'MSI GS43VR riesce anche ad offrire un miglior rapporto di autonomia-capacità rispetto al modello testato.

Autonomia della batteria
NBC WiFi Websurfing Battery Test 1.3
4ore 03minuti
Razer Blade (2016)
70 Wh
Schenker XMG P406
45 Wh
MSI GS43VR 6RE-006US
61 Wh
Asus Strix GL502VS-FY032T
62 Wh
Autonomia della batteria
WiFi v1.3
243
197
-19%
261
7%
196
-19%

Pro

+ 6 SKUs disponibili
+ compatto e relativamente leggero
+ case in alluminio molto robusto
+ costruzione perfetta
+ design mascolino e nero intenso
+ porte ben piazzate
+ Thunderbolt 3 via USB Type-C
+ HDMI 2.0
+ prestazioni WLAN molto buone
+ semplice da aprire e manutenere, facile accesso alle ventole
+ tastiera Chroma con varie opzioni di illuminazione
+ macros personalizzabili
+ ottimo display IGZO
+ consumi bassi (per la sua classe)

Contro

- ditate evidenti
- insolito layout della tastiera
- scarse le etichette dei tasti
- molte features non possono essere usate senza registrazione (Razer Synapse)
- pulsanti del mouse sotto la media
- PWM-flickering fino al 90% di luminosità
- tempi di risposta lenti
- superficie touchscreen lucida
- angoli di visuale limitati rispetto ad un IPS
- pesante throttling CPU con carichi elevati (risolvibile con aggionamento EC)
- leggero rumore con ventole a velocità medio alta
- casse non eccellenti per la musica

Giudizio Complessivo

Recensione: Razer Blade (2016). Modello di test fornito da Razer Germany.
Recensione: Razer Blade (2016). Modello di test fornito da Razer Germany.

Nonostante la lunga lista di aspetti positivi, non possiamo non essere delusi dal serio problema di CPU throttling. Il PWM-flickering e i tempi di risposta lunghi potrebbero creare qualche esitazione agli acquirenti. La registrazione obbligatoria è un altro inconveniente. Potremmo accettare le emissioni acustiche a causa del sottile case del portatile, ma i picchi emessi dalle ventole possono risultare fastidiosi agli utenti.

Il nuovo Razer Blade fa bene molte cose, ma fallisce in termini di prestazioni CPU e pertanto perde molto potenziale.

Un grande vantaggio è ovviamente l'eccellente chassis, non possiamo davvero immaginare altri miglioramenti. Il layout può sembrare un po' strano, ma la tastiera Chroma è un tesoro grazie alle possibilità di personalizzazione. Cin una veloce ac-WLAN, Thunderbolt 3 via USB Type-C ed HDMI 2.0, il Blade è pronto al futuro. Il portatile gaming offre anche un luminoso pannello IGZO con contrasto potente e colori precisi.

Update 05/12/16: come detto prima, il CPU throttling è stato risolto da un update EC. Il punteggio pertanto è è aumentato all'originale 84%.

Razer Blade (2016) - 12/25/2016 v6
Sven Kloevekorn

Chassis
93 / 98 → 95%
Tastiera
76%
Dispositivo di puntamento
89%
Connettività
63 / 81 → 77%
Peso
64 / 10-66 → 96%
Batteria
75%
Display
88%
Prestazioni di gioco
89%
Prestazioni Applicazioni
89%
Temperatura
83 / 95 → 88%
Rumorosità
76 / 90 → 85%
Audio
66%
Fotocamera
71 / 85 → 84%
Media
79%
85%
Gaming - Media ponderata

Pricecompare

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione completa del portatile Razer Blade (2016)
Sven Kloevekorn, 2016-12-23 (Update: 2018-05-15)