Notebookcheck

Nuovi render suggeriscono il design del prossimo Galazy Z Flip

Una immagine del Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
Una immagine del Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
Il noto leaker SlashLeaks, ha pubblicato nelle scorse ore, i primi render del Samsung Galaxy Z Flip atteso per gli inizi di Febbraio. Galaxy Z Flip dovrebbe essere un concorrente diretto della futura proposta pieghevole di Motorola.
Luca Rocchi,

È doveroso ricordare che le immagini e le informazioni riportate nell'articolo sono frutto di indiscrezioni e ufficialmente riconosciute dal produttore. Nonostante in passato SlashLeaks si sia dimostrato più che attendibile, preferiamo ricordare la natura delle immagini.

Dagli ultimi report, sembra che Samsung Galaxy Z Flip utilizzerà un formato di 22:9 pertanto ancora più spinto dei più recenti dispositivi marchiati Sony. Il display principale dovrebbe adottare un pannello Dynamic AMOLED Full HD+ da 6.7 pollici abbinato ad uno secondario da 1.06 pollici e risoluzione di 200 x 116 pixel. 

A bordo dovremmo trovare un SoC Qualcomm Snapdragon 855+ abbinato a 8 GB di RAM e 256 GB UFS 3.0. Non sembra essere presente il classico slot MicroSD capace di ampliare la capacità interna del terminale. Infine dovrebbero esserci tre fotocamere: due principali da 12 MP ciascuna (standard e ultrawide) ed una frontale da 10 MP.

Di seguito potete trovare i render pubblicati.

Samsung Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
Samsung Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
Samsung Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
Samsung Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
Samsung Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
Samsung Galaxy Z Flip (Image source: WinFuture)
 

Source(s)

WinFuture (in German)

GSMArena

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Nuovi render suggeriscono il design del prossimo Galazy Z Flip
Luca Rocchi, 2020-01-29 (Update: 2020-01-29)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.