Notebookcheck

Recensione portatile Dell XPS 15 FHD

Martina Osztovits, 12/10/2010

Ambizioso Gamer dallo schermo lucido. Alla fine, l'XPS 15 ha avuto modo di terminare una corsa ad ostacoli. Questa configurazione composta da una potente CPU quad-core e GPU Nvidia GeForce GT 435M su uno schermo LED ottimizzato full HD RGB promette non solo prestazioni grafiche e con le applicazioni ma anche come dispositivo multimedia.

"Immagine molto definita, suono eccellente e velocità" si suppone che siano le qualità distintive della serie di portatili XPS secondo Dell.  Attualmente, sul mercato europeo sono presenti versioni da 15-pollici e 17-pollici.

Il primo ad essere recensito è il più piccolo XPS 15, che può essere configurato in moda da includere numerose features.  Il primo step consiste nella scelta di un modello base che può in seguito essere equipaggiato secondo le preferenze. Nella nostra recensione, abbiamo usato un modello di fascia elevata con un processore quad-core Core i7 840QM, una scheda grafica Nvidia GeForce GT 435M, 4 GB di RAM, hard drive da 7200 RPM ed uno schermo LED full-HD RGB.  Come di consueto, alcune sezioni della recensione sono strettamente correlate alle specifiche dell'hardware scelto per il modello testato e non corrispondono a modelli configurati diversamente.  Troverete varie discussioni relativamente alle possibili configurazioni nelle rispettive sezioni.

Case

Una volta preso il Dell XPS 15 dallo scatolo, la prima cosa che noterete è il brillante schermo metallico di copertura così come l'unità base dal design simile su un case nero.  Dell chiama questo design "Alluminio Metalloide" a causa del suo rivestimento anodizzato. L'unità base, d'altro canto, è rivestita in plastica. Se l'argento luccicante per voi è troppo noioso, potete scegliere tra oltre 130 stili dal sito web Dell nel Design Studio.  I prezzi dei vari designs tendono a variare. L'interno del case è di un semplice alluminio nero e di conseguenza resiste ai graffi.

L'unità base è molto resistente e regge bene le pressioni. L'unico punto debole comune a molti portatili, si trova nell'area del drive. Il case si deforma sotto pressione dall'alto ed ancora di più se si fa pressione dal basso.

In compenso, la cover del display non cede alle torsioni o alle pressioni dirette. Infatti, il pannello non cede molto quando si afferra il portatile da un angolo dello schermo, ma si vedono alcune distorsioni dell'immagine. Inoltre, lo spazio tra la cover dello schermo e la cornice si accentua in entrambi gli angoli superiori dello schermo.

Dal momento che lo schermo è incastrato in uno spazio dell'unità base e non e non direttamente sulla parte posteriore, lo schermo può essere aperto fino ad un massimo di 135º.  Le cerniere supportano lo schermo abbastanza bene e difficilmente ci saranno oscillazioni verso dietro o avanti dopo averlo posizionato.

Non è inclusa una borsa di trasporto. Oltre a questo le cerniere che reggono lo scherno non sono sufficientemente forti per tenere il portatile ben chiudo quando lo si capovolge. Quando vi portate dietro questo portatile da 3.5 Kg (incluso l'alimentatore) e 38.2 mm x 381 mm x 265.4 mm (altezza x larghezza x profondità), assicuratevi che non ci sia niente che possa infilarsi tra la base e lo schermo.

Connettività

Rispetto allo Studio XPS 16, non è cambiato molto in termini di porte. Prima di tutto, le porte sono ben posizionate nel nuovo design.  I cavi collegati a destra e sinistra del portatile non limiteranno lo spazio a disposizione sulla vostra scrivania. Molte delle porte che erano ai lati dell'XPS 16 sono state spostate sul retro. Qui troverete entrambe le uscite digital video, una Mini DisplayPort ed una uscita HDMI oltre alla porta Ethernet port, al Kensington lock slot ed a una dell due porte USB 3.0. Questa è la seconda innovazione rispetto al precedente XPS 16:  le due porte USB 2.0 sono state rimpiazzate da 2 USB 3.0.  La seconda di queste si trova a sinistra vicino al retro.

A destra troverete il drive spostato in avanti. Due jacks standard 3.5 mm per cuffie con supporto S/PDIF, una uscita microfono ed una porta combinata USB 2.0/eSATA.

Lato frontale: Card Reader
Lato frontale: Card Reader
Lato Sinistro: USB-3.0, Ventola
Lato Sinistro: USB-3.0, Ventola
Lato Posteriore: Mini DisplayPort, HDMI, RJ45 (LAN), alimentazione, USB-3.0, Kensington
Lato Posteriore: Mini DisplayPort, HDMI, RJ45 (LAN), alimentazione, USB-3.0, Kensington
Lato  Destro: Drive ottico, Jack cuffie, uscita Microfono, porta combinata eSATA/USB 2.0
Lato Destro: Drive ottico, Jack cuffie, uscita Microfono, porta combinata eSATA/USB 2.0

Features per le comunicazioni

Potete collegarvi usando un cavo Ethernet alla porta Realtek PCIe GBE Family Controller (10/100/1000MBit).  O, se avete il WiFi, potete navigare il web via Intel WiFi Link 1000 BGN (bgn),che si collega alla velocità n-standard che trasmette ad una frequenza radio di 2.4 GHz.  Un modem opzionale mobile broadband non è, comunque, disponibile. Ma c'è uno slot PCIe MiniCard individuato come WWAN/TV, per quanto privo di antenna.

 

La webcam integrata gestisce video chats in HD-ready 720p.  Il Broadcom BCM2070 3.0 USB Bluetooth vi consente di far comunicare il portatile con dispositivi mobili come telefoni cellulari. Un sintonizzatore interno DVB-T TV non è presente nel nostro modello ma può essere ordinato con una aggiunta di 40 Euro.  

Accessori

Dell è stata abbastanza generosa con gli accessori contenuti nella confezione standard.  Ci troverete un CD con Driver & Utilities ma nessun disco di recovery del sistema operativo. Oltre a questo, ci saranno un manuale utente, informazioni di sicurezza e per il riciclo, la licenza software Dell e brevi istruzioni per la Nvidia 3D TV, per la quale avrete bisogno di un cavo 3D-capable TV e dotazioni addizionali.

Garanzia

Dell offre la consueta garanzia 12 mesi, che prevede ritiro e riparazione. Per un costo addizionale ci sono molte estensioni per la garanzia. Per la protezione premium, ad esempio, Dell offre un piano di copertura multipla di tre anni: con supporto al primo giorno lavorativo + supporto per danni accidentali + protezione antifurto by LoJack, per un costo totale di 439 Euro.

Dispositivi di Input

Tastiera

Abbiamo già visto questa tastiera sullo Studio XPS 16, almeno per quanto riguarda il design e la collocazione dei tasti. I tasti sono completamente piatti. Ogni tasti misura 15 x 15 mm e di conseguenza sono molto comodi per ore ed ore di digitazione.

La sensazione della tastiera durante la digitazione si è mostrata all'altezza dei nostri severi standards con dei tasti che non affondano troppo e con un click adeguato, tuttavia, leggermente troppo soffice. Il rumore del click dei tasti in sottofondo è abbastanza tranquillizzante.

Diversamente dalla tastiera dell'XPS Studio 16, il nostro portatile XPS 15 non ha una retroilluminazione. Ed anche la zona superiore della tastiera appare differente. Vicino al pulsante di accensione troverete dei LEDs di stato ed una riga di tasti funzione. Questi tasti sensitive touch —da sinistra a destra—attivano il Windows Mobility Center, il Dell Launch Manager ed il Dell Audio by Realtek, con il quale, potrete probabilmente, stando al nome, configurare le casse ed il microfono.

Touchpad

Il Synaptics Touchpad V7.4 ha una superficie scorrevole ed è comodo al tatto con dimensioni generose di 100 mm (larghezza) x 56 mm (profondità).  Oltre a questo il cursore si controlla in modo fluido, il touchpad supporta anche varie gestures multitouch, che possono essere configurate secondo le esigenze personali tramite il driver del mouse.  I pulsanti del touchpad non sono solo silenziosi ma hanno anche la giusta resistenza alla pressione.

Tastiera
Tastiera
Touchpad
Touchpad

Display

Wie wir testen - Display

Ci sono due tipi di displays offerti sul negozio online Dell per l'XPS 15.  Uno schermo WLED da 15.6" high definition (1366x768) 720p con TrueLife ed un altro schermo B+RGLED da 15.6" full HD (1920x1080) 1080p con TrueLife, quest'ultimo costa 200 Euro in più.  Entrambi sono lucidi e di conseguenza molto riflettenti.  Entrambi hanno un formato 16:9 utile per vedere i films.  

Il nostro modello monta lo schermo full HD B+RG LED.  Dopo averlo calibrato e testato il profilo ICC abbiamo rilevato che lo schermo mostra una gamma di colori molto ampia. sRGB ed AdobeRGB sono entrambi coperti in buona parte.  In termini di colori, il nostro portatile si attesta appena dietro l'XPS 16 con display LED RGB.

XPS 15 vs sRGB (trasparente)
XPS 15 vs sRGB (trasparente)
XPS 15 vs AdobeRGB (trasparente)
XPS 15 vs AdobeRGB (trasparente)
XPS 15 vs Envy 14 (trasparente)
XPS 15 vs Envy 14 (trasparente)
XPS 15 vs HP 8540w (trasparente)
XPS 15 vs HP 8540w (trasparente)
XPS 15 vs Lenovo W510 (trasparente)
XPS 15 vs Lenovo W510 (trasparente)
XPS 15 vs Dell Studio XPS 16 con schermo RGB-LED (t)
XPS 15 vs Dell Studio XPS 16 con schermo RGB-LED (t)

Il display ha attributi quasi impressionanti. Lo schermo mostra una luminosità massima di 265 cd/m² con una media di 246 cd/m².  Oltre a questo, mostra una buona distribuzione della luminosità con l'86%.  A causa del livello di nero basso di 0.45 cd/m², lo schermo ha un eccellente valore di contrasto di 558:1.

253
cd/m²
243
cd/m²
229
cd/m²
254
cd/m²
251
cd/m²
238
cd/m²
265
cd/m²
244
cd/m²
237
cd/m²
Distribuzione della luminosità
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 265 cd/m² Media: 246 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 86 %
Contrasto: 558:1 (Nero: 0.45 cd/m²)

Non sono buoni soltanto i dati, ma anche l'aspetto dei colori fa una buona impressione ad occhio nudo. Le aree nere appaiono di un nero corvino sebbene sia difficile da descrivere in quanto ci sono diversi riflessi. Non abbiamo notato alcuna ombra o striature nelle aree colorate dello schermo. Nel complesso, i colori appaiono vividi e freschi e le immagini sono ben definite. 

In esterno
In esterno

A causa dello schermo lucido, l'XPS 15 non è esattamente l'ideale per l'utilizzo in ambienti aperti in giardino o in giro. Nonostante la buona luminosità, i riflessi finiscono per essere più forti anche quando ci si colloca in una zona all'ombra. Sotto la luce diretta del sole è praticamente impossibile lavorare.

L'ampiezza degli angoli di visuale da sinistra a destra è abbastanza ampia da destra e sinistra. Tuttavia, ad angoli molto ampi si iniziano a verificare fastidiosi riflessi sullo schermo. Come tipico dei portatili, l'ampiezza di visuale in termini verticali è un'altra storia. Quando si guarda dall'alto in basso, i colori iniziano ad essere distorti e l'immagine si sbiadisce già a piccole deviazioni dal punto ottimale di visuale. Quando si guarda dal basso in alto, noterete un calo di luminosità e di contrasto. Oltre a questo, i riflessi aumentano ad angolazioni particolarmente ampie.

Angoli di visuale Dell XPS 15 FHD
Angoli di visuale Dell XPS 15 FHD

Prestazioni

La serie XPS 15 ha il chipset HM57 ed offre una varietà abbastanza ampia di opzioni per il processore. Questa gamma varia dal Core i3 al Core i5 fino ai processori Core i7 disponibile sullo store online Dell. Il modello che abbiamo testato montava un processore quad-core Intel Core i7 840QM.  Grazie alla funzione Turbo Boost, questo processore—realizzato in 45 nm—riesce a modificare il suo clock rate da 1.86 - a 3.2 GHz per ogni singolo core in relazione al carico della CPU.  Grazie all'Hyperthreading, il processore riesce a gestire sino ad 8 threads contemporaneamente.

Il processore è supportato da 4 GB di RAM DDR3. Poiché il sistema operativo e la versione 64-bit di Windows 7 Home Premium, la memoria è utilizzata in modo abbastanza efficiente rispetto alla versione 32-bit. I chips di RAM sono accessibili attraverso una cover di manutenzione collocata sul lato inferiore dell'unità base, rendendo l'operazione molto facile. Il controller di memoria integrato riesce a gestire sino ad 8 GB di memoria.  Di conseguenza, considerando che i due slots disponibili sono occupati da due chips da due GB, ognuno di questo dovrebbe essere rimpiazzato con un chip da quattro GB. 

Systeminfo CPUZ CPU
Systeminfo CPUZ Cache
Systeminfo CPUZ Scheda Madre
Systeminfo CPUZ RAM
Systeminfo CPUZ RAM SPD
Systeminfo GPUZ
Systeminfo DPCLat
Proprietà di sistema Dell XPS 15 FHD

E' stata usata una scheda grafica di fascia media, la Nvidia GeForce GT 435M. Si basa sul core GF108, una propaggine dell'architettura Fermi.  Di conseguenza supporta sia DirectX11 che OpenGL 4.0.

La scheda grafica—realizzata in 40nm —ha 96 shaders, tutti attivi.  Features addizionali prevedono il trasferimento Bitstream di audio HD (Blu-Ray) tramite uscita HDMI e PureVideo HD.  Gli shader cores possono essere usati anche per calcoli generici grazie a CUDA, DirectCompute 2.1 ed OpenCL.  PhysX supporta nella gestione dei calcoli fisici, come suggerisce il nome.  Una speciale feature è il supporto per la visione 3D della GPU per HDMI 1.4a, con i quale è possibile proiettare in 3D video, foto ed altri contenuti multimediali, su uno schermo esterno che supporti il 3D.  Secondo Dell, anche l'XPS 16 ha la stessa funzionalità.

5.9
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
7.2
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
5.9
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
6.6
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
6.6
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
5.9
Cinebench R10 Shading 64Bit
4769 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
11469 Points
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
4174 Points
Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
3354
Cinebench R10 Shading 32Bit
4567
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
9285
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
23.18 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
3.3 Points
Aiuto
PCMark Vantage Result
6602 punti
Aiuto

Per un confronto delle prestazioni, abbiamo scelto quattro portatili da 15" con un hardware potente:

Diamo prima uno sguardo alle prestazioni della CPU del nostro Core i7 840QM:  come atteso, il nostro modello ha molta più potenza rispetto agli altri dispositivi nel rendering multi-core così come nel rendering single-core.  Sebbene il Core i5 460M è in grado di reggere il passo delle più deboli CPUs quad-core nel Cinebench Single-Core rendering test, i processori quad-core mettono un po' di distanza tra loro e l'i5 460M nel test rendering multi-core.  Ad esempio, il Core i7 840QM nel nostro test è stato del 36% più veloce rispetto all'i5 in questo test, dove nel single-core rendering l'i7 supera l'i5 di appena il 9%.

Abbiamo provato questi dispositivi con le prestazioni delle applicazioni utilizzando i benchmarks PCMarkVantage, dove l'interazione dei vari componenti hardware è il fattore chiave e le prestazioni grafiche hanno un ruolo minore. Il nostro XPS 15 ottiene un risultato di 6602 punti, superando il Lenovo Ideapad Y560, il Sony Vaio VPCF13Z1E/B e l'MSI GX660R del 10%, mentre il Sony Vaio VPC-EB3Z1E/BQ è in testa del 18%.

3DMark 2001SE Standard
35402 punti
3DMark 03 Standard
19280 punti
3DMark 06 Standard
7486 punti
3DMark Vantage P Result
3914 punti
Aiuto
Samsung SpinPoint MP4 HM500JJ
Valore Minimo di trasferimento: 61.71 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 107.5 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 85.8 MB/s
Tempi di accesso: 17 ms
Burst Rate: 85.1 MB/s
HDTune
HDTune
CrystalDiskMark
CrystalDiskMark

L'XPS 15 monta un HDD da 500 GB Samsung HM 500JJ.  Di questi 500 GB, 15 GB sono riservati come partizione di recovery, 451 GB per l'utilizzo del sistema operativo ed a disposizione dell'utente. L'hard disk gira a 7200 RPM come risulta anche dai benchmarks HDTune e CrystalDiskMark.  Potete scegliere anche un HDD da 640 GB per un costo aggiuntivo di 100 Euro (7200 RPM).

Un'altra opzione è il drive ottico, il modello HL-DT-ST DVDRWBD CT30N, disponibile per 100 Euro oltre il prezzo standard.  Il drive è una combinazione drive 8x DVD+/-RW & Blu-Ray. Questo significa che i Blu-Ray possono essere solo letti, ma i CD e DVD possono essere anche masterizzati. Per il prezzo standard, avrete solo un drive 8x DVD+/- RW. 

Prestazioni di gioco

Wie wir testen - Leistung

Come detto in precedenza, la GeForce GT 435M è una scheda grafica di fascia media. Ora vedremo come questa GPU reagisce ai benchmarks da 3DMark a Shading Test della Cinebench R10 64-bit.  Gli stessi portatiti citati saranno usati come base di confronto.

L'XPS 15 riesce a superare solo un dispositivo, il Sony Vaio VPCF13Z1E/B, nel Cinebench Shading Test.  In questo caso, la GT 435M supera di circa il 20% la GT 425.  Poi ci sono le schede ATI degli altri concorrenti. L'HD 5650 del Sony VPC-EB3Z1E/BQ fa meglio dell'8%.  L'ampiezza del gap è significativa se confrontata con l'HD 5730 del Lenovo IdeaPad Y560-M29B3GE, che supera la GT 435M del 40% e la HD 5870 dell'MSI GX660R che va ancora oltre (+48%).  Tuttavia le cose cambiano nel benchmark 3DMark06 con la GT 435M che supera del 20% la HD5650, mentre due GPUs sono alla pari nel benchmark 3DMarkVantage.

Grazie a questi risultati dei benchmarks synthetic graphics, siamo particolarmente ansiosi di vedere come la GT 435M si comporta rispetto alla HD 5650 con i giochi.  E' chiaro, tuttavia, che la GPU del nostro portatile non ha chance contro le schede ATI di prima classe come le HD 5870 ed HD 5730.

Prima di approfondire i benchmarks dei singoli giochi, da notare: la GPU del nostro portatile non supporta la risoluzione 1366x769 (anche con monitor esterno), di conseguenza abbiamo scelto la risoluzione 1280x800 mettendo invece il livello di dettagli elevato. I nostri confronti si basano sulle prestazioni di un portatile paragonabile all'XPS 15 o sulle medie registrate per l'HD 5650 nel nostro database—per ogni gioco.

Battlefield - Bad Company 2

Iniziamo con Bad Company 2, che è diventato famoso anche per la sua modalità multi-player.  La HD5650 del portatile Soni e la GT 435M sono quasi alla pari. Con dettagli elevati, girano ad un quasi soddisfacente 29.2 fps.

Battlefield: Bad Company 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080high, HBAO on, 4xAA, 8xAF14.5 fps
 1366x768high, HBAO on, 1xAA, 4xAF29.2 fps
 1366x768medium, HBAO off, 1xAA, 1xAF40.3 fps

Call of Duty – Modern Warfare 2

Modern Warfare 2 si dimostra un po' più pesante rispetto a BC2.  Giocando parte della campagna single-player con dettagli elevati (1280x800, tutto on, elevati, 4xAA) fornisce un valore giocabile di 35.2 fps.  Con un settaggio grafico massimo (1920x1080, tutto attivo, massimo, 4xAA), il refresh rate scende a 21.3 fps.  Con dettagli elevati, la HD 5650 supera la GT 435M con un refresh rate di 37.9 fps.

CoD Modern Warfare 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080all on/max vsync off, textures extra, 4xAA25.5 fps
 1366x768all on/high vsync off, high textures, 4xAA40.2 fps
 1024x768all on/med vsync off, normal textures, 2xAA46.2 fps

Mafia 2

Il gioco di gangster, Mafia 2 riesce a girare sulla GT 435M con dettagli elevati senza alcun problema. Aumentando il settaggio al massimo, tuttavia, il refresh rate scende a 25.5 fps, con scatti dei frames che altrimenti non ci sarebbero. In base alla specifica configurazione hardware del portatile, la HD5650 riesce ad avere un frame rate marginalmente più elevato.  In media, tuttavia, la HD5650 gestisce Mafia 2 un po' più lentamente con dettagli elevati a 32 fps.

Mafia 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080high, 0xAA, 16xAF21.3 fps
 1360x768high, 0xAA, 16xAF35.2 fps
 1024x768medium, 0xAA, 8xAF40.4 fps

Starcraft 2

Questo gioco di strategia real-time richiede il supporto di una potente GPU ed un veloce processore multi-core con dettagli elevati e massimi (per controllare molte unità AI).  La GPU del nostro portatile fa meglio rispetto alla HD 5650 in media. Con dettagli elevati, la GT435M supera il minimo di giocabilità a 32 fps, mentre la HD5650 si ferma in media a 27 fps, un valore che potrebbe non rendere divertente il gioco. Nessuna delle schede grafiche riesce a gestire il settaggio grafico Ultra.

StarCraft 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080ultra17 fps
 1360x768high32 fps
 1360x768medium46 fps
 1024x768low202 fps

Risen

Questo gioco di avventura fantasy difficilmente resta fluido con settaggio elevato a risoluzione di 1280x800.  Al fine di evitare scatti, dovete fare a meno del settaggio di miglioramento grafico. Abbiamo 8 dati per i diversi dispositivo che usano la HD5650 nel nostro database, il refresh rate medio è di 22 fps a 1366x768 pixel di risoluzione con settaggio identico.

Risen
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080high/all on, 0xAA, 4xAF13.4 fps
 1366x768all on/high, 4xAF30 fps
 1024x768all on/med, 2xAF40.2 fps
 800x600all off/low, 0xAF62.6 fps

Dirt 2

Il gioco racing, Dirt 2 gira in modo abbastanza fluido con una media di 30 fps sulla nostra GT 435M con settaggio elevato.  Con la risoluzione nativa, dovrete risparmiare sulla grafica per avere un livello giocabile. I quattro valori registrati dell'HD 5650 nel nostro database sono un po' inferiori con 22 e 29 fps, 25 fps in media.

Colin McRae: DIRT 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080Ultra Preset, 4xAA21.2 fps
 1360x768High Preset, 2xAA29.7 fps
 1024x768Medium Preset, 0xAA65.5 fps
 800x600Low Preset, 0xAA110.192 fps

Fifa 11

Una interessante caratteristica dell'attuale gioco Fifa è la bassa richiesta di dotazioni hardware.  E' il solo gioco testato che gira fluido anche con la risoluzione nativa full-HD e con settaggio grafico massimo. La media per la HD 5650 è di 43 fps (2 voci).

Fifa 11
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080high, 4xAA, 0xAF58.2 fps
 1360x768high, 2xAA, 0xAF110 fps
 1024x768medium, 0xAA, 0xAF153.7 fps
 800x600low, 0xAA, 0xAF319.9 fps

Giudizio complessivo per il Gaming

Nella risoluzione nativa full-HD, i giochi 3D testati sono appena giocabili con riduzione del settaggio grafico—ad eccezione di Fifa 11 che non è molto pesante.  La GT fa girare i giochi in modo fluido nella maggioranza dei casi con settaggio grafico elevato e risoluzione 1280x800.  Rispetto ai portatili con HD 5650 (settaggio grafico elevato, 1366x768) entrambe le schede grafiche più o meno si equivalgono.

basso medio alto ultra
Anno 1404 (2009) 6020.1fps
Colin McRae: DIRT 2 (2009) 110.19265.529.721.2fps
Resident Evil 5 (2009) 69.145.724.3fps
Risen (2009) 62.640.23013.4fps
CoD Modern Warfare 2 (2009) 46.240.225.5fps
Battlefield: Bad Company 2 (2010) 40.329.214.5fps
StarCraft 2 (2010) 202463217fps
Mafia 2 (2010) 40.435.221.3fps
Fifa 11 (2010) 319.9153.711058.2fps

Rumorosità ed emissione di calore

Rumorosità

Con un hardware così potente in questo portatile, non ci aspettavamo risultati ottimali, Il rumore durante l'utilizzo intenso oscilla tra 33.4 dB(A) e 37.3 dB(A).  La ventola inizia a girare al primo segno di utilizzo. Sotto carico intenso, il portatile diventa piuttosto rumoroso, con un livello di 46.3 dB(A) durante le diverse ore di stress test.  Il rumore è caratterizzato dalla costanza, mai troppo basso o alto, che lo rende tollerabile.

Rumorosità

Idle
33.4 / 33.4 / 37.3 dB(A)
HDD
34.1 dB(A)
DVD
39.5 / dB(A)
Sotto carico
43.5 / 46.3 dB(A)
 
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Voltcraft SL-300 Plus (15 cm di distanza)

Temperature

Sotto utilizzo contenuto, le temperature restano ragionevoli. I punti di appoggio dei polsi e la tastiera restano fresche, il lato inferiore del case non eccede la temperatura del corpo.

Con utilizzo intenso, il case si scalda abbastanza, ma resta entro limiti ragionevoli durante l'utilizzo di classiche applicazioni 3D.  Durante il lungo stress test, tuttavia, le temperature raggiungono un massimo di 50.8ºC e 43.7ºC per il lato inferiore e quello superiore dell'unità base.  In queste condizioni solo il lato sinistro resta fresco. All'interno, la scheda grafica e la CPU raggiungono temperature massime di 95ºC.  Dopo aver completato lo stress test, non ci sono evidenze di calo prestazionale. Il risultato del benchmark 3DMark06 effettuato subito dopo lo stress test ha rilevato differenze trascurabili con i risultati precedenti. Non degno di nota anche lo scenario sotto stress test—nel quale la CPU e GPU sono caricate al 100%—difficilmente accade nell'utilizzo reale.

Carico massimo
 43.7 °C40.2 °C32.6 °C 
 42.9 °C40.4 °C34.9 °C 
 38.6 °C37.7 °C32.6 °C 
Massima: 43.7 °C
Media: 38.2 °C
42.9 °C31.2 °C38.1 °C
49.8 °C50.8 °C28.4 °C
37.7 °C44.2 °C27.7 °C
Massima: 50.8 °C
Media: 39 °C
Alimentazione (max)  67.5 °C | Temperatura della stanza 21 °C | Raytek Raynger ST

Casse

Le casse JBL sono ben collocate ai lati della tastiera con il subwoofer sul lato inferiore dell'unità base.  Le casse presentano un suono pieno e gli effetti del subwoofer sono stati abbastanza evidenti durante il nostro test. Anche a tutto volume, la qualità del suono è rimasta buona e priva di distorsioni.

Autonomia della batteria

Autonomia massima della batteria (Readers Test)
Readers Test
Autonomia minima della batteria (Classic Test)
Classic Test

La batteria a ioni di litio da 56 Wh in dotazione non garantisce una autonomia molto ampia in considerazione dell'hardware presente sull'XPS 15.

L'autonomia massima resta bassa con 3 ore.  Questo valore è stato rilevato usando il Reader's Test di Battery Eater in modalità di risparmio energetico con luminosità dello schermo minima e funzioni wireless disattivate.

Utilizzando internet tramite WiFi e con luminosità decente in modalità di risparmio energetico l'autonomia è scesa a circa 2 ore.  Guardando un DVD con settaggio di risparmio energetico "bilanciato" e luminosità dello schermo massima, il portatile ha resistito per circa 1.5 ore.

Il Test battery Eater Classic rileva la durata minima della batteria per l'XPS 15 in meno di un'ora. In questo test tutte le funzioni wireless sono attive, così come il profili di migliori prestazioni e la luminosità dello schermo è massima.

Una autonomia in media superiore del 61% può essere raggiunta con la batteria opzionale a 9-celle da 90 Wh.  Questa opzione ha un costo aggiuntivo di 70 Euro sullo store online di Dell.

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
3ore 9minuti
Navigazione WiFi
1ore 56minuti
DVD
1ore 24minuti
Sotto carico (max luminosità)
0ore 53minuti

All'interno, la CPU ha un TDP di 45 watts e la scheda grafica dedicata GeForce GT 435 dovrebbe avere lo stesso consumo di energia. In modalità idle, la scheda grafica automaticamente ridimensionata a 50/100/135 MHz (chip / shader / memoria) in modalità 2D e 200/400/320 MHz in modalità 3D al fine di contenere i consumi. 

Naturalmente, il GF108 Optimus renderebbe possibile uno switch automatico tra scheda integrata e scheda dedicata, ma il Core i7 840QM non è dotato di una propria scheda grafica.  Di conseguenza, questa opzione di risparmio energetico non è disponibile per l'XPS 15.  Utilizzare Optimus (con una diversa CPU) non è possibile in quanto le uscite video sono configurate specificamente per la GPU GeForce.

Il consumo energetico registrato è come ci si aspettava considerando la dotazione hardware.  Fortunatamente, i consumi sono bassi quando il portatile è spento o in standby. Il consumo massimo di energia di 115 W si avvicina al limite di 130 W previsto per l'alimentatore. In questo caso, resta davvero poca energia per caricare la batteria e l'alimentatore si scalda arrivando ad un massimo di 67.5ºC.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.2 / 0.4 Watt
Idledarkmidlight 13.9 / 22.3 / 27.8 Watt
Sotto carico midlight 84.3 / 115.7 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC 940 Plus

Giudizio complessivo

Il tanto atteso XPS 15 non ha deluso.  Il suo design senza tempo, lineare e la robustezza sono un punto di forza. Per quanto riguarda le caratteristiche dello schermo ci potrebbero essere ulteriori margini di miglioramento.

La comoda tastiera è adatta all'utilizzo prolungato. Il touchpad ben calibrato non è da meno. La collocazione e la varietà delle porte sono ideali. I dispositivi esterni possono essere collegati tramite le due porte USB 3.0 o con la porta combinata eSATA/USB 2.0.  Le HDMI e Mini DisplayPort vi forniscono due uscite digitali per monitor esterni. L'XPS 15 supporta le immagini 3D tramite la porta HDMI collegata ad uno schermo esterno predisposto per il 3D, sebbene lo schermo non possa gestire il 3D di suo. La scheda grafica Nvidia GeForce GT 435M supporta le immagini 3D.  

Venendo alle prestazioni. La combinazione del processore 840QM quad-core, della scheda grafica di fascia media Nvidia GeForce GT 435M, 4 GB di RAM ed un hard disk da 7200 RPM consente di avere eccellenti prestazioni con le applicazioni e buone prestazioni grafiche.  Le prestazioni dell'XPS 15 nel gaming combaciano con quelle della diffusa ATI HD 5650.  I giochi pesanti in 3D possono essere fluidi con moderato settaggio grafico in 1280x800 ed in alcuni casi è possibile elevare i livelli di dettaglio grafico. Con la risoluzione nativa full-HD, tuttavia, possono esser usati solo giochi non pesanti come Fifa 11 per avere una certa fluidità.

I punti deboli sembrano essere la rumorosità ed il surriscaldamento durante l'utilizzo intenso così come la breve autonomia della batteria con il modello standard da 56 Wh.

Luminoso, ampia gamma di colori, eccellente contrasto: cosa si potrebbe chiedere di più ad uno schermo? Meno riflessi potrebbero essere un miglioramento. Quando si gioca in un ambiente scuro, ad esempio, ci sono irritanti riflessi sullo schermo anche con piccole fonti luminose. Questo vi costringe e spegnere tutte le luci o anche a non indossare indumenti lucidi. D'altro canto, potete godervi in pieno il suono pieno, con bassi e soddisfacente della combinazione casse/subwoofer della JBL.

Nel complesso, questo pacchetto multimedia completo, con ambizioni nel gaming si è rilevato un discreto successo con pochi punti deboli. Oltre a questo, anche il fatto che la GPU vi consente l'opzione di collegare il portatile ad un monitor 3D.

Il prezzo del Dell XPS 15 dipende molto dalla specifica configurazione scelta. Il modello che abbiamo testato parte da 1229 Euro (incl. tasse) con il codice promozionale "Reviews-N00XL560" (Link: Evalue at Dell.com).

Werbung
Recensione: Dell XPS 15 FHD
Recensione: Dell XPS 15 FHD

Specifiche tecniche

Dell XPS 15 FHD
Processore
Scheda grafica
NVIDIA GeForce GT 435M - 2048 MB, Core: 650 MHz, Memoria: 800 MHz, nvlddmkm 8.17.12.5951 (ForceWare 259.51) / Win7 64
Memoria
4096 MB 
, DDR3: PC-10700 (667 MHz)
Schermo
15.6 pollici 16:9, 1920x1080 pixel, AUO17ED, lucido: si
Scheda madre
Intel HM57
Harddisk
Samsung SpinPoint MP4 HM500JJ, 500 GB 
, 7200 rpm
Scheda audio
Realtek High Definition Audio
Porte di connessione
1 USB 2.0, 2 USB 3.0 / 3.1, 1 HDMI, 1 DisplayPort, 1 Kensington Lock, 1 eSata, Connessioni Audio: 2 Jacks cuffie, 1 uscita Microfono, Lettore schede: 9-in-1: SD, SDIO, SDXC, SDHC, MS, MS Pro, MMC, MSXC, xD
Rete
Realtek PCIe GBE Family Controller (10/100/1000MBit), Intel WiFi Link 1000 BGN (b/g/n), Bluetooth Broadcom BCM2070 3.0 USB, WWAN: opzionale (non integrata)
Drive ottico
HL-DT-ST DVDRWBD CT30N
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 38.2 x 381 x 265.4
Batteria
56 Wh ioni di litio
Sistema Operativo
Microsoft Windows 7 Home Premium 64 Bit
Camera
Webcam: Webcam unterstützt HD Video-Streaming
Altre caratteristiche
Driver&CD Utility, manuale utente cartaceo, Informazioni di sicurezza e riciclo, Contratto di licenza software Dell, Brevi istruzioni per la Nvidia 3D TV, 12 Mesi Garanzia, USB 2.0 e porta combinata eSATA
Peso
2.86 kg, Alimentazione: 650 gr
Prezzo
1520 Euro

 

Portatili simili

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione breve del notebook Dell XPS 15 9550 (Core i7, FHD)
GeForce GTX 960M, Core i7 6700HQ, 15.6", 1.963 kg
Recensione Breve del Portatile Dell Inspiron 17 5759-5118
Radeon R5 M335, Core i5 6200U, 17.3", 2.83 kg
Recensione Completa del Portatile Dell XPS 15 2016 (9550) InfinityEdge
GeForce GTX 960M, Core i5 6300HQ, 15.6", 1.958 kg
Recensione Breve del portatile Dell Inspiron 15 7559
GeForce GTX 960M, Core i7 6700HQ, 15.6", 2.67 kg
Recensione breve del Dell Inspiron 17-5758
GeForce 920M, Core i7 5500U, 17.3", 2.8 kg
Recensione Breve del Dell Inspiron 15-5558
GeForce 920M, Core i5 5200U, 15.6", 2 kg

Links

Confronto prezzi

Pro

+Buone prestazioni grafiche
+Eccellenti prestazioni con le applicazioni
+Buona la collocazione delle porte
+Tastiera comoda, e Touchpad preciso
+Schermo luminoso con ampia gamma di colori
+Supporto video 3D per Monitor/TV 3D
 

Contro

-Rumore e calore sotto utilizzo intensivo
-Autonomia limitata con utilizzo intensivo
-Schermo riflettente

Sintesi

Cosa ci è piaciuto

La grafica eccellente, lo schermo full HD con una buona gamma di colori RGB ed il supporto per il rendering 3D su schermi esterni 3D.

Cosa ci è mancato

L'opzione di uno schermo opaco con le stesse qualità. Sarebbe bello vedere più portatili consumer con questa opzione.

Cosa ci ha sorpresi

Tutto quello che avrebbe dovuto farlo.  Peccato per i riflessi sullo schermo lucido che rovinano prestazioni gaming e video altrimenti eccezionali.

La concorrenza

I portatili da 15-pollici con schede grafiche di fascia media, come la HD 5650 della ATI. Se non volete rinunciare alla ampia gamma di colori ed allo schermo full HD, c'è l'XPS Studio 16 ed il Sony Vaio VPC-F13Z1/E come alternative.  Il MacBook Pro 15 è adatto per lo schermo con uno spettro di colori ampio, tuttavia con un risoluzione 1440x900.

 

Punteggio

Dell XPS 15 FHD - 12/16/2010 v2(old)
Martina Osztovits

Chassis
88%
Tastiera
88%
Dispositivo di puntamento
88%
Connettività
78%
Peso
77%
Batteria
65%
Display
82%
Prestazioni di gioco
83%
Prestazioni Applicazioni
89%
Temperatura
75%
Rumorosità
71%
Punti aggiuntivi
85%
Media
81%
81%
Multimedia - Media ponderata
> Recensioni Portatili Notebook > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione portatile Dell XPS 15 FHD
Martina Osztovits (Update: 2014-09-19)