Notebookcheck

Xiaomi brevetta due smartphone pieghevoli

A seguito del lancio ufficiale di Motorola e delle prime indiscrezioni dello Z-Flip di Samsung, sembra che Xiaomi non abbia intenzione di restare ferma a guardare. L'azienda ha infatti brevettato presso la China National Intellectual Property Administration due ipotetici smartphone pieghevoli.
Luca Rocchi,

Entrambi i brevetti rappresentano due foldable ma si differenziano per il tipo di cerniera utilizzata. Il primo modello si apre orizzontalmente come il Galaxy Fold, mentre il secondo modello offre un design a conchiglia utilizzando il lato corto come cardine. Dunque anche Xiaomi sembra intenzionata a sperimentare il mercato dei pieghevoli, lavorando su due modelli differenti tra loro ma legati dalla presenza di un display flessibile.

I due modelli potranno quindi essere aperti e sfruttare un vasto schermo, o ripiegati riducendone le dimensioni. Non è chiaro quale tipo di design adotterà Xiaomi, non sappiamo se troveremo una fotocamera anteriore e dei tasti fisici. Attualmente sono solo brevetti e non è detto che Xiaomi concretizzi qualcosa nei prossimi mesi.

Tra poche settimane, ad inizio Febbraio, Samsung dovrebbe presentare a tutti gli effetti il nuovo Galaxy a conchiglia denominato Z Flip. Se siete amanti del nuovo genere di smartphone, vi consigliamo di tenere d'occhio la prossima presentazione di Samsung.

I brevetti di Xiaomi
I brevetti di Xiaomi
I brevetti di Xiaomi
I brevetti di Xiaomi
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Xiaomi brevetta due smartphone pieghevoli
Luca Rocchi, 2020-01-20 (Update: 2020-01-20)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.