Notebookcheck

Redmi K30 Pro: il teardown conferma dual-OIS, lettore di impronte sotto lo schermo e un complesso sistema di raffreddamento

Schede logiche impilate per risparmiare spazio (Image source: Redmi via @xiaomishka)
Schede logiche impilate per risparmiare spazio (Image source: Redmi via @xiaomishka)
Redmi sembra aver deciso di non voler lasciare nessun dettaglio nascosto per K30 Pro, pubblicando un interessante video riguardante la componentistica interna adottata nel nuovo dispositivo di fascia alta. Il video conferma le numerose caratteristiche riportate nelle scorse settimane.

Come ormai numerosi top di gamma svelati nel corso del 2020, anche K30 Pro arriverà con la connettività 5G resa disponibile grazie al chipset Qualcomm Snapdragon 865 accoppiato al modem Snapdragon X55. Il supporto alle reti di quinta generazione è di tipo dual mode, pertanto compatibile con reti NSA e SA. In abbinamento al modem 5G troveremo poi un modulo WiFi 6 compatibile con le reti da 2.4 e 5 GHz, e conforme alla tecnologia 5G Multilink.

Le immagini ci mostrano anche numerosi dettagli riguardanti la componentistica interna e l'avanzato sistema di impilazione delle schede logiche, consentendo a Redmi di massimizzare lo spazio interno e risparmiare eventuali ingombri. Il complesso apparato di fotocamere evidenzia la presenza del sistema di stabilizzazione dual-OIS e i quattro moduli dedicati alla cattura di contenuti video e fotografici.

Il video si sofferma su ulteriori aspetti tra cui il lettore di impronte digitali integrato sotto lo schermo e l'avanzato sistema di raffreddamento a camera di vapore progettato per mantenere una temperatura adeguata anche nelle fasi più concitate.

Nel complesso Xiaomi sembra aver creato un dispositivo decisamente interessante che, con il corretto prezzo, potrebbe raggiungere ottimi volumi di vendita. 

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 03 > Redmi K30 Pro: il teardown conferma dual-OIS, lettore di impronte sotto lo schermo e un complesso sistema di raffreddamento
Luca Rocchi, 2020-03-24 (Update: 2020-03-24)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.