Notebookcheck

Recensione del Subnotebook Apple MacBook Air 11 Mid 2011 (1.6 GHz, 128 GB SSD)

J. Simon Leitner (traduzione a cura di Alessandro De Blasis), 09/11/2011

Netbook? No grazie. il più piccolo ed economico notebook che Apple offre attualmente si chiama MacBook Air 11. Pesa meno di un kilogrammo ed è alto solo 1.7 cm nel punto più spesso. All'esterno: un case unibody in alluminio. All'interno: un processore Sandy Bridge accompagnato da un SSD per prestazioni superiori.

Apple è legata a questa politica da anni: creare nuove tendenze ma senza saltare sul carro dei vincitori di passaggio. Per questo, ad esempio, il successo per i netbook di questi ultimi anni non ha lasciato alcuna traccia nel portafoglio di prodotti Apple. La loro risposta a questo trend è stata l'iPad, producendo risultati con i quali siamo tutti familiari.

Il MacBook Air risale addirittura al 2008 nella sua prima generazione; dato che il tema degli ‘ultrabooks’, cioè quei notebook particolarmente sottili dal costo sotto i 1000 dollari, è attualmente ripreso da molti produttori, il fatto che la Apple sia ritornata a pensare questo prodotto potrebbe evocare un sorriso sul volto degli esperti di hardware. Tra l'altro, il prezzo di partenza ufficiale dell'Air 11 pollici è di 999 dollari, che coincidenza incredibile!

Case

Per questo notebook da 11 pollici, come per il fratello maggiore MacBook Air 13, Apple ha usato lo stesso case dell'Air del 2010. E dopo quasi un anno, il case in alluminio unibody è ancora uno dei case migliori in circolazione. L'aspetto e la qualità costruttiva oltre alle sensazioni durante l'uso - non si riesce a trovare un singolo difetto. al contrario, Più si fa uso del laptop e più è alto il livello di soddisfazione nei suoi riguardi. Maggiori dettagli si possono trovare nell'apposita sezione della recensione del modello del 2010 il quale è costruito nello stesso modo.

La tastiera ha ancora una retroilluminazione a LED, la cui luminosità può essere impostata su diversi livelli molto similmente a quanto avviene con la luminosità dello schermo. Rispetto all'Air da 13 pollici, si vedrà quasi lo stesso layout e la stessa dimensione dei tasti. Solo la fila di tasti f e le funzioni supplementari collocate lì (luminosità dello schermo, volume, ecc.) sono più sottili.

11 o 13 pollici, questo è il dilemma...
11 o 13 pollici, questo è il dilemma...

Connettività

Come con l'Aria da 13 pollici, Apple ha aggiunto una porta Thunderbolt all'Air 11. Le altre porte rimangono invariate rispetto al modello precedente, cioè ci dovremo far bastare due porte USB 2.0 e una porta per le cuffie. Rispetto all'attuale Air da 13 pollici, si dovrà fare a meno anche del lettore di schede SD.

Sul tema di Thunderbolt, va notato che non ci sono grossi vantaggi ad avere questa porta. Solo la stessa Apple offre monitor compatibile da 27 pollici (include porte aggiuntive), che costa circa 900 euro. La porta Thunderbolt è utilizzabile anche come una mini-DisplayPort. Così con l'aiuto dell'apposito cavo o adattatore, anche i monitor esterni convenzionali possono essere collegati all'Air. Ulteriori informazioni relative alla porta Thunderbolt possono essere trovati nella nostra recensione del MacBook Air 13.

Comunicazioni

Il WLAN è conforme agli standard 802.11 a/b/g ed è parte dell'hardware standard di questa serie, come per il Bluetooth 4.0. Non abbiamo la porta RJ45; probabilmente era troppo grande per l'Air. Apple offre comunque un lento adattatore USB, ad un prezzo ovviamente (circa 30 euro), oppure si può utilizzare il già citato monitor  Thunderbolt con la sua porta LAN.

Garanzia

La garanzia del produttore del MacBook Air 11 pollici è di 12 mesi. Si possono acquistare estensioni da 12 o 24 mesi che includono supporto telefonico.

Schermo

Sebbene i dettagli significativi dello schermo non siano cambiati - 11.6-pollici, risoluzione 1366 x 768, superficie lucida - abbiamo un nuovo pannello in questo modello. Il pannello del modello in test è identificato dalla sigla LP116WH4-TJA3 ed è realizzato dalla LG Philips. In alcuni forums si hanno riscontri di una seconda versione dello schermo (LTH116AT01A04) prodotto invece da Samsung.

Il nostro schermo LG ha una luminosità massima di 355 cd/m² se testato con un metro Gossen Mavo. La luminosità media è estremamente luminosa a 318 cd/m², rendendolo uno dei migliori della sua classe. Il black value di soli 0.56 cd/m² è anch'esso eccellente, accompagnato da un fantastico rapporto di contrasto di 634:1.

In confronto al predecessore del 2010, dotato di uno schermo LTH116AT01A01, notiamo qualche miglioramento in termini di luminosità (max. 340 cd/m², media 296 cd/m²).

Anandtech ha recensito il MacBook Air 11 con schermo Samsung (LTH116AT01A04). Il pannello mostra un black value leggermente peggiore ma una più elevata luminosità massima, a 0.61 e 386 cd/m² rispettivamente. Non c'è attualmente un modo per capire in anticipo quale dei due schermi sia utilizzato in ogni configurazione.

322
cd/m²
335
cd/m²
331
cd/m²
337
cd/m²
355
cd/m²
324
cd/m²
271
cd/m²
305
cd/m²
280
cd/m²
Distribuzione della luminosità
LP116WH4-TJA3
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 355 cd/m² Media: 317.8 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 76 %
Al centro con la batteria: 355 cd/m²
Contrasto: 634:1 (Nero: 0.56 cd/m²)

Un'occhiata allo spazio dei colori che può essere rappresentato non produce alcuna sorpresa. L'sRGB non può essere completamente coperto; la macchina precedente del 2010 faceva all'incirca allo stesso modo, mentre il display del MacBook Air 13 2011 (LP133WP1-TJA3) copre praticamente la stessa area di questo display da 11 dello stesso produttore.

Air 11 2011 vs. Air 11 2010
Air 11 2011 vs. Air 11 2010
Air 11 2011 vs. Air 13 2011
Air 11 2011 vs. Air 13 2011
Air 11 2011 vs. sRGB
Air 11 2011 vs. sRGB

La stabilità degli angoli di visualizzazione è interamente paragonabile con il modello da 13 pollici che abbiamo testato, mettendolo leggermente sopra la media tra i recenti notebook. In direzione orizzontale, sono possibili anche angoli di visione abbastanza ampi senza provocare grandi problemi; in direzione verticale, più si discostano dall'angolo di visione ottimale, più l'immagine sbiadisce o viene colpita dall'effetto inversione a noi tutti familiare.

La buona luminosità dello schermo e l'eccellente contrasto...
La buona luminosità dello schermo e l'eccellente contrasto...
...permette l'uso all'esterno nonostante lo schermo lucido
...permette l'uso all'esterno nonostante lo schermo lucido

Prestazioni

In questo MacBook Air da 11 pollici trova spazio una CPU Sandy Bridge, come per la versione a 13 pollici. Il livello base è un i5-2467M a 1.6 GHz. Il chip è leggermente più lento del i5-2557M (1.7 GHz) che rappresenta invece il livello base del modello a 13 pollici. Così come per il fratello più grande, c'è la possibilità di aggiornamento del processore al  i7-2677M da 1.8 GHz.

La grafica viene gestita da una Intel HD Graphics 3000 integrata nella CPU. Anche qui, Apple distingue tra la versione con 256 MB e quella con 384 MB di memoria condivisa. Questo è in diretta relazione con la quantità di RAM in ogni modello. Dei 2 GB della versione base (saldati sulla scheda madre, non aggiornabili!), la memoria dinamica è disponibile per la GPU è pertanto limitata 256 MB, mentre con 4 GB di RAM installata, la HD Graphics 3000 ha un quantitativo di memoria maggiore a disposizione. Ciò cambia molto poco in termini di prestazioni. Una elevata quantità di memoria video è vantaggiosa per i giochi o per la gestione di monitor multipli.

System info
System info CPUZ
DPC latencies
Informazioni di sistema: Apple Macbook Air 11 pollici 2011-07 MC969D/A

Prestazioni della CPU

Per giudicare le prestazioni della nuova CPU Intel i5-2467M ci rivolgiamo ancora una volta ai nostri strumenti di benchmark CPU standardizzate utilizzando Windows tramite Boot Camp. Nel test SuperPi 32 M (calcolare esattamente 32 milioni di decimali) il MacBook Air con la CPU i5-2467M impiega esattamente 903 secondi. Per confrontare: processori Intel Arrandale 460 M 520 M sono all'incirca allo stesso livello, mentre la nuova CPU Intel i3-2310M Sandy Bridge necessita anche di un po' più di tempo (940-980) per completare l'attività. Tuttavia, l'Apple MacBook Air 13 con il i5-2557M, un po ' più potente, esegue i calcolo molto più velocemente impiegando 763 secondi, trovandosi in diretta competizione con la CPU Intel i5-2410M. Guardando indietro all'Air 11 del 2010 con la sua CPU SU9400, si ha una dimostrazione valida del miglioramento prestazionale: 1936 secondi, il che significa che la velocità di calcolo è più che raddoppiata.

Mentre SuperPi utilizza solo un singolo core, lo strumento di analisi comparativa WPrime utilizza tutti i thread della CPU. Con 869.7 secondi nella prova 1024 M, il nostro chip rimane appena dietro ai più recenti processori i3-2310M. L'attuale Air 13 è in testa anche stavolta, con 764.6 secondi (i5-2557M). La CPU SL9400 dall'Air 13 2010 è ancora battuto di quasi il 50%.

Cinebench R10 Single CPU
Cinebench R10 Single CPU
Cinebench R10 Multi CPU
Cinebench R10 Multi CPU
Cinebench R11.5 CPU
Cinebench R11.5 CPU

In Cinebench R10 (64 Bit) nel test a singola CPU l'Air totalizza 3610 punti con il processore 2467M, permettendo così di rimanere solo davanti a processori Intel 2310M. L'Air 13 con CPU 2557M raggiunge 4201 punti in confronto, mettendola quasi al livello delle CPU 2410M di fascia media. Nella stessa prova, anche se in modalità a 32 Bit, il nuovo Air ancora una volta batte suo predecessore del 2010 di quasi il doppio.

I risultati del test rendering multi-thread di Cinebench (64 Bit) danno gli stessi risultati. Con 7188 punti l'Apple Air 11 2011 arriva solo di poco dietro altri notebook con CPU Intel Core i3-2310M.  Ma l'Air 13 CPU 2557M recupera un po' del terreno perso in questo test, segnando 8266 punti; questo è chiaramente un risultato migliore rispetto all'Air 11, il quale resta chiaramente dietro altre macchine con la CPU 2410M. Per il confronto con il predecessore dell'Air 11, abbiamo ancora una volta dovuto fare con la modalità a 32 Bit a causa della mancanza di dati comparabili. Con 5946 punti contro 2852 il nuovo Air batte il modello precedente del 2010 avente una CPU SU9400 di più del 100%.

Infine abbiamo svolto anche il più recente test Cinebench R11.5 CPU. Con 1,9 punti, la CPU 2467M si posiziona a circa lo stesso livello del i3-330M Arrandale, appena dietro al nuovo chip 2310M. L'Air 2010 con il processore SU9400 raggiunge 0,9 punti, posizionandosi ancora una volta, sorpresa, a circa solo la metà del livello delle prestazioni offerte della nuova CPU 2467M.

Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
2911
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
5946
Cinebench R10 Shading 32Bit
4451
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
3610 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
7188 Points
Cinebench R10 Shading 64Bit
4555 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
9.91 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
1.92 Points
Aiuto
Cinebench R10
Rendering Single 32Bit (ordina per valore)
Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A
2911 Points ∼27%
Apple Macbook Air 13 inch 2011-07
3456 Points ∼32% +19%
Apple MacBook Air 11 inch 2010-10
1502 Points ∼14% -48%
Samsung 900X3A
2820 Points ∼26% -3%
Rendering Multiple CPUs 32Bit (ordina per valore)
Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A
5946 Points ∼9%
Apple Macbook Air 13 inch 2011-07
6223 Points ∼10% +5%
Apple MacBook Air 11 inch 2010-10
2852 Points ∼4% -52%
Samsung 900X3A
4157 Points ∼6% -30%
Cinebench R11.5 - CPU Multi 64Bit (ordina per valore)
Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A
1.92 Points ∼4%
Apple Macbook Air 13 inch 2011-07
2.25 Points ∼5% +17%
Apple MacBook Air 11 inch 2010-10
0.83 Points ∼2% -57%
Samsung 900X3A
1.41 Points ∼3% -27%

Legenda

 
Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A Intel Core i5-2467M, Intel HD Graphics 3000, Toshiba THNSNC128GMDJ
 
Apple Macbook Air 13 inch 2011-07 Intel Core i5-2557M, Intel HD Graphics 3000, Samsung SM256C
 
Apple MacBook Air 11 inch 2010-10 Intel Core 2 Duo SU9400, NVIDIA GeForce 320M, Toshiba THNSNC128GMDJ
 
Samsung 900X3A Intel Core i5-2537M, Intel HD Graphics 3000, Samsung MZMPA128HMFU

Geekbench - prestazioni della CPU sotto Mac OS X

Il piccolo notebook ultra-sottile di Apple dimostra la sua potenza elaborativa anche in Mac OS x. Lo fa in modo particolare rispetto ai vecchi processori Core 2 Duo, il Core i5 è sostanzialmente più veloce e se la cava meglio della versione a 2.4 GHz del processore Core 2 Duo P8600 del MacBook Pro 13 del 2010.

Le prestazioni della CPU in Geekbench restano dietro a quelle del MBA 13 attuale, ma sono superiori a quelle del modello del 2010 di MacBook Pro 13.
Le prestazioni della CPU in Geekbench restano dietro a quelle del MBA 13 attuale, ma sono superiori a quelle del modello del 2010 di MacBook Pro 13.

Throttling

Vogliamo dare un'altra occhiata da vicino al concetto di limitazione, perché ci sono stati alcuni reclami su questo in passato con altri notebook Apple. Qui, ancora una volta, abbiamo utilizzato Windows Boot Camp come nostra piattaforma di test a causa degli strumenti di analisi che offre, come MacOS.

La CPU Intel i5-2467M utilizzata in questo notebook ha, come i suoi colleghi sviluppati con CPU Sandy Bridge, una certa larghezza di banda di velocità, in questo caso da 1,6 a 2.3 GHz, variabile sulla base del numero di thread / core in uso al momento. Quanto bene può essere sfruttata questa gamma dinamica (Turbo) dipende più che altro dalla capacità del sistema di raffreddamento del notebook in questione.

Stress test: throttling
Stress test: throttling

Mentre in idle entrambi i core vanno ancora regolarmente a 2299 MHz (profilo ad alte prestazioni), la velocità di entrambi i core diminuisce a 1999 MHz sotto stress, ciò accade in SuperPi, ma anche nel test a singola CPU di Cinebench R10. Occasionalmente e solo per un breve periodo, si potrebbe osservare una breve accelerazione al valore massimo di 2.3 GHz. Nella modalità multi-thread di Cinebench R10 così come nel test Cine R11.5, entrambi i core restano stabili a 1999 MHz secondo le nostre osservazioni, anche con prove effettuate in un ciclo continuo.

Ci sono voluti lo scenario di massimo stress di Prime95 e Furmark per permetterci di battere la velocità di clock. Poco dopo l'inizio del nostro stress test abbiamo osservato una velocità di 1199 MHz in entrambi i core. Dopo circa un'ora sotto la pressione dello stress test abbiamo infine osservato una ripetuta ma di breve durata riduzione della velocità della CPU a 799 MHz. Fattore di note è che la temperatura della CPU che abbiamo osservato utilizzando HWMonitor sia sempre rimasta nella zona acritica a circa 80 ° c. L'adattatore di alimentazione, tuttavia, toccava i limiti della sua capacità di fornitura di energia (45 W) con i valori di picco fino a 44,9 w durante la prova. Questa potrebbe essere una possibile spiegazione per i ripetuti episodi di throttling che abbiamo visto.

Abbiamo anche osservato approfonditamente il comportamento dei parametri di riferimento, in base al quale l'ultimo MacBook Air ad esempio ha mostrato una tendenza interessante per produrre risultati migliori nel tempo o con maggiore velocità della ventola.

Iniziamo con il test a singolo core di Cine R10. Nel ciclo di prova abbiamo ottenuto punteggi di 3517, 3562, 3591, 3565 e 3610 punti. La ventola aumentava  continuamente la velocità dalla fine del primo test in poi (a partire da circa 80 ° C). La temperatura massima della CPU che abbiamo osservato era solo circa 80 ° C (seconda prova generale), mentre dopo che la temperatura oscilla intorno ai 70 ° C. Non ci sono segni di throttling qui, infatti nel complesso c'è stato un leggero miglioramento nei punteggi benchmark.

Abbiamo provato lo stesso modello di test basato questa volta sul benchmark Cine R10 Multi CPU. Abbiamo osservato la seguente serie di risultati: 7024, 7141, 7126, 7117 e 7188; la ventola ha raggiunto una velocità di 5000 rpm nella terza prova generale e per di più, la temperatura della CPU è rimasta costante a poco meno  di 90 ° C dopo tutto ciò.

Nel più recente test Cinebench R11.5 abbiamo visto un'immagine quasi identica, con il punteggio di 1.31, 1.91, 1.92 e 1.92 punti. Nella prima prova generale abbiamo osservato le temperature CPU fino a 97 ° C. Dopo di che, la ventola ha aumentato la sua velocità, raggiungendo il massimo di 6500 giri/min, con cui può mantenere la temperatura della CPU stabile a 80-84 ° C.

Abbiamo quindi effettuato anche la serie Cinebench di test per MacOS X, anche se durante questo siamo stati solo in grado di valutare la temperatura della CPU e la velocità della ventola utilizzando lo strumento SMC FanControl. Relativamente alla parte single core del test Cine R10 abbiamo osservato la seguente serie di risultati: 3142, 3194, 3150, 3159 e 3162.

Nella prima prova generale, la ventola inizia ad aumentare la sua velocità da circa 80 ° C in poi. Questo impedisce un aumento della temperatura a più di 80 ° C, secondo la SMCFanControl. Inoltre, la velocità della ventola non ha mai superato i 3500 giri durante le nostre osservazioni.

Nel test multi-CPU di Cinebench R10, abbiamo registrato la seguente serie di risultati: 6452, 6522, 6511, 6493, 6510, 6490, e 6520.

Durante il primo giro, la ventola ha iniziato ad aumentare la sua velocità intorno al punto di 90 ° C. La velocità della ventola è aumentata ulteriormente durante i successivi giri, la temperatura della CPU è stata mantenuta costante in qualche modo inferiore ai 90 ° C.

Con MacOS come con Windows, le temperature più elevate sono state raggiunte più rapidamente nella prova Cinebench R11.5 CPU rispetto nella prova Cinebench R10 multi-CPU. La ventola si avvia relativamente rapidamente raggiunge il suo massimo di 6500 giri/min nella prima prova generale, mantenendo la temperatura della CPU inferiore a 80 ° C. Questo è sostanzialmente inferiore a nella stessa prova durante l'esecuzione di Windows, ad esempio. I risultati: 1,92, 1,93, 1,93 e 1,94 punti.

Conclusione:

Durante l'esecuzione di Windows, i benchmark sembrano mostrare un piccolo miglioramento nel risultato ogni volta che si eseguono; ma questo effetto svanisce quasi completamente durante l'utilizzo di MacOS, consentendo una certa quantità di margine di fluttuazione. Temperature critiche vengono raggiunte meno rapidamente con il i5-2467M che con il più potente 2557M del MacBook Air 13 che abbiamo esaminato. Tuttavia, con la CPU i7-2677M, che è disponibile come opzione alternativa, si nota un effetto throttling simile a quello riscontrato con i più piccoli Air 11.

Nel complesso, il sistema di controllo delle ventole sembra più efficace sotto MacOS, mantenendo bassa la temperatura della CPU rispetto alla modalità d'uso.

Prestazioni applicative in Windows
Il nuovo Air da 13 pollici ha dimostrato prestazioni eccellenti nei nostri benchmarks. Il larga parte dipendono dal suo solid state drive, il quale non solo permette ai punteggi di schizzare in alto ma conferisce un reale e palpabile senso di velocità nell'uso quotidiano. Per esempio il MacOS si avvia in soli 10 secondi circa. Boot Camp Windows, dall'altro lato ci impiega circa 40 secondi dopo il menu di selezione...

Il più piccolo Air 11 2011 ottiene un ottimo punteggio di 9414 punti nel test di benchmark PCMark Vantage, ponendolo solo intorno al 10% dietro suo fratello maggiore da 13 pollici (10.342 punti). Il drive SSD da 256 GB nell'Air 13 da noi testato è in grado di ottenere un punteggio molto elevato nel comparto disco, ottenendo 27.000 contro 18.600, ma anche nelle altre sottosezioni l'Air 13 va alla grande, con un'interessante eccezione riguardo ai punteggi relativi ai videogiochi.

Il MacBook Air del 2010 ottiene 4095 punti nello stesso test, anche in quest'area si trova indietro di più della metà.

Nel recente benchmark di sistema PCMark 7, l'Air 11 si trova nella nostra Top Ten, come l'ultimo Air 13 prima di lui. Con 3289 punti, è di solo l'8% dietro all'Air 13 con il più potente processore i5-2557M e 256 GB SSD. Abbiamo notato che il Fujitsu Celsius H710 per esempio (2820QM, Quadro 1000M, SSD), una potente workstation portatile, totalizza 'solo' 3695 punti, poco più dell'Air 11. Tuttavia, la cima della classifica è dominata dal più potente notebook in circolazione, l'Alienware M18x con due schede video GTX 580M ed una CPU overclockata 2920XM Extreme (4 GHz),  il quale ottiene 4636 punti.

5.8
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
6.3
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
5.9
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
5.8
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
6.3
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
6.9
PCMark Vantage Result
9414 punti
PCMark 7 Score
3289 punti
Aiuto

XBench 1.3 – Prestazioni di sistema in Mac OS X

Il benchmark di sistema Xbench 1.3 è ampiamente utilizzato anche se un po 'datato. Da al piccolo MacBook Air 11 un ottimo punteggio per le prestazioni generali. Resta tuttavia dietro al più grande modello da 13" in ogni test. I modelli del 2010 sono stati significativamente battuti per la maggior parte dei sottopunteggi. Solo nei test grafici la vecchia GeForce 320M è ancora in grado di mostrare i suoi punti di forza. Anche il  MacBook Pro da 13 pollici ha dovuto ammettere la propria sconfitta per quanto riguarda il processore ed i test di memoria. Il processore Intel e l'SSD 320 nel nostro MBP da 13 pollici è allo stesso livello dell'SSD del MB Air da 11 pollici, sempre secondo il test Xbench.

Nel test XBench 1.3 l'11 pollici mostra ancora prestazioni eccellenti, tuttavia notiamo qualche debolezza in OpenGL e nei test dell'interfaccia grafica.
Nel test XBench 1.3 l'11 pollici mostra ancora prestazioni eccellenti, tuttavia notiamo qualche debolezza in OpenGL e nei test dell'interfaccia grafica.
PCMark 7 - Score (ordina per valore)
Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A
3289 Points ∼36%
Apple Macbook Air 13 inch 2011-07
3561 Points ∼39% +8%
Alienware M18x (GTX 580M SLI, 2920XM)
4636 Points ∼51% +41%
PCMark Vantage - 1024x768 Result (ordina per valore)
Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A
9414 Points ∼30%
Apple Macbook Air 13 inch 2011-07
10342 Points ∼33% +10%
Apple Macbook Air 13 inch 2010-10
4882 Points ∼16% -48%
Apple MacBook Air 11 inch 2010-10
4095 Points ∼13% -57%
Samsung 900X3A
8657 Points ∼28% -8%
Alienware M18x (GTX 580M SLI, 2920XM)
17670 Points ∼57% +88%

Legenda

 
Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A Intel Core i5-2467M, Intel HD Graphics 3000, Toshiba THNSNC128GMDJ
 
Apple Macbook Air 13 inch 2011-07 Intel Core i5-2557M, Intel HD Graphics 3000, Samsung SM256C
 
Apple Macbook Air 13 inch 2010-10 Intel Core 2 Duo SL9400, NVIDIA GeForce 320M,
 
Apple MacBook Air 11 inch 2010-10 Intel Core 2 Duo SU9400, NVIDIA GeForce 320M, Toshiba THNSNC128GMDJ
 
Samsung 900X3A Intel Core i5-2537M, Intel HD Graphics 3000, Samsung MZMPA128HMFU
 
Alienware M18x (GTX 580M SLI, 2920XM) Intel Core i7-2920XM, NVIDIA GeForce GTX 580M SLI, Samsung SSD 810 Series

Prestazioni 3D

Con il PCMark Vantage che posiziona l'Air 11 davanti al suo  fratellone da 13 pollici nella sezione giochi, nonostante il comparto video sia lo stesso, abbiamo eseguito il classico benchmark 3D 3Dmark 2006. Infatti il piccolo ottiene 3817 punti (1280 x 1024) che sono di più (anche se di poco) dei 3808 del collega più grande. Interessante notare che il predecessore del 2010 spuntava un punteggio solo marginalmente superiore pari a 3824 punti, nonostante la sua scheda grafica Geforce 320M. Nel complesso l'Air 11 si trova a metà classifica se confrontato con gli altri notebook attuali con scheda video Intel HD Graphics 3000 (intorno a 3000 – 5000 punti).

Nei test di gioco, abbiamo esaminato gli effetti del cambiamento da una Geforce 320M ad una Intel HD Graphics 3000 integrata. A dettagli elevati, le due schede grafiche sono praticamente allo stesso livello, con un leggero vantaggio in favore della Geforce quando si utilizza il gioco FIFA; tuttavia a risoluzioni inferiori ed a dettagli più ridotti, il nuovo MacBook Air se la cava meglio grazie alla CPU sensibilmente più potente.

Per maggiori informazioni circa i giochi che possono funzionare bene su una Intel HD Graphics 3000, si consulti la nostra tabella ‘Giochi sulle schede video dei portatili’.

basso medio alto ultra
Colin McRae: DIRT 2 (2009) 35.4 21.1 12.8 fps
Resident Evil 5 (2009) 50.7 20.2 fps
Fifa 11 (2010) 132.8 65.7 41.4 fps
3DMark 06 Standard
3817 punti
3DMark Vantage P Result
1633 punti
Aiuto

Prestazioni SSD

In termini di memoria di massa, Apple ha scelto interamente la veloce tecnologia degli SSD e quindi anche per il piccolo Air 11. Per il modello da 11 pollici, al contrario di quello da 13, l'utente dovrà scegliere tra 64 GB o 128 GB di capacità totale. Anche qui, Apple ha usato modelli di diversi produttori, il che va a variegare i dati sulle prestazioni. Il modello in test è dotato di un SSD da 128 GB, prodotto da Toshiba ed avente modello TS128C. Apparentemente anche alcune unità Samsung (SM128C) sono state usate per l'ultimo MacBook Air. Queste ultime sono leggermente più veloci delle controparti Toshiba, come riportano varie fonti.

Il nostro drive TS128C riporta velocità di scrittura di circa 228/169 MB/s sequenziali 4 K/ 256 K nel benchmark dei dischi di XBench. Nei test di lettura, scende a 28 MB/s su blocchi da 4 K, ma resta attorntest quio a 184 MB/s su blocchi da 256 K. 

N el benchmark ASSSD il drive mostra un rapporto di 200.76 MB/s nel test di lettura sequenziale e 143.22 MB/s in quello di scrittura. Nel test 4 K, entrambi i valori scendono sensibilmente: 15.44 MB/s in lettura, 12.02 MB/s in scrittura. L'unità Samsung 256 GB SSD nell'Air 13 riporta misurazioni simili, anche se leggermente migliori nei test di scrittura (205.39 MB/s e 19.08 MB/s). La serie Intel 310 SSD produceva valori simili nel test di lettura ASSSD; comunque, resta indietro di molto nei test di scrittura sequenziale con 84 MB/s, anche se si comporta meglio dell'unità Toshiba nell'Air 11 nel test 4 K riportando 37 MB/s. Il Vertex 2 di OCZ si posiziona in modo simile, ma con valori sostanzialmente migliori nei test di scrittura 4 K (77.7 MB/s). Nuovi SSD come l'Intel Elmcrest per esempio o l'OCZ Vertex 3 possono fare molto meglio a secondo dei test.

Toshiba THNSNC128GMDJ
Valore Minimo di trasferimento: 135.1 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 154.9 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 147.5 MB/s
Tempi di accesso: 0.3 ms
Burst Rate: 104.2 MB/s

Emissioni

Rumorosità

Anche se l'Apple MacBook Air 11 è un po' più piccolo ed ha una CPU meno potente (in questa configurazione) del modello da 13 pollici da noi recensito, si comporta allo stesso modo offrendo una bassa rumorosità. Che si utilizzi MacOS o Windows, abbiamo a che fare con una macchina silenziosissima. Anche durante brevi periodi di stress, ad esempio durante l'esecuzione del benchmark  Cinebench R10, la ventola resta al suo livello più basso pari a 2000 rpm, il che lo rende appena percettibile pur avvicinandosi con l'orecchio al portatile.

Solo dopo intervalli più lunghi di uso pesante (scenari realistici possibili includono la conversione o l'editing di video HD) si riesce a sentire la ventola. Abbiamo notato ancora una volta che nel complesso la gestione della ventola sia migliore in MacOS che in Boot Camp Windows. Apple ha (ancora una volta) fatto un lavoro impeccabile, considerando la potenza offerta da questo laptop.

Rumorosità

Idle
28.3 / 28.3 / 28.3 dB(A)
Sotto carico
42.8 / 42.8 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Voltcraft sl-300 (15 cm di distanza)

Temperatura

Durante periodi di stress ridotto (idle, ufficio...) si può notare un lieve aumento della temperatura del case. I valori di picco riscontrati sono di 33.9°C sulla parte superiore della base e al di sotto della stessa. Le aree di appoggio dei polsi restano significativamente più fresche intorno ai 30°C in che è importante per il comfort d'uso. Le nostre rilevazioni dimostrano che l'Air 11 scaldi leggermente di più del suo collega da 13 pollici, anche se avevamo una temperatura ambientale di 26 °C nel frattempo.

Con un uso costante e pesante, l'Apple MacBook Air 11 si comporta similarmente al suo collega più grande. Con un massimo di 44.6°C sulla parte alta della base e 45.8°C sul fondo vicino alla parte posteriore, il sottile laptop può diventare fastidiosamente caldo, anche se anche in questo caso le aree di appoggio dei polsi restano di molto più fresche con un massimo di 35°C.

Come la macchina da 13 pollici, non notiamo differenze di temperatura rilevanti nell'uso di MacOS e Windows.

Carico massimo
 44.6 °C44.3 °C42.4 °C 
 38.9 °C41.2 °C38.9 °C 
 35.6 °C35.9 °C35.4 °C 
Massima: 44.6 °C
Media: 39.7 °C
39.2 °C43.5 °C45.8 °C
38.1 °C40.6 °C40.7 °C
35.9 °C36.6 °C37.5 °C
Massima: 45.8 °C
Media: 39.8 °C
Alimentazione (max)  49.8 °C | Temperatura della stanza 26 °C | Raytek Raynger ST
(-) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 39.7 °C / 103 F, rispetto alla media di 30.7 °C / 87 F per i dispositivi di questa classe Subnotebook.
(±) La temperatura massima sul lato superiore è di 44.6 °C / 112 F, rispetto alla media di 35.8 °C / 96 F, che varia da 22 a 57 °C per questa classe Subnotebook.
(-) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 45.8 °C / 114 F, rispetto alla media di 40 °C / 104 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 31.7 °C / 89 F, rispetto alla media deld ispositivo di 30.7 °C / 87 F.
(+) The palmrests and touchpad are reaching skin temperature as a maximum (35.9 °C / 96.6 F) and are therefore not hot.
(-) The average temperature of the palmrest area of similar devices was 28.6 °C / 83.5 F (-7.3 °C / -13.1 F).

Altoparlanti

Ciò che Apple è riuscita a fare in termini di qualità audio con il MacBook Air 11 sconfina nella stregoneria. La base è alta solo pochissimi centimetri e tutta l'elettronica è confinata nella parte posteriore che non è di molto più spessa. Nonostante questo, i nostri test effettuati con diverse tipologie di musica ci dimostrano un'accettabile qualità del suono. Si può descrivere infatti come molto pieno e ben differenziato. Apple non ha utilizzato speciali aperture nel case; le onde sonore vengono emesse dall'Air direttamente attraverso la tastiera. Anche in questo campo questo sottilissimo notebook in alluminio è molti passi avanti alla concorrenza.

Autonomia della batteria

Con le nostre solite impostazioni in Windows, l'Air stabilisce le buone basi per la durata della batteria con un consumo di energia di solo 6,6 – 11.5 w in modalità stand-by. Come al solito, MacOS fa un po' meglio; abbiamo misurato da 4.6 W (livello di luminosità schermo 2) a 9,3 Watt. Con un uso pesante, il consumo di energia era ancora più alto in Windows a 40,1 – 44,9 w secondo le nostre letture, rispetto ai 33,8 – 41,2 W in MacOS; anche se scenari di uso pesante non sono direttamente comparabili dato che i software non sono compatibili. L'ultimo Air 13 si comporta in modo molto simile in questo test, abbiamo infatti solo lievi differenze.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0 / 0 Watt
Idledarkmidlight 6.6 / 10.1 / 11.5 Watt
Sotto carico midlight 40.1 / 44.9 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC 940

Case da 11 pollici c'è spazio solo per una batteria agli ioni di litio con una capacità di 35 Wh. Nel modello da 13 pollici, in confronto, troviamo infatti una batteria da 50 Wh. Procediamo eseguendo i nostri test standardizzati utilizzando Boot Camp Windows:

Nel test Battery Eater Reader, che indica la durata massima della batteria che ci si può aspettare (luminosità dello schermo minimo – livello 2, modulo wireless disattivato, profilo di risparmio energetico, retroilluminazione della tastiera spenta), il computer portatile ha raggiunto 344 minuti, cioè cinque ore e tre quarti. Ciò corrisponde all'incirca al risultato del predecessore del 2010 nello stesso test. L'Air 13 del 2011 è stato un po' più mobile con circa 7 ore di durata della batteria, ma questo è semplicemente dovuto alla batteria più grande. Nella prova Classic, nella quale si mette sotto stress la batteria con tutte le caratteristiche che consumano energia attivate, dura solo 79 minuti. Uno scenario più realistico di navigazione in Windows con luminosità dello schermo massima ha dato un tempo di circa 235 minuti, cioè poco meno di quattro ore.

Oltre che per le statistiche, andiamo a verificare il comportamento anche in MacOS. Nel nostro test Reader's test improvvisato (chiamata ripetuta di un documento di testo tramite un browser ad intervalli di un minuto, con minima luminosità – livello 2) il MacBook Air 11 dura 506 minuti, che rappresenta un vantaggio di circa 2 ore rispetto alla prova Windows, nonostante il modulo WLAN attivo. Con uso pesante (esecuzione continua di Cine. R 11.5 OpenGL) l'Air funziona meglio ancora una volta arrivando a 110 minuti. Infine, dura 273 minuti nella prova di navigazione realistica con luminosità massima dello schermo, che con le sue quattro ore e mezza dura più che in Windows. L'ultimo Air 13 dura quasi mezz'ora in più in questo test, lasciando indietro il suo predecessore con Core 2 Duo del 2010 molto indietro (3,5 ore).


Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
8ore 26minuti
Navigazione WiFi
4ore 33minuti
Sotto carico (max luminosità)
1ore 50minuti

Risultati complessivi

Per quanto riguarda Apple, gli ampliamente sbandierati ultrabooks sono benvenuti, in quanto Apple se la cava già molto bene in questo campo. Il MacBook Air 11 essenzialmente condivide tutti i pregi ed i difetti del suo collega da 13 pollici.

Il case unibody è superiore oltre ogni dubbio, mentre i dispositivi di input di prima qualità sono genuinamente divertenti da usare (anche intensivamente); in particolare il touchpad migliorato anche se è di poco più stretto di quello del modello da 13 pollici.

Tra le altre cose, i nuovi processori ULV Sandy Bridge di Intel sono due volte più potenti rispetto ai predecessori Core 2 Duo del 2010. Mentre altri produttori, senza riserve, promuovono l'uso di processori di gamma standard di Intel (35 W TDP) a causa delle loro prestazioni elevate, Apple ha messo insieme un bundle ULV-SSD quasi perfetto per questi Air più sottili che mai, creando un prodotto che può eclissare la concorrenza in tutti i benchmark di sistema a parte una manciata di workstation e qualche macchina da gioco.

A tutto ciò si aggiunge un vantaggio fondamentale della tecnologia ULV, che viene spesso trascurato: il notebook è per la maggior parte assolutamente silenzioso e si mantiene in larga parte ad una temperatura confortevole. E... ciliegina sulla torta: è possibile ottenere circa 4-5 ore di durata dalla batteria ai polimeri di litio di soli 35 Wh in condizioni di lavoro realistiche, con un peso totale di appena un chilogrammo e con un prezzo di cartellino a partire da 859 euro – rappresenta ora il modello più economico portafoglio di Apple dopo l'uscita del MacBook bianco. Grazie - non c'è altro da dire.

Specifiche tecniche

Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A (MacBook Air Serie)
Memoria
4096 MB 
, DDR3 1333MHz
Schermo
11.6 pollici 16:9, 1366 x 768 pixel, LP116WH4-TJA3, LED, lucido: si
Scheda madre
Intel ID0104
Harddisk
Toshiba THNSNC128GMDJ, 128 GB 
Scheda audio
HD Audio
Porte di connessione
2 USB 2.0, 1 DisplayPort, Thunderbolt (Mini-Displayport)
Rete
Broadcom 802.11n (a/b/g/n = Wi-Fi 4), Bluetooth 4.0
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 17 x 300 x 192
Batteria
35 Wh polimeri di litio
Sistema Operativo
Apple Mac OS X 10.7 Lion
Camera
Webcam: FaceTime Cam
Altre caratteristiche
12 Mesi Garanzia
Peso
1.07 kg, Alimentazione: 190 gr
Prezzo
1149 Euro

 

Notebook simili

Portatili con medesima GPU

Recensione Ultrabook Sony Vaio SVT1311M1ES
HD Graphics 3000, Core i3 2367M, 13.3", 1.6 kg
Recensione del portatile HP Envy 14 Spectre Ultrabook
HD Graphics 3000, Core i5 2467M, 14", 1.807 kg
Recensione Ultrabook Dell XPS 13
HD Graphics 3000, Core i7 2637M, 13.3", 1.36 kg
Recensione Ultrabook HP Folio 13-2000
HD Graphics 3000, Core i5 2467M, 13.3", 1.47 kg
Recensione del Notebook HP ProBook 5330m-LG724EA
HD Graphics 3000, Core i5 2520M, 13.3", 1.8 kg
Recensione del Notebook Acer Aspire S3-951-6646
HD Graphics 3000, Core i5 2467M, 13.3", 1.4 kg

Links

Confronta i prezzi

Pro

+Peso e dimensioni ridotte
+Case in alluminio eccezionale
+Dispositivi di input molto buoni
+Tastiera retroilluminata
+Prestazioni molto buone
 

Contro

-Non ha molte porte
-Schermo riflettente
-RAM saldata sulla scheda madre

In sintesi

Cosa ci è piaciuto

E' esattamente così che un modello “entry-level” dovrebbe essere.

Cosa ci sarebbe piaciuto

Che il modello entry-level fosse il MacBook White.

Cosa ci ha sorpresi

Che questo E' il punto di ingresso nel mondo notebook di Apple.

La concorrenza

Il Samsung 900X1B deve dare prova di se in questo settore.

Valutazione

Apple Macbook Air 11 inch 2011-07 MC969D/A - 08/24/2011 v2(old)
J. Simon Leitner

Chassis
98%
Tastiera
90%
Dispositivo di puntamento
98%
Connettività
55%
Peso
95%
Batteria
88%
Display
76%
Prestazioni di gioco
66%
Prestazioni Applicazioni
92%
Temperatura
78%
Rumorosità
89%
Punti aggiuntivi
90%
Media
85%
88%
Subnotebook - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione del Subnotebook Apple MacBook Air 11 Mid 2011 (1.6 GHz, 128 GB SSD)
J. Simon Leitner (Update: 2014-09-19)