Notebookcheck

Recensione Apple MacBook Air 11 Pollici 2010 Subnotebook

Klaus Hinum, 12/08/2010

Mac-Netbook? L'11.6" MacBook Air può competere nella sezione Netbook con le dimensioni il suo peso, il display, e le performance, tuttavia, sono nettamente di una classe superiore. Se il prezzo equivalente ad almeno due Netbooks sia giustificato, e come si comporta l'Air nei nostri tests, può essere scoperto nella seguente recensione.

L'11 pollici MacBook Air è il Notebook Apple più piccolo e di migliore qualità, ed il fratello più piccolo del nuovo 13" MacBook Air. Rispetto al modello da 13", l'11" ha una CPU meno potente, nessuno slot SD card, tasti funzione più piccoli, ed un trackpad più stretto, e come tutto il resto anche una batteria più piccola. Questo comporta che le dimensioni sono più compatte, ed il peso di appena 1.06 kg.

Il MacBook Air 11 può essere configurato con alcune particolarità tramite il negozio online Apple. C'è un processore opzionale più potente da 200 MHz , 4 GB di RAM, ed un SSD da 128 GB. Solo l'SSD può teoricamente essere aggiornato in un secondo momento, in quanto il processore e la memoria sono saldate sulla scheda madre.

Case

Il piccolo subnotebook attrae grazie al suo design semplice ed eterno. Grazie all'abbondante utilizzo di alluminio l'Air appare fresco e tecnologico. Le consuete superfici lucide ed i disegni stampati non si trovano su questo notebook Apple in alluminio. L'impressione complessiva è dominata dal ridotto spessore del case. Siccome questo si assottiglia verso le estremità, nel complesso il portatile appare anche più sottile guardandolo dai lati.

Il case di appena 11 pollici del MacBook Air è realizzato con un singolo pezzo di alluminio, proprio come i modelli Pro' più grandi. La novità sta nel fatto che anche la cover del display ora è realizzata con un corpo unico, che comporta un elevato livello di stabilità. Di conseguenza, la stabilità è eccezionale nonostante lo spessore minimo dell'unità base e della cover del display. Il case in metallo può essere flesso soltanto in modo minimo e con una grande pressione, di conseguenza non ci sono cigolii e rumori di deformazioni come accade sui portatili in plastica.

Rispetto al vecchio MacBook Air 13", i nuovi portatili MBAir ora hanno una sola ampia cerniera che collega il display all'unità base. Questo dovrebbe eliminare i problemi di rottura delle cerniere che hanno colpito i precedenti modelli di MacBook Air. L'angolo massimo di apertura di appena 130° è troppo limitato in alcune situazioni (ad esempio quando si tiene il portatile sulle gambe), ed a nostro parere la cerniera è un po' allentata.

Il case in alluminio, il trackpad di vetro, ed anche la tastiera nera offrono una sensazione al tatto eccezionale e danno una impressione di qualità molto elevata. I concorrenti Windows in questo settore purtroppo non reggono il confronto.

Come accennato nell'introduzione, la possibilità di aggiornamento del MacBook Air è limitata all'SSD mSATA. Anche questa è resa difficile a causa delle viti speciali a cinque stelle Torqx. Queste assicurano, in modo teoricamente facile da rimuovere, il vassoio inferiore. Maggiori informazioni sui componenti interni, e sulle speciali viti Torqx possono essere trovati nel sito dei nostri colleghi iFixit, che hanno smontato un MBAir in singoli pezzi.

Connettività

Rispetto al predecessore da 13" sono stati fatti alcune modifiche alla connettività. Queste non si trovano più dietro una complicata cover, ed sono stata significativamente estese con l'aggiunta di una seconda porta USB. Rispetto al MacBook bianco l'unica cosa che mancano sono la LAN ed una porta Kensington.

Rispetto ai portatili di medesime dimensioni non è male, specialmente se si considera l'elevata qualità della DisplayPort (mini) che riesce a gestire 3 monitors con 2560 x 1600 pixels. Tuttavia, per molti monitors sono necessari costosi adattatori (es. DVI, HDMI, VGA). In cambio, la DisplayPort fornisce anche audio digitale tramite un adattatore HDMI (solo quelli costosi) secondo le dichiarazioni di Apple. La porta combinata per cuffie può essere usata anche con cuffie normali tramite un idoneo adattatore.

Non essendoci spazio per un drive DVD sul sottile MacBook Air, Apple offre un masterizzatore DVD USB opzionale per circa 80 Euro. Oltre a questo, c'è anche la possibilità di usare un drive DVD di altri Mac (anche per il booting). Per recuperare il sistema operativo, Apple ha incluso una penna USB che si è mostrata veloce e facile da usare.

Le interfacce sono collocate su entrambi i lati verso il retro, e quindi sono posizionate bene.

Sinistra: alimentazione MagSafe, USB 2.0, porta analogica cuffie
Sinistra: alimentazione MagSafe, USB 2.0, porta analogica cuffie
Destra: USB 2.0, mini DisplayPort
Destra: USB 2.0, mini DisplayPort

La camera Facetime, come la chiamano ora, è una webcam che si trova nella cover e non ha una immagine molto impressionante. La qualità è sufficiente per video conferenze, ed il microfono ha lavorato molto bene durante il nostro test. Grazie a questo l'Air può essere usato per Skype o Facetime senza cuffie.

Le interfacce wireless in questo piccolo subnotebook si prendono cura del chip Broadcom BCM943224 con due antenne (stando a iFixit), che supporta dual-band 802.11n e Bluetooth 3.0 (stando ad Apple solo BT 2.1+EDR). Il chip supporta tramite WLAN un trasferimento dati fino a 300 Mbps, e si è mostrato affidabile durante il test (testato usando un router Trendnet TEW-633GR). Come già detto non ci sono porta per collegamenti LAN. Ma è disponibile come opzione un adattatore USB (100 Mbit), che ha lavorato bene nel test del primo MacBook Air.

Apple fornisce una garanzia di 12 mesi e 90 giorni di supporto telefonico per il MacBook Air come standard. Entrambe le soluzioni possono essere estese a tre anni per un costo aggiuntivo di 249 Euro.

Dispositivi di Input

Tastiera

La tastiera chiclet integrata nell'11" MacBook Air è simile alle attuali tastiere Apple con una piccola eccezione. La riga dei tasti funzione è stata notevolmente compressa, ed ora include anche il pulsante di accensione.

Come tutti gli attuali MacBooks la  tastiera nera impressiona per le ottime caratteristiche. Nonostante la corsa breve dei tasti, è possibile lavorare senza problemi. Poiché i tasti sono direttamente collegati la case, non ci sono movimenti strani o cedimenti. Il layout aderisce al consueto stile Apple, e si possono abituare anche gli utenti Windows.

Tuttavia, la consueta retroilluminazione della tastiera diffusa sui vecchi modelli MacBook Air e MacBook Pro sfortunatamente manca.

Touchpad

Il trackpad di vetro ha per fortuna trovato posto sui modelli MacBook Air. Impressiona con le eccezionali capacità di scorrevolezza, e per le dimensioni enormi parlando di un portatile. Nel modello da 11" l'altezza tuttavia è stata in parte ridotta, per trovare spazio nel case più piccolo. Non sono disponibili pulsanti dedicati per il touchpad dell'Apple, ma l'intera superficie del pad (sino all'estremità superiore) può essere premuta meccanicamente. Grazie all'intelligente software Mac OS X il trackpad può essere usato come un tradizionale touchpad con pulsanti dedicati. Varie gestures multi-touch (incluso l'utile scrolling Inerziale) fino a 4 dita consentono l'utilizzo effettivo dell'ampia superficie.

La soluzione Apple continua ad essere chiaramente la migliore combinazione di dispositivi di input per laptops, e si evidenzia (utilizzando il Mac OS X) per precisione e comfort. Usando Windows (bootcamp), sfortunatamente devono accettarsi alcuni compromessi, sebbene il rudimentale driver consente un utilizzo decente.

Display

Lo schermo riflettente da 11.6" ha una risoluzione relativamente adeguata con 1366 x 768 pixels, ed offre molto spazio virtuale. Come il primo portatile Apple l'11.6" Air ha un display a 16:9.

317
cd/m²
333
cd/m²
340
cd/m²
285
cd/m²
306
cd/m²
325
cd/m²
234
cd/m²
257
cd/m²
264
cd/m²
Distribuzione della luminosità
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 340 cd/m² Media: 295.7 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 69 %
Al centro con la batteria: 306 cd/m²
Contrasto: 537:1 (Nero: 0.57 cd/m²)

Con una luminosità media misurata di 296 cd/m² il display widescreen è molto luminoso. L'illuminazione di appena il 69% è tuttavia sotto la media. Nonostante questo, si notano solo minime deviazioni con gli sfondi monocromatici - i limitati angoli id visuale del display TN si notano abbastanza in queste circostanze.

La gamma di colori è più o meno la stessa del MacBook bianco del 2010, e di quella del 13" MacBook Air. Ed è significativamente inferiore rispetto alla gamma di colori sRGB, dei modelli MacBook Pro.

Gamma di colori
Gamma di colori
Gamma di colori paragonabile del MB bianco 2010 (t)
Gamma di colori paragonabile del MB bianco 2010 (t)
Gamma di colori sRGB (trasparente) nettamente superiore
Gamma di colori sRGB (trasparente) nettamente superiore
13" MacBook Pro (trasparente) con gamma di colori superiore
13" MacBook Pro (trasparente) con gamma di colori superiore
Risultati di calibrazione con l'i1 Display2
Risultati di calibrazione con l'i1 Display2
Utilizzo all'esterno
Utilizzo all'esterno

Grazie all'elevata luminosità massima del piccolo display, l'utilizzo in ambienti aperti è in definitiva possibile. Gli evidenti riflessi dello schermo lucido tuttavia possono infastidire.

A causa dello schermo TN utilizzato gli angoli di visuale sfortunatamente non reggono il confronto con l'IPS utilizzato dall'iPad. Specialmente dall'alto e dal basso i colori si invertono rapidamente. Rispetto agli altri schemi TN il campo di applicazione è tuttavia buono.

Angoli di visuale Apple Macbook Air 11 pollici 2010-10
Angoli di visuale Apple Macbook Air 11 pollici 2010-10

Prestazioni

Apparentemente Apple attualmente non è contenta delle prestazioni, del set di feature e dei drivers per la scheda grafica integrata nei nuovi processori Core-i. Per questo Apple nella scelta per il design dei nuovi modelli Air si è limitata ai  vecchi processori Core 2 Duo combinati con le elevate prestazioni dei chipset grafici Nvidia, o ai processori Core-i con scheda grafica addizionale dedicata. A causa degli spazi disponibili estremamente limitati nei nuovi modelli Air, la seconda di queste opzioni non sembra andare.

Come risultato i più recenti Netbooks Apple contengono una combinazione relativamente datata di vecchi processori Core 2 Duo ULV e del chipset Nvidia MCP89, che contiene la potente scheda grafica Nvidia GeForce 320M. In questo modo Apple ha scontato parecchi punti percentuali di potenza di calcolo (es. rispetto ai processori Core i5 o i7 UM), ed in cambio ha ottenuto prestazioni grafiche significativamente superiori (rispetto alle schede grafica Intel HD).

System info CPUZ CPU
System info CPUZ Cache
System info CPUZ Scheda Madre
System info CPUZ RAM
System info CPUZ RAM SPD
System info GPUZ
System info HDTune
Informazioni di sistema Apple Macbook Air 11 pollici 2010-10

Prestazioni del processore

Il Core 2 Duo SU9400 utilizzato era stato già introdotto da Intel 2 anni fa, e appartiene alla classe di processori Ultra Low Voltage a risparmio energetico. Questo offre due processori cores che lavorano con una velocità clock massima di 1.4 GHz. Nel nostro test  utilizzando Windows 7 (Bootcamp) il processore ha offerto prestazioni significativamente migliori rispetto ai consueti processori Intel Atom di questa classe. Un N450 (es. Eee PC 1008P) ad esempio offre appena il 25% di prestazioni rispetto al SU9400 nel Cinebench R11.5. Il Core i5-520UM dell'Alienware M11x R2 è tuttavia più veloce del 25%. Il 520UM si distingue per un notevole 63% dell'Asus PL80JT con EasyNote Butterfly S.

Nel test 3DMark CPU, le distanze con l'i5-520UM sono in parte inferiori con il 12% (21% dell'Asus PL80JT), l'N450 è più vicino con il 39%.

Considerando solo i Netbooks Atom based (Sony Vaio Z) ignorando la classe di peso del MacBook Air 11", le prestazioni sono comunque considerevoli.

Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
1502
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
2852
Cinebench R10 Shading 32Bit
2172
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
0.83 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
10.67 fps
Aiuto

Prestaizoni di sistema

Grazie al veloce chipset grafico ed al sistema drive SSD, il MacBook Air 11" brilla nel PCMark Vantage, e lascia indietro anche il 13" MacBook Pro (con HDD normale). Questo conferma la velocità percepita durante l'utilizzo di applicazioni. La contenuta velocità clock del processore dual core solo raramente diventa un collo di bottiglia.

PCMark Vantage Result
4095 punti
Aiuto
4.3
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
4.3
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
4.9
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
4.9
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
6
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
6.9

Utilizzando il benchmark di sistema Mac OS X XBench 1.3, abbiamo testato le prestazioni di sistema sotto Mac OS X. Sfortunatamente i risultati sono variati molto durante i diversi sotto-tests, e per questo motivo le varie interazioni sono rappresentate nello schema utilizzando lo stesso colore.

Ad eccezione del test per il disco, le prestazioni di questo 11" sono nettamente inferiori a quelle del 13" MacBook Air, ed ai MBP del 2010. Questo ovviamente dipende dalla CPU meno potente. Sorprendentemente questo sembra intaccare i test della scheda grafica. Il MacBook Pro 17" con un processore Core i7 è ad un altro livello, sebbene questo sia in parte limitato a causa dell'HDD standard in alcuni sotto-tests.

Confronto XBench 1.3 - MacBook Air 1.4 GHz resta nettamente dietro, ad eccezione dei tests su HDD grazie al veloce SSD.
Confronto XBench 1.3 - MacBook Air 1.4 GHz resta nettamente dietro, ad eccezione dei tests su HDD grazie al veloce SSD.

Con le consuete applicazioni come la navigazione web, o il semplice video editing HD (angoli di visuale video) il sistema appare abbastanza veloce. L'SSD ed il processore dual core gestiscono le classiche applicazioni con prestazioni ben superiori rispetto ai Netbook medi.

Prestazioni grafiche

Le prestazioni grafiche del MacBook Air sono sicuramente una delle features dominanti. La GeForce 320M integrata non è stata affaticata rispetto ai più grandi MacBooks, e di conseguenza ottiene teoricamente le stesse prestazioni rispetto alle vecchie schede grafiche dedicate di fascia media.

Il risultato del test 3DMark Vantage GPU Score colloca la 320M appena avanti all'attuale Mobility Radeon HD 5470, ed anche sulle stesse prestazioni della 9600M GT. Il più datato test 3DMark mostra una maggiore influenza del processore, che fa arretrare in parte la 320M. Di conseguenza la 320M può facilmente essere confrontata con una HD 5470, che tuttavia si trova solo nei portatili più grossi e pesanti.

3DMark 2001SE Standard
13694 punti
3DMark 05 Standard
6483 punti
3DMark 06 Standard
3824 punti
3DMark Vantage P Result
1694 punti
Aiuto

Prestazioni di gioco

Grazie alla potente GeForce 320M, è possibile utilizzare molti dei giochi attuali in modo fluido con il piccolo subnotebook Apple utilizzando un settaggio grafico accattivante. Ad esempio Fifa 2011 ha lavorato senza problemi con dettagli elevati. Anche giochi pesanti come Battlefield: Bad Company 2 ha girato in modo fluido con settaggio minimo.

Rispetto ai più grandi portatili Apple con GeForce 320M, l'influenza sui benchmarks di gioco della CPU più debole si notano. Di conseguenza il MBP13 ad esempio ha raggiunto 48 FPS nel benchmark Resident Evil 5, che è nettamente meglio rispetto al piccolo 11" MB Air. Maggiori dettagli sulle prestazioni di gioco della 320M possono essere trovati sulla nostra pagina web delle schede grafiche alla voce GeForce 320M.

basso medio alto ultra
Supreme Commander - FA Bench (2007) 2114.3fps
Colin McRae: DIRT 2 (2009) 27.422.415.7fps
Resident Evil 5 (2009) 27.520fps
Battlefield: Bad Company 2 (2010) 3321fps
Fifa 11 (2010) 98575026fps

Prestazioni Video HD

Le prestazioni di decodifica video HD sono altalenanti. Sino a quando la GeForce 320M riesce a dare una mano, che i viedos full HD non sono un problema per Mac 11". Sfortunatamente c'è supporto solo per un limitato numero di formati con il Mac OS X. I films codificati VC-1 ad esempio devono essere visualizzati con VLC, e di conseguenza si sovraccarica la CPU. Nel nostro test con Elephants Dream ci sono state di conseguenza alcune brevi interruzioni di tanto in tanto a causa dell'elevato carico della CPU. Usando Windows 7 i videos di test tuttavia sono stati fluidi con un carico di CPU contenuto, grazie al supporto della GeForce.

Anche i Flash videos non possono sfruttare in pieno la GPU nell'attuale versione. Pertanto non è possibile avere piena fluidità con i video YouTube se la risoluzione è superiore a 720p (occasionalmente i singoli scendono a 720p). Un trailer 1080p non è stato molto fluido usando il Mac OS X.

Windows 7 - VC1 1080p fluido
Windows 7 - VC1 1080p fluido
Windows 7 - H264 1080p fluido
Windows 7 - H264 1080p fluido
Mac OS X - VC1 1080p interruzioni
Mac OS X - VC1 1080p interruzioni
Mac OS X - H265 1080p fluido
Mac OS X - H265 1080p fluido
Mac OS X - Youtube 1080p molti disturbi
Mac OS X - Youtube 1080p molti disturbi

Prestazioni SSD

Il Micro SATA Blade SSD della Toshiba è chiamato da Apple come "SSD TS128C" (versione 128 GB). Toshiba vende questo SSD come Blade X-gale THNSNC128GMDJ. Gli utenti che vogliono fare un upgrade dell'SSD alla versione 256 GB sfortunatamente non potranno farlo con il MBAir a causa dello spessore. Come alternativa c'è un upgrade kit della PhotoFast con un veloce controller SandForce.

Le prestazioni del Toshiba SSD rispetto agli attuali potenti  SSDs della Intel (X25-M) o SandForce (es. OCZ Vertex 2) sono significativamente inferiori. Il punteggio totale del benchmark AS SSD è circa allo stesso livello del Samsung PM800. Questo può mostrare risultati di lettura peggiori, ma questo si compensa con la maggiore velocità di accesso.

Stando ad Anandtech il controller è molto resistente al degrado (guardate il test SSDNov V+100). Questo è particolarmente importante in quanto il Mac OS X ancora non supporta TRIM. Alla fine dei nostri tests vengono fuori tuttavia evidenti degradazioni di prestazioni in Windows con HDTune.

AS SSD
AS SSD
AS SSD punti in confronto
AS SSD punti in confronto
ATTO
ATTO
ATTO in confronto
ATTO in confronto
CrystalDiskMark
CrystalDiskMark
CrystalDiskMark 4K prestazioni
CrystalDiskMark 4K prestazioni
HDTune
HDTune
HDTune degradato
HDTune degradato
HDTune in confronto
HDTune in confronto
 
Toshiba THNSNC128GMDJ
Valore Minimo di trasferimento: 147.4 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 188.8 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 176.7 MB/s
Tempi di accesso: 0.3 ms
Burst Rate: 150.4 MB/s
DPC Latency Checker Apple Macbook Air 11 pollici 2010-10
DPC Latency Checker

Le latenze DPC sfortunatamente possono essere misurate solo con Windows. di conseguenza con DPC Latency Checker l'immagine non è buona. Dopo aver disattivato la WLAN ed il driver Apple Bootcamp, le latenze restato sopra al livello critico di 2000 ms. Questo implica che l'utilizzo di schede audio esterno con Windows è compromesso.

Emissioni

Rumorosità

Apple ha dotato il MacBook Air solo di una piccola ventola di raffreddamento che attinge aria dal retro ed espelle l'aria calda sempre dal retro. Questa ventola gira ad costantemente a 2000 rpm senza carico. Grazie al drive SSD, la rumorosità di sistema è limitata alla sola ventola di raffreddamento.

In assenza di carico il MacBook resta praticamente silenzioso (abbiamo rilevato 28.1 dB(A) o 1 Sone da una distanza di 15 cm).

Utilizzando il Mac OS X la ventola resta nei 2000 RPM anche dopo 5 minuti di importazione video con iMovie ed analisi di stabilità, e quindi è molto silenzioso. Anche durante la navigazione e l'utilizzo da ufficio la ventola di raffreddamento non accelera, e non è percepibile ad una distanza di circa 15 cm.

Con carico elevato la piccola ventola di raffreddamento gira sino a 6000 RPM in modo fluido. Questo livello ad esempio è stato raggiunto quando abbiamo lanciato StarCraft 2 sotto Mac OS X, o anche con altri giochi pesanti usati sotto Windows. Il massimo di 44.8 dB(A) o 4.7 Sone rende il MacBook chiaramente percepibile, sebbene le caratteristiche del rumore restano piacevoli.

Con un carico medio la ventola di raffreddamento varia tra 30 dB e 38 dB (es. 3DMark05 33-38.4 dB o Resident Evil 5 benchmark 30-37 dB) in relazione alle temperature dei componenti. Siamo sempre su livelli di rumore buoni per questo piccolo case, e non fastidiosi.

Subito dopo la fase di carico la ventola di raffreddamento dell'Air rallenta velocemente diventando quasi impercettibile a  2000 RPM.

Diagramma della frequenza della rumorosità del MB Air 11". 2000rpm - verde, difficilmente percettibile; carico normale - nero e blu; 6000 rpm - rosso - carico massimo
Diagramma della frequenza della rumorosità del MB Air 11". 2000rpm - verde, difficilmente percettibile; carico normale - nero e blu; 6000 rpm - rosso - carico massimo

Rumorosità

Idle
28.1 / 28.1 / 28.1 dB(A)
HDD
28.1 dB(A)
Sotto carico
36 / 44.8 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Behringer ECM8000 / Terratec DMX6Fire USB / Arta 1.6.1 (15 cm di distanza)
Stress test
Stress test

Temperature

La temperatura del case in alluminio resta entro livelli accettabili nonostante la ventola di raffreddamento silenziosa. Tuttavia il case mostra presto un surriscaldamento della superficie superiore con un massimo di 39°C anche senza carico. Le superfici con cui si è a contatto (fondo, tasti, punti di appoggio dei polsi, trackpad) nonostante tutto restano freschi (32-34°C).

Dopo diverse ore di carico estremo il case ha raggiunto le sue temperature massime nel nostro test. I punti di appoggio dei polsi sono però sempre freschi. Solo il lato inferiore si riscalda in modo notevole come punto di contatto. Tuttavia la temperatura di 42°C non è critica.

Le temperature interne dopo diverse ore di carico estremo sono solo ai limiti della criticità per la scheda grafica, stando ai sensori integrati. Questo tuttavia è dovuto anche all'esecuzione del test Furmark. I due processori sono lontani dal massimo teorico (105°C secondo Intel) con una temperatura di 78°C rilevata dai sensori interni.

Carico massimo
 44 °C45 °C38 °C 
 43 °C44 °C36 °C 
 32 °C33 °C32 °C 
Massima: 45 °C
Media: 38.6 °C
37 °C42 °C42 °C
35 °C36 °C34 °C
32 °C33 °C34 °C
Massima: 42 °C
Media: 36.1 °C
Alimentazione (max)  54 °C | Temperatura della stanza 20 °C | Fluke 62 Mini
(-) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 38.6 °C / 101 F, rispetto alla media di 30.7 °C / 87 F per i dispositivi di questa classe Subnotebook.
(±) La temperatura massima sul lato superiore è di 45 °C / 113 F, rispetto alla media di 35.8 °C / 96 F, che varia da 22 a 57 °C per questa classe Subnotebook.
(±) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 42 °C / 108 F, rispetto alla media di 40.1 °C / 104 F
(±) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 32.9 °C / 91 F, rispetto alla media deld ispositivo di 30.7 °C / 87 F.
(+) The palmrests and touchpad are reaching skin temperature as a maximum (33 °C / 91.4 F) and are therefore not hot.
(-) The average temperature of the palmrest area of similar devices was 28.6 °C / 83.5 F (-4.4 °C / -7.9 F).

Altoparlanti

Apple sorprende per aver incluso casse stereo nel piccolo case. Queste hanno un suono sorprendente considerate le loro dimensioni. Tuttavia sono più adatte ad un utilizzo non esigente (es. internet radio o video YouTube). Il loro volume massimo di 87.2 dB / 67 Sone (15 cm di distanza) è in definitiva accettabile, anche con i sorgenti molto silenziose. Rispetto al MB Air 13" (guardate il diagramma) la versione 11" è tuttavia più silenziosa (13" max. 92.5 dB / 98 Sone) ed ha anche meno frequenze di bassi.

Il MB Air 13" è più potente del 46% (massimo) con pink noise, ed ha anche più frequenze di bassi.
Il MB Air 13" è più potente del 46% (massimo) con pink noise, ed ha anche più frequenze di bassi.

Autonomia della batteria

Apple pubblicizza una autonomia della batteria dell'11" MacBook Air fino a 5 ore di lavoro attivo. Senza pubblicità Flash / videos, ed usando una luminosità ridotta è il dato realistico. Con le citate features assetate di risorse (molti video YouTube, siti pieni di Flash utilizzando la WLAN) abbiamo raggiunto ben 3.5 ore utilizzando la luminosità massima nel nostro test pratico. Con il DVD esterno opzionale l'Air ha resistito per circa 3 ore proiettando un DVD video (sempre con luminosità massima, ma senza WLAN). Se volete giocare a StarCraft 2 in giro, questo è possibile per appena 80 minuti (utilizzando Mac OS X).

Sotto Windows di solito l'autonomia della batteria è inferiore. In questo caso manca il perfetto adattamento del sistema operativo con l'hardware. In assenza di carico l'11" Air di conseguenza dura solo 5.5 ore invece di 8 ore e 40 minuti raggiunti sotto Mac OS X.

Autonomia della batteria Windows 7 64-bit Mac OS 10.5
Idle BE Reader: 5h 33min iMacros Script / Lettura testo: 8h 40min
Pieno carico BE Classic: 1h 55min StarCraft 2: 1h 23 min
Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
8ore 40minuti
Navigazione WiFi
3ore 32minuti
DVD
2ore 53minuti
Sotto carico (max luminosità)
1ore 23minuti

Durante il nostro test sui consumi energetici il Mac OS X ha mostrato come è stato ottimizzato per il risparmio energetico (specificamente per l'hardware adottato). Senza carico l'11" MacBook Air offre i migliori risultati di questa classe utilizzando il sistema operativo Apple. Utilizzando Windows 7 (Bootcamp) i consumi aumentano notevolmente. Sotto carico i risultati sono tuttavia simili, come si può anche vedere dai tests sulla batteria.

Consumi energetici Windows 7 64-bit Mac OS X 10.5
Idle, display off, WLAN / BT off 5.6-5.7W 2.5W
Idle, luminosità min, WLAN / BT off 5.7-6.8W 3.5W
Idle, luminosità max, WLAN / BT off 9.2W 5.8W
Idle, luminosità max, WLAN / BT on 10.2-10.3W 6.9W
Furmark, luminosità max, WLAN / BT on 26.5-29.5 W
Prime95, luminosità max, WLAN / BT on 23.9-25.6W
Furmark+Prime95, luminosità max, WLAN / BT on 34-35.4W
StarCraft 2 22.6-27.7W
Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0 / 0 Watt
Idledarkmidlight 3.5 / 6.9 / 12 Watt
Sotto carico midlight 30 / 35.8 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC 940

Giudizio complessivo

L'11" MacBook Air è un subnotebook eccezionale. Il case, i dispositivi di input, e le prestazioni devono ancora trovare concorrenti in questa classe. Le vecchio Core 2 Duo SU9400 potrebbe essere molto più lento rispetto ai moderni processori Core i5 ULV, ma non ci sono altri portatili in questa classe di peso con processori più veloci. In aggiunta a questo, la rumorosità minima senza carico è un ulteriore punto di forza.

Dal punto di vista negativo ci sono le scarse possibilità di upgrade ed il modem UMTS. Sfortunatamente Apple non include nemmeno una retroilluminazione della tastiera sui nuovi modelli Air, così come continua ad optare displays riflettenti.

Concorrenti in questa classe di peso ce ne sono pochi e distanti. Il Sony Vaio VPC-X13D7E/B è anche più leggero, ma ha prestazioni inferiori, con il processore Atom e la scheda grafica integrata. Subnotebooks da 11" come il Lenovo Thinkpad Edge 11 pesa di più. L'iPad potrebbe essere citato come concorrente, ma attualmente si trova in un altro categoria. Un concorrente più grande potrebbe essere il 13" MacBook Air, sempre Apple.

Apple Macbook Air 11 pollici 2010-10
Recensione: Apple Macbook Air 11 pollici 2010-10
Recensione: Apple Macbook Air 11 pollici 2010-10

Specifiche tecniche

Apple MacBook Air 11 inch 2010-10 (MacBook Air Serie)
Scheda grafica
NVIDIA GeForce 320M, Core: 450 MHz, 256 MB condivisa (Mac OS X), 257.46 (Win)
Memoria
2048 MB 
, DDR3, non rimovibile
Schermo
11.6 pollici 16:9, 1366 x 768 pixel, Retroilluminazione LED, LTH116AT01A01, lucido: si
Scheda madre
NVIDIA MCP89
Harddisk
Toshiba THNSNC128GMDJ, 128 GB 
, Half-Slim mSATA SSD
Scheda audio
Cirrus Logic CS4206A
Porte di connessione
2 USB 2.0, 1 DisplayPort, Connessioni Audio: Cuffie (cuffie Apple), Cirrus 4206ACNZ
Rete
Broadcom BCM943224 (a/b/g/h/n = Wi-Fi 4), Bluetooth 2.1+EDR
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 1.7 x 300 x 19
Batteria
35 Wh polimeri di litio, non rimovibile, 7.3V
Sistema Operativo
Apple Mac OS X 10.6 Snow Leopard
Camera
Webcam: FaceTime Camera
Altre caratteristiche
cavo di alimentazione alternativo, USB Recovery Stick, iLife 11, 12 Mesi Garanzia
Peso
1.062 kg, Alimentazione: 185 gr
Prezzo
1200 Euro

 

Il trackpad è più stretto rispetto agli altri MacBooks.
Il trackpad è più stretto rispetto agli altri MacBooks.
L'aria e presa ed espulsa dal retro.
L'aria e presa ed espulsa dal retro.
Il modello 11" è significativamente più piccolo del modello 13".
Il modello 11" è significativamente più piccolo del modello 13".
L'unica ampia cerniera fa sperare in una presa migliore.
L'unica ampia cerniera fa sperare in una presa migliore.
Sfortunatamente lo schermo widescreen è riflettente.
Sfortunatamente lo schermo widescreen è riflettente.
Il calore generato resta entro i limiti.
Il calore generato resta entro i limiti.
Sfortunatamente la tastiera non ha retroilluminazione.
Sfortunatamente la tastiera non ha retroilluminazione.
Solo i tasti funzioni sono stati compressi.
Solo i tasti funzioni sono stati compressi.
Gli angoli di visuale molto superiore ai display IPS iPads.
Gli angoli di visuale molto superiore ai display IPS iPads.
La webcam ora si chiama camera FaceTime.
La webcam ora si chiama camera FaceTime.
Il pulsante di accensione trasferito sulla tastiera.
Il pulsante di accensione trasferito sulla tastiera.
Le viti Torqx rendono difficile lo smontaggio.
Le viti Torqx rendono difficile lo smontaggio.
Poche porte come di consueto per Apple.
Poche porte come di consueto per Apple.
La DisplayPort riesce a gestire 2 monitors da 24" a 1920x1200 utilizzando la DualHead2Go della Matrox (o uno da 30" in 2560x1600).
La DisplayPort riesce a gestire 2 monitors da 24" a 1920x1200 utilizzando la DualHead2Go della Matrox (o uno da 30" in 2560x1600).

Portatili simili

Portatili con medesima GPU

Recensione Apple MacBook Air 13 pollici 2010 Subnotebook
GeForce 320M, Core 2 Duo SL9400, 13.3", 1.327 kg

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione del Portatile Apple MacBook Air 2018 (i5, 256 GB)
UHD Graphics 617, Core i5 8210Y, 13.3", 1.24 kg
Recensione del portatile Apple MacBook Pro 13 2018 (Touch Bar, i5)
Iris Plus Graphics 655, Core i5 8259U, 13.3", 1.37 kg
Recensione breve del Portatile Apple MacBook 12 (2017)
HD Graphics 615, Core m3 7Y32, 12", 0.92 kg

Links

Confronto prezzi

Pro

+Estremamente sottile e leggero
+Qualità di fabbricazione eccezionale
+Case in alluminio robusto e di elevata qualità
+Dispositivi di input eccezionali
+Silenzioso con carico contenuto
+Prestazioni grafiche
 

Contro

-Poche interfacce
-No UMTS
-Possibilità di accesso per upgrade poche e difficoltose
-Nessuna retroilluminazione della tastiera

Sintesi

Cosa ci è piaciuto

Come sempre per i portatili unibody di Apple - design, qualità di costruzione, e qualità dei materiali.

Cosa ci è mancato

Un display non riflettente, ed una maggiore autonomia della batteria.

Cosa ci ha sorpresi

L'eccezionale stabilità del case in alluminio, nonostante le dimensioni.

La concorrenza

Non ce ne sono. Il più vicino potrebbe essere il Sony Vaio X13, che ha tuttavia prestazioni peggiori.

Punteggio

Apple MacBook Air 11 inch 2010-10 - 12/03/2010 v2(old)
Klaus Hinum

Chassis
98%
Tastiera
90%
Dispositivo di puntamento
98%
Connettività
55%
Peso
95%
Batteria
82%
Display
74%
Prestazioni di gioco
64%
Prestazioni Applicazioni
80%
Temperatura
82%
Rumorosità
96%
Punti aggiuntivi
90%
Media
84%
88%
Subnotebook - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione Apple MacBook Air 11 Pollici 2010 Subnotebook
Klaus Hinum (Update: 2014-09-19)