Notebookcheck

I possessori di Xperia XZ1 e XZ1 Compact chiedono l'aggiornamento ad Android 10 con una campagna su Change.org

Xperia XZ1 Compact  (Source: AndroidPit)
Xperia XZ1 Compact (Source: AndroidPit)
Sony, a distanza di mesi, non ha ancora rilasciato alcun aggiornamento ad Android 10 per gli smartphone Xperia XZ1 e XZ1 Compact. A giudicare dalla roadmap pubblicata dall'azienda non è previsto alcun ulteriore aggiornamento per questi due dispositivi.
Luca Rocchi,

Nelle scorse ore è apparsa in rete una petizione online, sul sito di Change.org, dove numerosi possessori di Xperia XZ1 e XZ1 Compact chiedono a Sony un aggiornamento alla versione 10 di Android. La petizione al momento ha raccolto circa 1400 firme e resta da capire se riuscirà a raggiungere Sony e soprattutto in quanto tempo sarà poi disponibile un aggiornamento.

Entrambi i dispositivi sono stati commercializzati oltre due anni fa ed hanno ricevuto solo un corposo aggiornamento, passando da Oreo (8.0) ad Android Pie (9.0). Generalmente, la maggior parte dei dispositivi di fascia alta, ricevono almeno due aggiornamenti di sistema pertanto è lecito aspettare o pretendere una azione da Sony.

Non è da escludere che l'azienda abbia preferito focalizzarsi sui dispositivi più recenti e proporre, solo successivamente, un aggiornamento anche per i dispositivi più datati. Nel frattempo è ancora lunga la strada da percorrere per offrire sistemi stabili basati su Android 10: secondo le ultime indiscrezioni sembra che la patch per i dispositivi Xperia XZ3 e Xperia XZ2 abbia creato diversi grattacapi all'azienda e ai possessori, rendendo l'esperienza di utilizzo molto problematica. 

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 02 > I possessori di Xperia XZ1 e XZ1 Compact chiedono l'aggiornamento ad Android 10 con una campagna su Change.org
Luca Rocchi, 2020-02-17 (Update: 2020-02-17)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.