Notebookcheck

Alcuni rumor suggeriscono che Xbox Series X potebbe costare 599 Dollari

Nelle ultime ore sta circolando in rete un rumor secondo il quale Xbox Series X avrà un prezzo abbastanza elevato e superiore ai 500 Dollari. La speciale promozione di Halo Infinite con la catena di bevande energetiche Monster Energy avrebbe erroneamente svelato il prezzo di vendita della futura console di casa Microsoft.
Luca Rocchi,

Le prime indiscrezioni sono state riportate direttamente dalla nota giornalista e youtuber Alanah Pearce, la quale le avrebbe ricevute durante un podcast con un anonimo impiegato della catena di bevande energetiche Monster Energy. Le informazioni, corredate da alcune immagini per confermarne la veridicità, suggeriscono il lancio effettivo per il prossimo novembre e al tempo stesso un prezzo di 599 Dollari per Xbox Series X.

Sebbene il dettaglio provenga dal fumoso mondo delle indiscrezioni, le voci relative ad un prezzo elevato di Xbox Series X si fanno sempre più insistenti. Purtroppo allo stato attuale non possiamo confermare o smentire le informazioni riportate da Alanah Pearce riguardo il costo della console. Inoltre, nelle scorse ore, la giornalista stessa ha ritrattato le proprie dichiarazioni suggerendo che il prezzo di 599 Dollari fosse parte di un ordine placeholder.

La presentazione ufficiale di PlayStation 5 e Xbox Series X appare sempre più vicino pertanto crediamo che i produttori non tarderanno ad annunciare i dettagli finali di entrambe le console. Ricordiamo infine che in seguito al lancio di Xbox Series X, Microsoft dovrebbe presentare anche la variante più economica e forse maggiormente alla portata degli utenti.

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 08 > Alcuni rumor suggeriscono che Xbox Series X potebbe costare 599 Dollari
Luca Rocchi, 2020-08-17 (Update: 2020-08-17)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.