Notebookcheck

ASUS e MSI modificano silenziosamente alcuni aspetti del PCB delle GeForce RTX 3080

Il PCB di una ASUS ROG Strix
Il PCB di una ASUS ROG Strix
Nella giornata di ieri abbiamo riportato le prime analisi pubblicate in rete riguardanti i problemi di instabilità della serie GeForce RTX 3080, più in particolare dei modelli prodotti dai partner AIC di NVIDIA. Stando a quanto riportato da Videocardz, sembra che alcuni produttori abbiano silenziosamente modificato il design di alcuni modelli senza avvertire l'utenza.
Luca Rocchi,
, , , , , ,
relazione di ricerca.
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
 

Come sappiamo, il problema legato alla instabilità di alcune soluzioni di GeForce RTX 3080 potrebbe essere legato alla presenza di una serie di condensatori non adeguati per lo scopo e pertanto non in grado di sostenere le elevate frequenze di clock superiori ai 2 GHz dei nuovi modelli. Sebbene questa teoria sia ancora in fase di studio da parte di tutte le aziende coinvolte, sembra che qualche produttore abbia già iniziato silenziosamente a cambiare il PCB senza però annunciarlo a mezzo stampa.

In due separati articoli pubblicati nelle score ore, i nostri colleghi di Videocardz evidenziamo come prima MSI e poi ASUS abbiano aggiornato le immagini presenti sui siti web modificando il PCB e rimuovendo pertanto quella zona tanto chiaccherata in questo ultimo periodo. Mentre per MSI si tratta esclusivamente di una modifica grafica focalizzata sul modello GeForce RTX 3080 GAMING X TRIO, per ASUS rappresenta un vero cambiamento in corso d'opera.

Allo stato attuale solo una ristretta parte di produttori ha rilasciato dei comunicati stampa riguardanti la vicenda senza però precisare le eventuali soluzioni previste. Alcuni recenti report sottolineano come i nuovi driver NVIDIA 456.55 abbiano parzialmente risolto i problemi di instabilità andando tuttavia a limitare di qualche MHz le frequenze di clock di alcuni modelli, così da mantenere una massima frequenza inferiore ai tanto problematici 2 GHz. 

Zotac GAMING GeForce RTX 3080 Trinity - sei POSCAP
Zotac GAMING GeForce RTX 3080 Trinity - sei POSCAP
ASUS TUF Gaming GeForce RTX 3080 - sei MLCC
ASUS TUF Gaming GeForce RTX 3080 - sei MLCC
NVIDIA GeForce RTX 3080 FE - quattro POSCAP e due MLCC
NVIDIA GeForce RTX 3080 FE - quattro POSCAP e due MLCC

Source(s)

, , , , , ,
relazione di ricerca.
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
 
Luca Rocchi
Luca Rocchi - Tech Writer - 2014 articles published on Notebookcheck since 2020
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 09 > ASUS e MSI modificano silenziosamente alcuni aspetti del PCB delle GeForce RTX 3080
Luca Rocchi, 2020-09-29 (Update: 2020-09-29)