Notebookcheck

Samsung Galaxy Fold 2 in arrivo subito dopo Galaxy Z Flip

Un'immagine del Galaxy Fold (Source: androidcommunity)
Un'immagine del Galaxy Fold (Source: androidcommunity)
Facciamo chiarezza: il Samsung Galaxy Fold 2, nome in codice Winner 2, non sarà un successore del Galaxy Z Flip. Se consideriamo il nome del futuro dispositivo di Samsung, pare evidente come i due dispositivi appartengano a serie di prodotti differenti. Galaxy Z Flip, che appartiene ad una diversa famiglia di dispositivi, utilizza il nome in codice Bloom.
Luca Rocchi,

Samsung Galaxy Z Flip dovrebbe essere presentato il prossimo 11 Febbraio all'evento "Unpacked" con la serie Galaxy S20. In caso contrario, potremmo assistere ad un secondo lancio in programma per il prossimo 14 Febbraio. Samsung Galaxy Z Flip, come evidenziato nelle precedenti news, utilizzerà un design a conchiglia in netta contrapposizione a quello adottato dal Fold 2.

Le informazioni a disposizione riguadanti questo dispositivo sono assai poche ma cerchiamo ugualmente di riassumerle brevemente. Galaxy Fold 2 o Winner 2 utilizzerà uno schermo principale da 8 pollici protetto da un sottilissimo strato di vetro denominato "Ultra Thin Glass". Grazie a questa tecnologia, Samsung non dovrebbe più riscontrare tutti quei problemi legati allo schermo apparsi sull'attuale generazione di Fold. Il sistema utilizzerà il SoC Qualcomm Snapdragon 865, pertanto è facile presumere che vi sarà anche il supporto al 5G.

Non è confermato il supporto alla S Pen, anche se crediamo che sarà una scelta d'obbligo da parte di Samsung considerate le dimensioni del display stesso.

Al momento non ci sono maggiori dettagli e solo tra qualche giorno avremo maggiori informazioni dell'ormai famoso Galaxy Z Flip.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 02 > Samsung Galaxy Fold 2 in arrivo subito dopo Galaxy Z Flip
Luca Rocchi, 2020-02- 4 (Update: 2020-02- 4)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.