Notebookcheck

Recensione del caricatore desktop USB c RAVPOWER PD Pioneer 65W 4-Porte GaN Tech

Caricatore PD Pioneer da 65W quattro porte. (Fonte: Notebookcheck)
Caricatore PD Pioneer da 65W quattro porte. (Fonte: Notebookcheck)
La serie PD Pioneer di RAVPOWER è composta da caricabatterie basati sulla tecnologia al nitruro di gallio (GaN) piuttosto che sul tradizionale silicio. Una variante offre la possibilità di caricare quattro dispositivi contemporaneamente con un'uscita combinata massima di 65 watt (W). Pertanto, è chiaramente destinata ad attirare gli appassionati con molti dispositivi preferiti, tutti avidi di energia. Riuscirà a convincere con il suo punto di forza?
Deirdre O'Donnell, Daniel R Deakin (traduzione a cura di G. De Luca), 🇺🇸 🇪🇸 ...

RAVPOWER è noto come produttore di caricabatterie da parete di terze parti classificati per le alte velocità di carica e le specifiche del gallio-nitruro (GaN). Tuttavia, nessuno di essi ha più di due porte a testa, il che può essere insufficiente per alcuni utenti. Il marchio potrebbe aver cercato di affrontare questo problema con quello che chiama un "caricabatterie da tavolo": Un accessorio con quattro porte USB alimentate da un connettore convenzionale a 2 pin sul lato opposto.

Due di queste porte sono di tipo Cs con lo standard Power Delivery (PD; 5V/3A, 9V/3A, 12V/3A, 15V/3A o 20V/3.25A, 65W Max), e due sono di tipo A (5V/3A, 9V/2A, 12V/1.5A, 18W Max) con la tecnologia proprietaria iSmart di questo OEM per la regolazione della carica. Fornisce un totale di 65 watt (W) da una delle due uscite PD quando usate da sole, anche se questo scende a 45W da una e 18W dalla seconda quando entrambe sono in uso.

Lo stesso vale se si utilizzano contemporaneamente una porta di tipo C e una di tipo A, mentre il conteggio del secondo tipo A scende a 5V/2,4A ultrastandard. In realtà, ci sono un bel numero di opzioni aggiuntive basate sulle combinazioni di porte utilizzate.

L'intera gamma di combinazioni di porte e le loro potenze massime, almeno secondo l'OEM. (Fonte: RAVPOWER)
L'intera gamma di combinazioni di porte e le loro potenze massime, almeno secondo l'OEM. (Fonte: RAVPOWER)

Pertanto, il suo creatore sembra convinto che l'accessorio sia un miglioramento rispetto alla media dei caricabatterie multiporta esistenti o al caricatore multiporta.

Prime Impressioni

Il caricabatterie a 4 porte (o RP-PC136) è fornito in una scatola bianca con il marchio blu e accenti come quelli dei mattoncini di ricarica RAVPOWER GaN-tech precedentemente recensiti qui su Notebookcheck. A differenza di questi accessori, tuttavia, questo ha un involucro metallico nero oblungo con una banda grigia intorno ad un'estremità. L'effetto è quello di un NUC di fascia alta, anche se ovviamente l'unico ingresso qui è un connettore di alimentazione a 2 pin, e le uniche porte sono varie USB per la ricarica.

 

Crea un'esperienza di fascia alta; deto questo, il suo case è abbastanza incline a scivolare sulle superfici di legno. Si collega tramite un cavo DC (identico a quello fornito con il VAVA 12-in-1 dock) piuttosto che direttamente al muro, e ha anche un LED, posto in alto appena sotto l'accento grigio, che si illumina di verde quando è acceso.

Inizialmente abbiamo provato questo caricabatterie multiporta con il Razer Blade Stealth da solo. Questo si è rivelato inizialmente deludente, in quanto ha mostrato un risultato di soli 35W circa (19.7V/1.76A), mentre l'alimentatore da 65W della stessa linea di questo accessorio è arrivato a circa 43W.

Tuttavia, provando un cavo di tipo C a C diverso, si è ottenuto un rendimento simile a quello del suddetto caricabatterie autonomo. Questo è stato strano perché il primo cavo era del marchio del caricabatterie a 4 porte (era arrivato con il caricabatterie da 90W di questa stessa serie) - soprattutto perché siamo tornato indietri e abbiamo controllato di nuovo il alimentatore da 65W con entrambi i cavi, ed abbiamo ottenuto risultati in linea con i nostri test su di esso e sui suoi fratelli di muro.

Pertanto, abbiamo collegato il mio OnePlus 3 al PC tramite una porta iSmart, aspettandomi che questo facesse scendere il valore del Blade Stealth. Stranamente, questo non è accaduto: il multimetro ha continuato a mostrare valori nella fascia dei 43W, mentre il telefono (che, come è chiaro dalla lunga esperienza, giocherà bene solo con il proprio alimentatore di marca) caricava ad una velocità standard di ~7W (piuttosto che il suo massimo possibile di 20W).

L'aggiunta di un Galaxy Note 10+ tramite un altro cavo di tipo C to C in questo mix ha fermato del tutto la carica del Blade Stealth (ovviamente, anche se riceveva 18W, questo non era affatto sufficiente). Tuttavia, anche scollegare il PC a questo punto non ha modificato la velocità di ricarica del phablet Samsung: è rimasto costantemente a ~14W, anche se anche il telefono OnePlus è stato scollegato. Anche testandolo con un cavo USB da C ad A non ha cambiato questo risultato, anche se in effetti ha portato la velocità del PC a ~35W se prima era stato collegato tramite una delle porte PD.

Poi di nuovo, collegando entrambi questi dispositivi e aggiungendone altri due (un Motorola Moto G di prima generazione; e, infine, un paio di auricolari wireless (anch'essi di OnePlus)) hanno portato a una ricarica adeguata, anche se a velocità relativamente bassa, da tutti e quattro questi dispositivi. La lettura della schermata di blocco del terzo telefono, basata su software, mostrava inizialmente ~4V/700mA, un po' più bassa della sua velocità normale. Tuttavia, lasciandolo per un po' con lo schermo spento, ha portato questa misura al suo più consueto ~4V/1A.

RAVPOWER ha fatto apparire questo caricatore molto più ordinato nelle sue foto di marketing. (Fonte: Notebookcheck)
RAVPOWER ha fatto apparire questo caricatore molto più ordinato nelle sue foto di marketing. (Fonte: Notebookcheck)
Il Galaxy Note 10+: ancora a ~14W, indipendentemente dalle combo di carica.  (Fonte: Notebookcheck)
Il Galaxy Note 10+: ancora a ~14W, indipendentemente dalle combo di carica. (Fonte: Notebookcheck)
 

Pertanto, sembra che il dispositivo funzioni adeguatamente, anche se non siamo stati in grado di confermare le specifiche dei 65W. Poi di nuovo, testando di nuovo con il solo Galaxy Note 10+ e con il cavo di tipo C a C di questo telefono, si è ottenuto lo stesso valore di 14W. Questo è stato leggermente frustrante, in quanto il telefono è classificato per una ricarica molto più veloce e lo standard PD per il boot. In realtà, questo è il terzo prodotto di questa azienda che non è riuscito a eguagliare nemmeno il valore base di 25W del Note 10+.

Test Temperature: il GaN edition

Oltre a questo problema, dobbiamo affrontare la natura prettamente GaN-tech di questo accessorio, che spesso si raccomanda di rimanere più fresco durante l'uso nel tempo. Il tempo di tirare fuori il FLIR One e puntarlo su questo oggetto a 4 porte dopo un'ora di ricarica (a quel punto abbiamo dovuto collegare la fotocamera digitale - che si è accesa alla sua solita frequenza microUSB standard).

La temperatura più alta raggiunta dal caricabatterie a 4 porte durante l'uso...  (Fonte: Notebookcheck)
La temperatura più alta raggiunta dal caricabatterie a 4 porte durante l'uso... (Fonte: Notebookcheck)
...rispetto a quella del Galaxy Note 10+.  (Fonte: Notebookcheck)
...rispetto a quella del Galaxy Note 10+. (Fonte: Notebookcheck)
Temperature medie per entrambi i dispositivi.  (Fonte: Notebookcheck)
Temperature medie per entrambi i dispositivi. (Fonte: Notebookcheck)

Conclusioni

Questo caricabatterie RAVPOWER a 4 porte sembra il più adatto a chi ha una serie di dispositivi di uso quotidiano costantemente in attesa di essere ricaricati. È in grado di alimentare un portatile da 100W ad una velocità paragonabile a quella di un caricatore USB dedicato dello stesso wattaggio nominale. Il fatto che i due fossero della stessa marca sembra rendere questo risultato ancora più valido.

Tuttavia, quando si è presentata la possibilità di superare i suoi fratelli dotati di GaN con il Galaxy Note 10+, per non parlare di mostrare qualche azione fino a 45W e allo stesso tempo di alimentare dispositivi a caricamento più lento, sembrava non aver colto questa opportunità.

L'unico altro grande difetto è la sua prestazione variabile con diversi cavi di tipo C a C. Pertanto, può essere consigliabile per i potenziali clienti avere a portata di mano quelli forniti con i dispositivi che vogliono caricare con questo accessorio.

Per il resto, questo caricabatterie da tavolo può essere per coloro che sono a corto di prese di corrente, come i nuovi tecnici di ricarica, e che sono in grado di trovare una nuova soluzione che soddisfi entrambe le esigenze. Questo è un bene, in quanto questo prodotto RAVPOWER ha attualmente un prezzo di 58,99 dollari sul proprio sito web o di 69,99 dollari su Amazon.

Disclaimer: L'autore di questa recensione ha ricevuto gratuitamente da RAVPOWER il PD Pioneer a scopo di test.

Fonte(i)

Proprietarie

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione del caricatore desktop USB c RAVPOWER PD Pioneer 65W 4-Porte GaN Tech
Deirdre O'Donnell, 2020-09-22 (Update: 2020-09-22)
Deirdre O'Donnell
Editor of the original article: Deirdre O'Donnell - Editor