Notebookcheck

Olympus e JIP, le fotocamere economiche della linea MQT sono destinate a scomparire

Solo prodotti di fascia alta dalla nuova gestione
Solo prodotti di fascia alta dalla nuova gestione
Non si tratta di una notizia ufficiale e siamo pertanto ancora nel campo dei rumor, tuttavia potrebbe presto giungere il comunicato stampa; JIP (Japan Industrial Partners) prevede di continuare lo sviluppo e la commercializzazione solo di fotocamere di fascia alta, eliminando quindi tutte quelle soluzioni dai prezzi più contenuti.
Luca Rocchi,

L'accordo tra Olympus e JIP dovrebbe definirsi entro e non oltre settembre e il nuovo cammino di Olympus (divisione fotocamere) dovrebbe iniziare durante le prime settimane del prossimo anno. Mentre Olympus si focalizzerà principalmente sugli strumenti medicali legati all'acquisizione di immagini, un mercato ampio e decisamente più proficuo, JIP continuerà nel mercato delle fotocamere limitando l'offerta solo al segmento per professionisti e appasionati.

Le indiscrezioni, non ancora ufficializzate, arrivano da una "soffiata" di un dirigente di JIP che avrebbe rilasciato una intervista a 4/3 Rumors spiegando quali potrebbero essere le strategie per il 2021. Le fotocamere più economiche, come la gamma E-PL (PEN) verranno completamente dismesse a causa di un profitto troppo poco remunerativo. 

Non ci rimane quindi che attendere settembre per conoscere tutti i dettagli dell'accordo e le future strategie di JIP (Japan Industrial Partners). Senza alcun dubbio i dirigenti si troveranno di fronte ad un compito complicato, ossia quello di ottimizzare il più possibile le risorse e risollevare le sorti della società. Solo il tempo ci dirà se le operazioni scelte da JIP saranno in grado di correggere il tiro.

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 08 > Olympus e JIP, le fotocamere economiche della linea MQT sono destinate a scomparire
Luca Rocchi, 2020-08-25 (Update: 2020-08-25)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.