Notebookcheck

Numeri da record per Call of Duty: Warzone - 15 milioni di giocatori in solo tre giorni

Dopo aver inizialmente raggiunto 6 milioni di giocatori nelle sue prime 24 ore, Call of Duty: Warzone è stato giocato da oltre 15 milioni di giocatori dopo appena 72 ore. Rispetto ad altri giochi di battle royale, come Fortnite e Apex Legends, i numeri di COD:Warzone si confermano nettamente superiori.
Luca Rocchi,

In un tweet pubblicato sull'account ufficiale di Call of Duty, il gioco ha confermato che "oltre 15 milioni di giocatori hanno provato il nuovo titolo Warzone" e che gli utenti possono aspettarsi numerose novità nel corso delle prossime settimane. Non sono stati rivelati dettagli a riguardo ma come per gli altri battle royale potremmo assistere all'arrivo di nuove armi, mezzi e più avanti anche mappe.

Lo scorso anno Apex Legends, rilasciato da Respawn, aveva raggiunto circa 5 milioni di download nel corso delle prime 72 ore, pertanto un valore nettamente inferiore secondo i dati condivisi dall'analista Daniel Ahmad di Niko Partners. 

Call of Duty: Warzone è ambientato nell'era di Modern Warfare e -al momento- nell'unica mappa di Verdansk. Il titolo invita 150 giocatori a scontrarsi contemporaneamente in un'unica arena di combattimento. Le modalità di gioco disponibili al lancio sono tre: allenamento, Battle Royale e Bottino. Per maggiori informazioni riguardanti le modalità di gioco vi consigliamo di visitare il link riportato di seguito. 

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 03 > Numeri da record per Call of Duty: Warzone - 15 milioni di giocatori in solo tre giorni
Luca Rocchi, 2020-03-16 (Update: 2020-03-16)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.