Notebookcheck

Chuwi LarkBox in arrivo: il più piccolo mini-PC al mondo in grado di riprodurre contenuti 4K

La cinese Chuwi ha annunciato l'arrivo di un nuovo mini computer denominato LarkBox. Si tratta di una soluzione di dimensioni molto ridotte, in grado di stare nel palmo di una mano, equipaggiata di un processore Intel Celeron e 6 GB di RAM.
Luca Rocchi,

Con un peso di soli 127 grammi e un ingombro di 61x61x43 millimetri (LxPxA), Chuwi LarkBox è il più piccolo mini-PC al mondo in grado di riprodurre contenuti in 4K. Il dispositivo nasce per essere trasportato con semplicità ed essere utilizzato in una moltitudine di scenari. Compatibile con il sistema di aggangio VESA, LarkBox può essere appeso dietro monitor e TV oppure essere più semplicemente appoggiato sulla scrivania.

All'interno di LarkBox pulsa un processore Intel "Gemini Lake" N4100 dotato di grafica integrata UHD 600 (in grado di supportare una risoluzione fino al 4K a 60 Hz), abbinato a 6 GB di RAM LPDDR4 e un SSD da 128 GB. Inoltre, qualora lo spazio non bastasse, è presente uno slot MicroSD compatibile con memorie da 128 GB sfruttabile come spazio di archiviazione aggiuntivo. Complice un TDP molto contenuto e un sistema di raffreddamento ben progettato, LarkBox dovrebbe rimanere silenzioso anche a pieno carico.

A completare il quadro troviamo le seguenti connessioni: una HDMI, una USB Type-C, due USB Type-A, un jack audio da 3,5 mm, lettore di schede microSD, Bluetooth 5.0 e WiFi. Allo stato attuale non siamo a conoscenza di nessuna informazione relativa al prezzo e alla data di lancio.

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 04 > Chuwi LarkBox in arrivo: il più piccolo mini-PC al mondo in grado di riprodurre contenuti 4K
Luca Rocchi, 2020-04-22 (Update: 2020-04-22)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.