Notebookcheck

NVIDIA abbandona il nome Tesla "per colpa" di Elon Musk

D'ora in poi queste saranno le uniche Tesla presenti sul mercato (Image Source: formulapassion)
D'ora in poi queste saranno le uniche Tesla presenti sul mercato (Image Source: formulapassion)
NVIDIA ha dichiarato nelle scorse ore di aver abbandonato il marchio Tesla, adottato nei propri acceleratori HPC e sistemi di Intelligenza Artificiale, per non creare confusione con il famoso produttore americano di auto elettriche.

Alcuni giorni fa, NVIDIA ha ufficialmente svelato i nuovi acceleratori NVIDIA A100 Tensor Core basati su architettura Ampere. In via del tutto inaspettata il produttore di componenti grafici non ha adottato il classico brand Tesla per la propria serie di prodotti, ma ha preferito intraprendere una nuova strada applicando una denominazione che ricorda quella utilizzata da Apple per i chip dei propri smartphone e tablet

Secondo quanto riportato dai nostri colleghi tedeschi di Heise, NVIDIA avrebbe deciso di abbandonare il marchio Tesla così da non creare confusione con il noto produttore di automobili elettriche Elon Musk. Inoltre, considerato il carattere piuttosto irrequieto di Musk, è probabile che NVIDIA abbia deciso di scegliere una nuova nomenclatura per evitare possibili ripercusisoni legali. Le ultime proposte marchiate Tesla sono state avvistate lo scorso anno, quando NVIDIA rimarchiò silenziosamente l'acceleratore Tesla T4 in NVIDIA T4.

Per gli utenti enthusiast non è prevista nessuna variazione dal momento che rimane attivo lo storico brand GeForce (suddiviso nelle famiglie di prodotti GTX e RTX) mentre i professionisti potranno continuare ad utilizzare prodotti marchiati Quadro in abbinamento a driver professionali. Insomma, l'unica differenza riguarda i sistemi di calcolo destinati agli ambienti server.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 05 > NVIDIA abbandona il nome Tesla "per colpa" di Elon Musk
Luca Rocchi, 2020-05-21 (Update: 2020-05-21)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.