Notebookcheck
Powered by MSI | True Gaming

Laptops 101: Cosa significa scegliere un display ideale per un portatile gaming

Vaidyanathan Subramaniam, 09/02/2019

Una gioia per gli occhi. La selezione di un computer portatile con un buon pannello LCD è essenziale per una buona esperienza visiva. In questo articolo, esamineremo diversi fattori che rendono un pannello LCD ideale per un computer portatile, tra cui dimensioni dello schermo, risoluzione, frequenza di aggiornamento e altre caratteristiche che i giocatori ricercano sempre per un'esperienza di gioco coinvolgente e che offra allo stesso tempo un vantaggio competitivo. Prendiamo l'implementazione di display LCD nei computer portatili MSI come esempi per spiegare le basi. (Articolo sponsorizzato)

Un display ad alta frequenza di aggiornamento con buoni tempi di risposta è di fondamentale importanza per ogni giocatore.
Un display ad alta frequenza di aggiornamento con buoni tempi di risposta è di fondamentale importanza per ogni giocatore.

Introduzione

Scegliere le migliori specifiche per il vostro prossimo laptop gaming è solo la metà del lavoro. Il display del computer portatile è il componente principale con cui vi interfaccerete regolarmente, quindi è indispensabile concentrarsi sulle caratteristiche del display prima di effettuare un acquisto.

La tecnologia del display sembra essere abbastanza semplice a prima vista - basta decidere la risoluzione e sarete pronti a partire, giusto? Sbagliato. Molte cose vanno al di là, garantendo immagini vivide per una migliore esperienza visiva. I moderni display per computer portatili hanno fatto molta strada e portano una maggiore complessità che deve essere valutata correttamente per essere sicuri di ottenere il massimo dai vostri soldi. Fattori come le dimensioni dello schermo, la risoluzione, la velocità di aggiornamento, i tempi di risposta, la copertura della gamma cromatica, la scelta del pannello e la qualità sono tutte variabili che possono migliorare o compromettere l'esperienza visiva. Questo è il motivo per cui Notebookcheck prova ciascuno di questi parametri in tutte le recensioni dei laptop.

In questo articolo, daremo un'occhiata a come questi parametri sono presi in considerazione mentre decidiamo su un display portatile per i giocatori. Limiteremo la nostra discussione ai pannelli LCD poiché i display OLED non sono ancora maturi per essere utilizzati come display di gioco. Illustriamo alcuni dei concetti mostrando esempi di notebook da gioco MSI come l'MSI GT76 9SG.

Vi invitiamo inoltre a dare un'occhiata ai nostri precedenti Laptops 101 argomenti qui sotto:

Dimensioni schermo LCD

La dimensione del pannello LCD (misurata diagonalmente) influenza direttamente lo chassis del laptop. Le dimensioni generali del pannello LCD utilizzato nei computer portatili MSI sono 14, 15,6 e 17,3 pollici. Computer portatili sottili e leggeri di solito utilizzano schermi da 14 e 15,6 pollici, mentre un desktop replacement può arrivare fino a 17,3 pollici. Una dimensione dello schermo che aiuta il flusso di lavoro è molto importante, così come la risoluzione dello schermo, di cui parleremo a breve. I progettisti, gli editor di foto e video e gli utenti di workstation farebbero meglio a scegliere schermi più grandi, mentre gli internauti e gli autori di documenti possono accontentarsi anche di quelli più piccoli. Anche il gaming e l'intrattenimento possono beneficiare di schermi più grandi per un'esperienza visiva più coinvolgente.

Risoluzione

Disposizione RGB sub-pixel nell'MSI GT76 9SG.
Disposizione RGB sub-pixel nell'MSI GT76 9SG.

La risoluzione è un altro aspetto importante dell'acquisto di un computer portatile che deve essere considerato insieme alle dimensioni dello schermo. In parole povere, la risoluzione si riferisce al numero di pixel orizzontali e verticali sullo schermo di un display. I pixel sono le unità fondamentali di un display e ogni pixel a sua volta ha una disposizione sub-pixel dei colori primari rosso (R), blu (B) e verde (G). Diverse proporzioni di RGB danno i vari colori che vediamo sul display.

La maggior parte dei computer portatili di oggi sono dotati di display con una risoluzione di almeno 1920 x 1080, vale a dire che il display ha 1920 pixel orizzontali e 1080 pixel verticali. Questo è comunemente chiamato anche Full High Definition (FHD). Questi pixel sono disposti in una densità definita. Ad esempio, un display FHD da 15,6 pollici ha una densità di pixel - il numero di pixel per pollice - di 141,2 con una distanza tra i punti di 0,18 mm. Un punto-pitch è la distanza tra pixel adiacenti. Le risoluzioni di display più elevate includono 2560 x 1440 (QHD) e 3840 x 2160 (UHD o talvolta chiamato, 4K). Più alta è la risoluzione, più alta è la densità dei pixel, più piccola è la distanza tra i punti e più nitida è l'immagine.

I giocatori preferiscono generalmente un display FHD con un'elevata frequenza di aggiornamento. Arriveremo al concetto di refresh rate tra poco, ma un display FHD è meno impegnativo per la GPU in quanto ha bisogno di disegnare solo 2,07 milioni di pixel rispetto agli 8 milioni di pixel necessari per produrre un'immagine 4K. Così, i display FHD sono più facili da usare con la batteria di un laptop e possono anche essere aggiornati ad una velocità molto più elevata, molto più facilmente rispetto ai display 4K.

In precedenza, i display 4K erano usati principalmente da graphic designer e video editor, in quanto potevano accontentarsi della frequenza di aggiornamento standard di 60 Hz che si trovava nella maggior parte dei monitor. Attualmente con la disponibilità di potenti GPU per laptop come le NVIDIA GeForce RTX 2070 o RTX 2080, è possibile gestire anche i display 4K a velocità di aggiornamento elevate senza doversi preoccupare di complicazioni o problemi con lo schermo. In questo modo, anche i giocatori più competitivi possono ora trarre vantaggio dalla velocità degli schermi ad alta risoluzione.

Velocità di refresh rate

Le frequenze di aggiornamento hanno un impatto diretto sull'esperienza visiva complessiva. Fondamentalmente, la frequenza di aggiornamento indica il numero di volte che un pannello LCD può aggiornare i suoi dati di immagine. Un display con una frequenza di aggiornamento di 60 Hz può aggiornare il contenuto sullo schermo 60 volte al secondo. La maggior parte dei display dei computer portatili offrono oggi una frequenza di aggiornamento predefinita di 60 Hz, con alcuni pannelli che offrono anche fino a 144 Hz. Frequenze di aggiornamento più elevate si traducono in un'esperienza di visualizzazione fluida senza alcun ritardo percettibile agli giochi o persino durante l'interazione con gli elementi dell'interfaccia grafica in generale.

Il vantaggio di utilizzare un display ad alta frequenza di aggiornamento è immediatamente evidente. (Fonte immagine: MSI)
Il vantaggio di utilizzare un display ad alta frequenza di aggiornamento è immediatamente evidente. (Fonte immagine: MSI)

Anche se tutti beneficiano di alti valori di refresh, i giocatori sono di solito l'obiettivo primario di tali display. Le moderne GPU sono in grado di produrre molti più fotogrammi di quanto possa gestire un display convenzionale. Ad esempio, l'RTX 2080 può offrire frame rate superiori a 100 fps con impostazioni ultra-ultra nella maggior parte dei moderni titoli AAA. Se il display è in grado di aggiornarsi solo 60 volte al secondo, non è in grado di tenere il passo con l'elevata produzione di frames della GPU. Questo si traduce in fenomeni di sfocatura o distorsione dello schermo, che possono non solo rovinare l'esperienza visiva, ma possono anche mettervi in una posizione di svantaggio competitivo.

Mentre 144 Hz è una frequenza di aggiornamento abbastanza elevata, quest'anno i portatili MSI hanno alzato la posta in gioco offrendo anche pannelli a 240 Hz. Questo elimina qualsiasi caso di distorsione dello schermo e consente un gameplay competitivo in titoli dal ritmo veloce, dove ogni fotogramma può fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

Bassi tempi di risposta

Il tempo di risposta è un altro fattore importante che deve essere considerato insieme alla frequenza di aggiornamento del display. Il tempo di risposta, misurato in millisecondi, è il tempo impiegato dal display per passare da un colore all'altro. Generalmente, questo tempo è misurato come il tempo impiegato per passare dal nero completo al bianco completo e poi di nuovo al nero. Oltre ai tempi di risposta da nero a bianco, vengono presi in considerazione anche i tempi di risposta da grigio a grigio (da una tonalità di grigio all'altra). Un altro modo di misurare il tempo di risposta è quello di determinare il tempo di risposta dell'immagine in movimento (MPRT). Mentre il tempo di risposta grigio-grigio misura il tempo impiegato da un pixel per passare da un colore all'altro, l'MPRT indica quanto tempo un pixel è continuamente visibile sullo schermo (persistenza).

Visita questo link per vedere l'effetto dei tempi di risposta da grigio a grigio in azione sul display corrente.

Tempi di risposta più bassi, sono meglio per il gaming, in quanto aiuta ad eliminare il ghosting e la sfocatura del movimento. Il tempo di risposta è un parametro molto importante per i giocatori professionisti, dove ogni millisecondo può fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

Di seguito è riportato un esempio di misurazioni del tempo di risposta da nero a bianco e da grigio a grigio nel notebook gaming MSI GT76 9SG. Come potete vedere, il GT76 ha tempi di risposta tra i più bassi, il che lo rende la scelta ideale per i giochi competitivi.

Tempi di risposta del Display

I tempi di risposta del display mostrano quanto sia veloce lo schermo a cambaire da un colore all'altro. Tempi di risposta lenti possono creare sovrapposizioni negloi oggetti in movimento. Specialmente i giocatori patiti del 3D dovrebbero usare uno schermo con tempi di risposta bassi.
       Tempi di risposta dal Nero al Bianco
10 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 5.2 ms Incremento
↘ 4.8 ms Calo
Lo schermo mostra buoni tempi di risposta durante i nostri tests, ma potrebbe essere troppo lento per i gamers competitivi.
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.8 (minimo) a 240 (massimo) ms. » 8 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono migliori rispettto alla media di tutti i dispositivi testati (25 ms).
       Tempo di risposta dal 50% Grigio all'80% Grigio
8 ms ... aumenta ↗ e diminuisce ↘ combinato↗ 4.4 ms Incremento
↘ 3.6 ms Calo
Lo schermo mostra veloci tempi di risposta durante i nostri tests e dovrebbe esere adatto al gaming
In confronto, tutti i dispositivi di test variano da 0.9 (minimo) a 636 (massimo) ms. » 5 % di tutti i dispositivi è migliore.
Questo significa che i tempi di risposta rilevati sono migliori rispettto alla media di tutti i dispositivi testati (39.8 ms).

Gamma di colori

L'occhio umano può distinguere un'ampia gamma di colori e sfumature, ma un monitor LCD può riprodurre solo una parte limitata dello spettro cromatico visibile. La gamma di colori che può essere riprodotta da un display LCD costituisce la sua gamma di colori. Il supporto per un'ampia gamma di colori significa che il pannello LCD può fornire colori più precisi.

La gamma cromatica è un parametro complesso, in quanto la maggior parte degli acquirenti tende a credere che un'ampia gamma cromatica implichi automaticamente una qualità dell'immagine superiore. Questo non è sempre vero. La gamma cromatica è solo una delle tante specifiche che determinano la qualità dell'immagine. In sostanza, la qualità percepita dell'immagine può variare da occhio a occhio. Ad esempio, un'immagine altamente satura di un paesaggio può sembrare molto attraente per l'utente medio ma imprecisa agli occhi di un designer. Per questo motivo, esistono standard di gamma cromatica che aiutano a determinare se il profilo cromatico di un particolare display può effettivamente adattarsi o meno al vostro modo di lavorare. 

I moderni pannelli LCD di solito si riferiscono alla copertura di una certa gamma di colori standard per trasmettere all'acquirente un senso di ciò che ci si aspetta dalle capacità di riproduzione dei colori del display. Gli standard comunemente usati includono sRGB, NTSC e Adobe RGB. Discuteremo di più sugli standard della gamma cromatica e sull'accuratezza dei colori nel nostro prossimo articolo sui display LCD per i creatori di contenuti.

L'sRGB è la gamma di colori standard comunemente usata per i monitor LCD, le stampanti e la maggior parte delle fotocamere digitali. Tuttavia, la gamma cromatica complessiva sRGB è molto limitata e non include colori altamente saturi. L'Adobe RGB supera questa limitazione e i display che supportano questa gamma cromatica standard possono visualizzare un profilo cromatico molto vivace, soprattutto se si considerano i verdi. L'immagine qui sotto illustra bene questo aspetto.

L'Adobe RGB può visualizzare più colori saturi dell'sRGB. (Fonte: ViewSonic)
L'Adobe RGB può visualizzare più colori saturi dell'sRGB. (Fonte: ViewSonic)

Se sei un giocatore, però, la maggior parte dei display dei computer portatili da gioco di fascia alta coprono lo spazio colore sRGB in modo abbastanza adeguato, quindi la gamma cromatica non deve essere una preoccupazione primaria a meno che non si utilizzi il display anche per la produttività che richiede un'ampia riproduzione dei colori.

Tecnologia pannello LCD

La scelta del pannello LCD influenza tutti i fattori sopra elencati. I pannelli LCD per laptop di uso comune rientrano in tre categorie: Twisted Nematic (TN), In-Plane Switching (IPS) e Indium Gallium Zinc Oxide (IGZO). Diamo un breve sguardo a ciascuno di essi.

Pannelli TN

Schema di un display LCD Twisted Nematic. (Fonte: PC World)
Schema di un display LCD Twisted Nematic. (Fonte: PC World)

In un tipico pannello TN, il cristallo liquido TN (ogni molecola di cristallo corrisponde ad un pixel) è inserito tra due elettrodi e polarizzatori orientati in fasi perpendicolari tra loro. Quindi, in uno stato di carica, cioè quando la corrente non viene passata, la luce non può passare da un polarizzatore all'altro in quanto viene effettivamente bloccata. Quando la corrente viene applicata, le molecole di cristalli liquidi TN piegano o "torcono" la luce proveniente dal primo polarizzatore di 90 gradi in modo che possa passare attraverso il secondo polarizzatore. Prima di passare attraverso il secondo polarizzatore, la luce passa attraverso i filtri di colore rosso, blu e verde.

Questa semplice disposizione permette ai pannelli TN di offrire tempi di risposta molto bassi. I pannelli TN costituiscono ancora la maggior parte dei display per laptop in quanto possono essere configurati per offrire tempi di risposta fino a 1 ms (dal grigio al grigio) e veri display a 120+ Hz con un budget limitato, il che li rende la scelta ideale per i display gaming. Tuttavia, i pannelli TN hanno angoli di visualizzazione ristretti e possono utilizzare solo 6 bit per colore RGB che richiedono l'uso di soluzioni alternative come il dithering per produrre 16,7 milioni di colori.

Pannelli IPS

I display IPS sono grosso modo simili ai display TN, ad eccezione dell'orientamento dei cristalli liquidi. A differenza dei pannelli TN, non vi è alcuna torsione elicoidale dei cristalli coinvolti. Piuttosto, le molecole di cristalli liquidi IPS ruotano di 90 gradi in piano, cioè orizzontalmente, per consentire il passaggio della luce e sono sempre allineate al piano di visualizzazione. Entrambi gli elettrodi sono posizionati sul primo polarizzatore in modo che la luce proveniente dalla sorgente luminosa possa passare attraverso di essa in misura minore rispetto al TN, il che richiede l'uso di sorgenti di luce molto più luminose.

Rispetto ai pannelli TN, i pannelli IPS offrono un'eccellente riproduzione del colore e ampi angoli di visione, ma sono generalmente più costosi da produrre. I pannelli IPS rappresentano una scelta eccellente per i professionisti della grafica che apprezzano la precisione dei colori più di ogni altra cosa. I pannelli IPS offrono generalmente una frequenza di aggiornamento standard di 60 Hz, ma oggi sono disponibili anche opzioni di aggiornamento più elevate. Un punto da notare è che tutti i pannelli IPS soffrono intrinsecamente di una sorta di IPS backlight bleeding (IPS glow). L'IPS glow non può essere evitato, ma una scelta corretta dei pannelli durante il controllo di qualità può ridurre notevolmente i suoi effetti.

Confronto della disposizione dei cristalli liquidi tra i pannelli IPS e TN. (Fonte: J-Display)
Confronto della disposizione dei cristalli liquidi tra i pannelli IPS e TN. (Fonte: J-Display)

Pannelli IGZO

Diversamente dalla differenza tra i pannelli IPS e TN, IGZO si riferisce al tipo di transistor utilizzato e non all'orientamento dei cristalli liquidi. I transistor IGZO possono essere utilizzati in tutti i tipi di pannelli LCD, compresi TN, IPS e persino OLED.

Tutti i display utilizzano transistor a film sottile (TFT) per controllare gli stati on-off di ogni pixel. I transistor a-Si non sono veramente trasparenti, ma i produttori li rendono abbastanza sottili da permettere alla luce di passare attraverso di essi. Nonostante la difficoltà di cristallizzazione, i cristalli IGZO sono intrinsecamente trasparenti e quindi utilizzano molta meno energia perché non è necessaria una retroilluminazione ad alta intensità.

Un altro vantaggio dell'IGZO è l'elevata mobilità degli elettroni (da 20 a 50 volte di più) rispetto all'a-Si, il che significa una migliore conducibilità della corrente con transistor molto più piccoli. Anche se i pannelli IGZO sono costosi da produrre, hanno alte velocità di aggiornamento e densità di pixel più elevate rispetto ai tipici pannelli a-Si TFT e anche questo, con una corrente di dispersione significativamente più bassa che li rende una scelta eccellente per i giocatori. Un'immagine fissa visualizzata su un pannello IGZO-TFT consuma molto meno energia in quanto i pixel rimangono carichi senza la necessità di un continuo aggiornamento dei transistor.

IGZO offre molti vantaggi rispetto ai tradizionali a-Si TFT. (Fonte: Sharp)
IGZO offre molti vantaggi rispetto ai tradizionali a-Si TFT. (Fonte: Sharp)

MSI non solo offre pannelli TN di alta qualità con velocità di aggiornamento veloce per i giocatori, ma ha anche opzioni IGZO a 240 Hz disponibili in computer portatili da gioco premium come il GT76, GE65, e il GS65

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo fornito una breve panoramica su ciò che riguarda la progettazione e la selezione di pannelli LCD per notebook gaming. Anche se è possibile collegare il computer portatile a un monitor desktop esterno per una migliore multitasking, la qualità principale del display è molto importante quando si è in movimento. I fattori da considerare prioritari dipendono dal target di riferimento. Per i giocatori, le considerazioni principali includono tempi di risposta ridotti e velocità di aggiornamento elevate, mentre gli utenti professionali pongono l'accento sull'accuratezza del colore e su risoluzioni più elevate. Per i creativi che giocano, è essenziale scegliere un pannello che si adatti sia al lavoro che al gioco. Andremo alla ricerca in scelte di display LCD portatile per i professionisti creativi in un articolo successivo, quindi restate sintonizzati.

Ci auguriamo che questo articolo sulla selezione del pannello LCD per i giocatori sia stato utile per offrire un know-how di alto livello in questo importante aspetto dell'acquisto di laptop. Guarda questo spazio per i prossimi articoli laptops 101 tra cui pannello LCD design per i flussi di lavoro creativi, design touchpad e altro ancora.

Oltre a questo attento abbinamento dei componenti, è garantito che le ultime novità grafiche GeForce RTX Turing sono al centro dei laptop MSI. Che si tratti di giochi di successo come Battlefield V con raytracing per la migliore qualità dell'immagine o di lavorare con applicazioni creative come Autodesk 3DS Max, Adobe Premiere Pro e Lightroom o DaVinci Resolve, i laptop RTX sono veri e propri "cavalli di battaglia" per professionisti, studenti e giocatori. Sono la combinazione perfetta tra tempo libero e lavoro


Powered by MSI | True Gaming
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Laptops 101: Cosa significa scegliere un display ideale per un portatile gaming
Vaidyanathan Subramaniam (Update: 2019-09- 2)