Notebookcheck

Cambio di rotta per AMD: le future CPU Ryzen 4000 funzioneranno anche sulle schede madri serie 400

Lisa Su durante la presentazione dei modelli Ryzen 4000 Mobile
Lisa Su durante la presentazione dei modelli Ryzen 4000 Mobile
Nelle scorse settimane, AMD ha annunciato che i processori della famiglia Ryzen 4000 saranno installabili, in seguito ad un aggiornamento del BIOS, sulle schede madri con chipset B550 e X570. Una decisione importante per AMD che ha generato qualche malumore tra gli utilizzatori di schede madri più datate. In seguito alle lamentele degli utenti, sembra che la società abbia deciso di fare un passo indietro e rendere compatibili anche le schede madri della serie 400.

La strategia iniziale adottata da AMD era stata intrapresa a causa di una limitata dimensione dei chip BIOS, dove viene immagazzinato il supporto ai vari processori, non in grado di ospitare anche ile informazioni relative ai nuovi processori della serie Ryzen 4000. Già con il lancio della serie Ryzen 3000, qualche produttore fu costretto a limitare l'interfaccia grafica del BIOS per consentire l'inserimento dei nuovi modelli di processori. Ad esempio MSI, che per risolvere il problema presentò una serie di schede madri "MAX" dotate di un chip BIOS di dimensioni maggiori. Molti produttori di schede madri utilizzano chip BIOS da 16 MB che non sono sufficienti per ospitare una elevata quantità di informazioni.

In seguito alle lamentele da parte degli utenti appassionati, AMD ha deciso di ripensare alla propria scelta e offrire supporto alle future CPU Ryzen 4000 anche sulle schede madri più datate della serie AMD 400. AMD quindi metterà a disposizione dei produttori di motherboard il codice per utilizzare i processori Zen 3 di nuova generazione; successivamente ai produttori toccherà preparare dei BIOS compatibili per le schede madri B450 e X470. Questi BIOS rimuoveranno il supporto ad alcuni processori superati e l'operazione non sarà reversibile, pertanto una scheda madre aggiornata al BIOS per i processori Ryzen 4000 non potrà più essere abbinata a processori di qualche generazione passata. Quest'ultimo aspetto non è stato ancora definito pertanto non è chiaro quale serie di processori perderà il supporto. 

I BIOS "personalizzati" non saranno disponibili sin dal day-one e sarà necessario attendere un breve periodo affinchè i produttori siano in grado di fornire un supporto adeguato. AMD consiglia di acquistare una schedea madre della serie 500 per aver accesso a tutte quelle funzionalità assenti nei modelli di precedente generazione, come lo slot PCIe di quarta generazione. Non ci rimane che attendere la presentazione ufficiale per comprendere tutte le limitazioni del caso.

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 05 > Cambio di rotta per AMD: le future CPU Ryzen 4000 funzioneranno anche sulle schede madri serie 400
Luca Rocchi, 2020-05-19 (Update: 2020-05-19)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.