Notebookcheck

Recensione degli AirPods Pro Apple: cuffie costose o un vero affare Hi-Fi?

Gli AirPods Pro hanno molte funzioni, ma funzionano meglio dei normali AirPods?
Gli AirPods Pro hanno molte funzioni, ma funzionano meglio dei normali AirPods?
Apple ha introdotto l'ultima generazione dei suoi auricolari bianchi qualche giorno fa, promettendo diversi miglioramenti rispetto agli AirPods esistenti. Tuttavia, se il suo desing è stato iconico sin dal lancio del primo iPod, la qualità del suono degli auricolari Apple era mediocre. L'azienda ha finalmente gestito la qualità audio Hi-Fi, o gli AirPods Pro sono solo un altro passo nella giusta direzione?

Gli AirPods Pro sono l'ultima offerta di auricolari wireless di Apple, con l'azienda che ha introdotto gli AirPods originali insieme alla serie iPhone 7 nel 2016. Mentre questi ultimi costano tra i US$159 e i US$199 a seconda che si acquisti anche la custodia di ricarica wireless, Apple ha lanciato gli AirPods Pro a US$249, 100 dollari in meno rispetto alle alternative over-ear come il Bose QuietComfort 35 II e Sony WH-1000XM3. La qualità audio è stata un punto debole di tutti gli auricolari Apple, compresi gli AirPods. Tuttavia, sarebbe un'aspettativa ragionevole per gli AirPods Pro di offrire un'esperienza di ascolto più ricca rispetto agli auricolari che Apple include con ogni iPhone. È preoccupante, la pletora di caratteristiche che Apple elenca sulla pagina del prodotto AirPods Pro e suggerisce che l'azienda ha favorito ancora una volta la funzionalità rispetto alla qualità audio.

Cancellazione efficace del rumore

Apple ha fatto della cancellazione attiva del rumore (ANC) uno dei principali punti di forza degli AirPods Pro, con il suo marketing sottolineando che gli auricolari possono mettere a tacere "il mondo per tenervi completamente sintonizzati sulla vostra musica, podcast e chiamate". Mentre le dimensioni delle cuffie auricolari over-ear offrono loro un vantaggio nel bloccare il rumore rispetto ai tradizionali auricolari, l'ANC degli AirPods Pro ha funzionato sorprendentemente bene. Gli auricolari silenziano praticamente il suono di autobus e treni, ad esempio, rendendo facile ascoltare musica a bassi volumi.

ANC ha i suoi difetti, però. Gli AirPods Pro, come tutte le apparecchiature audio dotate di ANC, hanno difficoltà a filtrare il rumore che ha un passo più alto e più variabile. Quindi, gli auricolari faticano a mascherare un gruppo di persone che parlano. Tuttavia, gli AirPods Pro fanno un lavoro migliore di quello che fanno gli AirPods nel coprire il mondo esterno.Un'altra caratteristica che Apple sta spingendo con gli AirPods Pro è la modalità di trasparenza. In effetti, questo è l'opposto di ANC e lascia entrare il rumore ambientale. La modalità trasparenza può essere attivata tramite il Control Center o il pulsante di entrambi gli auricolari. Mentre la modalità trasparenza rende le voci intelligibili, il suono è piuttosto strano. Tuttavia, si consiglia di togliere almeno un auricolare se qualcuno sta parlando con voi solo per motivi di cortesia. In questo modo si mette in pausa la riproduzione musicale, rendendo più facile sentire qualcuno. Secondo la nostra esperienza, la modalità trasparenza funziona meglio quando è necessario sentire un po' di rumore ambientale, come quando si attraversa una strada.Apple include anche la possibilità di disabilitare l'ANC, che migliorerà la durata della batteria. Gli AirPods Pro dovrebbe durare in genere circa 4:30 ore tra una carica e l'altra se lasciate tutte le sue funzioni abilitate, mentre spegnendo l'ANC e la trasparenza vi darà una ulteiore autonomia di 30 minuti. Apple promette fino a 3:30 ore di chiamate tra una carica e l'altra.

Evoluzione del design, rivoluzione del comfort

Gli AirPods Pro sono dotati di una custodia di ricarica con la stessa forma di quella che Apple include con gli AirPods. La nuova custodia è più ampia e più corta del suo predecessore, con una cerniera in metallo opaco più ampia. In sostanza, assomiglia a una custodia degli AirPods ruotata di 90°. Nel frattempo, gli auricolari hanno uno stelo più corto rispetto agli AirPods, mentre le griglie del microfono sono diventate più pronunciate. Gli AirPods Pro hanno anche degli auricolari di piccole dimensioni, cosa che manca agli AirPods originali. Gli ultimi auricolari Apple sono costruiti bene come i precendenti, e anche gli AirPods Pro sono realizzati in plastica. Mentre questo significa che non dovrebbero rompersi o rompersi quando cadono, i nostri auricolari hanno accumulato graffi già dopo alcuni giorni passati nelle nostre tasche. In breve, gli AirPods Pro sono delicati come i loro predecessori.

Anche gli AirPods Pro sono comodi da indossare. Gli auricolari possono equalizzare la pressione tra il canale uditivo e il mondo esterno, una caratteristica che la maggior parte dei prodotti concorrenti non offre. Questa caratteristica ha funzionato meravigliosamente nella nostra esperienza, al punto che ci siamo dimenticati di indossarli dopo pochi minuti di indossarli. Questo da solo rende gli AirPods Pro adatti a persone che in precedenza hanno evitato gli auricolari per la pressione che esercitano sui canali uditivi.

Oltre a questo, Apple include tre inserti auricolari in gomma nella confezione, che dovrebbero fornire una buona vestibilità per orecchie di tutte le dimensioni. L'AirPods Pro può anche suggerire la taglia migliore per voi, ma per questo dovete possedere un iPhone. Apple ha nascosto la funzione all'interno delle impostazioni Bluetooth, ma ha funzionato bene durante i nostri test.

Apple ha anche cambiato il modo in cui interagisci con il suo ultimo set di auricolari wireless. Mentre toccando l'esterno degli AirPods si controllava la riproduzione musicale o le chiamate, gli AirPods Pro hanno un pulsante sensibile al tocco nei loro steli. Questo pulsante controlla la riproduzione musicale e la modalità di trasparenza, che non abbiamo avuto problemi ad attivare durante i nostri test.

Qualità del suono: Pro = Hi-Fi?

Mentre abbiamo elogiato gli altoparlanti di altri prodotti Apple Pro-branded come l'iPad Pro e MacBook Pro, gli audiofili sono rimasti delusi dalla qualità audio degli AirPods. Lo stesso valeva anche per gli auricolari cablati dell'azienda. La valutazione della qualità del suono in isolamento dei dispositivi di confronto può rivelarsi difficile, così abbiamo confrontato l'AirPods Pro con altre apparecchiature audio che avevamo a portata di mano. Abbiamo utilizzato un paio di cuffie intrauricolari Bowers & Wilkins C5 Series 2 che nel 2014 costavano al dettaglio 179,99 dollari, insieme a un paio di cuffie over-ear Bowers & Wilkins P7 Wireless. Bowers & Wilkins ha lanciato queste ultime per 399,99 dollari nel 2017, che poi ha sostituito con la serie PX. PX e PX7 lanciati poi a 399,99, per riferimento. Abbiamo aggiunto anche un Bluesond Powernode 2i nella mischia, un amplificatore per lo streaming musicale da 799 dollari.

Abbiamo testato tutti questi dispositivi con il nostro iPhone X in streaming 256 kbps AAC da iTunes Store, o Tidal e Qobuz con il Bluesound. Musica hardcore post come Our Last Night's Demons ha rivelato che gli AirPods Pro offrono una gamma dinamica migliore rispetto agli AirPods, con le voci che si distinguono meglio dal resto del mix sugli AirPods Pro rispetto agli AirPods. Allo stesso modo, l'album The Quiet & The Storm by Young Chinese Dogs ha dimostrato che gli AirPods Pro offrono uno scenario sonoro più ampio rispetto agli AirPods.

In breve, se siete soddisfatti della qualità audio degli auricolari Apple Earbuds o degli AirPods, allora gli AirPods Pro probabilmente vi impressioneranno. Tuttavia, risultano piatti rispetto alle cuffie over-ear come le B&W P7. Queste ultime, per esempio, ci fanno venire la pelle d'oca quando si ascolta Birte Hanusrichter, ma gli AirPods Pro non ci hanno dato lo stesso effetto. Nel complesso, gli AirPods Pro non hanno le profondità e le altezze delle più costose cuffie wireless.

Il confronto tra gli AirPods Pro e il B&W C5 Series 2 conferma le nostre impressioni. Gli AirPods Pro hanno un suono molto più chiaro rispetto a quello più caldo delle C5 Series 2, con i primi che offrono una versione più pulita e dettagliata del Norah Jones's It Was You rispetto ai secondi. Tuttavia, le brillanti tendenze degli AirPods Pro rendono la voce di Jones un suono troppo stridulo per i nostri gusti, mentre la batteria manca di forza.

Non solo abbiamo paragonato gli AirPods Pro ad altre cuffie e altoparlanti, ma abbiamo anche ascoltato numerose ore di musica su di loro per diversi giorni. L'ascolto di artisti del calibro di Liam Gallagher a Windmill Epcot Starfields ha rafforzato le nostre precedenti impressioni degli AirPods Pro come auricolari wireless quotidiani decenti.
Tuttavia, non hanno la profondità dei bassi e degli alti per soddisfare gli audiofili, mentre il loro suono abbastanza forte può scoraggiare alcune persone. Gli AirPods Pro sono un sostanziale upgrade rispetto agli AirPods, e secondo noi hanno una buona qualità del suono.

Giudizio Complessivo

In breve, gli AirPods Pro Apple offrono un interessante pacchetto completo. I più recenti auricolari wireless Apple hanno un aspetto fantastico, sono comodi da indossare e hanno un eccellente ACN. Sono abbastanza piccoli per essere sempre in tasca, il che li rende perfetti per gli spostamenti quotidiani.
Se siete soddisfatti dei vostri AirPods esistenti, ma state valutando l'opportunità di aggiornarli, vi raccomandiamo senza esitazione gli AirPods Pro. I nuovi auricolari offrono una migliore qualità del suono, una buona cancellazione del rumore e sono anche più comodi. Tuttavia, se siete alla ricerca di una vera qualità audio hi-fi, allora dovreste guardare altrove; gli AirPods Pro non sono proprio a quel livello.

Mentre gli AirPods Pro offrono una migliore qualità audio rispetto ai loro predecessori, non hanno la gamma dinamica o la risoluzione delle cuffie più costose. Non stiamo parlando nemmeno di cuffie cablate, dato che anche quelle wireless over-ear possono riprodurre i bassi e gli alti meglio degli AirPods Pro. Allo stesso modo, Apple ha ottimizzato i drivers per un suono piuttosto brillante, il che può scoraggiare le persone che cercano un suono più caldo. Nel complesso, gli AirPods Pro sono un significativo passo avanti rispetto agli AirPods di seconda generazione, ma non sono in grado di fornire una qualità audio di alto livello.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione degli AirPods Pro Apple: cuffie costose o un vero affare Hi-Fi?
Hannes Brecher, 2019-11- 5 (Update: 2019-11- 5)