Notebookcheck

L'iPhone 12 si rivela estremamente poco user friendly per le riparazioni

Un iPhone 12 risponde male alle riparazioni eseguite da soli. (Fonte: YouTube)
Un iPhone 12 risponde male alle riparazioni eseguite da soli. (Fonte: YouTube)
I prodotti Apple si sono dimostrati ostici agli smontaggi e ai rimontaggi in passato. Lo YouTuber australiano Hugh Jeffreys ha pubblicato un nuovo video che sembra dimostrare che questo è vero anche per l'iPhone 12 lanciato di recente. L'interfaccia utente del dispositivo e le telecamere hanno mostrato anomalie in risposta a un interruttore della scheda madre.
Deirdre O'Donnell (traduzione a cura di G. De Luca), 🇺🇸 🇫🇷 ...

Apparentemente Apple non è un fan del "diritto alla riparazione", avendo fatto di tutto per garantire che i clienti utilizzino solo i suoi centri di assistenza autorizzati e per assicurarsi che alcuni dei suoi dispositivi siano difficilmente accessibili. Il vlogger Hugh Jeffreys ha voluto verificare se anche il nuovo iPhone 12 ha seguito questa tendenza.

Poiché al momento non ci sono parti di ricambio disponibili per questo dispositivo, ha riferito di aver dovuto spendere "quasi 3000 AU$" (~2108$) per avere 2 di questi dispositivi a portata di mano in caso di danneggiamento di uno di essi.

Lo YouTuber si è trovato in difficoltà fin dall'inizio nello smontaggio della priva versione di memoria interna da 64GB. L'adesivo che trattiene il vetro posteriore è risultato essere estremamente efficace, probabilmente per motivi di impermeabilità (non importa che questa protezione sarebbe compromessa nel rimontaggio del telefono in assenza di una sigillatura sostitutiva).

Jeffreys ha anche scoperto che il 12, come per alcuni predecessori, ha dei cavi che potrebbero rompersi alla fine aprendo il pannello posteriore senza estrema cura. Poi ancora, ha scoperto che gran parte degli interni erano abbastanza "modulari", anche se una vite prearrotondata ha impedito uno smonaggio completo.

Ciononostante, è stato possibile scambiare la scheda madre di un nuovo iPhone con un altro, simulando così una riparazione. Tuttavia, il vlogger ha riferito di aver avuto difficoltà a far ripartire lo stesso dispositivo dopo il rimontaggio.

Quando alla fine lo schermo si è acceso, Jeffreys è stato accolto con notifiche che indicavano l'installazione di parti non originali, il che ha causato anche problemi di interfaccia utente, come la ritrovata incapacità di visualizzare il livello della batteria.

Anche l'iPhone 12 "riparato" ha improvvisamente sviluppato problemi con le sue fotocamere anteriori e posteriori, tra cui l'impossibilità di utilizzare la modalità Ritratto, il fallimento di altre modalità di commutazione e la perdita completa di Face ID. Un reset di fabbrica non ha risolto questi problemi: il telefono ha continuato a insistere sul fatto che il display e la batteria non erano originali.

Tuttavia, lo scambio delle schede del telefono ha risolto i problemi. Pertanto, sembra che ogni 2020 il display e la batteria dell'iPhone siano specifici dell'unità, rendendo così la vendita e l'uso di parti di ricambio molto più difficile e limitando efficacemente la riparazione ai centri ufficiali Apple.

Questo, come ha osservato Jeffreys, è ironico se si considerano le recenti misure adottate dall'OEM per combattere i rifiuti elettronici, e pone anche un problema per i clienti con dispositivi fuori garanzia. Apple non ha ancora risposto pubblicamente a queste nuove scoperte.

Fonte(i)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 11 > L'iPhone 12 si rivela estremamente poco user friendly per le riparazioni
Deirdre O'Donnell, 2020-11- 2 (Update: 2020-11- 2)
Deirdre O'Donnell
Editor of the original article: Deirdre O'Donnell - Editor