Notebookcheck

Il supporto per Android Auto Wireless arriva anche in Italia

Google Maps Android Auto (Image Source: XDA)
Google Maps Android Auto (Image Source: XDA)
Google ha aggiornato la lista dei paesi compatibili con l'utilizzo di Android Auto e ora anche gli utilizzatori italiani potranno beneficiare di questo strumento. Come forse saprete, Android Auto consente di collegare il proprio smartphone all'autovettura per replicare sul display del sistema infotainment alcune delle applicazioni compatibili con il sistema.

Android Auto semplifica l'utilizzo delle applicazioni, modificando l'interfaccia grafica rendendola più semplice da utilizzare con una mano. Nel corso degli ultimi aggiornamenti, Google ha migliorato la piattaforma consentendo il collegamento in modalità Wireless senza l'obbligo di dover collegare fisicamente lo smartphone. 

Una comodità non da poco perchè consente di non dover utilizzare alcun cavo o supporto da auto. La funzionalità era inizialmente limitata ad alcuni paesi ma ora il colosso di Mountain View ha esteso il supporto per numerosi paesi tra cui l'Italia. Prima di provare il servizio consigliamo di controllare se lo smartphone è compatibile con la funzionalità Android e se l'autovettura è provvista di Google Car Play.

Ecco di seguito l'elenco dei nuovi Paesi dove è stata resa ufficialmente disponibile questa funzionalità:

  • Australia
  • Austria
  • Germania
  • Francia
  • India
  • Irlanda
  • Italia
  • Nuova Zelanda
  • Filippine
  • Singapore
  • Sud Africa
  • Sud Corea
  • Spagna
  • Svizzera
  • Taiwan
  • Inghilterra

Maggiori dettagli riguardanti la compatibilità degli smartphone li potete trovare nel link riportato in calce.

Source(s)

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 03 > Il supporto per Android Auto Wireless arriva anche in Italia
Luca Rocchi, 2020-03-27 (Update: 2020-03-27)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.