Notebookcheck

Presto disponibili otto hotel dedicati ai videogiochi retrò di Atari

Il rendering del prossimo Atari Hotel (Source: atarihotels)
Il rendering del prossimo Atari Hotel (Source: atarihotels)
Atari, uno dei marchi più prestigiosi dell'industria dei videogiochi, entra nel settore alberghiero con una catena di hotel a tema videoludico. Nonostante l'azienda, fondata da Nolan Bushnell e Ted Dabney, abbia dovuto affrontare negli anni numerosi fallimenti risulta ancora essere una delle società più rilevanti nel settore.
Luca Rocchi,

Per sfruttare il fascino che Atari ancora esercita su numerosi fan, i vertici dell'azienda hanno annunciato di aver siglato un accordo commerciale con il gruppo GSD e True North Studio per realizzare negli Stati Uniti otto Atari Hotels. Atari dichiara che l'esperienze all'interno degli alloggi saranno uniche nel loro genere offrendo numerose forme di intrattenimento. Saranno presenti sistemi di realtà virtuale e aumentata, console, e soprattutto locali dedicati agli eventi Esports.

I lavori di costruzione del primo Atari Hotel inizieranno verso la prima metà del 2020 a Phoenix, in Arizona. Successivamente le altre sette strutture saranno realizzate a Las Vegas, Denver, Chicago, Austin, Seattle, San Francisco e San Jose.

Prevediamo un anno ricco di novità per l'azienda americana, caratterizzato dalla costruzione di hotel a tema videoludico e dall'annunicio della tanto attesa console VCS, la retro console che consentirà di accedere ad oltre 2000 giochi passati.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 01 > Presto disponibili otto hotel dedicati ai videogiochi retrò di Atari
Luca Rocchi, 2020-01-28 (Update: 2020-01-28)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.