Notebookcheck

Call of Duty: Warzone - 6 milioni di giocatori connessi in 24 ore

Call of Duty: Warzone, dopo esser stato svelato in anticipo attraverso alcune indiscrezioni, è finalmente disponibile gratuitamente al download su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Il battle royale di Activision e Infinity Ward ha registrato numeri da record sin dal primo giorno.
Luca Rocchi,

In un tweet pubblicato sull'account ufficiale di Call of Duty, il gioco ha confermato che "oltre 6 milioni di giocatori hanno provato il nuovo titolo Warzone" e che gli utenti possono aspettarsi numerose novità nel corso delle prossime settimane. Non sono stati rivelati dettagli a riguardo ma come per gli altri battle royale potremmo assistere all'arrivo di nuove armi, mezzi e più avanti anche mappe.

Lo scorso anno Apex Legends, rilasciato da Respawn, aveva raggiunto circa 1 milione di download nel corso del primo giorno di lancio e oltre 25 milioni nella prima settimana. Secondo l'analista Daniel Ahmad, di Niko Partners, Warzone potrebbe addirittura superare i numeri da record di Fortnite con i suoi 10 milioni di giocatori dopo due settimane dal lancio del titolo. 

Call of Duty: Warzone è ambientato nell'era di Modern Warfare e -al momento- nell'unica mappa di Verdansk. Il titolo invita 150 giocatori a scontrarsi contemporaneamente in un'unica arena di combattimento. Le modalità di gioco disponibili al lancio sono tre: allenamento, Battle Royale e Bottino. Per maggiori informazioni riguardanti le modalità di gioco vi consigliamo di visitare il link riportato di seguito. 

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2020 03 > Call of Duty: Warzone - 6 milioni di giocatori connessi in 24 ore
Luca Rocchi, 2020-03-13 (Update: 2020-03-13)
Luca Rocchi
Luca Rocchi - News Editor
Cresciuto a pane e tecnologia, si avvicina fin da piccolo al mondo dei computer con un Toshiba T-1000 trovato in casa: da quel momento è amore vero per tutto ciò che contiene un microprocessore. Al termine del percorso di studio inizia la carriera da redattore per un editoriale online svizzero scrivendo articoli e recensioni riguardanti il settore dell'informatica. Successivamente inizia a lavorare per Notebookcheck dedicandosi alla creazione di contenuti. Le sue aree di interesse includono i componenti informatici, i sistemi smart, i notebook e la fotografia. Quando non è al lavoro su Notebookcheck probabilmente puoi trovarlo su qualche sentiero in montagna o a fotografare supercar.