Notebookcheck Logo

Beats Pill offre risultati insoddisfacenti nelle prime recensioni

Beats Pill con finitura rossa (Fonte: Apple)
Beats Pill con finitura rossa (Fonte: Apple)
Promettendo un'impressionante autonomia di 24 ore durante la riproduzione di musica al 50% del volume, Beats Pill non riesce a soddisfare le aspettative quando si punta ad un'esperienza più intensa. Non sorprende che la risposta generale dei bassi sia molto buona, ma gli utenti più pretenziosi odieranno la mancanza di un equalizzatore e la sua capacità di riprodurre i medi e gli alti.

Lanciato da Beats nel 2012, due anni prima che diventare una filiale di Apple, la linea di altoparlanti portatili Pill è tornata il mese scorso con un hardware migliorato, ingresso audio lossless tramite USB-C e altro ancora, ma ad un prezzo inferiore rispetto al modello precedente. Al prezzo di 150 dollari, molte recensioni lo considerano una scelta eccellente, ma gli audiofili e gli utenti meno pretenziosi che amano generi musicali meno mainstream potrebbero volerci pensare due volte prima di acquistare questo pezzo di hardware audio, concludono le recensioni pubblicate recentemente da SoundGuys e The Verge.

La recensione di SoundGuys elogia il revival di quest'anno dell'altoparlante Beats Pill per la sua resistenza all'acqua e alla polvere, la risposta ai bassi per le sue dimensioni, l'autonomia generosa e l'accoppiamento rapido con i dispositivi iOS e Android. D'altra parte, gli svantaggi sono difficili da trascurare, soprattutto quando si cerca qualcosa da utilizzare per godersi opere classiche, jazz o rock/metal progressivo: distorsione al di sopra del 50% del volume, con un notevole calo della qualità del suono intorno all'80%, assenza di equalizzatore e medi poco brillanti indipendentemente dal volume. Va notato che alcuni di questi problemi potrebbero essere risolti con futuri aggiornamenti del firmware, e SoundGuys ha testato il Beats Pill con la versione 2C289. Purtroppo, il punteggio finale di 7,6/10 non ha ancora una valutazione da parte degli utenti.

Anche se The Verge ha concluso che il nuovo Beats Pill merita un punteggio di 8/10, gli elementi essenziali sono gli stessi. Le aree di forza notate nella loro recensione sono le funzioni native di iOS e Android, il supporto audio cablato USB-C, le funzionalità di vivavoce, nonché la struttura resistente e il cordino di trasporto incluso nella confezione. Purtroppo, la distorsione del volume e le limitazioni del suono mono sono i punti deboli rilevati ancora una volta. Ovviamente, acquistarne un altro e accoppiarli in modalità stereo può risolvere il secondo problema menzionato qui, ma a un prezzo.

Su Amazon, Beats Pill ha ricevuto finora 30 valutazioni da parte degli utenti e il punteggio risultante è un buon 4,5/5 (circa 9/10, per corrispondere al sistema di classificazione di cui sopra). La maggior parte delle lamentele riguarda la mancanza di un'equalizzazione (che probabilmente verrà aggiunta tramite un aggiornamento del firmware o in un'app companion in futuro) e l'attenzione alla risposta dei bassi, mentre mancano i medi e gli alti, a meno che non si alzi il volume, quando le cose cambiano e i bassi sembrano essere limitati elettronicamente, finendo per essere coperti dal resto dello spettro audio.

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > News > Newsarchive 2024 07 > Beats Pill offre risultati insoddisfacenti nelle prime recensioni
Codrut Nistor, 2024-07- 9 (Update: 2024-07- 9)