Notebookcheck

Recensione del Notebook HP Pavilion g7-1353eg

Per chi vuole risparmiare con intelligenza. HP ha progettato il Pavilion g7-1353eg seguendo il motto "molto hardware ma a basso costo". Questo notebook multimediale è molto economico, avendo un prezzo di cartellino sotto i 500 Euro, non solo è dotato di un processore quad core e di due schede grafiche, ha anche un HDD da 750 GB e sei GB di RAM DDR3. Chi potrà resistere ad un tale affare?
Florian Glaser (traduzione a cura di Alessandro De Blasis),
HP Pavilion g7-1353eg

Gli utenti più attenti a come spendono il loro denaro ed alla ricerca di un notebook versatile drizzeranno le orecchie quando sentiranno parlare di questo Pavilion g7-1353eg. Questo 17 pollici, disponibile per circa 540 Euro, ha una dotazione hardware sorprendente.

Ad esempio, ha un processore quad core prodotto da AMD. L'A6-3420M ha una velocità di clock di 1.5 GHz, ed ha anche una scheda video integrata (Radeon HD 6520G). Per incrementare ancora di più le prestazioni, HP ha dotato questa macchina multimediale di una seconda scheda video. La Radeon HD 7450M è un nuovo modello entry-level che funziona in modalità CrossFire  insieme alla HD 6520G.

Sei GB di RAM ed un HDD da 750 GB non sono una cosa da tutti i giorni, soprattutto nella fascia di prezzo intorno ai 500 Euro. Un masterizzatore DVD convenzionale fa da drive ottico. Il sistema operativo è Windows 7 Home Premium 64 bit. Lo schermo lucido ha una risoluzione di 1600x900 pixels.

Case

Superfici lucide
Superfici lucide

Ad ogni modo, la qualità del case non ha niente a che vedere con quella del Pavilion dv7 o dell'Envy 17, il case è comunque accettabile per un prodotto da 500 Euro. Come molti altri concorrenti, HP si affida alla plastica. Ciò si nota chiaramente dando uno sguardo più da vicino al notebook. Il materiale tuttavia da un'impressione di solidità; la qualità costruttiva non sarà un problema, fatta eccezione per qualche piccolo dettaglio (transizioni tra la cornice dello schermo e la cover).

La finitura altamente lucida non è convincente. Le particelle di polvere e le impronte digitali si accumulano molto rapidamente, in particolare sulla cover dello schermo e sulla tastiera. Comunque, il tutto viene mascherato dal fatto che la tastiera è colorata di un elegante color grigio. A parte lo schermo un po' barcollante, possiamo descrivere la stabilità come accettabile. La parte superiore si piega leggermente solo attorno al drive ottico ed alla batteria se sottoposte a forze elevate.

Nel frattempo, le cerniere sono solide, il che farà alzare la base quando si apre il notebook (saranno necessarie entrambe le mani). Superfici vibranti faranno comunque traballare lo schermo. Le dimensioni sono di  412 x 268 x 37 mm ed il peso è di 2.8 kg, niente di strano quindi. Molti notebook da 17 pollici hanno valori simili.

Connettività

Interfacce

HP ha fatto qualche taglio alla connettività, gli utenti che desiderano uno slot ExpressCard, una FireWire, l'eSATA o una porta USB 3.0 dovranno cercare un prodotto alternativo.

Chi non si cura di queste porte non otterrà più dello standard abituale. Partendo dalla destra, dove abbiamo il Kensington lock, alimentazione ed una porta USB 2.0 accanto al drive ottico. Molte porte sono posizionate sulla sinistra. La porta RJ 45 Fast Ethernet LAN (non Gigabit LAN!) è accompagnata dalle due porte video (VGA & HDMI), due jack audio, due porte USB 2.0 ed un card reader (SD & MMC). Il frontale ed il retro non ospitano nessuna porta.

La distribuzione delle interfacce è tutto sommato buona. Comunque, ci sarebbe piaciuto vedere i jack audio posizionati leggermente più verso il retro.

Comunicazione Wireless

Ovviamente, è possibile immergersi nelle profondità di Internet. HP si affida ad un modulo wireless di fabbricazione Realtek (RTL8188CE) che supporta WLAN b/g/n. Il Bluetooth sfortunatamente non è disponibile.

Manutenzione

Gli utenti desiderosi di sostituire il modulo WLAN, la RAM o l'hard disk avranno bisogno di un cacciavite e di un po' di forza. La cover di manutenzione è stata avvitata molto saldamente alla base nel modello da noi testato. Non è possibile accedere alla ventola direttamente. Lo stesso vale per il processore e la scheda video.

Sinistra: VGA, RJ45 Fast Ethernet LAN, HDMI, 2x USB 2.0, microfono, cuffie, card reader
Sinistra: VGA, RJ45 Fast Ethernet LAN, HDMI, 2x USB 2.0, microfono, cuffie, card reader
Destra: Drive ottico, USB 2.0, alimentazione, Kensington lock
Destra: Drive ottico, USB 2.0, alimentazione, Kensington lock
Software installato
Software installato

Software

Non ci si può aspettare un'installazione pulita del sistema operativo da parte di HP, priva quindi di tutti quei programmi inutili. HP infatti installa dei programmi che hanno un impatto negativo sui tempi di avvio e di caricamento (i quali annoieranno anche con qualche popup).

Gli utenti saranno equipaggiati per l'uso quotidiano con la versione Starter di Microsoft Office 2010, Skype 5.5 e CyberLink YouCam. Troviamo anche una suite di sicurezza di Norton (per un periodo limitato)

Accessori

HP non solo ha tagliato la connettività, ma anche le dotazioni. Troviamo solo una guida di avvio rapido oltre al buono e compatto alimentatore da 90 watt ed alla batteria da 300 grammi. I supporti per il ripristino del sistema operativo dovranno essere creati dall'utente. C'è una partizione nascosta sull'HDD per il ripristino.

Garanzia

La garanzia standard di 12 mesi è un po' troppo scarsa, comunque è con servizio di ritiro e riconsegna a domicilio.

Dispositivi di input

Tastiera

La tastiera lascia un po' a desiderare. I tasti sono in rilievo e distaccati, ma ciò non ricrea completamente il design chiclet. Secondo noi, una superficie di 15 x 15 mm è buona. Solo la fila di tasti F ha un'altezza di soli 9mm e le piccole frecce direzionali potrebbero dispiacere ad alcuni utenti. Oltre questo, la digitazione ha spazi per il miglioramento. Si ha infatti una impressione poco chiara alla pressione, contrariamente ad altri modelli. La ridotta escursione dei tasti è una questione di gusti.

Per contro, abbiamo un tastierino numerico dedicato ed un buon layout tra i pregi. Non c'è bisogno di combinazioni FN per accedere alle funzioni speciali. Basterà premere il tasto (questo comportamento potrà essere cambiato nel BIOS).

Touchpad

HP ha fatto un buon lavoro con il touchpad. Oltre alla buona dimensione  (98 x 54 mm) ed una precisione senza esitazioni. Ci sono piaciute molto le funzionalità multi-touch e l'affidabilità delle gestures (rotazione, zoom e scorrimento). Gli utenti che preferiscono lo scrolling convenzionale avranno entrambe le possibilità orizzontale e verticale, attivabili nelle opzioni del touchpad.

La texture punteggiata della superficie ci lascia con sensazioni discordanti. Da un lato, il touchpad ha una ottima risposta, per lo meno non è ridotta. Dall'altro lato lo scorrimento soffre in quanto viene rallentato senza motivo. Inoltre, entrambi i tasti del mouse hanno un aspetto economico e lo stesso si penserà utilizzandoli. Nota: per disattivare il touchpad, l'utente dovrà semplicemente doppio-cliccare l'angolo in alto a sinistra dello stesso.

Tastiera
Tastiera
Touchpad
Touchpad

Schermo

Come ci saremmo aspettato, HP ha dotato questo notebook multimediale con uno schermo HD+ altamente riflettente. 1600x900 pixels a volte risultano troppo per le schede video (ad esempio nei giochi), ma meno pixel non sarebbero stati una buona idea relativamente alla dimensione dello schermo e del desktop. Lo schermo del modello in test è prodotto da LG Philips ed è chiamato LP173WD1-TLC3.

172
cd/m²
177
cd/m²
184
cd/m²
174
cd/m²
174
cd/m²
173
cd/m²
160
cd/m²
176
cd/m²
163
cd/m²
Distribuzione della luminosità
LG Philips LP173WD1-TLC3
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 184 cd/m² Media: 172.6 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 87 %
Al centro con la batteria: 174 cd/m²
Contrasto: 179:1 (Nero: 0.97 cd/m²)

Nonostante la retroilluminazione LED, la luminosità è abbastanza scarsa: 173 cd/m2 sono sotto la media. La maggioranza degli apparecchi ha valori sui  190-220 cd/m2. Per contro, il black value è nella media essendo circa 1.0 cd/m2. Mentre le immagini scure appariranno sature durante il giorno, di notte oppure in ambienti poco illuminati, si noterà un alone grigio.

Il contrasto di 179:1 è anch'esso scarso ed è emblematico per uno schermo di fascia bassa (buoni modelli hanno più di 500:1). Come dimostra il nostro screenshot, non ci si possono aspettare miracoli neanche dallo spettro dei colori. I colori sembrano pallidi a confronto con quelli di schermi di qualità superiore.

HP Pavilion g7-1353eg vs. sRGB (grid)
HP Pavilion g7-1353eg vs. sRGB (grid)
HP Pavilion g7-1353eg vs. AdobeRGB (grid)
HP Pavilion g7-1353eg vs. AdobeRGB (grid)
HP Pavilion g7-1353eg vs. Packard Bell LS11HR-167GE (grid)
HP Pavilion g7-1353eg vs. Packard Bell LS11HR-167GE (grid)

Conseguentemente, il Pavilion g7-1353eg è assolutamente non adatto all'uso esterno. Le superfici lucide e la luminosità moderata portano a riflessi estremamente fastidiosi ed a contenuti troppo scuri. Si riesce a identificare solo qualche elemento delle immagini e lo si fa a fatica, il che porterà a stancare gli occhi. Gli utenti mobili dovrebbero cercare un prodotto con uno schermo molto più luminoso e sicuramente non lucido.

Esterno
Esterno
HP Pavilion g7-1353eg utilizzato all'esterno

Gli angoli di visualizzazione si dimostrano ridotti allo stretto necessario. Mentre le più piccole variazioni dall'angolo ideali sono tollerate abbastanza bene orizzontalmente, cambiamenti nella luminosità si paventano molto rapidamente sul piano verticale. Ciò non dovrebbe essere troppo fastidioso nell'uso d'ufficio, ma lo è sicuramente di più durante la visione di un film oppure durante una partita ad un videogioco.

Angoli di visualizzazione: HP Pavilion g7-1353eg
Angoli di visualizzazione: HP Pavilion g7-1353eg

Prestazioni

Processore: AMD A6-3420M

HP ha optato per un modello di fascia bassa di processore quad core prodotto da AMD. Il A6-3420M (nome in codice Llano) non è una CPU in senso lato, è più che altro una APU (accelerated processing unit), la quale fonde diversi core di processore, un chip grafico, un controller di memoria ed altre funzioni sullo stesso die di silicio.

La scheda integrata Radeon HD 6520G (320 shaders, 400 MHz clock del core, nessuna memoria dedicata) da una buona impressione se confrontata con la controparte dei processori Intel Sandy Bridge, la HD Graphics 3000, ma le prestazioni della CPU sono sensibilmente più basse a causa del clock di default più basso, pari a 1.5 GHz. I concorrenti Intel si dimostrano superiori anche a causa del quantitativo di cache L3, per la quale hanno dai tre agli otto MB, contro i quattro MB di cache L2 per l'AMD. Per contro, il processo produttivo a 32nm è lo stato dell'arte. Il TDP di soli 35 watt corrisponde a molti modelli i5.

System info CPUZ CPU
System info HDTune
System info CrystalDiskMark
System info CCC Software
System info CCC Hardware (Radeon HD 7450M)
System info CCC Hardware (Radeon HD 6520G)
System info GPUZ (Radeon HD 7450M)
System info GPUZ (Radeon HD 6520G)
System info CPUZ RAM SPD
System info CPUZ RAM SPD
System info CPUZ RAM
System info CPUZ Mainboard
System info CPUZ Cache
System info DPC Latency
Informazioni di sistema: HP Pavilion g7-1353eg

Turbo

Grazie alla tecnologia Turbo Core technology, l'A6-3420M può overcloccarsi da  1.5 fino ad un massimo di 2.4 GHz. Almeno teoricamente - noi non abbiamo notato alcun incremento della frequenza di clock nell'esemplare in test quando è stato sottoposto a carichi elaborativi. A prescindere dal fatto che venisse utilizzato un solo core o più di uno, la APU ha funzionato sempre a 1500 MHz. Almeno non abbiamo notato rallentamenti (neanche durante lo stress test).

1.5 GHz @ single core rendering Cinebench R10
1.5 GHz @ single core rendering Cinebench R10
1.5 GHz @ multi core rendering Cinebench R10
1.5 GHz @ multi core rendering Cinebench R10
1.5 GHz @ stress test (Furmark & Prime)
1.5 GHz @ stress test (Furmark & Prime)

Prestazioni della CPU

L'A6-3420M difficilmente può competere con i modelli dual core di Intel nei benchmark della CPU. Questa circostanza diviene molto evidente nei test di rendering single-core di Cinebench R10: Con 2199 punti, il processore non si avvicina neanche al modello di fascia bassa Core i3-2310M (3446 punti @ Lenovo ThinkPad Edge E320).

La differenza diminuisce considerevolmente nei programmi ottimizzati per il multi core: Mentre l'A6-3420M ottiene 6952 punti nel rendering multi core, l'i3-2310M ottiene 7400 punti. Soggettivamente, le differenze non sono molto ampie. La APU non ha alcun problema nel gestire le attività più comuni, come la navigazione in Internet ed i video.

Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
1695
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
5411
Cinebench R10 Shading 32Bit
3719
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
2199 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
6952 Points
Cinebench R10 Shading 64Bit
3846 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
20.51 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
1.95 Points
Aiuto
Schede grafiche commutabili
Schede grafiche commutabili

Scheda video dedicata: AMD Radeon HD 7450M

Nostante il prezzo relativamente basso, troviamo anche una scheda grafica dedicata. La Radeon HD 7450M (nome in codice Seymour) è una scheda video DirectX 11 di AMD che appartiene al settore entry-level trovandosi tra modelli popolari come la HD 6470M e la HD 6490M in termini di prestazioni.

Come le sue sorelle più vecchie, la scheda grafica è prodotta con processo a 40 nm ed ha 160 unità shader. A confronto: la nuova scheda di fascia media,  Radeon HD 7670M (Packard Bell EasyNote LS11HR-167GE), a tre volte il suo quantitativo d unità elaborative. Il clock è elevato come in modelli più costosi essendo di  700 MHz (core), e rispettivamente 900 MHz (memoria).

La Radeon HD 7450M può contare su soli 1024 MB di memoria video DDR3 e fino ad un certo punto avendo una interfaccia a 64 bit. La banda della memoria è di conseguenza ridotta (14.4 GB/s). Schede video di fascia media hanno in genere bus da 128 bit.

Il decoder video UVD3 ed il controller audio integrato non possono compensare queste mancanze. Non abbiamo cambiato il driver della GPU; HP si affida ai Catalyst 12.1 (8.900.7.1000).

CrossFire
CrossFire

Doppia scheda video

La tecnologia AMD CrossFire è pensata per spremere più potenza possibile dal portatile multimediale. Due schede video si prendono cura alternativamente di elaborare le immagini (in questo caso, una GPU integrata ed una GPU dedicata). Ciò che generalmente si vede in prodotti di fascia alta, si applica anche a prodotti di fascia bassa.

Secondo la nostra esperienza, i sistemi a doppia GPU soffrono ancora di qualche problematica. Oltre al maggior consumo ed ai conseguenti maggiori sforzi per il raffreddamento, si ha anche il problema dei micro-rallentamenti (maggiori dettagli su questo in seguito), inoltre si nota una elevata dipendenza dai driver nell'uso pratico. Diviene infatti possibile addirittura che un programma giri meglio su una singola scheda video che su due.

Un altro difetto: la modalità CrossFire funziona discretamente con titoli DirectX10 e DirectX 11. Dato che molti giochi sono ancora basati sulle DirectX 9, molti utenti non trarranno i maggiori benefici di questa tecnologia al momento.

5.9
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
6.7
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
7.4
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
5.9
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
6.5
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
5.9

Prestazioni della GPU

Come abbiamo già detto, le prestazioni fluttuano immensamente a seconda del supporto DirectX. Le schede video performano egregiamente in 3DMark 11 (1280x720, profilo prestazioni). Solo modelli di fascia media riescono ad ottenere un punteggio GPU di 952 punti da sole. La configurazione CrossFire è approssimativamente potente come la Radeon HD 6550M (990 punti @ Acer Aspire 4820TG).

Il benchmark Unique Heaven 2.1 permetterà 10.2 fps a 1280x1024 pixels, dettagli alti e tessellation a default. Una Radeon HD 6630M riesce ad elaborare più o meno alla stessa velocità (10.5 fps @ Dell Vostro 3550). Per contro, il 17 pollici scende al livello dei modelli di fascia bassa nei benchmarks DirectX 9 - altri modelli di fascia bassa, come la GeForce GT 520M, sono difficilmente più lenti.

3DMark 03 Standard
14258 punti
3DMark 05 Standard
8374 punti
3DMark 06 Standard
4786 punti
3DMark Vantage P Result
3384 punti
3DMark 11 Performance
1008 punti
Aiuto

Memoria di massa

L'hard disk ha una capacità di 750 GB ed un'altezza di 9.5 millimetri (Toshiba MK7575GSX) oltre questo non sorprende. Cominciando da tempi di accesso di 17.6 ms, i quali sono tipici per gli HDD. Abbiamo un transfer rate di 79 MB/s (HDTune) valore anche questo non particolarmente impressionante - specialmente considerando la velocità  (5400 rpm). CrystalDiskMark registra più di 90 MB/s. La velocità del sistema non sarà di certo eccitante e l'uso di più applicazioni in contemporanea rallenterà sensibilmente il notebook.

Toshiba MK7575GSX
Valore Minimo di trasferimento: 44.4 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 105.1 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 79.1 MB/s
Tempi di accesso: 17.6 ms
Burst Rate: 90.5 MB/s

Prestazioni del sistema

Nella competizione con altri notebook multimediali, questo HP risulterà un perdente. Lo scarso processore quad core e la relativamente scarsa combo di schede video portano a punteggi abbastanza bassi nei benchmark. 4656 punti in PCMark Vantage non sono di certo sensazionali. Un qualsiasi notebook da ufficio può ottenere un punteggio superiore (4832 punti @ Dell Latitude E5420). Ma ancora, lo ricordiamo, questo 17 pollici costa circa 500 Euro!

PCMark Vantage Result
4656 punti
PCMark 7 Score
1479 punti
Aiuto

Prestazioni nei Videogiochi

Come si può vedere dal grafico, il Pavilion g7-1353eg se la cava decisamente male. Le massime opzioni grafiche saranno possibili solo in qualche raro caso. Il 17 pollici tende a soccombere anche a dettagli medi. Solo pochi giochi verranno riprodotti egregiamente a dettagli bassi.

Risoluzioni elevate, come la nativa 1600x900 pixels, sono oltre le sue possibilità. Ciò rende ancora più grave il fatto che il notebook multimediale non supporti la risoluzione di 1366x768 pixels (1280x720 pixels portano ad una immagine estremamente offuscata). Ancora di più, la combinazione Crossfire a volte elabora più lentamente di una singola Radeon HD 7450M. Gli utenti desiderosi di fare una partita breve di tanto in tanto, dovrebbero considerare attentamente il fatto di acquistare o meno questo notebook. Prodotti più performanti in questo senso si trovano a solo 100 Euro in più (ad esempio l'Acer Aspire 7560G).

basso medio alto ultra
Metro 2033 (2010) 35.2 25.9 fps
StarCraft 2 (2010) 94.9 28.2 19.5 fps
Mafia 2 (2010) 31 25.8 22.5 fps
Call of Duty: Black Ops (2010) 50.6 36.3 30.2 fps
Crysis 2 (2011) 30 20.2 14.9 fps
Dirt 3 (2011) 74.9 45.4 36.9 fps
Deus Ex Human Revolution (2011) 60.9 30.4 fps
F1 2011 (2011) 49 30 23 fps
Fifa 12 (2011) 126.1 67.7 51 fps
Battlefield 3 (2011) 22 23.4 17.1 fps
The Elder Scrolls V: Skyrim (2011) 29.1 20 13.1 fps
Anno 2070 (2011) 76.9 17.6 11.5 fps
Star Wars: The Old Republic (2011) 28.2 12.3 fps

Micro-rallentamenti

Uno dei difetti principali delle configurazioni a doppia GPU sono i fastidiosi micro-rallentamenti. L'intervallo nel quale un fotogramma viene elaborato può variare in quanto le schede video lavorano alternativamente (alternate frame rendering). Questi micro-rallentamenti si riscontrano soprattutto nella fascia sotto i 30 fps e talvolta rovinano l'esperienza di gioco. Nonostante il frame rate più basso, una singola scheda video potrà dare una fluidità maggiore. Suggerimento: Il Crossfire andrebbe attivato solo in giochi DirectX 10 o 11. 

I Micro-rallentamenti sono un grosso problema...
I Micro-rallentamenti sono un grosso problema...
...che spesso rovina l'esperienza di gioco
...che spesso rovina l'esperienza di gioco

Emissioni

Rumorosità

Il notebook da 17 pollici si fa sentire sempre in idle. Mentre la ventola a volte smette di girare secondo l'impostazione nel BIOS (ventola sempre accesa/spenta), l'hard disk si fa sentire continuamente. Molti notebook multimediali sono molto più silenziosi in idle. Le emissioni potranno essere ridotte sensibilmente sostituendo l'HDD con un SSD.

HP guadagna rispetto a causa della rumorosità moderata in modalità 3D. La ventola non aumenta eccessivamente la sua velocità anche durante i giochi più intensi, cosa che rappresenta un vantaggio soprattutto per i giochi più tranquilli, come le avventure. Per contro, il drive ottico non è poi così silenzioso. Gira facendosi sentire durante la riproduzione di un film. Comunque, finisce sullo sfondo guardando un film d'azione o quando si alza un po' il volume. Guardandolo nel complesso, secondo noi la rumorosità è abbastanza soddisfacente.

Rumorosità

Idle
33.5 / 33.5 / 33.6 dB(A)
HDD
34 dB(A)
DVD
36.2 / dB(A)
Sotto carico
34.6 / 38.4 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Voltcraft SL-320 (15 cm di distanza)
Stress test (Furmark & Prime)
Stress test

Temperatura

Non c'è di che lamentarsi per quanto riguarda le temperature. In particolare, gli appoggi dei polsi sono rimasti sorprendentemente freschi durante lo stress test (Furmark & Prime); un massimo di 21°C è un valore eccellente (molti concorrenti raggiungono e superano anche 30°C). Fatta eccezione per un punto della base (massimo di 47°C), le altre superfici non scalderanno mai fastidiosamente. Il case resterà a 21°C in idle - fantastico.

Non c'è di che preoccuparsi neanche per quanto riguarda i componenti. La temperatura massima di 81°C sia per la GPU che per la CPU (CPUID Hardware Monitor) non è bassissima, ma è comunque ben lontana dalla soglia critica.

Carico massimo
 37.7 °C37.1 °C24.1 °C 
 31.1 °C31.1 °C20.6 °C 
 21 °C20.8 °C20.4 °C 
Massima: 37.7 °C
Media: 27.1 °C
19.4 °C47.4 °C42.6 °C
19 °C38.2 °C34 °C
19.3 °C27.1 °C20.8 °C
Massima: 47.4 °C
Media: 29.8 °C
Alimentazione (max)  44.9 °C | Temperatura della stanza 15.7 °C | Voltcraft IR-360
(+) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 27.1 °C / 81 F, rispetto alla media di 31 °C / 88 F per i dispositivi di questa classe Multimedia.
(+) La temperatura massima sul lato superiore è di 37.7 °C / 100 F, rispetto alla media di 36.5 °C / 98 F, che varia da 21.1 a 71 °C per questa classe Multimedia.
(-) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 47.4 °C / 117 F, rispetto alla media di 38.9 °C / 102 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 20.6 °C / 69 F, rispetto alla media deld ispositivo di 31 °C / 88 F.
(+) I poggiapolsi e il touchpad sono piu' freddi della temperatura della pelle con un massimo di 21 °C / 69.8 F e sono quindi freddi al tatto.
(+) La temperatura media della zona del palmo della mano di dispositivi simili e'stata di 29 °C / 84.2 F (+8 °C / 14.4 F).
SRS Premium Sound
SRS Premium Sound

Altoparlanti

Un semplice sistema 2.0 è installato per la riproduzione dei suoni. Gli altoparlanti  Altec Lansing, che HP ha inserito nel frontale del case, offrono un buon sonoro che è un po' migliore rispetto alla media dei notebooks. Ciò è dovuto anche al volume massimo elevato ed al SRS Premium Sound.

Il suono (di base poco chiaro e metallico) riceve maggior profondità e volume quando si attiva la tecnologia SRS. Comunque, HP avrebbe dovuto installare un subwoofer per offrire buoni bassi. Se si da molto peso alla qualità del suono, si dovrebbe dare uno sguardo a prodotti come l'Asus N75SF o il Dell XPS 17.

Autonomia

Una grande vantaggio dell'avere componenti di fascia bassa è il fatto che consumano poco. Il notebook richiede tra i 40 ed i 60 watt anche sotto carico pesante. Il Pavilion g7-1353eg se la cava con tra gli 11 ed i 17 watts in idle. L'Acer Aspire 7560G ha consumi simili nonostante l'hardware più potente.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.7 / 1.1 Watt
Idledarkmidlight 10.8 / 16.2 / 16.7 Watt
Sotto carico midlight 40.7 / 58.7 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC-940
Massima autonomia (Reader's Test)
Reader's Test
Minima autonomia (Classic Test)
Classic Test

Si sarebbe potuto ottenere di più in termini di autonomia. Una batteria da 6 celle con 47 Wh è comune per l'industria, per questo il notebook non risulterà adatto ai lunghi viaggi. Come molti altri notebook multimediali, questo HP resiste per circa un'ora nel BatteryEater's Classic test (massima luminosità).  

L'autonomia aumenta notevolmente in condizioni normali. Ad esempio è possibile riprodurre DVD per più di due ore; la navigazione in wireless è possibile per circa tre ore. La batteria si scarica dopo più di cinque ore nel caso ideale (idle, luminosità minima, Crossifire disattivato). Ad ogni modo, HP spreca del potenziale in questa categoria.

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
5ore 20minuti
Navigazione WiFi
3ore 10minuti
DVD
2ore 08minuti
Sotto carico (max luminosità)
1ore 00minuti

Risultati complessivi

HP Pavilion g7-1353eg (Foto: HP)
HP Pavilion g7-1353eg

Il Pavilion g7-1353eg offre un buon mix tra prezzo, prestazioni e qualità. Ad ogni modo questo 17 pollici non eccelle veramente in nessun punto in particolare, ma allo stesso modo non deluderà in particolare in nessun punto.

Tra le altre cose, abbiamo uno schermo mediocre tra i difetti. HP ha scelto uno schermo altamente dipendente dall'angolo di visualizzazione, altamente riflettente e di scarsa qualità visti i bassi valori. Il touchpad non piacerà a tutti per via della texture punteggiata, lo stesso vale per la tastiera che ha più di una incertezza. La connettività (manca la USB 3.0) e la mobilità hanno anch'esse spazio per il miglioramento.

Dall'altro lato, HP merita un plauso per i consumi ridotti e per le basse emissioni. Che sia in idle oppure in modalità 3D: il notebook multimediale non è mai troppo caldo o rumoroso. Sfortunatamente non si può dire allo stesso bene per quanto riguarda le prestazioni. Pur avendo due schede video ed un processore quad core, bisogna ricordare che il costo è di circa 500 Euro, per questo non ci sentiamo di criticare troppo in questo senso. A titolo di esempio, il quad core AMD A6-3420M non può competere con l'attuale generazione di processori Intel Sandy Bridge.

La modalità CrossFire dimostra di avere qualche problema, come i micro-rallentamenti e le scarse prestazioni in DirectX 9. Notebook standard con una sola scheda video danno meno problemi e sono più facilmente gestibili.

Nel complesso, il g7-1353eg sarà adatto agli utenti focalizzati sulla versatilità e su coloro che non vogliono spendere più di 600 Euro per un notebook.

 

Si ringrazia ...
Recensito: HP Pavilion g7-1353eg (Foto: HP)
Recensito: HP Pavilion g7-1353eg, si ringrazia:

Specifiche tecniche

HP Pavilion g7-1353eg (Pavilion g7 Serie)
Processore
AMD A6-3420M 4 x 1.5 - 2.4 GHz, Llano
Scheda grafica
AMD Radeon HD 6520G + HD 7450M Dual Graphics - 1024 MB, Core: 700 MHz, Memoria: 900 MHz, DDR3-VRAM, Catalyst 12.1 (8.900.7.1000)
Memoria
6144 MB 
, 2048 + 4096 MB SO-DIMM DDR3-RAM (1333 MHz), 2 Slot occupati, massimo 6 GB,
Schermo
17.3 pollici 16:9, 1600 x 900 pixel, LG Philips LP173WD1-TLC3, HD+, retroilluminazione LED, diagonale: 43.9 cm, lucido: si
Scheda madre
AMD RS880M
Harddisk
Toshiba MK7575GSX, 750 GB 
, 5400 rpm
Scheda audio
IDT 92HD81B1X @ AMD Hudson-2 FCH - High Definition Audio Controller
Porte di connessione
3 USB 2.0, 1 VGA, 1 HDMI, 1 Kensington Lock, Connessioni Audio: cuffie, microfono, Lettore schede: SD,MMC
Rete
Realtek PCIe FE Family Controller GigaBit (10/100/1000/2500/5000MBit/s), Realtek RTL8188CE Wireless LAN 802.11n (b/g/n = Wi-Fi 4)
Drive ottico
HP CDDVDW SN-208BB
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 37 x 412 x 268
Batteria
47 Wh ioni di litio, 10.8 V, 6 celle, 0.3 kg
Sistema Operativo
Microsoft Windows 7 Home Premium 64 Bit
Camera
Webcam: HP Webcam mit integriertem Digitalmikrofon (VGA)
Altre caratteristiche
alimentatore: 90 Watt, guida di avvio rapido, Microsoft Office Starter 2010, 12 Mesi Garanzia
Peso
2.768 kg, Alimentazione: 336 gr
Prezzo
539 Euro

 

Il case da 17 pollici è fatto completamente in plastica.
Il case da 17 pollici è fatto completamente in plastica.
L'HDD da 750 GB è nascosto sotto una cover nera.
L'HDD da 750 GB è nascosto sotto una cover nera.
La batteria da 6 celle pesa circa 300 grammi.
La batteria da 6 celle pesa circa 300 grammi.
La webcam è accompagnata da un microfono digitale.
La webcam è accompagnata da un microfono digitale.
Le opinioni circa la tastiera saranno diverse.
Le opinioni circa la tastiera saranno diverse.
La cornice nera attrae la polvere.
La cornice nera attrae la polvere.
La serie g7 ha un buon rapporto qualità prezzo
La serie g7 ha un buon rapporto qualità prezzo
Due schede video ed un processore quad core per 500 Euro? Si, è possibile.
Due schede video ed un processore quad core per 500 Euro? Si, è possibile.
I tasti direzionali sarebbero potuti essere un po' più alti.
I tasti direzionali sarebbero potuti essere un po' più alti.
I punti sul touchpad ci hanno dato qualche noia dopo un po'.
I punti sul touchpad ci hanno dato qualche noia dopo un po'.
Una uscita VGA fa ormai parte delle porte da avere assolutamente.
Una uscita VGA fa ormai parte delle porte da avere assolutamente.
HDMI offre una qualità dell'immagine superiore ed incorpora anche il segnale audio.
HDMI offre una qualità dell'immagine superiore ed incorpora anche il segnale audio.
Strano: I LED di stato sono sul lato.
Strano: I LED di stato sono sul lato.
Nonostante il SRS Premium Sound, la qualità degli altoparlanti non vincerà alcun premio.
Nonostante il SRS Premium Sound, la qualità degli altoparlanti non vincerà alcun premio.
HP ha inserito gli altoparlanti sul frontale del case.
HP ha inserito gli altoparlanti sul frontale del case.
Il notebook multimediale ha un consumo moderato.
Il notebook multimediale ha un consumo moderato.
Entrambi gli slot d memoria sono occupati.
Entrambi gli slot d memoria sono occupati.
La batteria non è particolarmente potente con i suoi 47 Wh.
La batteria non è particolarmente potente con i suoi 47 Wh.
HP permette agli utenti di accedere solo alla RAM, all'hard disk ed al modulo WLAN.
HP permette agli utenti di accedere solo alla RAM, all'hard disk ed al modulo WLAN.
Tutte le superfici sono lucide, fatta eccezione per la cornice dello schermo e per la base.
Tutte le superfici sono lucide, fatta eccezione per la cornice dello schermo e per la base.
La polvere si vedrà guardando da vicino il colore grigio.
La polvere si vedrà guardando da vicino il colore grigio.
La base sembra abbastanza stabili.
La base sembra abbastanza stabili.
La parte superiore si piega un po' in alcuni punti.
La parte superiore si piega un po' in alcuni punti.
Le dimensioni ed il peso (~2.8 kg) sono tipiche per un notebook da 17 pollici.
Le dimensioni ed il peso (~2.8 kg) sono tipiche per un notebook da 17 pollici.
L'angolo di apertura massimo non è esattamente generoso.
L'angolo di apertura massimo non è esattamente generoso.
Entrambe le cerniere sono abbastanza forti.
Entrambe le cerniere sono abbastanza forti.
Per aprirlo sono necessarie entrambe le mani.
Per aprirlo sono necessarie entrambe le mani.
La qualità costruttiva è accettabile tenuto cono del prezzo.
La qualità costruttiva è accettabile tenuto cono del prezzo.
E' richiesta un po' di forza per rimuovere la cover di manutenzione.
E' richiesta un po' di forza per rimuovere la cover di manutenzione.
Lo schermo è chiaramente riflettente a seconda di ciò che ci circonda durante il giorno.
Lo schermo è chiaramente riflettente a seconda di ciò che ci circonda durante il giorno.
Il g7 non può competere con il suo fratello maggiore, dv7, in termini di qualità.
Il g7 non può competere con il suo fratello maggiore, dv7, in termini di qualità.
Molti utenti mancini troveranno scomoda la disposizione delle porte.
Molti utenti mancini troveranno scomoda la disposizione delle porte.
Le porte sono ben distribuite sulla destra.
Le porte sono ben distribuite sulla destra.
Il frontale ed il retro non ospitano alcuna porta.
Il frontale ed il retro non ospitano alcuna porta.
Il piccolo alimentatore da 90 watt è facilmente trasportabile.
Il piccolo alimentatore da 90 watt è facilmente trasportabile.

Notebook simili

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione del Notebook HP Envy 17t (Core i7-1065G7, Nvidia MX330, 4K)
GeForce MX330, Ice Lake i7-1065G7, 17.3", 2.73 kg

Links

Confronta i prezzi

Pro

+Rumorosità ragionevole
+Processore Quad core e doppia GPU
+Superfici del case fresche
+Consumi ridotti
+Alimentatore compatto
+Prezzo attraente
+HDD capiente
 

Contro

-Qualche problema con il CrossFire (micro-rallentamenti)
-Superficie del touchpad non molto piacevole
-Scarso il comparto interfacce
-Schermo lucido scarso
-Tastiera di seconda scelta
-Prestazioni ridotte

In sintesi

Cosa ci è piaciuto

La ventola non si farà sentire neanche in modalità 3D.

Cosa ci sarebbe piaciuto

Il supporto del CrossFire ai giochi DirectX 9. Uno schermo migliore sarebbe stato un'ottima cosa-

Cosa ci ha sorpresi

Impensabile fino ad ora: un quad core in un prodotto da 500 Euro.

La concorrenza

Macchine multimediali di fascia bassa con scheda video dedicata come il Packard Bell EasyNote TS13, l'Acer Aspire 7560G o l'HP ProBook 4730s.

Valutazione

HP Pavilion g7-1353eg - 02/06/2012 v2(old)
Florian Glaser

Chassis
76%
Tastiera
74%
Dispositivo di puntamento
78%
Connettività
64%
Peso
77%
Batteria
76%
Display
66%
Prestazioni di gioco
73%
Prestazioni Applicazioni
85%
Temperatura
88%
Rumorosità
84%
Punti aggiuntivi
78%
Media
77%
76%
Multimedia - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione del Notebook HP Pavilion g7-1353eg
Florian Glaser (Update: 2014-09-19)