Notebookcheck

Recensione del Notebook HP EliteBook 8560w-LG660EA

L'elegante, più elegante, EliteBook. State cercando una workstation robusta, potente e ben equipaggiata? Se la risposta è affermativa, potrebbe piacervi molto l'EliteBook 8560w. HP ha creato uno stallone in grado di vincere tutte le sfide ad un prezzo premium.
Florian Glaser (traduzione a cura di Alessandro De Blasis),
HP EliteBook 8560w-LG660EA

Le workstations mobili sono indirizzate ad una specifica tipologia di clientela. Questi utenti non utilizzano il notebook specificamente per Internet, musica o i videogiochi, ma lavorano tutti i giorni utilizzando programmi professionali dalle elevate richieste hardware. I requisiti sono proporzionalmente elevati: oltre alle prestazioni, il notebook ideale per questi utenti deve avere degli ottimi dispositivi di input, un ottimo schermo e tutto il resto.

HP prova ad accontentare questa cerchia di utenti con il suo EliteBook 8560w. Abbiamo verificato se questa workstation appartiene al gruppo dei dispositivi top insieme all'LG660EA. Il potenziale acquirente otterrà un potente processore dual core Intel (Core i5-2540M) ed una potente GPU professionale prodotta da AMD (FirePro M5950) per circa €1450 (Al pubblico: €1650). Quattro GB di RAM DDR3 ed un HDD da 500 GB HDD non sono niente di speciale al confronto. Lo schermo è molto più interessante: si tratta di un 15 pollici opaco dalla risoluzione generosa di ben 1920x1080 pixels. Vale i soldi richiesti?

L'esemplare in test fa parte delle alternative dal costo più ridotto. Oltre questa, ci sono versioni con processore quad core, 8 BG di RAM e scheda video Nvidia Quadro 2000M ma il prezzo supera i €2000.

Case

Il robusto e stabile case (Foto: HP)
Il robusto e stabile case

Di primo acchito, il case da 15 pollici sembra un po' grosso. Con un'altezza di quattro centimetri ed un peso di 3.3 chilogrammi (per confronto W520: 2.7kg, M4600: 3.16 kg), la workstation non è ne leggera e ne sottile - piuttosto il contrario. La costruzione e lo spessore ha comunque i suoi vantaggi: l'EliteBook ha infatti una eccellente stabilità. La base in particolare sorprende in quanto sia la parte superiore che quella inferiore non si piegano neanche sotto pressioni elevate. 

Il dispositivo business è anche bello. HP usa un elegante mix di plastiche di alta qualità nelle tonalità grigio-argentate unite a superfici metalliche (cover e tastiera sono fatte in alluminio) Il design è semplice e senza tempo, anche se la forma un po' angolata potrebbe non piacere a tutti. Le cerniere ci hanno convinti. Dopo aver premuto il pulsante di apertura (che sblocca i ganci della cover), il notebook può essere aperto facilmente con una sola mano. La base non si alza di un millimetro; lo schermo resta in posizione anche se sottoposto a vibrazioni.

Dando uno sguardo più da vicino, troviamo qualche piccolo difetto. Forse si tratta di un caso isolato che affligge solo l'esemplare in test, ma la costruzione non è perfetta (angoli della tastiera che protrudono, spazi tra gli incastri irregolari). Inoltre, alcuni utenti potrebbero non gradire la presenza dei tre gommini che HP ha posizionato sotto la tastiera. Tutto sommato la tastiera da una buona impressione di se.

Connettività

Transcend StoreJet TS500GSJ25D3 USB 3.0 HDD (500 GB)
Prestazioni della USB 3.0

Interfacce

Fatta eccezione per la (abbastanza inusuale in ambito professionale) HDMI, sono disponibili tutte le interfacce più importanti. Oltre alle due uscite video (VGA e display port), due jack audio (cuffie e microfono) e cinque porte USB (2 delle quali sono USB 3.0), la workstation ospita anche un card reader, uno slot ExpressCard ed una eSATA, oltre ad una porta FireWire. Oltre questo, troviamo la possibilità di connessione ad una docking station e ad una batteria secondaria sotto la base (disponibili come accessori).

La distribuzione delle interfacce è certamente una questione di gusti - secondo l'opinione dell'autore, le porte laterali sono state posizionate troppo sul davanti. Gli utenti che connetteranno molti dispositivi esterni dovranno fare i conti con il groviglio dei cavi utilizzando un mouse. In questo caso, l'uso di una docking station è consigliato.

Comunicazione

Oltre alla connessione Gigabit LAN via RJ-45, è consentita la connessione ad Internet mediante la WLAN b/g/n (Intel Advanced N 6205) o la Bluetooth 3.0. Alcuni utenti gradiranno anche la presenza della porta RJ-11 (modem 56kbps).

Sicurezza

La sicurezza è un fattore chiave per l'EliteBook 8560w. Troviamo infatti diversi software e soluzioni hardware per proteggere il 15 pollici dall'accesso di terze parti. Tra le altre cose, abbiamo un lettore di impronte digitali, il Kensington Lock, un lettore di smart card, il chip TPM ed una webcam HD con riconoscimento facciale.

Frontale: Card reader
Frontale: Card reader
Sinistra: Kensington Lock, RJ-45 Gigabit LAN, display port, eSATA / USB 2.0 combo, 2 USB 2.0, FireWire, 54 mm ExpressCard
Sinistra: Kensington Lock, RJ-45 Gigabit LAN, display port, eSATA / USB 2.0 combo, 2 USB 2.0, FireWire, 54 mm ExpressCard
Destra: Cuffie, microfono, 2 porte USB 3.0, smart card, drive ottico, VGA
Destra: Cuffie, microfono, 2 porte USB 3.0, smart card, drive ottico, VGA
Retro: modem RJ-11, alimentazione
Retro: modem RJ-11, alimentazione
Software installato
Software installato

Software

L'EliteBook è dotato di una gran quantità di software. Ci siamo limitati a visionare l'"HP Power Assistant" ed l'"HP ProtectTools Security Manager" in questo articolo. Mentre il primo si occupa della gestione dei consumi, con il secondo si possono gestire diverse funzionalità di sicurezza (criptaggio dati dell'HDD, passwords, biometrica, ecc).

Comunque, HP tende a strafare come al solito: il notebook è pieno di programmi che si avviano con il sistema operativo ed il sistema prende velocità dopo qualche minuto. Si consiglia un'installazione più leggera oppure l'uso di una memoria di massa più veloce (parola chiave: SSD).

Dotazioni

Non c'è ragione per lamentarsi delle dotazioni. Oltre alle cose ovvie, come l'alimentatore (120 watts) e la batteria (8 celle con 75 Wh), l'acquirente troverà diverse brochures informative, un DVD con i driver ed un DVD di ripristino per il ripristino del sistema operativo (Windows 7 Professional 64 bit).

Garanzia

Encomiabile: HP garantisce per 3 anni il notebook. In alcuni Stati c'è anche il servizio di ritiro in caso di danno. Naturalmente, HP offre aggiornamenti alla garanzia con i suoi "eCare Packs", per esempio il servizio onsite per il giorno lavorativo successivo alla segnalazione costa circa €130.

HP Power Assistent
HP Power Assistent
HP ProtectTools Security Manager
HP ProtectTools Security Manager
HP Connection Manager
HP Connection Manager

Dispositivi di input

Tastiera

I dispositivi di input sono adatti ad un apparecchio business. Il design chiclet della tastiera (con tasti separati) ha un layout perfetto ed un feeling nella digitazione ben definito (dal suono adeguato). Questi fattori, uniti alla buona dimensione dei tasti (15 x 15 millimetri) risultano in una elevata attitudine al lavoro.

Dobbiamo criticare solo i piccoli tasti direzionali ed il tasto invio stretto. Il tastierino numerico dedicato ed i quattro tasti speciali (WLAN, volume, browser e calcolatrice) compensano queste lacune.

Touchpad

Il produttore ha fatto un buon lavoro anche con il touchpad. Esso si dimostra ben concepito grazie alle dimensioni generose (110x50 millimetri) ed alla superficie abbastanza liscia - nonostante il contorno in gomma. La leggera depressione, le barre di scorrimento attivabili e disattivabili oltre al supporto multi-touch (varie gestures) sono certamente dei punti a favore. C'è comunque dello spazio per migliorare riguardo la precisione: il touchpad a volte risponde con qualche esitazione. Contestualmente, i tre tasti del mouse convincono per il loro piacevole feeling nella pressione

Quando lo si desidera, può essere disattivato completamente. Troviamo un "PointStick" arancione nel centro della tastiera, il quale può essere utilizzato in sostituzione del touchpad con i suoi tre tasti aggiuntivi. Ovviamente, con un mouse esterno l'input è certamente migliore.

Tastiera
Tastiera
Touchpad
Touchpad

Schermo

Occorre porre attenzione allo schermo in quanto se ne trovano tre differenti versioni a seconda del modello. I dispositivi più economici hanno uno schermo HD+ con una risoluzione di 1600x900 pixels. I modelli top possono contare invece sulla fedeltà dei colori (DreamColor) e sulla stabilità degli angoli di visualizzazione (UWVA) dello schermo Full HD. L'EliteBook 8560w-LG660EA che abbiamo recensito ha anch'esso uno schermo con una risoluzione di 1920x1080 pixels, ma senza tecnologia DreamColor. Tutti i modello hanno una superficie opaca, retroilluminazione LED ed un formato 16:9.

227
cd/m²
232
cd/m²
226
cd/m²
228
cd/m²
252
cd/m²
241
cd/m²
227
cd/m²
255
cd/m²
234
cd/m²
Distribuzione della luminosità
LG Philips LP156WF1-TLF3
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 255 cd/m² Media: 235.8 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 89 %
Al centro con la batteria: 198 cd/m²
Contrasto: 536:1 (Nero: 0.47 cd/m²)

Gli utenti professionali vorranno naturalmente una qualità dell'immagine superiore. HP lo sa: lo schermo LG Philips (LP156WF1-TLF3) soddisferà la maggior parte degli acquirenti.

La luminosità è più che buona essendo di circa 236 cd/m2. Il black value è anch'esso soddisfacente: 0.47 cd/m2 e non fa apparire grigie cose che dovrebbero essere nere. Un contrasto superiore alla media di 536:1 fa parte delle caratteristiche dello schermo. I colori sono relativamente forti e lo spettro sRGB è quasi completamente coperto. Per contro, non abbastanza da coprire lo spettro Adobe RGB (vedi screenshot).

HP EliteBook 8560w-LG660EA vs. sRGB (grid)
HP EliteBook 8560w-LG660EA vs. sRGB (grid)
HP EliteBook 8560w-LG660EA vs. AdobeRGB (grid)
HP EliteBook 8560w-LG660EA vs. AdobeRGB (grid)
HP EliteBook 8560w-LG660EA vs. Schenker Xirios W710 (grid)
HP EliteBook 8560w-LG660EA vs. Schenker W710 (grid)

La superficie opaca e la buona luminosità permettono un uso esterno confortevole. In contrasto alla concorrenza con schermo lucido, i riflessi costituiranno difficilmente un problema e quindi gli occhi si affaticheranno meno. HP si è ricordata di installare anche un sensore di illuminazione ambientale, il quale adatta la luminosità dello schermo con il tocco di un bottone.

All'esterno
All'esterno
L'HP EliteBook 8560w-LG660EA utilizzato all'esterno

Gli angoli di visualizzazione sono migliori rispetto alla maggioranza dei notebook. Anche le più grandi deviazioni sui lati e in alto non portano a variazioni nell'immagine. C'è qualche spazio per migliorare nella prospettiva obliqua.

Angoli di visualizzazione: HP EliteBook 8560w-LG660EA
Angoli di visualizzazione: HP EliteBook 8560w-LG660EA

Prestazioni

Turbo Boost
Turbo Boost

Processore: Intel Core i5-2540M

L'EliteBook 8560w è equipaggiato con uno degli ultimi processori Sandy Bridge prodotti da Intel. Mentre alcuni modelli hanno un processore quad-core, il LG660EA qui recensito ha un dual core. Non per questo il notebook pecca in termini di potenza: il Core i5-2540M fa parte dei più potenti processori mobili.

Il processore, prodotto con litografia a 32 nm offre 624 milioni di transistors ed ha 3 MB di cache L3. In confronto: il quad-core di Intel contiene 995 milioni di transistors ed una cache L3 di più di otto MB. Il clock base di 2.6 GHz ed il clock massimo di 3.3 GHz (grazie all'overclock automatico via Turbo Boost) sono fattori impressionanti.

Inoltre, la tecnologia Hyper Threading simula due core virtuali nel sistema. Così, si hanno quattro threads paralleli con due core fisici. Comunque, non tutti i programmi potranno beneficiare di questo fatto. Gli sviluppatori devono ottimizzare i loro software in modo da permetterlo. Altri punti a favore sono il supporto alla VT-x, rispettivamente VT-d (virtualizzazione hardware) ed alla tecnologia Intel vPro la quale offre funzioni di gestione della sicurezza.

Rispetto alle prestazioni offerte ed alle numerose funzioni, un TDP di 35 watts (Core i7: max. 55 watts) è accettabile. Dato che l'HP ha omesso la funzione di commutazione delle GPU, la scheda grafica integrata, HD Graphics 3000, resta disattivata. Fattore negativo per l'autonomia.

System info CPUZ CPU
System info HDTune
System info CrystalDiskMark
System info HWiNFO
System info GPUZ
System info CPUZ RAM SPD
System info CPUZ RAM
System info CPUZ Mainboard
System info CPUZ Cache
DPC Latency: Partly high rates when FN functions are used
Informazioni di Sistema: HP EliteBook 8560w-LG660EA

Turbo Boost

Parliamo brevemente dell'overclock automatico. Mentre il Core i5-2540M ha una velocità di clock di 3.2 - 3.3 GHz quando uno dei core è sottoposto a sollecitazioni (secondo l'Intel Monitor), si ha una media di 3.1 GHz quando sono tutti caricati. La CPU ha funzionato ad almeno 2.9 GHz anche negli stress test più esosi (Furmark & Prime).

3.2-3.3 GHz @ nel rendering single core (Cinebench R10)
3.2-3.3 GHz @ nel rendering single core (Cinebench R10)
3.1 GHz @ nel rendering multi core (Cinebench R10)
3.1 GHz @ nel rendering multi core (Cinebench R10)
2.9 GHz @ stress test (Furmark & Prime)
2.9 GHz @ stress test (Furmark & Prime)

Prestazioni della CPU

Il Core i5-2540M mostra le sue capacità anche in Cinebench R10 oltre agli altri benchmarks. Le prestazioni nel rendering single core sono sicuramente degne di rispetto: con 5174 punti, il processore si posiziona almeno il 6% sopra al quad core entry level i7-2670QM (~4900 punti). Quando più core vengono sollecitati, il Core i5 2540M resta dietro sensibilmente: 11242 contro 18000 parlano chiaro (rendering multi core).

Il dual core è ovviamente dietro al quad core anche in Cinebench R11.5. Il quad core esegue i calcoli approssimativamente il 70% più velocemente (2.93 vs. 5.1 punti). Ergo: Se il notebook deve durare il più possibile e/o l'uso è pesantemente multi-threading, un modello con un processore quad core Core i7 va sicuramente preferito.

Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
4177
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
9192
Cinebench R10 Shading 32Bit
7975
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
5174 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
11242 Points
Cinebench R10 Shading 64Bit
8833 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
50.1 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
2.93 Points
Aiuto
GPU info
GPU info
AMD Eyefinity
AMD Eyefinity

Scheda grafica: AMD FirePro M5950

HP installa l'Nvidia Quadro 1000M, la 2000M, o l'AMD FirePro M5950. Non ci sono alternative classiche per gli utenti comuni, solo alternative adatte all'uso professionale.

La FirePro M5950 è una scheda grafica DirectX 11 di fascia medio-alta e le sue specifiche sono molto simili a quelle della Radeon HD 6770M: 716 milioni di transistors, 480 Unified Shaders e 1024 MB di memoria video GDDR5 (interfaccia a 128 bit) sono solo alcune delle sue caratteristiche. Le velocità di clock sono di 725 MHz (core) e 900 MHz (memorie). 

I video in HD vengono accelerati attraverso un decoder UVD 3 e la scheda video pu trasmettere un segnale surround mediante la HDMI. La FirePro M5950 è realizzata con processo produttivo a 40 nm. Dato che HP non ha rilasciato un driver aggiornato al tempo della recensione, abbiamo utilizzato il driver installato, versione 8.821.1.7000 che è vecchio di qualche mese. Ad ogni modo, la scheda video può visualizzare immagini fino a cinque monitor contemporaneamente se si utilizza la docking station (Eyefinity).

5.9
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
7.1
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
7.2
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
6.7
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
6.7
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
5.9

Prestazioni della GPU

La FirePro M5950 si comporta bene in SPECviewperf 11 (che sottopone a test diversi programmi CAD). Tuttavia, la scheda grafica AMD non raggiunge le prestazioni della Nvidia Quadro 2000M (vantaggio del 21%), la Quadro 1000M è sorpassata dell'11%. In pratica, la FirePro M5950 sembra un cappello vecchio se messa a confronto con costosissimi modelli di fascia alta, Quadro 4000M (+51%) e Quadro 5010M (+63%).

HP EliteBook 8560w-LG660EA
FirePro M5950, 2540M, Hitachi Travelstar 7K500 HTS725050A9A364
Fujitsu Celsius H710 WXP11DE
Quadro 1000M, 2820QM, Toshiba THNSFC256GBSJ
Lenovo ThinkPad W520
Quadro 2000M, 2820QM, Seagate Momentus 7200.4 ST9500420AS
Dell Precision M6600
Quadro 4000M, 2920XM, Samsung SSD 810 Series
SPECviewperf 11
-11%
21%
51%
1920x1080 Siemens NX
19.59
13.3
-32%
19.28
-2%
26.38
35%
1920x1080 Tcvis
16.54
16.17
-2%
22.13
34%
29.22
77%
1920x1080 SolidWorks
38.92
25
-36%
32.8
-16%
39.13
1%
1920x1080 Pro/ENGINEER
4.67
8.32
78%
9.45
102%
10.59
127%
1920x1080 Maya
49.28
33.48
-32%
45.28
-8%
51.38
4%
1920x1080 Lightwave
48.56
35.99
-26%
40.8
-16%
42.12
-13%
1920x1080 Ensight
15.45
11.19
-28%
17.84
15%
24.89
61%
1920x1080 Catia
16.84
15.04
-11%
27.08
61%
36.53
117%

Le prestazioni DirectX 11 sono approssimativamente in linea con quelle della Radeon HD 6770M: 1350 punti in 3DMark 11 (1280x720, Impostazioni ad elevate prestazioni, punteggio GPU) e 18.1 fps nel benchmark Unigine Heaven 2.1 (1280x1024, alto, tessellation su default) sono risultati sopra la media. Le schede grafiche di fascia media, come la GeForce GT 540M, raggiungono circa 900 punti, e rispettivamente 14 fps.

3DMark 03 Standard
31792 punti
3DMark 05 Standard
19971 punti
3DMark 06 Standard
10592 punti
3DMark Vantage P Result
6257 punti
3DMark 11 Performance
1500 punti
Aiuto

Prestazioni HDD

Nel modello in test troviamo installato un HDD da 2.5 pollici prodotto da Hitachi. L'HTS725050A9A ha una capacità di 500 GB ed offre buone prestazioni grazie ai 7200 rpm. 93 MB/s nella lettura sequenziale e 92 MB/s nella scrittura sequenziale non sono valori ottenibili con la maggioranza degli HDD (CrystalDiskMark). La velocità di accesso di 16.8 ms è anche essa impressionante (HDTune). 

Oltre ciò, è consigliabile l'upgrade ad un solid state drive se possibile. Essi sono in grado di velocizzare sensibilmente le operazioni in Windows; i tempi di caricamento, le installazioni ed il trasferimento ne beneficeranno come i tempi di avvio. Anche il multitasking tende a sforzare l'HDD.

Hitachi Travelstar 7K500 HTS725050A9A364
Valore Minimo di trasferimento: 51.7 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 111.7 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 85.8 MB/s
Tempi di accesso: 16.8 ms
Burst Rate: 108.6 MB/s

Prestazioni di sistema

Il venerabile PCMark Vantage conferma le ottime prestazioni del dispositivo 15 pollici. 7768 punti sono tipici per apparecchi di fascia medio alta. Comunque, con un SSD si avrebbe potuto ottenere un punteggio decisamente superiore, come accade con il Fujitsu Celsius H710: Nonostante la scheda video meno potente (Quadro 1000M), il notebook business ottiene più del doppio: 16268 punti.

PCMark Vantage Result
7768 punti
PCMark 7 Score
2199 punti
Aiuto

Prestazioni nei Videogiochi

Anche se la FirePro M5950 è progettata per il campo professionale, questa scheda video è ottima per i videogiochi. I giochi più vecchi o meno intensi, come Fifa 12, StarCraft 2 o Call of Duty: Black Ops possono essere gustati fluidamente alla risoluzione nativa di 1920x1080 pixels a dettagli elevati e con antialiasing. Al contrario, i titoli più recenti, come Battlefield 3, Anno 2070 o Skyrim possono girare fluidamente solo a risoluzione più bassa e con dettagli ridotti.

Suggerimento: 1600x900 pixels sembra essere un buon compromesso tra qualità dell'immagine e consumo delle risorse. Errori grafici o cali delle prestazioni inusuali non si sono mai verificati in nessuno dei dodici giochi testati. Le prestazioni corrispondono grosso modo a quelle della Radeon HD 6770M con un leggero vantaggio a favore della FirePro M5950. In contrasto a SPECviewperf 11, la Quadro 2000M non domina in questi test.

basso medio alto ultra
Metro 2033 (2010) 45.7 24.2 8.7 fps
StarCraft 2 (2010) 67.4 47.2 29.7 fps
Mafia 2 (2010) 55.3 46.8 28.9 fps
Call of Duty: Black Ops (2010) 75.7 63.2 43.8 fps
Crysis 2 (2011) 64.9 48.3 16 fps
Dirt 3 (2011) 82.4 56.1 18.2 fps
Deus Ex Human Revolution (2011) 48.4 21.6 fps
F1 2011 (2011) 65 55 20 fps
Fifa 12 (2011) 167 104.2 64.3 fps
Battlefield 3 (2011) 29.5 23.1 fps
The Elder Scrolls V: Skyrim (2011) 43.5 30.9 16 fps
Anno 2070 (2011) 45.1 29.2 15 fps

Prestazioni a batteria

Le prestazioni non risentono molto dell'uso a batteria. Come si potrà notare dai grafici, la scheda video è solo marginalmente più lenta a batteria. Il processore ne è più affetto, il risultato in Cinebench R10 è più basso di circa il 20%.

Benchmark Alimentazione da rete elettrica A Batteria Deviazione
Cinebench R10 Single CPU 5174 4095 -21 %
Cinebench R10 Multi CPU 11242 8909 -21 %
Cinebench R10 OpenGL 8833 7703 -13 %
Cinebench R11.5 OpenGL 50.10 47.64 -5 %
Cinebench R11.5 CPU 2.93 2.5 -15 %
3DMark 11 Total 1500 1482 -1 %
Unigine Heaven 2.1 18.1 17.9 -1 %

Emissioni

Rumorosità

L'elevata rumorosità è uno dei pochi difetti di questo EliteBook 8560w. Durante l'elaborazione 3D, la ventola del case gira ad un livello udibile che viene coperto solo negli ambienti più rumorosi (dove ci sia uno stereo, una televisione, ecc). A peggiorare le cose, la ventola emette un fastidioso fischio occasionalmente se sottoposto a carichi elevati. Il laptop diventa davvero fastidioso nella irrealistica situazione di pieno carico. Abbiamo misurato circa 50 dB (A) alla distanza di 15 centimetri.

Naturalmente, il notebook si comporta meglio in idle, anche se la ventola non cessa mai di girare completamente. Il livello di rumore è costante, a parte qualche raro aumento della velocità. Quando non si accede ai dati, anche il rumore del drive DVD è accettabile. La maggioranza degli acquirenti troveranno la rumorosità accettabile.

Rumorosità

Idle
33.3 / 33.3 / 38.8 dB(A)
HDD
33.7 dB(A)
DVD
35.2 / dB(A)
Sotto carico
38.9 / 48.7 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Voltcraft SL-320 (15 cm di distanza)
Stress test (Furmark & Prime)
Stress test

Temperatura

Le temperature del case non sono un problema. La base resta fresca in idle - circa 30°C. Come al solito, la regione della ventola scalda di più in particolare durante l'uso delle applicazioni 3D; abbiamo misurato un massimo di 37°C sulla parte superiore ed un massimo di 44°C sulla base. Grande: gli appoggi dei polsi non si scaldano neanche sotto carico pesante.

Abbiamo utilizzato Furmark e Prima per registrare il calore prodotto dai componenti. Mentre la GPU scalda fino a 70°C, la CPU talvolta supera il punto critico di 100°C secondo HWMonitor. Comunque, non si nota alcun rallentamento  (throttling). Le prestazioni sono state sempre perfette (la componentistica è molto più fresca durante l'uso normale)

Carico massimo
 36.8 °C33.8 °C27.8 °C 
 34.4 °C34.1 °C26.2 °C 
 26.3 °C27.1 °C26.6 °C 
Massima: 36.8 °C
Media: 30.3 °C
30.2 °C38 °C43.5 °C
31.1 °C37.2 °C41.1 °C
29.9 °C36.5 °C37 °C
Massima: 43.5 °C
Media: 36.1 °C
Alimentazione (max)  29.4 °C | Temperatura della stanza 19.2 °C | Voltcraft IR-360
(+) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 30.3 °C / 87 F, rispetto alla media di 31.3 °C / 88 F per i dispositivi di questa classe Workstation.
(+) La temperatura massima sul lato superiore è di 36.8 °C / 98 F, rispetto alla media di 37.3 °C / 99 F, che varia da 22.2 a 69.8 °C per questa classe Workstation.
(±) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 43.5 °C / 110 F, rispetto alla media di 40.5 °C / 105 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 28.6 °C / 83 F, rispetto alla media deld ispositivo di 31.3 °C / 88 F.
(+) I poggiapolsi e il touchpad sono piu' freddi della temperatura della pelle con un massimo di 27.4 °C / 81.3 F e sono quindi freddi al tatto.
(±) La temperatura media della zona del palmo della mano di dispositivi simili e'stata di 27.8 °C / 82 F (+0.4 °C / 0.7 F).
SRS Premium Sound
SRS Premium Sound

Altoparlanti

Entrambi gli altoparlanti, nascosti nel frontale del case, emettono un suono discreto - almeno se si attiva la tecnologia SRS. Il suono perde volume e diventa sensibilmente ovattato senza questo miglioramento (si veda l'immagine). Gli altoparlanti possono essere alzati sorprendentemente, ma tendono a gracchiare proporzionalmente al volume. Ad ogni modo, la qualità audio non è male, cuffie o casse esterne andrebbero usate se possibile. Notebook con buoni altoparlanti sono una cosa molto rara.

Autonomia

L'assenza di commutazione tra schede video si nota specialmente in idle: con un consumo di  18-24 watts, l'HP EliteBook usa più del doppio dell'energia del  Lenovo ThinkPad W520 equipaggiato con la tecnologia Optimus di Nvidia (8-17 watts). Le cose cambiano completamente sotto carico: invece di 150 watt (ThinkPad), l'EliteBook consuma un massimo di 105 watts. Nota: Il ThinkPad W520 utilizzato per il confronto ha una CPU quad core.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.1 / 0.5 Watt
Idledarkmidlight 18.1 / 22.8 / 24 Watt
Sotto carico midlight 68.7 / 104.6 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC-940
Massima autonomia (Reader's Test)
Reader's Test
Minima autonomia (Classic Test)
Classic Test

Come già rimarcato, l'autonomia non è niente di speciale. Il notebook si spegne dopo solo un'ora se sottoposto a pieno carico. Un po' di più per la riproduzione di un film: il nostro DVD di prova ha girato per circa 1.75 ore (massima luminosità). Abbiamo potuto navigare in internet per 2.75 ore (luminosità media). Più di tre ore possono essere raggiunte alla luminosità minima. Altre workstations offrono una maggiore mobilità (vedi Dell Precision M4600).

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
3ore 39minuti
Navigazione WiFi
2ore 44minuti
DVD
1ore 46minuti
Sotto carico (max luminosità)
1ore 04minuti

Risultati complessivi

HP EliteBook 8560w-LG660EA (Foto: HP)
HP EliteBook 8560w

I pregi dell'EliteBook 8560w-LG660EA sono predominanti. La combinazione tra processore dual core Intel e scheda video professionale AMD velocizza perfettamente le applicazioni. La FirePro M5950 è impressionante anche nei programmi CAD. Come dimostrano i nostri benchmarks, il laptop da 15 pollici è adatto agli ultimi giochi.

Oltre questo, abbiamo un case robusto e dalla buona connettività che offre ottimi dispositivi di input ed uno schermo di fascia alta. (Utenti con ambizioni di editing di immagini o video dovrebbero puntare a modelli con tecnologia  DreamColor). La sicurezza è un fattore importante. HP ha installato un certo numero di soluzioni hardware e software. Piccoli dettagli, come la lunga garanzia (tre anni) e la presenza del DVD di ripristino sono punti a favore.

Nonostante questo, l'EliteBook 8560w non raggiunge la valutazione di "Molto Buono". Oltre al suo peso elevato (circa 3.3 chilogrammi), dobbiamo criticare la ridotta autonomia e la rumorosità - il notebook non è esattamente silenzioso. L'autonomia avrebbe beneficiato della presenza della funzione di commutazione della scheda video. HP dovrebbe lavorare anche sul raffreddamento: il Core i5-2540M ha raggiunto i 100°C nello stress test.

Nel complesso, ci sentiamo di dare comunque all'EliteBook 8560w una raccomandazione all'acquisto. HP ha fatto sforzi evidenti in ogni campo. Le alternative a 15 pollici sono ad esempio il Fujitsu Celsius H710, il Lenovo ThinkPad W520 o il Dell Precision M4600.

Si ringrazia...
Recensito: HP EliteBook 8560w-LG660EA (Foto: HP)
Recensito: HP EliteBook 8560w-LG660EA, si ringrazia:

Specifiche tecniche

HP EliteBook 8560w-LG660EA (EliteBook 8560w Serie)
Processore
Intel Core i5-2540M 2 x 2.6 - 3.3 GHz, Sandy Bridge
Scheda grafica
AMD FirePro M5950 - 1024 MB, Core: 725 MHz, Memoria: 900 MHz, GDDR5-VRAM, 8.821.1.7000
Memoria
4096 MB 
, SO-DIMM DDR3-SDRAM (1333 MHz), due slot / uno vuoto
Schermo
15.6 pollici 16:9, 1920 x 1080 pixel, LG Philips LP156WF1-TLF3, Full HD, WVA, retroilluminazione LED, lucido: no
Scheda madre
Intel QM67
Harddisk
Hitachi Travelstar 7K500 HTS725050A9A364, 500 GB 
, 7200 rpm
Scheda audio
IDT 92HD81B1X @ Intel Cougar Point PCH - High Definition Audio Controller
Porte di connessione
1 Express Card 54mm, 3 USB 2.0, 2 USB 3.0 / 3.1, 1 Firewire, 1 VGA, 1 DisplayPort, 1 Modem, 1 Kensington Lock, 1 eSata, 1 Porta Docking, Connessioni Audio: uscita cuffie, ingresso microfono, Lettore schede: SD,MMC, 1 SmartCard, 1 Lettore impronte digitali, Connettore per batteria secondaria
Rete
Intel 82579LM Gigabit Network Connection (10/100/1000/2500/5000MBit/s), Intel Centrino Advanced-N 6205 (a/b/g/n = Wi-Fi 4), Bluetooth 3.0
Drive ottico
HP CDDVDW TS-L633R
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 40 x 382 x 258
Batteria
75 Wh ioni di litio, 8 celle, 0.43 kg
Sistema Operativo
Microsoft Windows 7 Professional 64 Bit
Camera
Webcam: HD
Altre caratteristiche
alimentatore: 120 watt, DVD con i driver, DVD di ripristino, fogli informativi, Microsoft Office 2010 Starter, Roxio MyDVD Business 2010, 36 Mesi Garanzia
Peso
3.28 kg, Alimentazione: 510 gr
Prezzo
1649 Euro

 

Il design è elegante e semplice.
Il design è elegante e semplice.
La batteria ha una capacità abbastanza buona.
La batteria ha una capacità abbastanza buona.
HP ha fatto un ottimo lavoro con i dispositivi di input.
HP ha fatto un ottimo lavoro con i dispositivi di input.
I comodi tasti rapidi per la WLAN, il volume, il browser e la calcolatrice.
I comodi tasti rapidi per la WLAN, il volume, il browser e la calcolatrice.
Le cerniere tengono la cover dello schermo in posizione.
Le cerniere tengono la cover dello schermo in posizione.
I Pointsticks stanno diventando molto popolari nei dispositivi business.
I Pointsticks stanno diventando molto popolari nei dispositivi business.
HP ha installato un veloce processore dual core di Intel.
HP ha installato un veloce processore dual core di Intel.
Il touchpad rivestito in gomma ha una dimensione adeguata.
Il touchpad rivestito in gomma ha una dimensione adeguata.
Il frontale ha un piccolo card reader.
Il frontale ha un piccolo card reader.
La destra è dotata di due porte USB 3.0.
La destra è dotata di due porte USB 3.0.
Monitor esterni possono essere analogici o digitali
Monitor esterni possono essere analogici o digitali
Le porte moderne stanno diventando scarse.
Le porte moderne stanno diventando scarse.
HP ha posizionato il jack di alimentazione sul retro.
HP ha posizionato il jack di alimentazione sul retro.
Internet è possibile sia via cavo che in wireless.
Internet è possibile sia via cavo che in wireless.
Un totale di cinque porte USB attendono l'utente.
Un totale di cinque porte USB attendono l'utente.
La RAM può essere aggiornata facilmente-
La RAM può essere aggiornata facilmente-
Sulla base possono essere connessi una docking station ed una batteria secondaria.
Sulla base possono essere connessi una docking station ed una batteria secondaria.
Il notebook ha un sensore di luminosità e due microfoni.
Il notebook ha un sensore di luminosità e due microfoni.
La cover e la tastiera sono il alluminio.
La cover e la tastiera sono il alluminio.
HP ha optato per una colorazione grigio-argento.
HP ha optato per una colorazione grigio-argento.
Tutte le superfici sono opache e resistenti
Tutte le superfici sono opache e resistenti
L'EliteBook è massiccio e pesante per essere un 15 pollici.
L'EliteBook è massiccio e pesante per essere un 15 pollici.
Il notebook può essere aperto fino a 180°.
Il notebook può essere aperto fino a 180°.
Non molti notebook hanno una simile stabilità.
Non molti notebook hanno una simile stabilità.
Il posizionamento dei gommini proteggi-schermo (sugli appoggi dei polsi) potrebbe dare fastidio a qualcuno.
Il posizionamento dei gommini proteggi-schermo (sugli appoggi dei polsi) potrebbe dare fastidio a qualcuno.
Il retro ha qualche bordo appuntito.
Il retro ha qualche bordo appuntito.
I pulsanti del mouse sono duplicati.
I pulsanti del mouse sono duplicati.
Il notebook da 15 pollici è bello su ogni scrivania.
Il notebook da 15 pollici è bello su ogni scrivania.
HP ha distribuito bene le interfacce.
HP ha distribuito bene le interfacce.
A parte l'assenza di una porta HDMI, siamo molto soddisfatti della connettività.
A parte l'assenza di una porta HDMI, siamo molto soddisfatti della connettività.
La cover di manutenzione può essere opzionalmente messa in sicurezza per mezzo di una vite.
La cover di manutenzione può essere opzionalmente messa in sicurezza per mezzo di una vite.
Ventola, scheda grafica e processore, non sono direttamente accessibili.
Ventola, scheda grafica e processore, non sono direttamente accessibili.
L'alimentatore incluso è sorprendentemente sottile.
L'alimentatore incluso è sorprendentemente sottile.

Notebook Simili

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione della Workstation HP ZBook Studio G5 (i7, P1000, 4K)
Quadro P1000, Coffee Lake i7-8750H, 15.6", 2.091 kg
Recensione della Workstation HP ZBook Studio x360 G5 (i7, P1000, FHD)
Quadro P1000, Coffee Lake i7-8750H, 15.6", 2.352 kg
Recensione della Workstation HP ZBook 14u G5 (i7-8550U, Pro WX 3100)
Radeon Pro WX 3100, Kaby Lake Refresh i5-8550U, 14", 1.576 kg
Recensione della Workstation HP ZBook 15u G5 (FHD, i7-8550U)
Radeon Pro WX 3100, Kaby Lake Refresh i5-8550U, 15.6", 1.914 kg

Links

Confronta i Prezzi

Pro

+Schermo opaco dai buoni valori
+Numerose funzioni di sicurezza
+Elevata connettività
+Dispositivi di input ottimi
+Case robusto
+Buone prestazioni
+DVD di ripristino
 

Contro

-Rumorosità sotto carico
-Assenza di commutabilità tra schede video
-Peso abbastanza elevato
-Autonomia ridotta

In sintesi

Cosa ci è piaciuto

Soprattutto, il case stabili, i dispositivi di input e lo schermo di fascia alta.

Cosa ci sarebbe piaciuto

Una maggiore autonomia ed una più ridotta rumorosità.

Cosa ci ha sorpresi

HP ha dotato l'EliteBook di una gran quantità di funzioni di sicurezza.

La concorrenza

Le workstations più potenti, come il Dell Precision M4600 & M6600, il Fujitsu Celsius H710 i il Lenovo ThinkPad W520.

Valutazione

HP EliteBook 8560w-LG660EA - 12/26/2011 v2(old)
Florian Glaser

Chassis
92%
Tastiera
90%
Dispositivo di puntamento
86%
Connettività
88%
Peso
67%
Batteria
71%
Display
89%
Prestazioni di gioco
90%
Prestazioni Applicazioni
90%
Temperatura
84%
Rumorosità
72%
Punti aggiuntivi
86%
Media
84%
86%
Workstation - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione del Notebook HP EliteBook 8560w-LG660EA
Florian Glaser (Update: 2014-09-19)