Notebookcheck

Recensione Notebook Asus G75V

La nuova stella nel paradiso del Gaming. Asus ha rielaborato il suo gigante da 17 pollici in modo da poter meglio competere nel 2012. Il nuovo modello ha un look fresco ed un hardware all'avanguardia. Grazie alla CPU Ivy Bridge ed alla scheda grafica GeForce 600, il G75 fa mangiare la polvere ai suoi predecessori. La ventola sarà sempre silenziosa come al solito nell'utilizzo del 3D?
Asus G75V

Abbiamo dato uno sguardo all'ultimo portatile per il gaming , il 17 pollici Asus G75V, qualche settimana prima del lancio ufficiale ampiamente anticipato della generazione Ivy Bridge. Il nostro model di test è un prototipo rifinito a mano ma si avvicina abbastanza alla versione definitiva. Naturalmente, è possibile che il produttore apporterà qualche piccola modifica prima del lancio (controllo della ventola, software, ecc.). Tuttavia riteniamo che questo modello meriti una recensione approfondita.

In confronto al vecchio G74, il nuovo modello è stato notevolmente aggiornato sull'esterno ed anche all'interno. Iniziamo con la scheda grafica: invece di una (vecchiotta) GeForce GTX 560M, Asus ha installato una GeForce GTX 670M molto più veloce. Questa scheda grafica high-end non utilizza la nuova architettura Kepler Nvidia ma c'è comunque un significativo incremento delle prestazioni. Stando a nostre fonti, ci saranno modelli con la meno potente GeForce GTX 660M Kepler-based (in relazione al prezzo).

Il processore è stato sostituito con un modello nuovo. Il G74SX usa un membro della famiglia Sandy Bridge (come il Core i7-2630QM), mentre il G75V utilizza una CPU della generazione Ivy Bridge. Il Core i7-3720QM integrato è uno dei processori quad-core più veloci al mondo (2.6-3.6 GHz). La RAM da 16 GB DDR3 (4x4096 MB) dà un'indicazione sulle sorprendenti prestazioni.

Il punto di forza segreto del G75V è il display 3D-ready 120 Hz (che include la 3D Vision 2 Nvidia). Il portatile è all'altezza dello standard premium ed offre un masterizzatore Blu-ray e d un Solid State Drive da 256 GB (+ HDD da 750 GB). Il sistema operativo è Windows Professional (64 bit).

Nelle prossime settimane, le configurazioni disponibili in Europa saranno rese note.

Case

Lato superiore gommato
Lato superiore gommato

Il G75 ricorda molto il suo predecessore dall'esterno. Le superfici grigio scuro del lato superiore del notebook sono in gomma resistente che si sporca solo con il grasso delle dita.

La prima differenza che si nota è sul retro del laptop. Il produttore ha spostato la ventola di raffreddamento (che si trova al centro nel G74) di nuovo verso l'esterno (guarda il G73). Altre differenze si notano a destra e sinistra nel modello di test: invece di mantenere un tono scuro su tutto il case, Asus ha utilizzato una bella striscia argento grigio per rinnovare il look del case.

Asus ha dotato il G75 di un design eccellente che salta all'occhio non appena si apre il laptop: i lati del notebook così come le casse e la tastiera sono in stylish silver (alluminio). I punti di appoggio dei polsi, che usano una gommatura leggermente più ruvida rispetto al lato superiore del laptop, sono in grigio scuro.

Il modello di test che abbiamo provato è un prototipo rifinito a mano e pertanto non possiamo commentare in via definitiva l'assemblaggio del prodotto finale. Nel complesso, riteniamo che gli utenti possano attendersi una qualità di assemblaggio simile a quella del G74. Potremo fornire un confronto diretto non appena avremo tra le mani il prodotto definitivo.

Ora diamo uno sguardo alla robustezza, che era buona in entrambi i predecessori. Il lato superiore e quello inferiore del laptop cedono leggermente solo sotto una pressione consistente e la cover del display si deforma in maniera minima. Con due mani è possibile piegare il display in modo evidente. Passando allo schermo, l'angolo di apertura di 130° non è il massimo.

Le cerniere ci lasciano un po' perplessi. Da un lato, la base resta ferma mentre si apre il laptop, ma dall'altro, il monitor vibra quando si muove leggermente la base (ma questo vale per quasi tutti i notebook).

Il G75 mobile quasi quanto un bidone da giardinaggio. Il nostro modello di test misura 52 mm (spessore) e pesa circa 4.4 kg. Questo 17 pollici è grande e pesante ma le sue dimensioni sono inferiori rispetto a quelle dei suoi predecessori.

Connettività

Transcend StoreJet TS500GSJ25D3 USB 3.0 HDD (500 GB)
Prestazioni USB 3.0

Porte

L'Asus G75 ha migliorato la sua connettività. Il laptop ancora non ha una eSATA ed una FireWire ma gli utenti saranno sorpresi della presenza di una mini DisplayPort in aggiunta alle interfacce VGA ed HDMI. Le porte USB sono state migliorate: il laptop ha complessivamente quattro porte USB 3.0 (G74: 3x USB 2.0, 1x USB 3.0).

La maggioranza delle porte è stata leggermente spostata. Il "Kensington Lock" si trova sul retro ed il card reader è stato spostato da destra a sinistra. Le altre porte (alimentazione, RJ-45 Gigabit LAN, cuffie, microfono) sono quasi identiche. I due jacks audio sono mediocri e ci saremmo attesi qualcosa in più da un notebook high-end. Gli utenti che vogliono collegare il loro sistema "Surround Sound" avranno bisogno di usare l'interfaccia HDMI.

Naturalmente, c'è sempre da lamentarsi per quanto riguarda il posizionamento delle porte. Poiché il lato posteriore del laptop è occupato dalle ventole, Asus è stata costretta ad utilizzare i lati del portatile. Vantaggi: tutte le porte sono a portata di mano. Svantaggi: gli utenti che usano la destra, che collegano molti cavi al laptop, saranno infastiditi dal poco spazio per usare un mouse durante le sessioni di gioco (topic: mouse).

Comunicazioni Wireless

Il modulo wireless Qualcomm è doppiato dall'Atheros AR9485WB-EG. La scheda PCIe (2.4 GHz) supporta i consueti standards WLAN (802.11 b/g/n ecc.) e trasferisce i files ad un massimo di 150 MB/s. E' presente anche il Bluetooth 3.0.

Manutenzione

Le possibilità di aggiornare il notebook sono state migliorate. Sebbene non sia possibile rimuovere la scheda grafica ed il processore, ci ha fatto piacere vedere che gli utenti almeno possono accedere alla ventola per pulirla (dall'alto). I modelli precedenti non offrivano questa possibilità. L'hard disk e parte della RAM sono accessibili tramite una cover di manutenzione (mantenuta da una vite).

Il G76 ha molti margini di miglioramento. Altri dispositivi danno agli utenti molta più libertà. I barebones Clevo (Schenker XMG P702) ed MSI (One M73-2N) dovrebbero essere di esempio per Asus.

Lato Sinistro: 2x USB 3.0, masterizzatore Blu-ray, card reader, microfono, cuffie
Lato Sinistro: 2x USB 3.0, masterizzatore Blu-ray, card reader, microfono, cuffie
Lato Posteriore: Kensington Lock
Lato Posteriore: Kensington Lock
Lato Destro: 2x USB 3.0, Mini-DisplayPort, HDMI, RJ-45 Gigabit LAN, VGA, alimentazione
Lato Destro: 2x USB 3.0, Mini-DisplayPort, HDMI, RJ-45 Gigabit LAN, VGA, alimentazione
Software pre-installato
Software pre-installato

Software

Gli utenti, che in precedenza possedevano un portatile Asus, non saranno sorpresi dal sistema operativo "intasato". I laptops Asus hanno 60 programmi diversi, updates e drivers pre-installati. Raccomandiamo di eliminare il software inutile in modo da migliorare il tempo di boot e ridurre il numero di pop-ups. Le modalità video speciali (Splendid-Technology) ed i sistemi di risparmio energetico (Power4Gear) non sono altro che simpatici trucchetti.

Accessori

Poiché lo scatolo in fondo alla nostra confezione è vuoto, riteniamo che il portatile definitivo sarà dotato di accessori aggiuntivi. Il pacco non comprende DVD "Drivers" e manuale, ma include il pacchetto 3D Vision 2 Nvidia (di cui parleremo dopo), la batteria da 74 Wh e l'alimentatore (180 W). L'utente dovrà masterizzarsi un proprio disco per il recupero del sistema.

Dispositivi di Input

Luminosità con più livelli
Luminosità con più livelli

Tastiera

La tastiera è familiare in quanto la possiamo trovare anche nei predecessori. I tasti singoli misurano 15x15 mm. Hanno un click comodo e silenzioso ed un punto di pressione decente (la battuta potrebbe essere più forte).

La tastiera inglese ha un layout buono - sebbene la divisione dei tasti inc/canc potrebbe causare problemi. I tasti cursore hanno un adeguato spazio tra la tastiera ed il tastierino numerico.

Asus merita la lode per la luce bianca che può essere regolata (su molti livelli) con una combinazione di tasti Fn. Il produttore dovrebbe modificare qualcosa visto che la luminosità varia in alcuni tasti che risultano più luminosi (guardate l'immagine). I Clevo P150EM e P170EM (rispettivamente Schenker XMG P502 & P702) hanno una luminosità più bilanciata.

Touchpad

L'ampio Touchpad Synaptics (99 x 56 mm) è ideale e dovrebbe essere preso in considerazione da altri produttori per i loro modelli. La superficie liscia ha buone proprietà di scorrevolezza – i movimenti del mouse sono molto facili. Nonostante il fatto che sia dello stesso colore dei punti di appoggio dei polsi, il touchpad si distingue bene in quanto è rientrato nel case ed ha una sensazione al tatto evidente.

Sebbene il dispositivo sia preciso, le gestures (multi-touch) supportate sono non perfette. Ad esempio, mentre si fa lo scrolling di una pagina web o di un testo, il computer salta in modo incontrollabile verso il basso o verso l'alto. Alcune volte lo scrolling non Funziona per niente. Tuttavia apprezziamo il touchpad ed i comodi tasti che sono risultati estremamente funzionali. Tip: il touchpad è configurato per essere disattivato non appena si collega un mouse esterno.

Tastiera
Tastiera
Touchpad
Touchpad

Display

Asus G75V vs.schermo 08/15 (destra)
Asus G75V vs.schermo 08/15

Eccellente: il modello di test ha lo stesso pannello Full HD usato per la versione 3D del G74SX (LGD02C5). Il display ha una risoluzione di 1920x1080 pixels (ideale per portatili high-end). Questo consente all'utente di avere molto spazio per lavorare in modo comodo. Il display glare è di elevata qualità come si può vedere dal confronto diretto con un pannello 08/15 (guarda l'immagine) che rivela notevoli differenze tra i due.

424
cd/m²
429
cd/m²
423
cd/m²
443
cd/m²
436
cd/m²
416
cd/m²
404
cd/m²
416
cd/m²
399
cd/m²
Distribuzione della luminosità
LGD02C5
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 443 cd/m² Media: 421.1 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 90 %
Al centro con la batteria: 436 cd/m²
Contrasto: 715:1 (Nero: 0.61 cd/m²)

Il valore del nero è decente con 0.6 cd/m² il che indica che il display riesce a proiettare un nero più soddisfacente rispetto alla maggioranza dei "portatili standard". I colori sono molto forti ed anche la maggioranza dei concorrenti lucidi non possono reggere il confronto.

Il pannello ha valori eccellenti: 421 cd/m² in pratica il doppio di luminosità rispetto ad un pannello di un portatile standard (~200 cd/m²). Il valore di contrasto di 715:1 è senza dubbio eccellente. Grazie al supporto 120 Hz, il display riesce a proiettare molto bene i contenuti 3D.

Asus G75V vs. sRGB (Griglia)
Asus G75V vs. sRGB (Griglia)
Asus G75V vs. AdobeRGB (Griglia)
Asus G75V vs. AdobeRGB (Griglia)
Asus G75V vs. Samsung 700G7A (Griglia)
Asus G75V vs. Samsung 700G7A (Griglia)

Un DTR con elevata propensione all'utilizzo in ambienti aperti? Il valori del display indicano che il modello di test è pronto per l'utilizzo all'aperto. Grazie all'elevata luminosità ed al pannello opaco, gli utenti proveranno piacere a lavorare all'aperto in quanto non ci sono fastidiosi riflessi ed i contenuti sono chiaramente leggibili.

Utilizzo all'aperto
Utilizzo all'aperto
Utilizzo all'aperto dell'Asus G75V

L'ottima stabilità degli angoli di visuale è un altro punto di forza del panello. Anche con più persone che guardano, ognuno riesce a vedere una buona immagine, il che significa che guardare un film in famiglia di sera o vedere un video con gli amici non rappresentano un problema per il G75. Piccoli svantaggi: il display non può essere piegato troppo verso dietro (tipico dei notebooks) le deviazioni verticali causano evidenti modifiche dei contenuti. Nel complesso,  il G75 si comporta molto bene in questo settore.

Stabilità degli angoli di visuale dell'Asus G75V
Stabilità degli angoli di visuale dell'Asus G75V

Prestazioni

Ivy Bridge
Ivy Bridge

Processore

Abbiamo aspettato a lungo e finalmente Intel ha lanciato la generazione Ivy Bridge. L'ultima generazione Intel non è molto innovativa, ma le nuove CPUs hanno una architettura ridotta (procedimento ridotto: 22 nm) e moderni transistors 3D. Intel considera il nuovo modello "Tick+" ("Tock" indicherebbe un completo rinnovamento dell'architettura).

Il formato di costruzione è stato ridotto (dimensione della scheda: 160 invece di 216 mm²). Questo rende interessante l'Ivy Bridge, in quanto implica maggiori prestazioni con consumi energetici invariati o con consumi inferiori a parità di prestazioni.

Asus ha installato un Core i7-3720QM nel nostro modello di test - una CPU quad-core davvero molto potente. Il processore comanda 1.4 miliardi di transistors (Sandy Bridge: massimo 995 miliardi). La frequenza clock varia tra 2.6-3.6 GHz sotto carico il che colloca questo processore quad-core tra i precedenti modelli high-end: l'i7-2920XM (2.5-3.5 GHz) e l'i7-2960XM (2.7-3.7 GHz). Eccellente: nonostante le prestazioni simili, il valore TDP è crollato da 55 W a 45 W. Il Core i7-3720QM ha una L3 cache inferiore rispetto all'elite Sandy Bridge (6 MB vs. 8 MB). Questo no si nota nei benchmarks prestazionali.

La maggioranza delle features si sono viste anche nella generazione precedente. Il "Turbo Boost" effettua l'overclock automatico del processor e l"Hyper-Threading simula quattro cores virtuali (due per i modelli dual-core e quattro per i quad-cores) che aiutano i core reali nella gestione del lavoro. Asus non offre lo switching grafico (a causa del 3D, non è possibile usare Optimus), e questo comporta che la nuova HD Graphics 4000 resta inattiva.

Systeminfo CPUZ CPU
Systeminfo CrystalDiskMark (HDD)
Systeminfo CrystalDiskMark (SSD)
Systeminfo HWiNFO
Systeminfo GPUZ
Systeminfo CPUZ RAM SPD
Systeminfo CPUZ RAM
Systeminfo CPUZ Scheda Madre
Systeminfo CPUZ Cache
DPC Latenzen: Hohe Werte bei (De-)Aktivierung des Wlan
Informazioni di sistema dell'Asus G75V

Turbo Boost

La frequenza clock del Core i7-3720QM aumenta in modo significativo utilizzando il "Turbo Boost" (fino a quando il processore non è sotto massimo carico). Ad esempio: nel Cinebench R10, il quad-core gira tra 3.4 GHz (rendering multi-core) e 3.6 GHz (rendering single-core). Prestazioni eccezionali - la maggioranza delle CPUs possono solo sognare queste velocità.

Le prestazioni durante lo test sono state meno attraenti (Furmark & Prime). Sebbene la CPU non abbia mai raggiunto temperature critiche, il processore comunque rallenta a fino a 1.2 GHz. Ancora da dire che il throttling del G74SX aveva problemi maggiori - 800 MHz.

Durante un utilizzo normale (gaming), il laptop ha prestazioni adeguati. Tutti i benchmarks girano senza intoppi - la velocità è stata sufficiente. Il throttling è un problema che si pone anche per altri notebooks (guardate il Medion Erazer X7813).

Carico su un core
Carico su un core
Carico su tutti i cores
Carico su tutti i cores
Pieno carico del sistema
Pieno carico del sistema

Prestazioni della CPU

Come ci attendevamo, il Core i7-3720QM offre prestazioni sensazionali: 6.8 punti nel Cinebench R11.5 sono eccellenti. Il punteggio supera il Core i7-2630QM del G74SX di circa il 40% (4.83 punti). I modelli top, come, il Core i7-2920XM (6.19 punti @ One M73-2N) ed il Core i7-2960XM (6.33 punti @ Schenker XMG P701 PRO) non hanno chance contro il nuovo arrivato. 6.8 punti collocano il processore allo stesso livello dei processori desktop estremamente veloci: Core i7-2600k (3.4-3.8 GHz). Tuttavia, l'i7-2600k ha quasi raddoppiato il TDP (95 watts).

In breve: l'Ivy Bridge merita la lode – "Well Done" come direbbero gli Americani. Altri benchmarks CPU possono essere reperiti nella nostra lista (ad esempio, SuperPI, WinRAR e TrueCrypt).

Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
4868
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
18701
Cinebench R10 Shading 32Bit
6095
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
6172 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
23600 Points
Cinebench R10 Shading 64Bit
6065 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
48.63 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
6.8 Points
Aiuto
Informazioni GPU
Informazioni GPU

Scheda Grafica

Asus ha raggruppato le schede grafiche più veloci attualmente disponibili. La GeForce GTX 670M è un modello high-class, che si basa sul chip GF114 dell'architettura Fermi. La stessa architettura usata dal predecessore più debole del 10%: GTX 570M. La prossima generazione di schede grafiche Nvidia: la GeForce GTX 660M e (secondo alcuni rumors) la GTX 680M utilizzeranno l'architettura Kepler. Queste schede grafiche high-end sono prossime al rilascio.

In confronto alla GTX 670M, la GTX 675M è più veloce del 20%. La 670M ha un clock a velocità inferiore: la 675M gira a 620/1240/1500 MHz (core/shader/memoria) mentre la nostra scheda grafica gira a 598/1196/1500 MHz (i tools mostrano valori fasulli). Altre differenze includono un numero di shaders inferiore (336 vs. 384 CUDA cores) ed una interfaccia di memoria più piccole (192 vs. 256 bit). Prestazioni entusiasmanti: Asus utilizza un modello con 3072 MB di VRAM GDDR5 (1536 MB @ One M73-2N).

La lunga lista di features è il marchio Nvidia. I giocatori saranno contenti con il supporto PhysX che può essere attivato per proiettare effetti fisici addizionali nei giochi (ma questo riduce le prestazioni).

7.4
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
7.6
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
7.8
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
7.4
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
7.4
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
7.9

Prestazioni GPU

Il modello di test supera di parecchio il vecchio G74SX nei benchmarks grafici. Nel benchmark Unigine Heaven, che è stato effettuato a 1280x1024 pixels, la GTX 670M va in testa del 42% contro la GTX 560M (38.9 vs 27.3 fps). Il principale avversario AMD, la Radeon HD 6990M, arriva a 36.6 fps che comunque è un risultato inferiore rispetto alla scheda grafica del nostro modello di test (Schenker XMG P701 PRO). La GTX 675M è avanti del 21% (47.2 fps @ Schenker XMG P702 PRO).

Nel 3DMark 11 (1280x720 pixels), la situazione cambia leggermente. La GTX 670M arriva a 2,684 punti, ed è superata dal fratello maggiore (GTX 675M - 3,272 punti) e dal concorrente AMD (Radeon HD 6990M - 3,227 punti). La GTX 560M arriva ad appena 1,836 punti (-32%).

3DMark 03 Standard
49522 punti
3DMark 05 Standard
28830 punti
3DMark 06 Standard
20458 punti
3DMark Vantage P Result
12728 punti
3DMark 11 Performance
2989 punti
Aiuto
AS SSD Benchmark
AS SSD Benchmark

Drive archiviazione

Quale produttore vi salta in mente se pensate agli SSDs? Intel, Samsung, OCZ o forse Crucial? Il G75 risponde con un Lite-On. Il modello di test utilizza un Solid State Drive da 256 GB della Lite-On (LAT-256M3S).

Non si tratta di una decisione sbagliata come si nota dei punteggio dei drive benchmark: il valore di lettura sequenziale di 473 MB/s e scrittura sequenziale di 345 MB/s (AS SSD benchmark) colloca l'SSD accanto agli altri modelli high-end come il Samsung SSD 830 (504 & 314 MB/s @ Schenker XMG P702 PRO). Di fatto, il drive Lite-On riesce ad avere prestazioni addirittura superiori in alcuni tests. Il tempo di accesso di 0.14 ms (lettura) e 0.08 ms (scrittura) si avvicinano a quelli dell'SSD Samsung.

Forse 256 GB non sono abbastanza? Nessun problema, perché in aggiunta all'SSD, l'Asus G75 monta anche un HDD da 750 GB HDD. Questo hard disk è prodotto dalla Seagate ed il suo modello è il Momentus 7200.5 (ST9750420AS). Come indica il nome, il drive gira a 7200 rpm. Ed ha un tempo di accesso di 15.1 ms (HDTune) ed un valore di trasferimento sequenziale di circa 120 MB/s (CrystalDiskMark) - molto bene per un HDD.

Lite-On LAT-256M3S
Sequential Read: 449.1 MB/s
Sequential Write: 365.7 MB/s
512K Read: 346.9 MB/s
512K Write: 370.4 MB/s
4K Read: 26.49 MB/s
4K Write: 53.54 MB/s
4K QD32 Read: 294.4 MB/s
4K QD32 Write: 267.8 MB/s

Prestazioni di sistema

Le prestazioni di sistema sembrano richiamare il motto " non ci sono mezze misure". Sebbene abbiamo testato notebook più veloci, fino ad oggi nessun portatile è arrivato a più di 20,500 punti nel PCMark Vantage. I portatili per il gaming senza un SSD restano sotto i 10,000 punti. Degno di menzione: i 5,262 punti del PCMark 7. Il G75 offre prestazioni eccellenti - indipendentemente se si sita usando un pesante programmi 3D o applicazioni quotidiane.

PCMark Vantage Result
20517 punti
PCMark 7 Score
5262 punti
Aiuto
Potenza sufficiente per i giochi attuali
Potenza sufficiente per i giochi attuali

Prestazioni per il Gaming

Gli utenti disposti a sacrificare Anti-Aliasing o dettagli massimi ogni tanto, saranno molto soddisfatti della GeForce GTX 670M. Ad eccezione di casi estremi, come con Alan Wake o Metro 2033, la scheda grafica ha prestazioni molto buone con settaggi elevati.

Il vecchio G74 raggiungeva il limite più velocemente utilizzando i giochi più recenti. Nel complesso, la GTX 670M è avanti alla GTX 560M di circa il 30%. L'attuale elite (Radeon HD 6990M e GeForce GTX 675M - sono entrambe più veloci di circa il 20%) battono facilmente la GTX 670M.

Gli appassionati di gaming dovrebbero scegliere un portatile più veloce o aspettare per il prossimo rilascio delle GeForce GTX 680M/Radeon HD 7970M. Il modello AMD dovrebbe avere un eccellente rapporto prestazioni/prezzo (secondo nostre fonti). Restiamo in allerta.

basso medio alto ultra
Metro 2033 (2010) 41.2 14.1 fps
StarCraft 2 (2010) 89.2 49.3 fps
Mafia 2 (2010) 91.3 56.1 fps
Call of Duty: Black Ops (2010) 118.5 82 fps
Crysis 2 (2011) 82.7 29.1 fps
Dirt 3 (2011) 100 35.6 fps
Deus Ex Human Revolution (2011) 112.7 42.2 fps
F1 2011 (2011) 95 39 fps
Fifa 12 (2011) 275.3 170.7 fps
Batman: Arkham City (2011) 157 138 68 29 fps
Battlefield 3 (2011) 47.5 19.7 fps
CoD: Modern Warfare 3 (2011) 91.8 57.1 fps
The Elder Scrolls V: Skyrim (2011) 59.1 33.1 fps
Anno 2070 (2011) 55.4 27.5 fps
Alan Wake (2012) 47.8 21.7 fps
Mass Effect 3 (2012) 60 53 fps

3D Vision 2

Tecnologia ed accessori

Una delle features più importanti del G75 è il display 3D opzionale. Come detto in precedenza, il display supporta 120 Hz e può usare la 3D Vision Nvidia per proiettare contenuti 3D. La 3D Vision Nvidia ha subito modifiche ed è nata la seconda evoluzione. La funzionalità non è cambiata da quando l'abbiamo testata, quindi accenneremo solo alla tecnologia 3D vision.

La 3D Vision utilizza il cosiddetto shutter method. Questo metodo richiede un sensore (integrato nel display), un monitor adatto (supports 120 Hz) ed un paio di occhiali shutter. Il metodo shutter combina le due metà di immagini proiettate sul panello così velocemente che all'occhio umano appaiono in 3D. Senza gli occhiali, l'utente può vedere solo un'immagine leggermente rigonfia.

In confronto con la prima generazione, la 3D Vision 2 Nvidia offre occhiali shutter migliori (57 grammi). Gli occhiali sono più grandi e più comodi da indossare. Sebbene la 3D Vision non sia ottimizzata per le persone che già utilizzano degli occhiali, i nuovi occhiali shutter sono più comodi sul naso.

La batteria integrata (che si ricarica tramite cavo USB) fornisce l'energia agli occhiali e dura anche per più giorni di utilizzo 3D. Parlando degli accessori: lo scatolo 3D Vision comprende un breve manuale, una piccola borsa e due naselli intercambiabili.

Confezione 3D Vision 2
Confezione 3D Vision 2
Occhiali Shutter
Occhiali Shutter
Accessori
Accessori

Configurazione e Drivers

Ideale: il nostro modello di test aveva il "3D Vision" già attivo. Il pannello di controllo Nvidia consente agli utenti di scegliere i settaggi per la scheda grafica. Nel menu "Stereoscopic-3D" menu, una varietà di opzioni che consentono all'utente di configurare la 3D Vision: ad esempio, regolare la profondità o i comodi tasti scorciatoia.

La lista di compatibilità informa gli utenti come si comportano i giochi con la 3D Vision. Sebbene Nvidia non raccomandi l'utilizzo della 3D vision in alcuni giochi, altri giochi (come Battlefield 3) mostra il logo "3D Vision Ready“. Questo dovrebbe garantire la perfetta proiezione 3D del gioco (i giochi sono stati ottimizzati per la rappresentazione 3D).

Attivazione semplice
Attivazione semplice
Comodi tasti scorciatoia
Comodi tasti scorciatoia
Lista di supporto esaustiva
Lista di supporto esaustiva

Utilizzo pratico

L'utente indossa gli occhiali 3D Vision e lancia il gioco preferito. Il livello di configurazione per la 3D Vision varia da gioco a gioco. I suggerimenti che appaiono riportano i potenziali problemi causati dall'attivazione della feature. L'ottimizzazione manuale della scheda grafica rende un piacere l'utilizzo della 3D Vision. Il calo di luminosità (causato dagli occhiali scuri) è compensato dall'elevata luminosità dello schermo.

Vistsa stereoscopica
Vistsa stereoscopica
Tips per la configurazione
Tips per la configurazione
Notevole calo della luminosità
Notevole calo della luminosità

Prestazioni

La principale pecca della 3D Vision è l'elevato calo di prestazioni. I tre giochi che abbiamo testato (guardate i grafici) hanno avuto (in media) un calo fino al 60% nel fps. L'utente dovrà in alcuni casi ridurre la risoluzione o il livello dei dettagli in modo da avere una giocabilità fluida. Una risoluzione da 1920x1080 pixels e settagli elevati potrebbero causare lo stuttering in molti giochi.

Call of Duty: Modern Warfare 3
Call of Duty: Modern Warfare 3
The Elder Scrolls V: Skyrim
The Elder Scrolls V: Skyrim
Deus Ex: Human Revolution
Deus Ex: Human Revolution

Abbiamo elencato i pro ed i contro della 3D Vision per aiutare il lettore nell'acquisto.

Pro

  • immagini bellissime, in quanto la risoluzione non è dimezzata o ridotta
  • gli ultimi occhiali shutter sono abbastanza comodi da indossare
  • varie opzioni e configurazioni possibili
  • a volte l'effetto 3D è sorprendente
  • scarsa dipendenza dall'angolo di visuale
  • lavora perfettamente quasi sempre
  • adeguato supporto per i giochi
  • suggerimenti utilii

Cotro

  • alcune volte l'immagine non è chiara (forse dipende dall'utente o dal programma)
  • qualche immagine artefatta o fantasma (forse dipende dall'utente o dal programma)
  • tempi di attesa del caricamento (la 3D Vision richiede prima una configurazione)
  • regolazione dei menu grafico indispensabile
  • calo della luminosità

La tecnologia è adatta alle immagini e films 3D. Un "Photo Viewer" è preinstallato e consente agli utenti di visualizzare le immagini. D'altro canto, è necessario il "3D Vision Video Player" per vedere dei film 3D (noi raccomandiamo l'utilizzo dello "Stereoscopic Player" da 3dtv.at). L'offerta di Blu-rays 3D è notevolmente aumentata. Nvidia presenta anche la sua pagina 3D: 3dvisionlive.com. Il sito ospita una varietà di media da provare.

Conclusione

Se accettate di usare un paio di occhiali (addizionali), allora sarete in grado di divertivi con la 3D Vision. Le elevate prestazioni spingono la GTX 670M al limite.

Emissioni

Emissioni acustiche

I portatili Asus high-end (a partire dal G73) hanno emissioni acustiche relativamente basse. Gli ultimi arrivi della famiglia mantengono gli standard elevati anche in modalità 3D. Le due ventole girano ad un livello accettabile anche in modalità 3D. Molti dei concorrenti sono molto più rumorosi sotto carico massimo: il livello medio è tra 40 e 50 dB(A). Le emissioni acustiche saliranno solo se il G75 è al 100% del carico (Furmark & Prime).

In modalità idle, il modello di test G75 ha rivelato alcuni capricci. Il notebook era silenzioso all'inizio del test: entrambe le ventole erano spesso disattive e l'unico rumore proveniva dall'hard disk (31-33 dB). Durante il test, la ventola della GPU (33-35 dB) difficilmente si disattiva (improvvisamente si sente appena un tintinnio) - le emissioni acustiche si riescono a percepire. Questa stranezza è dovuta allo stato del precursore del nostro modello. 

La maggioranza dei portatili gaming hanno emissioni notevolmente superiori rispetto al nostro modello di test Asus da 17 pollici.

Rumorosità

Idle
33.2 / 34 / 34.6 dB(A)
DVD
36 / dB(A)
Sotto carico
36.9 / 41 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Voltcraft SL-320 (15 cm di distanza)
Stress test (Furmark & Prime)
Stress test

Temperature

Le temperature basse sono un punto di forza. Lo chassis resta a 26°C di media quando è in modalità idle. Anche sotto carico, i punti di appoggio dei polsi non si scaldano molto - 30°C circa rappresentano un buon valore.

Ora guardiamo all'interno del laptop: il Core i7-3720QM riduce il clock a 1,200 MHz sotto carico massimo, tuttavia la CPU resta sempre in zona verde. La scheda grafica raggiunge un massimo di 74°C - non eccessivo. In breve: Asus ha realizzato un buon sistema di raffreddamento.

Carico massimo
 29.7 °C33.8 °C33.4 °C 
 29.2 °C33.4 °C33.2 °C 
 24.7 °C28.6 °C27 °C 
Massima: 33.8 °C
Media: 30.3 °C
36.1 °C33.6 °C34.5 °C
34.9 °C32.1 °C25.6 °C
25.1 °C24.5 °C23.8 °C
Massima: 36.1 °C
Media: 30 °C
Alimentazione (max)  48.2 °C | Temperatura della stanza 22 °C | Voltcraft IR-550
(+) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 30.3 °C / 87 F, rispetto alla media di 33.3 °C / 92 F per i dispositivi di questa classe Gaming.
(+) La temperatura massima sul lato superiore è di 33.8 °C / 93 F, rispetto alla media di 39.7 °C / 103 F, che varia da 21.6 a 68.8 °C per questa classe Gaming.
(+) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 36.1 °C / 97 F, rispetto alla media di 42.5 °C / 109 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 25.6 °C / 78 F, rispetto alla media deld ispositivo di 33.3 °C / 92 F.
(+) I poggiapolsi e il touchpad sono piu' freddi della temperatura della pelle con un massimo di 28.6 °C / 83.5 F e sono quindi freddi al tatto.
(±) La temperatura media della zona del palmo della mano di dispositivi simili e'stata di 28.8 °C / 83.8 F (+0.2 °C / 0.3 F).
VIA HD Audio Deck
VIA HD Audio Deck

Casse

Dopo aver passato un po' di tempo a provare la configurazione della casse del modello di test, siamo arrivati alla conclusione che il nostro sistema audio ha qualche bug. Abbiamo contattato Aus e ci hanno detto che probabilmente era dovuto al driver del nostro prototipo.

Il subwoofer funziona solo quando settiamo le casse su "2.1 channels" tramite "VIA HD Audio Deck" (modalità avanzata). Purtroppo, con questo settaggio, il subwoofer emetta sia i bassi che gli alti. Risultato: la riproduzione è notevolmente sbilanciata sul lato sinsitro.
In aggiunta, il volume è abbastanza elevato anche con settaggi bassi. Questo problema potrebbe essere in parte risolto abbassando il volume del subwoofer (tramite "Audio Deck"). Una piccola regolazione rende l'output del suono del G75 davvero buono ma non raggiunge il livello del Toshiba Qosmio X770 o dell'MSI GT70. 

Asus dovrebbe controllare il software audio del laptop e rimuovere i bugs. Ripeteremo il test sul modello definitivo (quando sarà disponibile).

Autonomia della batteria

Questo portatile da 17 pollici non ha la grafica switchable il che significa che consuma molto anche in modalità idle. Il consumo energetico si attesta intorno ai 30-43 W - poco più del meno potente G74SX (27-37 W). I portatili Optimus come lo Schenker XMG P702 PRO (14-29 W) o il One M73-2N (10-19 W) hanno valori irrisori a confronto. Le applicazioni 3D fanno aumentare i consumi energetici ed i concorrenti hanno valori simili. Nel 3DMark 06 il portatile è arrivato a 127 W e durante lo stress test ad un massimo di 170 W.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.4 / 0.9 Watt
Idledarkmidlight 30.4 / 38.9 / 43.2 Watt
Sotto carico midlight 126.7 / 170 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC 940
Autonomia massima della batteria (Readers Test)
Readers Test
Autonomia minima della batteria (Classic Test)
Classic Test

Questo modello di test high-end non ha una buona autonomia della batteria. Il G75V resiste per appena 3 ore. Con luminosità minima, abbiamo raggiunto circa 2.5 ore in modalità idle (Readers test di Battery Eater).

Il laptop ha resistito circa 2 ore durante la navigazione web (luminosità media) ed 1.5 ore durante il gioco (luminosità massima). Questi valori sono scarsi. Nel Classic Test di Battery Eater, il laptop ha resistito appena un'ora. Poiché il G75 è progettato per essere un DTR, riteniamo che l'autonomia della batteria non dovrebbe influire molto.

Non è consigliabile giocare con il G75 mentre si usa la batteria in quanto i tre giochi provati (Modern Warfare 3, F1 2011 & Anno 2070) hanno un massiccio crollo del frame rate.

Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
2ore 41minuti
Navigazione WiFi
2ore 14minuti
DVD
1ore 36minuti
Sotto carico (max luminosità)
0ore 57minuti

Giudizio complessivo

Asus G75V
Asus G75V

L'Asus G75 è il risultato del lavoro di Asus sugli errori commessi nei predecessori. Il produttore potrebbe non aver fatto miracoli, come nella connettività, che è ancora a livello standard, ma tre interfacce video e quattro porte USB 3.0 sono un buon risultato.

Il case modificato sembra più compatto e la base della tastiera argentata contrasta piacevolmente con la superficie gommata del laptop. La ventola è in parte accessibile ma gli interventi di manutenzione non sono come quelli dei modelli Clevo ed MSI. 

Il modello di test da 17 pollici ha ereditato i punti di forza della serie. Ad esempio, il modello ha emissioni modeste. In contrasto con molti concorrenti, il G75 non è troppo rumoroso o troppo caldo sotto carico. Il touchpad dalle dimensioni generose e la tastiera illuminata rendono il laptop ancora più attraente.

Il laptop offre anche un eccellente hardware ed ottime prestazioni: 16 GB di RAM DDR3, un masterizzatore Blu Ray, un drive Solid State, una CPU quad-core (Ivy Bridge!) ed una scheda grafica high-end - questo modello è un sogno per i giocatori ed i fans dell'intrattenimento.

Per fortuna, Asus non ha trascurato la qualità dell'immagine e dell'audio. Il pannello non-glare supporta 120 Hz e supera i concorrenti: elevata luminosità, contrasto eccellente, colori soddisfacenti - il display non lascia spazio alla critiche. In aggiunta, grazie al supporto 120 Hz ed alla tecnologia 3D Vision Nvidia, il display fornisce una intensa esperienza di gioco (attenzione: in modalità 3D, le prestazioni sono dimezzate).

E' un peccato che a causa della tecnologia 3D, il portatile non possa utilizzare lo switching grafico. L'autonomia della batteria è inferiore alle 3 ore (si varia da 1 a 2 ore) e non risulta impressionante. Poiché il modello è abbastanza pesante (~4.4 kg), risulta difficile trasportarlo.

Nel complesso, non possiamo lamentarci del prodotto. Asus ha fatto un buon lavoro rendendo il G75 un eccellente DTR. Nonostante qualche pecca, il modello di test, viaggia ad un punteggio dell'88 %.

Recensione: Asus G75V
Recensione: Asus G75V

Specifiche tecniche

Asus G75V (G75 Serie)
Processore
Intel Core i7-3720QM 4 x 2.6 - 3.6 GHz, Ivy Bridge
Scheda grafica
NVIDIA GeForce GTX 670M - 3072 MB, Core: 598 MHz, Memoria: 1500 MHz, GDDR5-VRAM, ForceWare 296.39
Memoria
16384 MB 
, 4x 4096 MB DDR3-RAM (1600 MHz)
Schermo
17.3 pollici 16:9, 1920 x 1080 pixel, LGD02C5, 120 Hz, Full HD, retroilluminazione LED, lucido: no
Scheda madre
Intel HM77 (Panther Point)
Harddisk
Lite-On LAT-256M3S, 256 GB 
, + Seagate Momentus ST9750420AS, 750 GB, 7200 rpm
Scheda audio
VIA VT1802P @ Intel Panther Point PCH - High Definition Audio Controller
Porte di connessione
4 USB 3.0 / 3.1, 1 VGA, 1 HDMI, 1 DisplayPort, 1 Kensington Lock, Connessioni Audio: Cuffie, microfono, Lettore schede: Multi-in-1
Rete
Atheros AR8151 PCI-E Gigabit Ethernet Controller (10/100/1000/2500/5000MBit/s), Atheros AR9485WB-EG Wireless Network Adapter (b/g/n = Wi-Fi 4), Bluetooth 3.0
Drive ottico
Optiarc BD RW BD-5750H
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 52 x 415 x 320
Batteria
74 Wh ioni di litio, 5200 mAh, 14.4 V, 0.418 kg
Sistema Operativo
Microsoft Windows 7 Professional 64 Bit
Camera
Webcam: HD
Altre caratteristiche
Alimentatore: 180 W, pacchetto 3D Vision 2, 24 Mesi Garanzia
Peso
4.352 kg, Alimentazione: 862 gr
Prezzo
2299 Euro

 

Questo modello da 17 pollici pesa più di kg.
Questo modello da 17 pollici pesa più di kg.
Il predecessore peccava per quanto riguarda il sistema di raffreddamento.
Il predecessore peccava per quanto riguarda il sistema di raffreddamento.
Asus combina un SSD da 256 GB con HDD da 750 GB.
Asus combina un SSD da 256 GB con HDD da 750 GB.
L'elevata capacità della batteria ad 8-celle deve lavorare molto non potendo contare sullo switching grafico.
L'elevata capacità della batteria ad 8-celle deve lavorare molto non potendo contare sullo switching grafico.
Il sensore è integrato nel bordo del display.
Il sensore è integrato nel bordo del display.
Il tasto sinistro (dis-)attiva il 3D Vision.
Il tasto sinistro (dis-)attiva il 3D Vision.
La luce bianca può essere settata su molti livelli.
La luce bianca può essere settata su molti livelli.
La sensazione alla digitazione poteva essere migliore.
La sensazione alla digitazione poteva essere migliore.
Degno di lode: i tasti cursori a parte.
Degno di lode: i tasti cursori a parte.
16 GB di RAM DDR3 sono la ciliegina sulla torta.
16 GB di RAM DDR3 sono la ciliegina sulla torta.
Il touchpad attira gli utenti con la sua dimensione.
Il touchpad attira gli utenti con la sua dimensione.
Da vicino si notano diverse intercapedini.
Da vicino si notano diverse intercapedini.
Due jacks audio non sono pochi.
Due jacks audio non sono pochi.
Il posizionamento delle porte dovrebbe essere riconsiderato.
Il posizionamento delle porte dovrebbe essere riconsiderato.
Quale concorrente offre 4 porte USB 3.0?
Quale concorrente offre 4 porte USB 3.0?
Per fortuna non è un problema del modello definitivo: la cover del drive ottico si muove.
Per fortuna non è un problema del modello definitivo: la cover del drive ottico si muove.
L'alimentatore è grande come il notebook.
L'alimentatore è grande come il notebook.
Il G75 è uno dei migliori modelli della sua categoria.
Il G75 è uno dei migliori modelli della sua categoria.
Un subwoofer non si trova in tutti i portatili high-end.
Un subwoofer non si trova in tutti i portatili high-end.
La griglia della ventola può essere asportata.
La griglia della ventola può essere asportata.
Diversamente dai predecessori, il nuovo modello non è più soltanto grigio scuro.
Diversamente dai predecessori, il nuovo modello non è più soltanto grigio scuro.
Il lato superiore ha un rivestimento gommato.
Il lato superiore ha un rivestimento gommato.
Il flap sul fondo può essere rimosso togliendo due viti.
Il flap sul fondo può essere rimosso togliendo due viti.
La base della tastiera è in metallo.
La base della tastiera è in metallo.
Il notebook pesa di più nella parte posteriore.
Il notebook pesa di più nella parte posteriore.
Il display non può essere aperto molto.
Il display non può essere aperto molto.
Le emissioni di calore sono spostate sul retro.
Le emissioni di calore sono spostate sul retro.
I punti di appoggio dei polsi hanno una gommatura più ruvida rispetto alla superficie superiore.
I punti di appoggio dei polsi hanno una gommatura più ruvida rispetto alla superficie superiore.
L'interessante design sarà oggetto di discussioni.
L'interessante design sarà oggetto di discussioni.
La ventola del G75 finalmente è accessibile.
La ventola del G75 finalmente è accessibile.
Il display Full HD matto supporta 120 Hz.
Il display Full HD matto supporta 120 Hz.
La forma stravagante in definitiva attira l'attenzione.
La forma stravagante in definitiva attira l'attenzione.
I drive Blu-ray stanno lentamente diventando uno standard.
I drive Blu-ray stanno lentamente diventando uno standard.
La maggioranza delle porte si trovano sul lato destro.
La maggioranza delle porte si trovano sul lato destro.
La posizione della batteria non è cambiata rispetto al vecchio G73.
La posizione della batteria non è cambiata rispetto al vecchio G73.
Il case ha abbastanza spazio per due hard disks.
Il case ha abbastanza spazio per due hard disks.
Il modello da 17 pollici ha un hardware premium ed un prezzo elevato.
Il modello da 17 pollici ha un hardware premium ed un prezzo elevato.

Notebook simili

Portatili con medesima GPU e/o dimensione dello schermo

Recensione Notebook MSI GT70
GeForce GTX 670M, Core i7 3610QM, 3.826 kg

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione del Laptop Asus TUF A17 FA706IU Ryzen 7: Prestazioni Core i9 per $1100 USD
GeForce GTX 1660 Ti Mobile, Renoir (Ryzen 4000 APU) R7 4800H, 17.3", 2.6 kg
Recensione del Laptop Asus TUF A15 con AMD Renoir e Grafica Nvidia
GeForce RTX 2060 Mobile, Renoir (Ryzen 4000 APU) R7 4800H, 15.6", 2.175 kg
Recensione del Laptop Asus Zephyrus G14 Ryzen 9 GeForce RTX 2060 Max-Q: mette il Core i9 alle corde
GeForce RTX 2060 Max-Q, Renoir (Ryzen 4000 APU) R9 4900HS, 14", 1.6 kg
Recensione del Laptop Asus ROG Mothership GZ700GX
GeForce RTX 2080 Mobile, Coffee Lake i9-9980HK, 17.3", 4.76 kg
Recensione del Laptop ASUS ROG G703GXR: un gamer vecchia scuola high-end
GeForce RTX 2080 Mobile, Coffee Lake i7-9750H, 17.3", 4.65 kg

Links

  • Manufacturer's information

Confronto prezzi

Pro

+Display Full HD con elevato contrasto e luminosità con supporto 120 Hz
+Emissioni acustiche modeste
+Prestazioni elevate
+Solid State Drive veloce
+Temperature contenute
+La ventola ora non crea problemi
+Tastiera illuminata
+Lato superiore gommato
+Connettività di prima classe
+Quattro porte USB 3.0
+Ampio touchpad
+Masterizzatore Blu-ray
+3D Vision 2
 

Contro

-Manca lo switching grafico (tecnologicamente non possibile)
-Posizionamento delle porte leggermente scomodo
-CPU throttling a pieno carico
-Scarsa l'autonomia della batteria
-Dimensioni notevoli
-Peso elevato

Sintesi

Cosa ci è piaciuto

Un display a questo livello è una sorpresa rara.

Cosa avremmo voluto vedere

Un peso inferiore ed una migliore autonomia della batteria.

Cosa ci ha sorpreso

Asus ha migliorato i punti giusti.

La concorrenza

I modelli 17 pollici high-end come l'Alienware M17x R3, il DevilTech Fragbook, il Medion Erazer X7813, l'MSI GT780, lo One M73-2N, il Samsung 700G7A, lo Schenker XMG P702 PRO o il Toshiba Qosmio X770.


Punteggio

Asus G75V - 04/23/2012 v2(old)
Florian Glaser

Chassis
84%
Tastiera
85%
Dispositivo di puntamento
87%
Connettività
80%
Peso
52%
Batteria
65%
Display
92%
Prestazioni di gioco
96%
Prestazioni Applicazioni
100%
Temperatura
91%
Rumorosità
80%
Punti aggiuntivi
88%
Media
83%
88%
Gaming - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione Notebook Asus G75V
Florian Glaser (Update: 2014-09-19)