Notebookcheck

Recensione Alienware M17x R3 (GTX 460M, i7-2630QM)

Sebastian Jentsch, 02/23/2011

Distruttore di Benchmark. Con il suo vivace SSD, la CPU quad-core Sandy Bridge e la veloce scheda grafica GDDR5, l'M17x R3 si colloca nell'elite dei portatili gaming. Vedremo anche cosa rende possibile una buona autonomia della batteria.

Dell Alienware M17XR3: Un potente quad-core i7-2630QM si incontra con una Geforce GTX 460M ed un SSD da 256GB..
Dell Alienware M17XR3: Un potente quad-core i7-2630QM si incontra con una Geforce GTX 460M ed un SSD da 256GB.

E' sempre eccitante quando un nuovo portatile Dell Alienware arriva sul mercato. Il case massiccio emana potenza e robustezza. Il problema della mobilità vola via quando saltano fuori le caratteristiche di questa fonte di energia per il gaming che pesa 4.3 kg.

Il chipset Intel Sandy Bridge utilizzato è stato recentemente oggetto di molte critiche a causa dei problemi del suo generatore clock SATA II.  Come per l'Aspire 7750G, che ha lo stesso processore Core i7-2630QM ed il chipset Cougar Point, abbiamo deciso comunque di recensire l'Alienware  M17x R3 in quanto i difetti del chipset potrebbero rivelarsi solo teorici. I bugs derivanti dal generatore clock SATA II difettoso potrebbero non essere un problema per i nuovi dispositivi, ma dare solo segni di  malfunzionamento dopo parecchi anni eventualmente, o nel caso ci sia una prolungata esposizione a temperature elevate. I produttori hanno parlato di un periodo di circa 36 mesi dopo i quali si potrebbe verificare un calo di prestazioni o dei malfunzionamenti delle porte SATA 3Gbps.

L'Alienware M17x R3 dovrebbe arrivare sugli scaffali dei negozi nell'Aprile 2011, quando Intel avrà già risolto il problema, e quindi dovrebbe avere le stese prestazioni rispetto a quello che stiamo testando (se le configurazioni corrisponderanno). Fino ad ulteriori novità, Dell ha rimosso l'M17x R3 dal proprio negozio online. Potete trovare ulteriori dettagli qui.

Allo stesso modo l'Aspire 7750G che abbiamo recentemente recensito monta lo stesso i7-2630QM ma ha un hard disk tradizionale da 5400 RPM.  Questo HDD rallenta l'intero sistema in modo evidente. L'M17x R3, d'altro canto, offre potenzialmente la combinazione ideale tra il processore Sandy Bridge ed un SSD da 256GB della Samsung.  Sarà in grado il nostro Alien di confrontarsi con i potenti portatili SSD del passato o la CPU Sandy Bridge i7 sarà in grado addirittura di superarli passando ad un livello superiore

L'accoppiamento dell'i7-2630QM e della Geforce GTX 460M (GDDR5) potrebbe far venire le vertigini ai gamers. Rispetto al precedente Clarksfield (i7-720QM etc.)  la uova CPU Sandy Bridge riuscirà a dare emozioni di gioco più intense? E cosa c'è da dire del display full-HD da 17", riesce a soddisfare le esigenze professionali?  Cercate le risposte in questa recensione.

Il modello di M17x R3  fornitoci da Dell monta uno schermo full-HD, una i7-2630QM, 4 GB di RAM, una GTX 460M, un SSD da 256GB, un masterizzatore DVD e Windows 7 Home Premium per un costo di circa 2,500 Euro quando sarà di nuovo disponibile ad Aprile. 

Posizione di Dell relativamente ai problemi dell'Intel Sandy Bridge:

Dell ed Intel sono in contatto relativamente ai problemi di progettazione che riguardano la recente serie di chip Intel 6 Series (Sandy Bridge), nome in codice Cougar Point. Il problema riguarda attualmente quattro prodotti Dell: l'XPS 8300, il Vostro 460, l'Alienware M17x R3 e l'Alienware Aurora R3, così come molti altri prodotti incluso l'XPS 17 con capacità 3D.

Dell sta offrendo molte opzioni riguardo la garanzia ed i servizi per i prodotti che mostrano problemi. Non appena sarà disponibile il nuovo chipset Intel ad Aprile, le schede madre difettose saranno sostituite con delle nuove senza costi per i clienti. I clienti possono portare il loro portatile ad un Servizio autorizzato Dell per la sostituzione o in alternativa restituire il dispositivo e richiedere il rimborso. Dell fornirà maggiori informazioni non appena disponibili.

Case

Case
Case
Unità Base
Unità Base
Vassoio Base
Vassoio Base

Non vi vogliamo occupare della decisione relativa al colore del case ed alla configurazione hardware lasciando questi aspetti ai tecnici Dell.  Si è finito per decidere a sfavore dell'Argento Metallico, preferendo un Nero Metallico.  Sebbene a primo impatto possono sembrare simili, l'M17x R3 ha subito molti cambiamenti rispetto al suo predecessore, l'M17x R2 (HD 4870 X2).  Queste modifiche includono le porte, lo spessore del case (ora più sottile rispetto all'R2) ed i materiali che compongono il case.

Innanzitutto, abbiamo notato che il nuovo R3 ha perso peso rispetto al fratello maggiore, 1.19 kg per essere precisi. Il vecchio M17x R2 pesava ben 5.5 kg, senza alimentatore (anche l'R3 è stato pesato senza alimentatore).  La causa di questa riduzione di peso dipende dal leggero SSD che pesa 55 grammi (invece dei 2 HDDs da 2.5"), la singola GPU (invece della Crossfire HD 4870 X2 incl. 2 dissipatori di calore) e la lega di magnesio al posto del pesante alluminio anodizzato. L'unità base, inolrte, è diventata più sottile grazie all'eliminazione del secondo slot per GPU (SLI/Crossfire) che ha contribuito anche alla riduzione di peso.

Il case si compone di lega di magnesio non solo all'interno ma anche all'esterno. Il vecchio R2 aveva un case in alluminio anodizzato che risultava particolarmente resistente, ma l'R3 mantiene le stesse caratteristiche di robustezza pur avendo un case più sottile. Con una robustezza, compattezza e resistenza inconsueta, il case somiglia ad una spessa plancia di comando. L'esterno del case ha una rifinitura Soft-Touch, come quella vista inizialmente sull'M11x R2.  Questa rifinitura dovrebbe essere più resistente e non dovrebbe cedere all'usura secondo Dell.  Abbiamo trovato piuttosto piacevole al tatto la superficie anti-scivolo.  Le ditate non sono eliminate ma non sono molto visibili.

Le superfici lisce del vassoio principale cedono un po' sotto pressione.  Dopo aver rimosso le viti (sotto la batteria), il vassoio può essere rimosso. Le evidenti prese d'aria e le zone circostanti scricchiolano un po' quando si applica un po' di pressione.

Le differenti retroilluminazioni sparse per il case aggiungono molto al design.  Tramite il tool Alien FX, potete scegliere il settaggio dell'illuminazione per singole aree come il logo Alienware, il tastierino numerico, i tasti direzionali, il pulsante di accensione ed i bordi del touchpad in almeno 30 colori diversi.

Connettività

HDMI-In
HDMI-In

Come già accennato, Dell ha modificato la selezione ed il posizionamento delle porte, così come ha spostato le prese d'aria dai lati al vassoio principale.  Questo consente una maggiore omogeneità delle porte sui lati. Il lato frontale e quello posteriore non hanno porte o card readers fatta eccezione per l'alimentazione sul retro.

Due nuove porte USB 3.0 segnate come "super speed" o SS USB e l'entrata HDMI.  QQuesto significa che le consolles video game possono essere collegate tramite HDMI-In per poter utilizzare il display del portatile. Come precedentemente ci sono un card reader 8-in-1 ed uno slot ExpressCard da 54mm. Gli utenti ambiziosi hanno quindi la possibilità di inserire una scheda espansione. Inoltre, la porta Firewire è stata rimossa.

Quattro porte audio consentono un segnale surround attraverso le casse esterne. Oltre a questo c'è un S/P DIF per segnale audio ottico digitale.  Una porta adattatore per S/PDIF, connettore TOSLINK.

Il posizionamento delle porte è piuttosto conveniente. Naturalmente, HDMI, VGA ed Ethernet sarebbero state meglio sul retro. I grossi cavi come quelli HDMI  e VGA sono, tuttavia, collocati sulle parti posteriori dei due lati. 

Lato Frontale: Nessuna porta
Lato Frontale: Nessuna porta
Lato Sinistro: Kensington Lock, VGA, HDMI-Out, Mini DisplayPort, RJ-45 Gigabit-LAN, 2x USB 3.0, SPDIF, ingresso Microfono, Line-Out, Line-Out
Lato Sinistro: Kensington Lock, VGA, HDMI-Out, Mini DisplayPort, RJ-45 Gigabit-LAN, 2x USB 3.0, SPDIF, ingresso Microfono, Line-Out, Line-Out
Lato Posteriore: Alimentazione
Lato Posteriore: Alimentazione
Lato : 8-in-1 Card Reader, masterizzatore DVD (Slot-In), 2x USB 2.0, eSATA/USB 2.0, HDMI-In
Lato : 8-in-1 Card Reader, masterizzatore DVD (Slot-In), 2x USB 2.0, eSATA/USB 2.0, HDMI-In

Internet e Bluetooth

Le schede di rete presenti sono il meglio sul mercato, cosa che ci si attende da un portatile che costa oltre 2.000 Euro.  Oltre ad una Gigabit Ethernet (Atheros AR8151) c'è la Dell Wireless 1501 Half Mini Card (Draft N).  In aggiunta, troverete l'attuale standard Bluetooth 3.0 + HS

Accessori

Considerando che l'obiettivo principale dell'M17x R3 è il gaming, Dell ha evitato di riempire l'hard drive con Bloatware inutili.   Il Command Center consente all'utente di controllare i settaggi principali del sistema. Potete regolare anche la modalità di risparmio energetico, regolare la retroilluminazione, i dettagli ed il livello di sicurezza. Inoltre potete controllare i settaggi del touchpad tramite "Alien Touch".  Il pacchetto comprende anche drivers addizionali, Roxio Creator, Webcam Central ed OS back-up DVD.

Piccoli add-ons come il cappellino da baseball, il mousepad, un piccolo manuale utente ed una custodia per il portatile rientrano nelle dotazioni del portatile. Sembra che gli utenti Alienware debbano, tuttavia, fare a meno del grande manuale rilegato in pelle per motivi economici.

Garanzia

La garanzia per i dispositivi Alienware può durare da 12 a 36 mesi in base al pacchetto. Lo standard di 12 mesi appare troppo breve per un portatile di questo livello.

Alien FX
Alien FX
Alien Fusion
Alien Fusion
Alien Touch
Alien Touch

Dispositivi di Input

Tastiera

Non ci saranno sono gli appassionato dei giochi ad essere soddisfatti della tastiera. I tasti gommati, anti-scivolo dimostrano una eccellente sensazione alla battuta con un buon punto di pressione.  I tasti scendono bene della tastiera quasi al livello della base della stessa. Sfortunatamente, la tastiera inizia a cedere sotto leggera pressione intorno al tastierino numerico (a destra) ed i tasti WASD (sinistra).  Specialmente verso sinistra, abbiamo sentito una innegabile compressione dell'area sottostante i tasti. L'M17x R2 ha lo stesso problema di molte tastiere troppo soffici.

Il layout, d'altro canto, è sorprendente.  Non ci vuole molto tempo ad abituarsi. I tastierino numerico di dimensioni standard e gli ampi tasti direzionali rendono molto facile l'utilizzo della tastiera. E se dovete trovare i tasti, la retroilluminazione vi aiuterà a trovare quelli giusti indipendentemente dal buio circostante.

Touchpad

Il touchpad ha dimensioni generose come in precedenza ma Alienware ha fatto a meno della texture del touchpad dell'R2, tornando indietro ad una superficie liscia con una leggera frizione. Siamo stati soddisfatti della risposta di questo pad multi-touch (Synaptics TouchPad V7.4).  I movimenti del cursore e le gestures sono riconoscibili ed implementate anche con leggeri movimenti.

I tasti del touchpad sono eccellenti e non mancano un click.  La pressione è chiara ed i clicks aono precisi e con un rumore minimo. Nessuno dei due tasti si blocca dopo la pressione e ritornano al loro posto dopo essere stati rilasciati.  Di solito troviamo touchpads con queste caratteristiche e con un buon feedback nelle T-Series ThinkPads, HP Elite Books ed HP Pro Books.

Tastiera
Tastiera
Tastierino numerico
Tastierino numerico
Tasti direzionali
Tasti direzionali
Touchpad
Touchpad

Display

Wie wir testen - Display

Il nostro 17" M17x R3 monta un display 16:9. Questo ha 120 pixels in meno rispetto al predecessore che sfruttava una immagine da 1,920 x 1,200 ed un formato 16:10.  Questo significa, che abbiamo uno schermo full-HD 1,920 x 1,080 (1080p) che molti giocatori ed appassionati di film apprezzeranno. L'indicatore del modello del display sembra riportare MGNC7€173WF1, ma è difficile da dire. 

Non si tratta di uno schermo anti-riflesso, come conseguenza di una cover che va da una estremità all'altra.  In pratica c'è una struttura in plastica che copre lo schermo e tutta la cornice del display. Il vantaggio di ciò sta nella protezione della sensibile superficie dello schermo. Oltre a questo, non ci accumula sporco negli angoli dello schermo.

Lo schermo full-HD offre un buon valore di contrasto di 527:1.  Unitamente allo schermo lucido, si ottengono colori forti e vividi.  La buona gamma di colori, per la quale abbiamo riportato un profilo ICC (immagine in basso), non risulta essere una sorpresa. Come atteso, lo schermo di un portatile Alienware in questa fascia di prezzo copre tranquillamente la gamma di colori sRGB.

Le seguenti immagini ICC confrontano l'M17x R3 (colorato) alle tipiche gamme di colori nella gestione delle immagini come sRGB ed AdobeRGB (trasparente).  L'M17x R3 non si avvicina sfortunatamente all'AdobeRGB.  Per motivi di confronto, includiamo i profili ICC dei displays 08/15 dell'Aspire 7750G (t), del MacBook Pro 13 2010-04 (t), del Dell Studio XPS (RGB LED) dell'inizio del 2009 (t) e del più recente Vaio Z13Z9E (t).

ICC M17xR3 FHD vs. AdobeRGB(t)
ICC M17xR3 FHD vs. AdobeRGB(t)
ICC M17xR3 FHD vs. sRGB(t)
ICC M17xR3 FHD vs. sRGB(t)
ICC M17xR3 FHD vs. Acer AS7750G(t)
ICC M17xR3 FHD vs. Acer AS7750G(t)
ICC M17xR3 FHD vs. MB Pro 13 2010-04(t)
ICC M17xR3 FHD vs. MB Pro 13 2010-04(t)
ICC M17xR3 FHD vs. Dell Studio XPS 16(t)
ICC M17xR3 FHD vs. Dell Studio XPS 16(t)
ICC M17xR3 FHD vs. Vaio Z13Z9E FHD(t)
ICC M17xR3 FHD vs. Vaio Z13Z9E FHD(t)

Lo schermo raggiunge una luminosità massima da 252 a 261 cd/m² nella zona superiore dello schermo.  Questa luminosità elevata è tuttavia, importante solo per l'utilizzo in ambienti aperti. Per l'utilizzi in ambienti chiusi, una luminosità dello schermo da 100 a 150 cd/m² è sufficiente. I singoli LEDs sono responsabili della luminosità dello schermo e forniscono una buona illuminazione de una omogeneità della luminosità dell'89%.  Con uno schermo così omogeneamente illuminato, non sono visibili macchie o zone più o meno illuminate.

254
cd/m²
261
cd/m²
252
cd/m²
231
cd/m²
237
cd/m²
234
cd/m²
235
cd/m²
242
cd/m²
242
cd/m²
Distribuzione della luminosità
auslesbar: MGNC7€173WF1
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 261 cd/m² Media: 243.1 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 89 %
Al centro con la batteria: 199 cd/m²
Contrasto: 527:1 (Nero: 0.45 cd/m²)

Abbiamo testato la visibilità dei contenuti dello schermo in esterno. Considerando il debole sole invernale, possiamo ritenere che la visibilità sia stata buona. In base all'angolazione dello schermo, potrete avere a che fare con irritanti riflessi in esterno.

Vista dal lato, Nuvoloso
Vista dal lato, Nuvoloso
Vista dal lato, Nuvoloso
Vista dal lato, Nuvoloso
Vista frontale, Nuvoloso
Vista frontale, Nuvoloso

L'ampiezza dell'angolo di visuale orizzontale è ottima. Non ci sono distorsioni (immagini sbiadite) o altri problemi spostandosi a destra o a sinistra (fino a 90º a destra/sinistra). L'immagine, tuttavia, sviluppa una tinta gialla oltre i 50º, ma l'immagine difficilmente diventa scura (guardate il video YouTube).  In verticale, è tutta un'altra storia. Portando il display a 20º od oltre si verifica una graduale inversione dei colori. Più si aumenta l'angolo di visuale dell'M17x R3 e più il display risulta uguale alla maggioranza dei portatili in circolazione.

Angoli di visuale Alienware M17x R3 GTX 460M i7-2630
Angoli di visuale Alienware M17x R3 GTX 460M i7-2630

Prestazioni

Il Sandy Bridge quad-core i7-2630QM che gira a 4 x 2.0 GHz (clock rate base) ha già mostrato buone prestazioni con le applicazioni sul Deviltech Fragbook DTX (Clevo P170HM, GTX 470M) e sull'Asus G73SW (GTX460M, i7-2630QM).  Così come per le vecchie CPUs quad-core Clarksfield, il Turbo Boost riesce ad effettuare l'overclock sino a 2.9 GHz.

Il Turbo Boost 2.0 Intel riesce a beneficiare dei nuovi sistemi di raffreddamento.  Se le applicazioni richiedono maggiore potenza di calcolo, il Turbo Boost 2.0 entra in azione (Dynamic Range @ Turbo Frequency Limits) e porta il clock rate oltre il livello base sino a quanto lo consentono le temperature. A temperature elevate, la potenza di calcolo inizia a calare.

Questo significa che dopo un breve periodo in modalità idle con un adeguato raffreddamento, il Core i7-2630QM riesce ad effettuare un overclock sino al massimo per un periodo limitato. Questo significa che le applicazioni con un carico massimo di CPU contenuto riescono a girare in modo più veloce. Dopo questo periodo, sono ripristinati i normali livelli Turbo Frequency da 2.6 GHz (quad-core), 2.8 GHz (dual-core) e 2.9 GHz (single-core).  Trovate ulteriori dettagli nella Recensione Processori Intel Sandy Bridge Quad-Core.

Come di consueto, la funzione Hyperthreading simula quattro cores virtuali addizionali, ottimo per il multitasking.  Le applicazioni possono processare sino a 8 threads simultaneamente con l'attivazione dell'Hyperthreading.  Il quad-core ha un TDP da 45 watts che rappresenta il consumo energetico massimo della CPU (ma può essere superato durante l'overclock).  Il controller di memoria e la scheda grafica HD Graphics 3000 integrata sulla CPU sono, naturalmente, incluse in questo valore. La HD Graphics 3000 consente un utilizzo di energia ridotto ed una maggiore autonomia della batteria.  Infatti la scheda grafica dedicata Geforce GTX 460M è disattivata automaticamente tramite Nvidia Optimus quando il carico di GPU resta sotto una certa soglia. Intel ha, inoltre, migliorato in modo sostanziale le prestazioni 3D della HD Graphics 3000, su cui abbiamo discusso a lungo nella recensione della scheda grafica Intel HD Graphics 3000

Systeminfo CPUZ CPU
DPC Latency Checker Latenze Idle
Systeminfo GPUZ Intel HD
Systeminfo GPUZ GTX 460M
HW Info System
Systeminfo CPUZ RAM SPD
Systeminfo CPUZ RAM
Systeminfo CPUZ Scheda Madre
Systeminfo CPUZ Cache
DPC Latency Checker Latenze WLAN Off/On
Proprietà di sistema dell'Alienware M17x R3 GTX 460M i7-2630

Utilizzando il Benchmark CPU WPrime, l'i7-2630QM ha lavorato più velocemente rispetto al paragonabile 720QM (483s) ed la 740QM (427s).  Nel test multi-core questi ultimi hanno lavorato meglio per pochi secondi. La 2630QM si è attestata su 324s, nel complesso il 25% più veloce rispetto al potente quad-core 740QM . 

Nel benchmark CPU Cinebench R11.5 (Multi, 64 Bit), la 2630QM ha raggiunto 4.88 punti, molto di più rispetto alla 740QM (3.4; MSI GX660R).  La "identica" i7-2630QM dell'Aspire 7750G è riuscita a strappare 5.0 punti, leggermente meglio dell'M17x.  Poiché i benchmarks CPU sono eseguiti in sequenza, è possibile che la frequenza dinamica dell'M17x non abbia apportato un reale vantaggio durante il benchmark.  La 2820QM con un clock rate nominale superiore(2.3 GHz, 5.7 punti) ha mostrato un punteggio superiore anche nel test R11.5 (mySN XMG P501).

5.7
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
7.4
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
7.5
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
5.7
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
7
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
7.7
Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
3712
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
14072
Cinebench R10 Shading 32Bit
5749
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
4468 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
16977 Points
Cinebench R10 Shading 64Bit
5788 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
37.73 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
4.88 Points
Aiuto
PCMark 05 Standard
12019 punti
PCMark Vantage Result
12700 punti
Aiuto

La velocità di calcolo non è stata solo misurata ma anche apprezzata visivamente in tutto il suo valore. Nel PCMark Vantage, l'M17x ha raggiunto 12,700 punti. Questo punteggio elevato, pone l'M17x tra la crème de la crème.  La principale causa di ciò risulta essere l'SSD Samsung.  Questo punteggio porta l'M17x R3 il quarto posto tra tutti i portatili che abbiamo recensito!  Il nostro piccolo mostro si è persino avvicinato all'mySN XMG U700 ULTRA (GTX 470M SLI, 13,655 punti) con questo punteggio.

3DMark 05 Standard
21131 punti
3DMark 06 Standard
14086 punti
3DMark Vantage P Result
8276 punti
3DMark 11 Performance
1805 punti
Aiuto
Unigine 2.1: 24fps
Unigine 2.1: 24fps

Senza una potente scheda grafica, il portatile Alienware sarebbe solo una perdita di tempo. Il modello che abbiamo testato, invece, monta una GPU Nvidia di fascia alta, collegata tramite modulo MXM. La GeForce GTX 460M DirectX 11 è tra le GPUs più veloci.  Utilizza 1,536 MB di memoria video GDDR5 collegata a 192 bits.  Per quanto riguarda il clock rate, la GeForce GTX 460M gira a 675 MHz (core), 625 MHz (memoria) e 1,350 MHz (shaders).  Il clock rate di memoria ma mostrato differenze nei dispositivi GTX 460M in passato: il Toshiba Qosmio X500, il Medion Erazer X6811, l'Asus G73JW, l'MSI GT663R = (1,250 MHz); l'MySN XMG P500 PRO = (625 MHz). 

Oltre ad offrire prestazioni nel gaming, la GPU ha anche altre features.  Mentre PhysX (calcoli fisici basati sulla GPU) e PureVideo HD (accelerazione video) possono essere utilizzati con il solo portatile, la visualizzazione 3D (rendering 3D stereoscopico) richiede un monitor 120-Hz ed un kit speciale. 

Nel benchmark a tempo 3DMark 2006 (1,280 x 1,024) l'M17x R3 raggiunge 14,086 punti, il punteggio più elevato sino ad ora con la GTX 460M.  E l'Asus G73SW-TZ083V deve ammettere la sconfitta anche se per poco (13,932).  Il più recente 3DMark Vantage dà al nostro dispositivo 8,276 punti per le performance, collocandolo ancora una volta avanti al G73SW-TZ083V (7,899 punti).

Unigine Heaven 2.1 (tassellizzazione normale, DirectX11, 1,280x1,024) mostra che la potente CPU quad-core Sandy Bridge non necessariamente fornisce prestazioni per il gaming migliori rispetto ai chips  Clarksfield (i.e. 740QM). L'M17x R3 arriva — come gli altri sistemi GTX 460M — un refresh rate da 24 fps (Medion Erazer X6811, MSI GT663R). Il principale concorrente AMD, la Mobility Radeon HD 5870, nel contempo resta dietro di appena un frame rate con 23 fps (MSI GX660R). 

Samsung SSD 810 Series
Valore Minimo di trasferimento: 134.5 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 144 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 138.2 MB/s
Tempi di accesso: 0.1 ms
Burst Rate: 48.6 MB/s
Utilizzo CPU: 1 %

Il punto di forza del nostro UFO Alienware è senza dubbio l'SSD Samsung PM810 (256 GB). Questo modello MLC conosciuto anche come 470-series misura 2.5" (7 mm altezza).  Comprato singolarmente, costa 565 Euro. 

Il vantaggio dell'SSD sta nella lettura sequenziale dei files grandi.  Il valore di lettura è 3 volte superiore rispetto agli HDD convenzionali.  Quando i pacchetti di dati sono più piccoli e i dati sono sparsi l'SSD mostra tutta la sua potenza. Con pacchetti di dati da 512KB, il Samsung PM810 supera un HDD da 5400 RPM di ben 5 volte.  Con files da 4KB la differenza arriva anche ad un valore di 20 volte. 

Con questo calibro di potenza, l'SSD Samsung PM810 strappa l'11mo posto tra i punteggi dei migliori hard drive nel PCMark Vantage: 19,975 punti (sub-punteggio).  Il Sony Vaio Z12, inoltre, mostra che l'SSD può raggiungere anche vette più alte con i punteggi ottenuti dai due SSDs Toshiba usati in Raid 0 (24,467 punti).  Una cosa è sicura: i portatili convenzionali con HDD 5200/7200 RPM non hanno chance contro i sistemi che montano un SSD.  Oltre a questo, gli SSDs hanno una minore sensibilità agli impatti fisici e sono silenziosi.

HD Tune 138MB/s Lettura sequenziale
HD Tune 138MB/s Lettura sequenziale
Crystal Disk Mark 248MB/s Lettura sequenziale
Crystal Disk Mark 248MB/s Lettura sequenziale
PCMark Vantage Score con SSD-Boost
PCMark Vantage Score con SSD-Boost

Prestazioni per il Gaming

Wie wir testen - Leistung

Crysis

Con dettagli massimi (molto elevati) in full HD, il refresh rate raggiunge appena 15 fps.  Il Sandy Bridge Asus G73SW-TZ083V (2630QM) con stessa GPU fa anche di meno: 13 fps.  Per potervi godere a pieno il gioco, dovrete ridurre i settaggi grafici -  è bene iniziare con la risoluzione. Con dettagli elevati (1,024 x 768), lo sparatutto in soggettiva gira fluido con 55 fps sull'M17x R3.  Questo almeno dà modo di poter portare la risoluzione sino a 1,366 x 768.

Crysis - GPU Benchmark
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080Very High, 0xAA, 0xAF19.39 fps
 1024x768High54.6 fps

Risen

Questo gioco adventure è giocabile con dettagli massimi (Full HD), con 33 fps.  Un risultato molto buono considerando che la 740QM sino ad ora si fermava al massimo a 31 fps (Qosmio X500-TZ1V). Il G73SW-TZ083V, sempre con CPU Sandy Bridge, si ferma a 29 fps.

Risen FHD 33fps
Risen FHD 33fps
Risen High 48fps
Risen High 48fps
Risen
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080high/all on, 0xAA, 4xAF32.9 fps
 1366x768all on/high, 4xAF47.8 fps

Battlefield: Bad Company 2

L'M17x R3 si posiziona abbastanza bene per refresh rate nello sparattutto in soggettiva della Electronic Arts.  Con dettagli massimi in full-HD, il nostro sistema gira a 32 fps. Ancora una volta, va leggermente meglio rispetto al G73SW-TZ083V (30 fps). I portatili con 740QM e con stessa GPU reggono il confronto. L'MSI GT663R-i7488BLW7P e l'Erazer X6811-MD97624 si attestano sui 30 FPS. LA nuova Radeon HD 6850M tuttavia non riesce a gestire questi refresh rates.  La GPU va sotto sforzo in full HD con 19 fps (Aspire 7750G, i7 2630QM).

BFBC2 High 60fps
BFBC2 High 60fps
BFBC2 FHD 33fps
BFBC2 FHD 33fps
Battlefield: Bad Company 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080high, HBAO on, 4xAA, 8xAF32 fps
 1366x768high, HBAO on, 1xAA, 4xAF60.6 fps

Metro 2033

L'unico punto debole dell'M17x R3 si rivela essere Metro 2033.  I dettagli massimi in full HD consentono appena 10.5 fps.  I giocatori che amano gli standards elevati devono accontentarsi di 1,600 x 900 pixels e settaggi grafici elevati: 30 fps.  Questo, tuttavia, non è motivo di vergogna per l'M17x R3 visto che nemmeno i sistemi SLI GTX 460M come l'mySN XMG U700 ULTRA riescono ad andare oltre i 18.5 fps.

Metro2033 FHD 10fps
Metro2033 FHD 10fps
Metro2033 High 30fps
Metro2033 High 30fps
Metro2033 Med 55fps
Metro2033 Med 55fps
Metro 2033
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080Very High DX11, AAA, 4xAF10.5 fps
 1600x900High DX10, AAA, 4xAF30 fps
 1360x768Normal DX10, AAA, 4xAF55.5 fps
StarCraft2 FHD Ultra 35fps
StarCraft2 FHD Ultra 35fps

StarCraft 2

Il tanto atteso seguito RTS può essere sfruttato in full HD con settaggi grafici Ultra, con un risultato giocabile da 34.5 fps sull'M17x R3.  I vecchi Core i7 come il 640M sono appena dietro l'M17x R3 con 32 fps (XMG P500 PRO).

StarCraft 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080ultra34.5 fps
 1360x768high65.4 fps
 1360x768medium83.5 fps

Mafia 2

Senza limitazioni, il gioco gangster ambientato nel 1920 gira con dettagli massimi in full HD con un buon risultato di 39 fps.  Il settaggio "High" consente addirittura 62 fps.  La concorrente Radeon non riesce a raggiungere questi livelli a causa della GDDR3.  La nuova HD 6850M è del 23% più lenta (Aspire 7750G).

Mafia2 FHD 39fps
Mafia2 FHD 39fps
Mafia2 High 62fps
Mafia2 High 62fps
Mafia 2
 RisoluzioneSettaggiValore
 1920x1080high, 0xAA, 16xAF39.2 fps
 1360x768high, 0xAA, 16xAF62.3 fps

Giudizio per il Gaming

Le prestazioni di gioco dell'Alienware M17x R3 non lascia quasi nulla da desiderare. Anche con i giochi più pesanti come Metro 2033, si riescono a raggiungere livelli da 30 fps con dettagli elevati. I giocatori ambiziosi si sono abituati per anni a convivere con la GeForce GTX 460M con il suo supporto DirectX 11.  Gli aficionados delle prestazioni potrebbero prendere il considerazione la GTX 485M, che fornisce frame rates più elevati.
Troverete benchmarks per molti altri giochi nella nostra GTX 460M breakdown o nel nostro Confronto di schede grafiche Notebook per le prestazioni Gaming.

basso medio alto ultra
Crysis - GPU Benchmark (2007) 54.6 19.39 fps
Crysis - CPU Benchmark (2007) 49.6 14.37 fps
Risen (2009) 47.8 32.9 fps
Battlefield: Bad Company 2 (2010) 60.6 32 fps
Metro 2033 (2010) 55.5 30 10.5 fps
StarCraft 2 (2010) 83.5 65.4 34.5 fps
Mafia 2 (2010) 62.3 39.2 fps

Emissioni

Ventola
Ventola

Rumorosità di sistema

L'M17x R3 monta due dissipatori indipendenti con una ventola ciascuno. L'aria fresca entra nel case tramite due grandi prese d'aria lungo la base — che non dovrebbero essere ostruite durante l'utilizzo di giochi - ed affluisce verso gli scambi termici (alette di raffreddamento). L'M17x R3 riesce, tuttavia, ad essere rumoroso, raggiungendo 48.1 dB(A) quando si utilizzano applicazioni pesanti.  D'altro canto, le due ventole si disattivano completamente in modalità idle.  Considerando che abbiamo un SSD del tutto silenzioso, la colossale potenza dell'Alienware diventa un gigante in letargo.  Questo è il risultato anche della tecnologia Nvidia Optimus che disattiva la GTX 460M quando il carico è limitato. In questi casi, la GPU integrata Graphics 3000 fornisce potenza più che sufficiente per il rendering grafico.

Non appena si portano CPU e/o GPU sotto stress, il sistema di raffreddamento inizia a lavorare. Quando il Core i7-2630QM è sotto carico costante al 100% (Prime95), la rumorosità di sistema resta costantemente al 44.3 dB(A).  A questo punto, abbiamo iniziato lo stress test GPU, Furmark.  Il livello di rumorosità sale fino a 48.1 dB(A). I  giocatori devono abituarsi ad un massimo di 46 dB(A).  Il sistema raggiunge questo livello di rumorosità durante i tests Furmark e 3DMark2006. 

Dopo la fine dello stress tests, le ventole non restano attive a lungo. Questo vale per la maggior parte degli stress delle CPU.  Quando abbiamo arrestato Prime95, ad esempio, dopo un secondo il livello di rumore è sceso da 44.3 dB(A) a 29.5 dB(A) (ventole disattive!). Le ventole si spengono solo con i profili prestazionali "Bilanciato" e "Risparmio energetico". Impostando "High Performance", la CPU non può ridurre la sua velocità clock.

Rumorosità

Idle
29.5 / 29.5 / 29.5 dB(A)
HDD
29.5 dB(A)
DVD
34.6 / dB(A)
Sotto carico
46 / 48.1 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light   Voltcraft sl-320 (15 cm di distanza)

Temperature

Cosa ci dice questo grafico sulle temperature?  In sintesi, possiamo fare quello che vogliamo. L'M17x R3 si scalda durante lo stress test (100% di carico CPU & GPU) fino a 49ºC. Questo caso si verifica solo su un singolo punto accanto alla Nvidia GTX 460M. Guardate il nostro report sull'interno del case. 

Non sorprende che la CPU si scaldi sino ad un massimo di 90ºC durante lo stress test.  La GTX 460M raggiunge appena 79ºC.  Il benchmark 3DMark2006 lasciato in funzione per diverse ore di stress test non ha mostrato particolari problematiche dovute alle temperature.

Temperature utilizzo limitato, profilo "High Performance"
Temperature utilizzo limitato, profilo "High Performance"
Temperature Furmark (GPU)
Temperature Furmark (GPU)
Temperature Furmark+Prime95
Temperature Furmark+Prime95
Temperature Furmark+Prime95 dopo 3 ore
Temperature Furmark+Prime95 dopo 3 ore
Carico massimo
 24.5 °C28 °C25.6 °C 
 23.2 °C24.8 °C24.5 °C 
 22.8 °C21.7 °C22.7 °C 
Massima: 28 °C
Media: 24.2 °C
33.7 °C48.7 °C29.6 °C
25.7 °C35.1 °C29.4 °C
21.8 °C22.2 °C22.5 °C
Massima: 48.7 °C
Media: 29.9 °C
Alimentazione (max)  51.2 °C | Temperatura della stanza 19.3 °C | Voltcraft IR-360
(+) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 24.2 °C / 76 F, rispetto alla media di 33.2 °C / 92 F per i dispositivi di questa classe Gaming.
(+) La temperatura massima sul lato superiore è di 28 °C / 82 F, rispetto alla media di 39.6 °C / 103 F, che varia da 21.6 a 68.8 °C per questa classe Gaming.
(-) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 48.7 °C / 120 F, rispetto alla media di 42.3 °C / 108 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 22.2 °C / 72 F, rispetto alla media deld ispositivo di 33.2 °C / 92 F.
(+) The palmrests and touchpad are cooler than skin temperature with a maximum of 23.2 °C / 73.8 F and are therefore cool to the touch.
(+) The average temperature of the palmrest area of similar devices was 28.8 °C / 83.8 F (+5.6 °C / 10 F).

Altoparlanti

Alienware ha dotato l'M17x di un buon sistema audio. Anche in assenza di subwoofer, i due altoparlanti stereo collocati dietro gli occhi dell'alieno (lato frontale) produce toni medi ed alti bilanciati.  I bassi sono presenti e si fanno sentire con le vibrazioni dei punti di appoggio dei polsi.  Il volume massimo è abbastanza elevato (senza distorsioni) e la qualità del suono è molto pulito e preciso.

L'unico punto di critica che abbiamo riscontrato sono i toni alti non perfetti. Quando si ascolta musica con molti toni alti, non si ottiene un risultato adeguato.  Comunque si tratta di un problema comune a tutti i portatili. Ci sono sempre problemi per alcuni aspetti quando gli altoparlanti devono rappresentare tutte le frequenze. Una piacevole eccezione è rappresentata dall'Asus N73JQ-TZ087V con i suoi Sonic Master.  

L'effetto stereo è minimale, probabilmente ciò è dovuto al fatto che le casse si trovano sul frontale. L'M17x R3, naturalmente, non compete con i buoni sistemi audio esterni, specialmente con le combinazioni 5.1.  Per video e musica, la qualità del suono è più che accettabile.

Autonomia della batteria

Un portatile così grande non può avere una buona autonomia della batteria... Questo è un pregiudizio con cui si deve confrontare il Dell Alienware M17x R3. Dovete comunque pensare che il suo peso da 4.3-kg ed il suo case ingombrante non facilitano l'utilizzo mobile.  Ma il nostro Alien riesce a sorprenderci.  In modalità idle, passano 6 ore prima che l'M17x R3 si spenga.

Il nostro test internet via Wifi si è avvicinato molto all'autonomia dichiarata. Dopo 3 ore 34 minuti, la batteria si è prosciugata. Durante il test, abbiamo visitato YouTube, scaricato alcuni files, e girato alcuni siti di notizie. La luminosità dello schermo era fissa a 100 cd/m². 

Le domande circa la possibilità di giocare a Battlefield sul bus hanno trovato risposta nel nostro test di utilizzo intenso utilizzando il tool Battery Eater.  Dopo 80 minuti, la finestra Battery Eater Classic Mode è scomparsa dallo schermo. Ma poiché questo test mette sotto stress prevalentemente la CPU non necessariamente corrisponderà alle condizioni che si verificano durante il gaming.  Se volete farvi un'idea dovete contare su una autonomia di circa un'ora di gioco mobile.

La batteria a ioni di litio da 90-Wh (8,100 mAh) si occupa dell'autonomia dell'Alieno.  La ricarica completa richiede appena 145 minuti.  Per una capacità così elevata, il tempo di ricarica è molto breve.

Ricarica 145min.
Ricarica 145min.
Internet via WiFi 214min.
Internet via WiFi 214min.
Idle 369min.
Idle 369min.
DVD Film 266min.
DVD Film 266min.
Utilizzo intenso 80min.
Utilizzo intenso 80min.
Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
6ore 9minuti
Navigazione WiFi
3ore 34minuti
DVD
4ore 26minuti
Sotto carico (max luminosità)
1ore 20minuti

Recentemente abbiamo preso atto della notevole riduzione dei consumi in modalità idle con il processori quad-core Sandy Bridge nell'Aspire 7750G.  Mentre l'Acer con lo stesso processore i7-2630QM e con la HD 6850M che può essere disattivata si attesta sui 12.9 watts (idle, minimo), l'M17x R3 richiede una maggiore quantità di energia, che arriva a 17.5 watts. L'Alienware ha il vantaggio di una GPU GTX-460M GPU che può essere disattivata tramite Optimus.  Il consumo massimo in modalità, senza ricarica della batteria, arriva a 18.9 watts e 26.7 watts (7750G e rispettivamente M17x R3).

Anche se l'Aspire 7750G appare più parsimonioso, dobbiamo dire che l'M17x R3 è più efficiente rispetto alla generazione Clarksfield (i7-720QM, 740QM, ecc.).  In modalità idle, l'Asus N73JQ-TZ087V (740QM) assorbe tra 19.3 e 29.5 watts (min. - max.).  L'MSI GX660R (740QM) particolarmente assetato arriva a livelli tra 29 e 51.3 watts.

All'estremo opposto, abbiamo rilevato il consumo sotto utilizzo intenso. Lo stress test per CPU e GPU (Prime95, Furmark) ha mostrato 163 watts.  Quando è attiva solo la GTX 460M, il consumo è stato di 129 watts.  Questo non risulta essere un problema per l'alimentatore da 240-watt. Inoltre, l'alimentatore pesa appena 814 grammi.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.4 / 0.9 Watt
Idledarkmidlight 17.5 / 23.6 / 26.7 Watt
Sotto carico midlight 122 / 163.4 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        Voltcraft VC 960

Giudizio complessivo

Alienware M17x R3: temporaneamente non in vendita
Alienware M17x R3: temporaneamente non in vendita

L'Alienware M17x R3 non ha solo un aspetto sorprendete che attira sguardi invidiosi. Anche le performance sono senza dubbio attraenti rispetto all'attuale offerta di portatili.  Naturalmente ci saranno altri processori  Sandy Bridge più potenti rispetto al Core i7-2630QM (4x2 GHz).  Ma la combinazione con l'SSD da 256GB Samsung, sarà difficile da replicare. 

Unitamente alla velocità della Geforce GTX 460M, il nostro sistema ha raggiunto risultati impressionanti nel gaming e nei benchmarks 3D, migliori rispetto ai portatili i7-740QM senza SSDs. Ad ogni modo, i giocatori possono godersi la potenza della configurazione gaming superata solo dalle schede grafiche top come HD 6970M o GTX 485M

Tutta questa potenza per fortuna non incide molto sull'autonomia e sul comfort. 3 ore e 30 minuti per un utilizzo standard e con le ventole disattiva in modalità idle, sono il risultato di consumi energetici piuttosto contenuti.

Il portatile Alienware testato è stato recentemente ritirato dal mercato da Dell a causa di un problema al chipset Cougar Point.  Con un display full-HD, un i7-2630QM, 4 GB di RAM, una GTX 460M, un SSD da 256GB, masterizzatore DVD e Windows 7 Home Premium, il prezzo dovrebbe essere di circa 2.500 Euro.  Una dichiarazione di Dell è riportata all'inizio di questa recensione. Potrete trovare maggiori informazioni sulla Sandy Bridge qui.

Dell Alienware M17X R3: A First-Rate Gaming Laptop with a Top-of-the-Line Graphics Card.
Dell Alienware M17X R3: A First-Rate Gaming Laptop with a Top-of-the-Line Graphics Card.
Recensione: Alienware M17x R3 GTX 460M i7-2630
Recensione: Alienware M17x R3 GTX 460M i7-2630

Specifiche tecniche

Alienware M17x R3 GTX 460M i7-2630 (M17x Serie)
Scheda grafica
NVIDIA GeForce GTX 460M - 1536 MB, Core: 675 MHz, Memoria: 625 MHz, GDDR5, ForceWare 266.08
Memoria
4096 MB 
, Micron Tech PC3-10600 667MHz, max. 4x8GB=32GB
Schermo
17 pollici 16:9, 1920 x 1080 pixel, auslesbar: MGNC7€173WF1, FHD, lucido: si
Scheda madre
Intel HM67
Harddisk
Samsung SSD 810 Series, 256 GB 
, 470-series MLC SATA 3Gbps
Scheda audio
IDT 92HD73C1 / 92HDW74C1 / 92HDW74C2 @ Intel Cougar Point PCH - High Definition Audio Controller
Porte di connessione
3 USB 2.0, 2 USB 3.0 / 3.1, 1 VGA, 2 HDMI, 1 DisplayPort, 1 Kensington Lock, 1 eSata, Connessioni Audio: SPDIF, Microfono/Line-in, Cuffie Jack/Line-out (Speaker centrale, Subwoofer), Cuffie Jack/Line-out (Speaker frontale), Line-out (Surround Sound sul retro), Lettore schede: MMC, SD, MS, MSPro, HDMI-In
Rete
Atheros AR8151 PCI-E Gigabit Ethernet Controller (10/100/1000/2500/5000MBit/s), Dell Wireless 1501 Wireless-N Half-Mini Card (g/n = Wi-Fi 4), Bluetooth 3.0 + HS
Drive ottico
HL-DT-ST DVD+-RW GA31N
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 54 x 406 x 321
Batteria
90 Wh ioni di litio, 11.1V 8100mAh
Sistema Operativo
Microsoft Windows 7 Home Premium 64 Bit
Camera
Webcam: 2.0MP
Altre caratteristiche
Borsa per il trasporto, Mouse Pad, Cappellino da Baseball con Logo, Manuale utente, Command Center, Win 7 DVD, Drivers, 12-36 Mesi Garanzia
Peso
4.309 kg, Alimentazione: 814 gr
Prezzo
2500 Euro

 

Alienware M17x R3 (GTX 460M, i7-2630QM)
Alienware M17x R3 (GTX 460M, i7-2630QM)
L'SSD Samsung è in parte responsabile della formidabile velocità del dispositivo.
L'SSD Samsung è in parte responsabile della formidabile velocità del dispositivo.
Il secondo slot è occupato dell'SSD Samsung (Slot 0).
Il secondo slot è occupato dell'SSD Samsung (Slot 0).
Uno slot HDD libero mette a disposizione potenzialmente altro spazio (Slot 1).
Uno slot HDD libero mette a disposizione potenzialmente altro spazio (Slot 1).
La fortificazione sul disco ottico rende resistente una parte del case di solito delicata.
La fortificazione sul disco ottico rende resistente una parte del case di solito delicata.
Una meraviglia il sistema di raffreddamento e l'unità base in masgnesio-alluminio.
Una meraviglia il sistema di raffreddamento e l'unità base in masgnesio-alluminio.
Rimuovendo due viti si accede all'interno e si vedono i componenti extraterrestri.
Rimuovendo due viti si accede all'interno e si vedono i componenti extraterrestri.
Questo LED indica il livello di carica.
Questo LED indica il livello di carica.
La batteria ad 8-celle a ioni di litio ha una capacità da 90Wh.
La batteria ad 8-celle a ioni di litio ha una capacità da 90Wh.
La batteria dura 4ore e  30min (DVD Film), sorprendente per un desktop replacement.
La batteria dura 4ore e 30min (DVD Film), sorprendente per un desktop replacement.
Questo dispositivo di archiviazione pesa appena 56 grammi.
Questo dispositivo di archiviazione pesa appena 56 grammi.
C'è spazio per 4 chips RAM nel complesso.  Gli altri due si trovano sotto la tastiera.
C'è spazio per 4 chips RAM nel complesso. Gli altri due si trovano sotto la tastiera.
Alienware M17x R3 (GTX 460M, i7-2630QM)
Alienware M17x R3 (GTX 460M, i7-2630QM)
Cappellino da baseball e mouse pad completano il pacchetto (immagini nella colonna centrale)
Cappellino da baseball e mouse pad completano il pacchetto (immagini nella colonna centrale)
Manuale utente, adesivi Alien ed adattatore SPDIF (connettore audio ottico)
Manuale utente, adesivi Alien ed adattatore SPDIF (connettore audio ottico)
Il software comprende Dell Recovery disc, Roxio Creator, drivers e Webcam Central.
Il software comprende Dell Recovery disc, Roxio Creator, drivers e Webcam Central.
Il display lucido ha una risoluzione full-HD ed un buon contrasto da 527:1.
Il display lucido ha una risoluzione full-HD ed un buon contrasto da 527:1.
Con 814 grammi, tuttavia il peso si fa sentire.
Con 814 grammi, tuttavia il peso si fa sentire.
L'alimentatore è molto sottile.
L'alimentatore è molto sottile.
La Geforce GTX 460M è collegata alla scheda madre tramite MXM, assicurando la connessione al sistema Alienware.
La Geforce GTX 460M è collegata alla scheda madre tramite MXM, assicurando la connessione al sistema Alienware.
Il dissipatore della CPU è troppo grande per lasciare le ventole silenziose.
Il dissipatore della CPU è troppo grande per lasciare le ventole silenziose.
L'M17x R3 ha due ventole che restano silenziose in modalità idle.
L'M17x R3 ha due ventole che restano silenziose in modalità idle.
L'alimentazione si trova sul retro.
L'alimentazione si trova sul retro.
Il case è estremamente resistente e robusto. Anche lungo la superficie della base resiste alle pressioni.
Il case è estremamente resistente e robusto. Anche lungo la superficie della base resiste alle pressioni.
I punti di appoggio dei polsi, la cover ed i lati sono leggermente gommati (rifinitura Soft-Touch) e di conseguenza non sono scivolosi.
I punti di appoggio dei polsi, la cover ed i lati sono leggermente gommati (rifinitura Soft-Touch) e di conseguenza non sono scivolosi.
Questo lascia le superfici fresche anche senza avere l'aspetto di alluminio.
Questo lascia le superfici fresche anche senza avere l'aspetto di alluminio.
Dentro e fuori il case, lega di alluminio e magnesio.
Dentro e fuori il case, lega di alluminio e magnesio.
Il colossale Alienware M17x R3 pesa 4.3 Kg.
Il colossale Alienware M17x R3 pesa 4.3 Kg.
Tuttavia le loro navicelle sono diverse.
Tuttavia le loro navicelle sono diverse.
Qui abbiamo una CPU Intel Core i7-2630QM quad-core (Sandy Bridge).
Qui abbiamo una CPU Intel Core i7-2630QM quad-core (Sandy Bridge).
Ma gli Alieni non sono come noi.
Ma gli Alieni non sono come noi.
Questo problema sta mettendo paura ai produttori di portatili gaming come MSI, Acer, Asus & Co.
Questo problema sta mettendo paura ai produttori di portatili gaming come MSI, Acer, Asus & Co.
Gli Alieni sono qui!
Gli Alieni sono qui!
I migliori scienziati stanno decifrando la lingua Aliena.
I migliori scienziati stanno decifrando la lingua Aliena.
L'HDMI-In è una novità tra le porte (HDMI-Out nell'immagine).
L'HDMI-In è una novità tra le porte (HDMI-Out nell'immagine).
La "S" è tramata in modo che potete trovarla facilmente quando giocate.
La "S" è tramata in modo che potete trovarla facilmente quando giocate.
Ed ovviamente sul pulsante di accensione. Questo pulsante lampeggia anche in relazione all'HDD (SSD).
Ed ovviamente sul pulsante di accensione. Questo pulsante lampeggia anche in relazione all'HDD (SSD).
Gli alieni hanno lasciato il segno sulla borsa.
Gli alieni hanno lasciato il segno sulla borsa.
ed è un peccato in quanto la tastiera chiede solo di essere usata, visto il suo punto di pressione preciso e la sua comoda battuta.
ed è un peccato in quanto la tastiera chiede solo di essere usata, visto il suo punto di pressione preciso e la sua comoda battuta.
Poiché c'è una base enorme, spessa 3.4 cm la differenza tra il piano di appoggio ed i punti di appoggio dei polsi è evidente e scomodo.
Poiché c'è una base enorme, spessa 3.4 cm la differenza tra il piano di appoggio ed i punti di appoggio dei polsi è evidente e scomodo.
Il case è nero o argento.
Il case è nero o argento.
Gli alieni hanno fatto un buon lavoro con le cerniere. Che reggono lo schermo in modo saldo.
Gli alieni hanno fatto un buon lavoro con le cerniere. Che reggono lo schermo in modo saldo.
Il display si flette abbastanza.
Il display si flette abbastanza.
E' iniziato un libero scambio tra Alieni ed umani, anche se c'è qualche problema.
E' iniziato un libero scambio tra Alieni ed umani, anche se c'è qualche problema.

Portatili simili

Notebooks simili di altri Produttori

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Area-51m mini-me: Recensione del Laptop Dell Alienware m15 R2
GeForce RTX 2080 Max-Q, Core i7 9750H, 15.6", 2.16 kg
Recensione del Computer Portatile Alienware Area-51m (i9-9900K, RTX 2080)
GeForce RTX 2080 (Laptop), Core i9 (Desktop) 9900K, 17.3", 3.87 kg
Recensione del Portatile Alienware m15 (i7-8750H, GTX 1070 Max-Q)
GeForce GTX 1070 Max-Q, Core i7 8750H, 15.6", 2.16 kg
Recensione del Portatile Alienware 17 R5 (i7-8750H, GTX 1070, QHD)
GeForce GTX 1070 (Laptop), Core i7 8750H, 17.3", 4.416 kg

Links

  • Informazioni sul produttore

Confronto prezzi

Pro

+Realizzazione artigianale del Case sorprendente
+Eccellenti prestazioni con le applicazioni grazie all'SSD
+Display Full-HD con contrasto elevato
+Tastiera resistente e con una buona risposta
+Touchpad con buona reattività
+90º di visuale orizzontale
+Sempre fresco al tatto
+Molte Porte incluse HDMI-In e Mini DisplayPort
+Masterizzatore DVD SlotDrive
+Retroilluminazione regolabile
+Accessori di qualità elevata
+Buona qualità del suono (Bassi)
+Buona autonomia della batteria per un Desktop Replacement
 

Contro

-Rumoroso sotto utilizzo intenso
-Estremamente pesante
-Molti spigoli ed angoli evidenti
-Gamma di colori non eccellente

Sintesi

Cosa abbiamo apprezzato

L'M17x R3 è rumoroso quando deve esserlo, ad esempio quando si gioca con i 3D o con carico elevato della CPU.  Il case robusto è perfetto anche nei dettagli. L'LCD fa una buona impressione con il suo contrasto elevato e gli ampi angoli di visuale.

Cosa  avremmo voluto vedere

Una tastiera con una resistenza migliore ed uno slot ExpressCard. 

Cosa ci ha sorpreso

I potenziali upgrade offerti dal secondo slot hard drive e dalla capacità di memoria da 32 GB di RAM.  

La concorrenza

Deviltech Fragbook DTX (P170HM): GeForce GTX 470M; Asus G73SW: GeForce GTX 460M; mySN XMG P500 PRO: GTX 460M and 15.6" full-HD ; Deviltech HellMachine DTX: GeForce GTX 480M SLI; mySN XMG U700 ULTRA: GeForce GTX 460M SLI; Medion Erazer X6811: GeForce GTX 460M ad un prezzo più basso.

Punteggio

Alienware M17x R3 GTX 460M i7-2630 - 05/19/2012 v2(old)
Sebastian Jentsch

Chassis
90%
Tastiera
86%
Dispositivo di puntamento
88%
Connettività
84%
Peso
52%
Batteria
83%
Display
86%
Prestazioni di gioco
93%
Prestazioni Applicazioni
95%
Temperatura
89%
Rumorosità
83%
Punti aggiuntivi
92%
Media
85%
88%
Gaming - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione Alienware M17x R3 (GTX 460M, i7-2630QM)
Sebastian Jentsch (Update: 2014-09-19)