Notebookcheck

Notebooks usati

I notebooks oggi sono sempre più popolari. Per la prima volta nel 2006 gli utilissimi computer portatili sono venduti più dei desktop. Un portatile di marca buona e di fascia alta può essere molto costoso, e in tanti potrebbero avere difficoltà nell'acquisto. Ma esiste una alternativa più economica. Un portatile usato è abbastanza potente per svolgere lavori quotidiani. Ecco qualche suggerimento da seguire quando si acquista un portatile usato.

 

Processore

Logo del Mobile Pentium III-M
Logo del Mobile Pentium III-M

Il processore è la chiave di volta di ogni computer. La sua velocità è responsabile delle prestazioni del computer. L'Intel Mobile Pentium III o i sui successori leggermente superiori Mobile Pentium III M  sono CPUs economiche e potenti. Entrambi i tipi di processori forniscono abbastanza potenza per le attività quotidiane, giochi, files MP3 proiezione di films, quando superano prestazioni da 700MHz. La linea guida generale dice: Più alto è il clock rate, maggiore sarà la potenza – e più elevato il costo.

 

Fate attenzione ai cosiddetti affari che sono dotati di processori VIA o Transmeta. Questi chips hanno un clock rate superiore rispetto ai processori Pentium III, ma le prestazioni sono inferiori a quelle Intel. Lo stesso vale per i processori Intel Pentium IV. Anche quando il loro clock rate è superiore, le prestazioni complessive sono soltanto marginalmente superiori rispetto quelle dei Pentium III. Un altro svantaggio delle CPUs Pentium IV è la minore durata delle batterie e le emissioni di rumore superiori durante il lavoro.

 

Memoria di lavoro e sistema operativo

Oltre alle prestazioni del processore anche le dimensioni della memoria di lavoro sono importanti per la velocità del notebook. La RAM è utilizzata come un buffer ultra veloce durante i calcoli. Le la memoria non è abbastanza grande, non sarà possibile lavorare senza rallentamenti. Una quantità di RAM modesta non può essere compensata da un processore veloce.

Il sistema operativo specifica la quantità di memoria ideale. Ad esempio Windows 2000 richiede un minimo di 128 MB di RAM, ma per usare Windows XP ne occorrono 256MB. Per lavorare in modo fluido è meglio raddoppiare la quantità di memoria. Linux non necessita di tanta memoria come Windows. Alcune distribuzioni sono realizzate per computer poco potenti e quindi non richiedono prestazioni come quelle necessarie per Windows. Alcune versioni come Puppy Linux o Xubuntu necessitano solo di 128MB di RAM per funzionare senza problemi. Anche l'interfaccia utente è intuitiva per i meno esperti e simile a Windows. Tuttavia è comunque necessario un po' di tempo per conoscere il sistema operativo. Solo le distribuzioni professionali come Damn Small Linux sono meno esigenti. Richiedono 64MB di RAM per un lavoro fluido e per la navigazione internet. Ma in questo caso le funzioni del sistema operativo sono limitate, e non è facile espanderle senza avere una conoscenza professionale di Linux.

 

Xubuntu è una alternativa a Windows.
Xubuntu è una alternativa a Windows.

Porte

Adattatori LAN Wireless, varie porte USB 2.0 e lettori multi card sono una dotazione standard per i portatili da qualche anno a questa parte. Di norma i portatili più datati non hanno queste porte. Un adattatore PCMCIA Wireless LAN può essere facilmente comprato e collegato al portatile. Soltanto i portatili molto vecchi che usano CPUs Pentium II non hanno porte PCMCIA e non possono effettuare questo tipo di operazione.

Autonomia della batteria

La batteria deve essere sostituita.
La batteria deve essere sostituita.

Il principale problema nell'acquisto di un portatile usato è rappresentato dalla durata della batteria. Se chi vende non include una batteria nuova o comunque non troppo vecchia e la batteria vecchia è stata usata per anni, l'autonomia non sarà troppo lunga. Il portatile non potrà essere usato per più di 15 - 60 minuti senza essere collegato all'alimentazione. Il costo di acquisto di una batteria nuova quindi va aggiunto a quello del portatile. Ma utilizzando una batteria nuova, l'autonomia di un portatile Pentium III sale fino a tre ore. Una batteria nuova può costare da 35 a 70 Euro.

Classici trabocchetti

Ci sono molte cose cui prestare attenzione quando si cerca un portatile usato nelle aste. Una descrizione completa e fotografie significative sono gli aspetti più importanti. Anche quando il venditore elogia il suo notebook, il passare del tempo lo ha sicuramente intaccato. E' fondamentale osservare bene lo schermo, oltre ai graffi e le abrasioni sulle plastiche.

In molti casi il display è danneggiato per una scarsa cura nell'utilizzo. Colori sfocati e variazioni di colore sono particolarmente fastidiosi. Impronte delle dita e polvere sul display sono meno importanti in quanto possono essere rimosse facilmente utilizzando uno spray ed un panno in microfibra. Problemi con i pixel potrebbero non essere notati guardano un'immagine, e nella maggior parte dei casi anche se ci sono non sono fastidiosi.

In molte aste ci sono diversi portatili che hanno tastiere straniere. Fate attenzione a questo, in quanto gli adesivi apposti sui tasti non trasformano la tastiera in un modello del vostro paese. Nei fatti questi adesivi sono fastidiosi  e rendono difficile la digitazione, pertanto è sempre preferibile cercare una tastiera del vostro paese.

Se il venditore scrive qualcosa tipo “l'hard disk emette dei rumori” o “la ventola è rumorosa”, allora l'acquirente deve stare attento. Il primo caso indica che l'hard disk sta per danneggiarsi ed il secondo potrebbe indicare che la ventola ha subito danni. Probabilmente alcuni componenti si riscaldano troppo e costringono la ventola a lavorare continuamente.

E' altrettanto importante fare attenzione al sistema operativo. La maggior parte dei notebooks hanno un sistema operativo pre-installato, ma in alcuni casi i venditori potrebbero decidere di mantenere la licenza. Se questa dovesse mancare, allora l'acquirente deve comprarsene una, oppure utilizzare un sistema operativo open source.

 

Portatili usati garantiti

Se non volete comprare un portatile usato da internet, allora è possibile farlo tramite il canale commerciale classico.Il vantaggio è che il commerciante deve offrire una garanzia di un anno e nella maggior parte dei casi è trasparente nell'indicare i difetti del portatile. Il prezzo dei portatili è superiore rispetto all'acquisto da un privato. Di seguito qualche esempio di portatili che possono essere comprati da negozi online  Lapstore.de, Lapworld.de, tb-computers.de e recycle-it.de.

Modelli raccomandati

IBM ThinkPad
IBM ThinkPad

I portatili usati IBM sono estremamente diffusi. L'IBM ThinkPads ha una reputazione leggendaria e soddisfa per ergonomicità, comfort ed affidabilità, ma non sono molto economici. Se non volete spendere tanto, allora potete cercare i modelli della fascia del Dell Latitude oppure HP Evo ed Armada .

Conclusione

Se seguite le regole base nell'acquisto di un portatile usato, allora potrete avere una macchina solida per un prezzo accettabile. Ma dovete terene presente che ci sono notebooks nuovi di marchi molto noti che costano meno di 500 Euro. In molti casi non vale la pena spendere più di 300 - 400 Euro per comprare un portatile usato incluso sistema operativo e batteria nuova.

 

Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove de portatili e telefoni cellulari > Info Techniche / Tips > Notebooks usati
Matthias Bauer, 2009-09-24 (Update: 2014-09-19)