Notebookcheck

Recensione del Notebook MSI FX600

Quadrifonia. Questo nuovo modello di notebook è dotato di un tecnologicamente avanzato processore i5 e dovrebbe quindi cavarsela egregiamente anche con i videogiochi. Una vera novità, nel campo dei notebook, è la presenza di ben quattro altoparlanti. La finitura delle superfici rende graffi e macchie di impronte digitali un ricordo del passato.
Sebastian Jentsch,
MSI FX600-i5447W7P: notebook tuttofare con quattro altoparlanti, Core i5-CPU e Geforce GT 325M
MSI FX600-i5447W7P: notebook tuttofare con quattro altoparlanti, Core i5-CPU e Geforce GT 325M

Dopo la prima presentazione al CeBIT 2010, la serie FX debutta finalmente sul mercato. Tecnicamente, si tratta di un laptop di fascia media nella fascia di prezzo intorno ad 800 Euro. Con un processore i5-450M ed una GeForce GT 325M dotata di risparmio energetico avanzato mediante la tecnologia Nvidia Optimus, l'FX600 è sicuramente al passo con i tempi. Esso può utilizzare in modo intercambiabile le due schede grafiche. Il driver Nvidia si occupa di  cambiare tra la GT 325M e l'economica GPU Intel. In questo modo, l'utente potrà utilizzare l'FX600 con i giochi (GT 325M) e, per esempio, la scheda meno performante e più economica (Intel HD) durante un viaggio in treno.

Ad ogni modo, la specialità di questo 15.6-pollici non va ricercata nelle prestazioni, ma piuttosto nel sistema audio dotato di ben quattro altoparlanti (certificati THX). In aggiunta il produttore ha introdotto un nuovo case, sostituendo quello eccessivamente lucido utilizzato in precedenza.

Cosa offre quindi l'FX600 per 799 Euro? L'Nvidia Optimus può offrire una autonomia considerevole, nonostante la bassa capacità della batteria? Il suono dei quattro altoparlanti è davvero convincente? La GT 325M è in grado di far girare i giochi? Queste ed altre sono le domande delle quali troverete le risposte nella nostra recensione.

Case

Bordi degli altoparlanti
Bordi degli altoparlanti
Superfici solide ed antiscivolo
Superfici solide ed antiscivolo

Il case dell'FX600 è adatto sia all'ufficio, all'uso in ambito scolastico o a quello domestico grazie alla sua finitura solida e non lucida (sia per l'ambiente di lavoro che per la cover dello schermo).

I cosiddetti dattilografi da ufficio, beneficeranno delle superfici che saranno esenti da graffi e da impronte varie. L'unica superficie lucida è quella della cornice nera dello schermo ed ovviamente lo schermo stesso. La gabbia plastica della tastiera sembra raccogliere un poco la polvere, in quanto separa i tasti l'uno dall'altro. Comunque, premendo i tasti l'area può essere pulita.

Il case è stabile ma meno rigido di quando ci saremmo aspettati dalla presentazione al CeBIT. Con entrambe le mani è possibile piegarlo, anche se ammettiamo che si piega molto poco. L'area di appoggio dei polsi può essere flessa applicando un po' di pressione attorno agli adesivi. Stessa cosa accade per la base e per la superficie della cover dello schermo. In sintesi, la stabilità è buona ma non sopra la media per un uso domestico.

Le cerniere sono fissate fermamente alla base. Esse sono molto forti ed infatti è richiesto l'uso di entrambe le mani per aprire il notebook. L'angolo di apertura massimo è sufficiente per un uso sulle ginocchia (circa 130 gradi). La grande griglia rimovibile sotto la base permette all'utente di cambiare hard disk, RAM o modulo WLAN. Teoricamente ciò vale anche per il processore Core i5.

Connettività

eSATA, VGA, Ethernet RJ45
eSATA, VGA, Ethernet RJ45

Questo 15.6-pollici dispone della dotazione minima in termini di connessioni. Non troviamo infatti ne l'ExpressCard, ne la FireWire o i jack audio analogici 7.1. Gli appassionati di film potranno invece collegare hard disk esterni mediante la veloce interfaccia eSATA. Gli schermi esterni potranno essere connessi mediante HDMI o VGA.

I dati potranno essere trasferiti alle più alte velocità tramite il cavo Ethernet (Realtek Gigabit LAN). Stessa cosa vale per la Intel WiFi Link 1000: questa scheda WLAN ha un supporto Draft-N (b/g/n).

Frontale: card reader
Frontale: card reader
Sinistra: Kensington, AC, HDMI, 2 x USB 2.0, cuffie/SPDIF, microfono
Sinistra: Kensington, AC, HDMI, 2 x USB 2.0, cuffie/SPDIF, microfono
Retro: nessuna connessione
Retro: nessuna connessione
Destra: masterizzatore DVD, eSATA/USB combo, VGA, Ethernet
Destra: masterizzatore DVD, eSATA/USB combo, VGA, Ethernet

Dispositivi di input

Tastiera

MSI ha optato per una tastiera con tasti liberi dotata di tastierino numerico  per un più rapido inserimento dei numeri. I tasti hanno una buona quantità di spazio l'uno dall'altro, il quale offre a chi scrive un tocco breve e secco. Sfortunatamente il punto di pressione non è particolarmente ben definito, ed è questa la causa di un feeling nella digitazione non propriamente soddisfacente.

Nonostante la distanza tra i tasti, ci sono alcuni punti da criticare al riguardo. I tasti del tastierino numerico, i tasti freccia, invio e shift sono troppo piccoli senza alcun motivo dato che ci sarebbe stato spazio a sufficienza. Il posizionamento dei tasti freccia nella direzione delle aree di appoggio dei polsi li separa troppo dagli altri tasti.

I cinque tasti hardware sono posizionati subito sopra la tastiera, ed offrono il controllo del volume, della modalità CinemaPro, WLAN e l'avvio di un programma (configurabile). Le combinazioni di risparmio energetico di MSI (TurboBattery, Gaming ecc.) potranno essere selezionate mediante l'apposito tasto "eco" richiamabile con la combinazione Fn+F5.

Touchpad

Il touchpad multi-touch (Elan Smart-Pad 5.1) non dispone di scrollbars verticali ed orizzontali. Non è possibile attivarle neanche mediante il software Elan Smart Pad. Comunque, lo scrolling e lo zooming con due dita è possibile mediante gestures. L'utente potrà scorrere verticalmente o orizzontalmente con l'uso di due dita.  I tasti hanno un punto di pressione alto ma il suono del click è silenzioso. La loro superficie lucida contrasta con quella opaca e leggermente in rilievo del touchpad. Le dita scorrono con la giusta quantità di attrito sopra i piccoli rilievi. La patina oleosa creata dal naturale unto delle mani è un ricordo del passato.

Tastiera
Tastiera
Tastierino numerico
Tastierino numerico
Tasti speciali
Tasti speciali
Touchpad
Touchpad

Schermo

Lo schermo da 15.6 pollici (Samsung 156AT05-H01) ha una risoluzione di 1366 x 768 pixels (HD ready). Il pannello ha margini di miglioramento dato il basso contrasto di 161:1. Alti contrasti rendono i colori brillanti ed il nero profondo. Così dovrebbe essere, ma allo schermo mancano colori intensi ed il nero sembra quasi una tonalità di grigio.

198
cd/m²
200
cd/m²
182
cd/m²
196
cd/m²
204
cd/m²
188
cd/m²
203
cd/m²
210
cd/m²
203
cd/m²
Distribuzione della luminosità
Massima: 210 cd/m² Media: 198.2 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 87 %
Al centro con la batteria: 204 cd/m²
Contrasto: 161:1 (Nero: 1.27 cd/m²)

Le misurazioni della luminosità mostrano risultati non superiori alla media. La luminosità media è infatti di 198 cd/m². L'illuminazione è consistente (87 percento) dato che il TFT ottien 210 cd/m² nell'area più luminosa e 182 cd/m² in quella meno luminosa. Negli spazi chiusi, una luminosità di 150 cd/m² è sufficiente. In esterno potrebbe essere un problema.

L'uso dell'FX600 sotto la luce del sole, non renderà così divertente la navigazione, la scrittura o il gioco. Il pannello TFT manca di una copertura anti-riflesso. Questo è un problema dato che una luminosità di 198 cd/m² non è abbastanza per proteggersi dai fastidiosi riflessi. E' troppo debole per contrastare l'intensità della luce del sole. L'FX600 deve quindi cedere alle aspirazioni di essere un notebook utilizzabile ad esempio in terrazza.

Sole da un lato, riflessi
Sole da un lato, riflessi
Sole da un lato, frontalmente
Sole da un lato, frontalmente
Sole da un lato, vista da destra
Sole da un lato, vista da destra

Gli angoli di visualizzazione verticali sono molto piccoli, mentre quelli orizzontali sono relativamente ampi. Gli occhi possono deviare orizzontalmente fino a 40 gradi, mentre verticalmente già a soli 10 gradi si notano fastidiose deviazioni ed inversioni cromatiche.

I piccoli angoli di visualizzazione dell'MSI FX600 sono molto penalizzanti per un notebook da intrattenimento. Vedere un film in quattro, ad esempio, può risultare problematico in quanto le immagini potranno risultare sfocate e non definite per alcuni.

Angoli di visualizzazione dell'MSI FX600-i5447W7P
Angoli di visualizzazione dell'MSI FX600-i5447W7P

Prestazioni

MSI ha equipaggiato la versione  5447W7P dell'FX600 con un Intel Core i5-450M. La CPU 32nm è un processore mainstream potente. Esso ha due cores fisici che hanno ognuno la velocità di clock di 2.4 GHz (velocità standard). Attraverso il Turbo Boost essi raggiungono clock tra i 2.4 ed i 2.66 GHz. Tra le funzionalità del processore abbiamo anche l'hyper-threading. La CPU offrirà un core virtuale aggiuntivo per ogni core fisico in modo da permettere l'esecuzione simultanea di quattro threads.

Una delle novità dei processori Core i5 del 2010 è l'integrazione del controller di memoria e di una GPU nel package del processore. La Intel HD nell'FX600 lavora in cooperazione con Nvidia Optimus. Questa tecnologia permette di cambiare scheda grafica tra l'efficiente scheda integrata e la GPU dedicata Nvidia senza alcuna interruzione. Nel caso dell'FX600 abbiamo una Nvidia GeForce GT 325M. L'interruttore hardware per lo switching tra le schede grafiche è stato omesso. Spegnere la GT 325M dovrebbe aumentare l'autonomia della batteria in maniera considerevole.

System info CPUZ CPU
DPC Latency Checker Idle OK
System info HDTune
System info GPUZ GT 325M
System info GPUZ Intel HD
System info CPUZ RAM SPD
System info CPUZ RAM
System info CPUZ Mainboard
System info CPUZ Cache
DPC Latency Checker WLAN On/Off OK
Informazioni di sistema dell'MSI FX600-i5447W7P
Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
2953
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
6727
Cinebench R10 Shading 32Bit
4665
Cinebench R10 Rendering Single CPUs 64Bit
3575 Points
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 64Bit
8188 Points
Cinebench R10 Shading 64Bit
4542 Points
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
14.35 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
2.19 Points
Aiuto
PCMark 05 Standard
6346 punti
PCMark Vantage Result
4558 punti
Aiuto
4.8
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
6.8
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
5.9
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
4.8
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
6.3
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
5.4

PCMark Vantage valuta CPU, grafica, RAM ed hard disk. Il suo risultato complessivo di 4558 punti si dimostra più basso di quanto ci saremmo aspettati, dato che sistemi con Core i3-330M con scheda grafica dedicata raggiungono in genere i 5000 punti (per es. Acer Aspire 8942G-334G64Mn: 4755 punti). Sistemi I5-450M come il Dell Vostro 3300 (Core i5 450M, GMA HD) raggiungono 5416 punti. Una causa del basso punteggio in PCMark Vantage è sicuramente il basso punteggio dell'HDD nel test. L'FX600 raggiunge 3232 punti; il succitato Vostro 3300 raggiunge il miglior punteggio di 3918 punti.

Sistemi dalle prestazioni chiaramente superiori sono equipaggiati con processori Core i5-520M. Questi, con normali hard disk (non SSD) hanno punteggi in Vantage tra i 5500 ed i 6.000 punti (per es. Samsung NP-R580-JS03DE: 6026 punti). Il punteggio gaming è ottenuto utilizzando la Geforce GT 325M (4544 punti). Le applicazioni che traggono profitto dall'accelerazione hardware della GT 325M (CUDA, DirectX Compute, OpenCL, H.264), vengono eseguite caricando la GPU dedicata.

3DMark 03 Standard
13916 punti
3DMark 05 Standard
9933 punti
3DMark 06 Standard
5373 punti
3DMark Vantage P Result
2157 punti
Aiuto
WDC Scorpio Blue WD5000BEVT-22A0RT0
Valore Minimo di trasferimento: 7.9 MB/s
Valore Massimo di trasferimento: 67.5 MB/s
Valore Medio di trasferimento: 50.4 MB/s
Tempi di accesso: 19 ms
Burst Rate: 99.6 MB/s
Utilizzo CPU: 1 %

L'hard disk (Western Digital WD5000BEVT-22A0RT0) ha una capacità di 500 GB e gira alla velocità di 5400 RPM. HDTune riporta un punteggio sotto la media pari a  50.4 MB/s nella lettura sequenziale. Oltre ciò, il tempo di accesso è relativamente elevato essendo pari a ben 19 ms. Gli hard disk da 7200 RPM hanno tempi di accesso attorno ai 15 ms. Il disco WD mostra la sua lentezza anche in PCMark Vantage nel test HDD con 3232 punti.

Prestazioni nei videogiochi

Metro 2033 800x600 Dettaglio Basso 35 fps
Metro 2033 800x600 Dettaglio Basso 35 fps
Metro 2033 1360x768 Dettaglio Medio 24 fps
Metro 2033 1360x768 Dettaglio Medio 24 fps

Trattandosi di una GPU dedicata, la Nvidia GeForce GT 325M è dotata di 1024 MB di memoria DDR3. Il core ha un clock a 450 MHz, la memoria a 700 MHz. La GPU DirectX-10.1 supporta il decoding video (H.264, VC-1, MPEG-2) evitando di caricare il processore. Sono inoltre supportate le funzionalità tipiche di Nvidia come il CUDA, DirectX Compute, OpenCL e PhysX. Tutte caratteristiche che aiutano il processore in particolari applicazioni.

In 3DMark06 l'accelerazione 3D raggiunge i 5373 punti. La GT 325M è chiaramente al di sotto del livello della GT 330M. Nei test seguenti, la GT 325M è sempre dietro alla GT 330M ed ovviamente alla HD 5650. Abbiamo testato Metro 2033, Anno 1404 e Call of Juarez.

Metro 2033

L'intensivo (dal punto di vista delle richieste hardware) sparatutto è il caso emblematico di gioco pesante del 2010. Anche GPU di fascia medio-alta come la HD 5650, HD 5730 o la GT 330M non riescono ad offrire un frame rate superiore ai 30 FPS a dettaglio alto. Abbiamo testato il gioco solo a dettaglio medio ottenendo 24.4 FPS. Solo al dettaglio minimo lo sparatutto gira fluidamente (35.5 fps), anche se la grafica decisamente scarsa lascia a desiderare. Se si vuole giocare a Metro 2033 su un portatile con un dettaglio medio, è necessaria almeno una GeForce GTX 285M o una HD 5870.

Metro 2033
 RisoluzioneSettaggiValore
 1360x768Normal DX10, AAA, 4xAF24.4 fps
 800x600Low DX9, AAA, 4xAF35.5 fps

Anno 1404

Lo strategico della Blue Byte è anch'esso ingiocabile fluidamente a dettaglio alto. Nonostante il frame rate sia molto alto a dettagli bassi, il videogiocatore avrà fortuna nel mezzo, a dettagli medi e risoluzione di 1024 x 768. Per giocare fluidamente ad Anno 1404 con dettagli alti, è necessaria almeno una GeForce GTX 260M, HD 5730 / HD 5850 o una HD 5650 unitamente ad un veloce processore quad-core (Deviltech Fire DTX, i7-720QM).

Anno 1404
 RisoluzioneSettaggiValore
 1280x1024very high, 0AA, 4AF18.4 fps
 1024x768low, 0AA, 0AF89.6 fps

Risultati complessivi per i videogiochi

La Geforce GT 325M ottiene 5373 punti in 3DMarks06 – se si desidera giocare regolarmente a giochi pesanti, bisognerebbe stare alla larga da questo prodotto. Solo con una ATI HD 5650, HD 5870 o una GTX 280M ci si può divertire veramente. I videogiocatori dovranno fare i conti con dettagli bassi e basse risoluzioni nell'uso dell'MSI FX600 e della sua GT 325M. Maggiori dettagli sulle prestazioni rilevate nei diversi videogiochi possono essere reperiti nella nostra lista dei videogiochi.

basso medio alto ultra
Call of Juarez Benchmark (2006) 13.8 fps
Anno 1404 (2009) 89.6 18.4 fps
Metro 2033 (2010) 35.5 24.4 fps

Emissioni

Fessura di ventilazione
Fessura di ventilazione

Rumorosità

Senza carico (idle) o con un carico da ufficio molto leggero, il livello di rumore non va oltre i 33.1 dB(A). L'HDD Western Digital HDD si fa sentire sporadicamente con i consueti rumori prodotti dalle testine in lettura/scrittura. Volendo guardare confortevolmente un film in DVD, purtroppo si verrà disturbati dal costante rumore prodotto dall'unità ottica. Il rumore è chiaramente udibile a  37 dB(A). Fortunatamente il buon sistema audio può coprire questo rumore.

Durante lo stress test, nel quale la CPU e la GPU vengono caricati al massimo,  abbiamo portato il rumore prodotto dall'FX600 fino a 48.1 dB(A). A questo livello la ventola stride come se fosse una sirena. Nei giochi e con un carico 3D costante, il rumore rimane attorno ai 39 dB(A).

Rumorosità

Idle
32.5 / 32.7 / 33.1 dB(A)
HDD
33.1 dB(A)
DVD
37 / dB(A)
Sotto carico
39.2 / 48.1 dB(A)
  red to green bar
 
 
30 dB
silenzioso
40 dB(A)
udibile
50 dB(A)
rumoroso
 
min: dark, med: mid, max: light    (15 cm di distanza)
Stress test: CPU max. 94 gradi
Stress test: CPU max. 94 gradi

Temperatura

Mantenendo il 15.6-pollici in idle, la temperatura media della base è di soli 30 gradi Celsius. L'area di appoggio dei polsi resta piacevolmente sui 32 gradi. E' sorprendente come il calore venga distribuito e dissipato dall'alto al basso del notebook.

In secondo luogo, abbiamo eseguito il consueto stress test con Prime95 (CPU) e Furmark (GPU) così da ricreare nei componenti la massima produzione di calore possibile. Lo stress test ha il minimo effetto sulla parte alta. Alcune misurazioni mostrano il raffreddamento, dato che l'efficiente ventola riesce a dissipare correttamente il calore accumulatosi. L'area di lavoro scalda al massimo fino a 37 gradi. Solo quattro gradi in più rispetto a quando si trova in idle. Sulla base, solo le temperature rilevate nei pressi della ventola e del dissipatori sono degne di nota (48.2 gradi).

Carico massimo
 34 °C32.5 °C28.2 °C 
 30.2 °C36.9 °C31.6 °C 
 30.5 °C35.2 °C31.1 °C 
Massima: 36.9 °C
Media: 32.2 °C
24.5 °C33.4 °C48.2 °C
26.3 °C36.7 °C35.8 °C
25.9 °C35.2 °C30.4 °C
Massima: 48.2 °C
Media: 32.9 °C
Alimentazione (max)  51.7 °C | Temperatura della stanza 20.6 °C
(±) La temperatura media del lato superiore sotto carico massimo e' di 32.2 °C / 90 F, rispetto alla media di 31 °C / 88 F per i dispositivi di questa classe Multimedia.
(+) La temperatura massima sul lato superiore è di 36.9 °C / 98 F, rispetto alla media di 36.5 °C / 98 F, che varia da 21.1 a 71 °C per questa classe Multimedia.
(-) Il lato inferiore si riscalda fino ad un massimo di 48.2 °C / 119 F, rispetto alla media di 38.9 °C / 102 F
(+) In idle, la temperatura media del lato superiore è di 31.5 °C / 89 F, rispetto alla media deld ispositivo di 31 °C / 88 F.
(+) I poggiapolsi e il touchpad raggiungono la temperatura massima della pelle (35.2 °C / 95.4 F) e quindi non sono caldi.
(-) La temperatura media della zona del palmo della mano di dispositivi simili e'stata di 29 °C / 84.2 F (-6.2 °C / -11.2 F).

Altoparlanti

Due altoparlanti si trovano sopra la tastiera (toni medi e bassi) gli altri due si trovano sotto gli appoggi dei polsi (toni alti). Un adesivo riporta "THX TruStudioPro" così da enfatizzare la qualità del sistema audio. Cosa significa? THX non è un sistema audio con un suo hardware proprietario, tipo il Dolby Surround o il DTS. E' più un sistema normativo, introdotto dal gruppo Lucasfilm di George Lucas, inizialmente applicato nei cinema.

Per anni la THX Ltd. ha certificato anche ricevitori AV, amplificatori, lettori DVD ed altoparlanti per PC oltre che cinema. Quindi, perchè l'adesivo non si trova su quasi nessun portatile? Dipende dalle regole della sua normativa, MSI rispetta infatti le regole con "altoparlanti di classe 4" certificati THX, ciò significa che rispondono ai requisiti minimi di "THX TruStudio".  Secondo la homepage THX, i requisiti per questa certificazioni sono: un canale virtual surround; basse frequenze separate; parlato distinguibile dal suono di fondo; fluttuazioni repentine del volume addolcite; intervallo di frequenze dell'audio compresso allargato.

Molte promesse, ma quali sono i risultati? Gli alti ed i medi sono bilanciati nell'ascolto della musica. Si sente distintamente il suono degli alti provenire dagli altoparlanti frontali. Il subwoofer sopra la tastiera si occupa dei bassi, anche se potrebbe essere più potente. Il volume è abbastanza elevato ed è in grado di saturare una stanza di 40 m². Una leggera vibrazione nella zona di riposo delle mani attesta la presenza dei bassi erogati dagli altoparlanti.

Ci è piaciuto (a partire da musica compressa di elevata qualità) la chiarezza e la diversità dei toni nell'esecuzione. Possiamo considerare quindi il fatto che MSI abbia rispettato le premesse THX. Il modello in test non può competere con l'Asus N71JV (17-pollici, Sonic Master) per la mancanza dei bassi, dato che quest'ultimo è dotato di un subwoofer sulla base ed anche di uscite audio 5.1.

Abbiamo testato anche la connessione audio esterna connettendo due altoparlanti attivi Yamaha (YST-M20SDP). Il test ha avuto esito positivo; non si sente alcun rumore elettrico. Volendo andare sul sicuro, si può anche avere un segnale stereo lossless mediante le uscite SPDIF (combinate con il line out).

Autonomia della batteria

L'autonomia della batteria dell'MSI FX600 avrebbe dovuto essere innalzata considerevolmente dall'Nvidia Optimus. In alcuni modelli da noi testati l'Nvidia Optimus ha funzionato bene, come nell'Asus U30JC che si è spento dopo sette ore nel test WLAN, nonostante una GPU dedicata Nvidia. C'è da dire che quest'ultimo è dotato di una buona batteria da 84 Wh, non di una semplice 49 Wh, come quella dell'FX600.

L'FX600 non ottiene gli stessi risultati, è chiaro. Tre ore nel test WLAN (186 minuti) e neanche due ore nella visione di un DVD. Non sono chiaramente buoni valori, dato che altri notebook non dotati di Optimus hanno performato allo stesso modo. Consideriamo che nonostante la scarsa capacità della batteria, una autonomia di tre ore sia comunque raggiungibile. Si tratta di un buon risultato se messo a confronto con portatili di qualche tempo fa di questo livello di potenza.

Ricarica 166 min.
Ricarica 166 min.
Navigazione WLAN 186 min.
Navigazione WLAN 186 min.
Film in DVD 97 min.
Film in DVD 97 min.
Carico 59 min.
Carico 59 min.
Idle 215 min.
Idle 215 min.
Autonomia della batteria
Idle (senza WLAN, min luminosità)
3ore 35minuti
Navigazione WiFi
3ore 06minuti
DVD
1ore 37minuti
Sotto carico (max luminosità)
0ore 59minuti

L'MSI FX600 non è un notebook assetato di energia. Esaurendo le opzioni di risparmio energetico, il consumo energetico in idle è si soli 12.8 Watt (Turbo Battery). Sembra estremamente basso, neanche un Samsung R780-JS03DE (17-pollici) con un più potente processore i5-520M ed una scheda grafica dedicata GT 330M ha bisogno di soli 14.2 Watt in questo stato.

Dato che la Nvidia GT 325M è attiva durante l'uso di 3DMarks2006, il consumo di corrente sale a 58.9 Watt. Realisticamente, bisogna considerare valori medi tra i 20 ed i 25 Watt (applicativi da ufficio) ed appena sotto i 60 Watt (videogiochi). Abbiamo ottenuto il consumo massimo nello stress test (Prime95 e Furmark). Il multimetro in questo caso misura 88.8 Watt. Assolutamente adeguato per l'alimentatore da 90 Watt.

Consumo di corrente
Off / Standbydarklight 0.3 / 0.7 Watt
Idledarkmidlight 12.8 / 15.9 / 17.2 Watt
Sotto carico midlight 58.9 / 88.4 Watt
 color bar
Leggenda: min: dark, med: mid, max: light        

Risultati complessivi

Con l'FX600-i5447W7P MSI ha prodotto un 15.6-pollici per uso quotidiano. Si adatta all'uso dei videogiochi recenti, a patto di poter scendere a compromessi in termini di dettaglio e risoluzione, ha un sistema audio molto buono (quattro altoparlanti), scalda poco ed ha delle superfici praticamente inattaccabili.

A causa del lento hard disk da 500 GB le prestazioni applicative sono al di sotto di quelle che ci si aspetterebbe da sistemi con Core i5, ma sono piuttosto al livello di Core i3. L'autonomia della batteria di sole tre ore durante la navigazione in WLAN lascia perplessi. Il consumo energetico è comunque basso (idle 12 Watt) grazie all'Optimus ed al recentissimo processore Intel Core i5. C'è però da dire che MSI ha fatto economia nella scelta della capacità della batteria: 4400 mAh. Lo schermo ha un basso contrasto ed una luminosità relativamente bassa. Lavorare sotto la luce del sole non è il massimo (riflessi).

Se si cerca un notebook non da videogiochi ma per l'uso in ufficio e per godersi buona musica e film a casa, si può anche fare un pensiero sull'FX600. I dispositivi di input non sono perfetti per la digitazione intensiva anche se non del tutto pessimi dopo averci preso confidenza.

Se si cerca invece un notebook per giocare, non c'è necessità di Nvidia Optimus. Anche la Geforce GT 325M non è un candidato ideale, come ci ha dimostrato il test relativo ai videogiochi. Volendo giocare, bisognerebbe cercare qualcosa con una ATI HD 5650 o HD 5730.

MSI FX600-i5447W7P: prestazioni di fascia media e sistema audio a quattro altoparlanti.
MSI FX600-i5447W7P: prestazioni di fascia media e sistema audio a quattro altoparlanti.
Zur Verfügung gestellt von ...
In Recensione:  MSI FX600-i5447W7P
In recensione: MSI FX600-i5447W7P, offerta da:

Specifiche tecniche

MSI FX600-i5447W7P (FX600 Serie)
Processore
Intel Core i5-450M 2 x 2.4 - 2.7 GHz, Arrandale
Scheda grafica
NVIDIA GeForce GT 325M - 1024 MB, Core: 450 MHz, Memoria: 700 MHz, DDR3, 258.96
Memoria
4096 MB 
, PC3-8500
Schermo
15.6 pollici 16:9, 1366 x 768 pixel, Samsung 156AT05-H01, lucido: si
Scheda madre
Intel HM55
Harddisk
WDC Scorpio Blue WD5000BEVT-22A0RT0, 500 GB 
, 5400 rpm
Scheda audio
Realtek ALC269 @ Intel 82801IB ICH9 - High Definition Audio Controller
Porte di connessione
3 USB 2.0, 1 VGA, 1 HDMI, 1 Kensington Lock, 1 eSata, Connessioni Audio: Cuffie, Microfono, Lettore schede: SD/MMC/MS/MS-PRO
Rete
Realtek PCIe GBE Family Controller (10/100/1000/2500/5000MBit/s), Intel WiFi Link 1000 BGN (b/g/n = Wi-Fi 4)
Drive ottico
Optiarc DVD RW AD-7560S
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 32 x 383 x 249
Batteria
49 Wh ioni di litio, 4400mAh BTY-S14
Sistema Operativo
Microsoft Windows 7 Home Premium 64 Bit
Camera
Webcam: 2.0MP
Altre caratteristiche
Magix Fotomanager 9, 24 Mesi Garanzia, Sonoro THX con ben quattro altoparlanti
Peso
2.487 kg, Alimentazione: 358 gr
Prezzo
850 Euro

 

L'MSI FX600 è un 15.6-pollici realizzato con cura
L'MSI FX600 è un 15.6-pollici realizzato con cura
Le interfacce offerte sono un poco più dello standard, oltre alle USB, HDMI e VGA abbiamo anche l'eSATA.
Le interfacce offerte sono un poco più dello standard, oltre alle USB, HDMI e VGA abbiamo anche l'eSATA.
Il frontale ospita anche un card reader
Il frontale ospita anche un card reader
e sulla cover dello schermo troviamo una webcam.
e sulla cover dello schermo troviamo una webcam.
I dispositivi di input hanno delle debolezze: un elevato punto di pressione ed un tocco breve sui tasti del mouse
I dispositivi di input hanno delle debolezze: un elevato punto di pressione ed un tocco breve sui tasti del mouse
e tasti stretti e piccoli sulla tastiera.
e tasti stretti e piccoli sulla tastiera.
La fattura robusta si nota anche al di sotto.
La fattura robusta si nota anche al di sotto.
Le superfici sono solo leggermente dentate sulla fessura grande della ventola.
Le superfici sono solo leggermente dentate sulla fessura grande della ventola.
La batteria si rimuove con un movimento brusco
La batteria si rimuove con un movimento brusco
ed ha una capacità di 4400 mAh.
ed ha una capacità di 4400 mAh.
Il piccolo alimentatore pesa 358 g ed eroga 90 Watt.
Il piccolo alimentatore pesa 358 g ed eroga 90 Watt.
I quali sono abbastanza per il consumo massimo rilevato pari a 88 Watt.
I quali sono abbastanza per il consumo massimo rilevato pari a 88 Watt.
Dettagli come questo pulsante di spegnimento del touchpad sembrano ben pensati.
Dettagli come questo pulsante di spegnimento del touchpad sembrano ben pensati.
Le alte frequenze sono coperte da due altoparlanti sotto le aree di appoggio dei polsi (suono THX).
Le alte frequenze sono coperte da due altoparlanti sotto le aree di appoggio dei polsi (suono THX).
Non ci sono solo due ma ben quattro altoparlanti.
Non ci sono solo due ma ben quattro altoparlanti.
con superfici solide, opache ed antiscivolo.
con superfici solide, opache ed antiscivolo.
Se odi le impronte digitali, ti piacerà.
Se odi le impronte digitali, ti piacerà.
Pesando 2.5 Kg è leggero e da una impressione solida.
Pesando 2.5 Kg è leggero e da una impressione solida.
Core i5-450M e GeForce GT 325M offrono una solida base,
Core i5-450M e GeForce GT 325M offrono una solida base,
ma l'FX600 non è un notebook adatto ai giochi.
ma l'FX600 non è un notebook adatto ai giochi.
Mentre quasi tutte le superfici sono opache,
Mentre quasi tutte le superfici sono opache,
lo schermo è riflettente e crea fastidiosi riflessi.
lo schermo è riflettente e crea fastidiosi riflessi.
Il case è stabile e fatto in modo molto pulito.
Il case è stabile e fatto in modo molto pulito.
Le cerniere sono così ferme che c'è bisogno di entrambe le mani per aprire la cover dello schermo.
Le cerniere sono così ferme che c'è bisogno di entrambe le mani per aprire la cover dello schermo.
I tasti speciali vicini al tasto di accensione attivano la WLAN,
I tasti speciali vicini al tasto di accensione attivano la WLAN,
avviano la modalità Cinema Pro e cambiano il volume.
avviano la modalità Cinema Pro e cambiano il volume.
I supporti fisici per il ripristino sono estinti anche per MSI.
I supporti fisici per il ripristino sono estinti anche per MSI.

Notebook simili

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione del laptop MSI Prestige 14 A10SC-009: Comet Lake per creatori di contenuti
GeForce GTX 1650 Max-Q, Comet Lake i7-10710U, 14", 1.29 kg
Recensione del Laptop MSI Prestige 15 A10SC: una delle migliori alternative al Dell XPS 15
GeForce GTX 1650 Max-Q, Comet Lake i7-10710U, 15.6", 1.65 kg
Recensione del Laptop MSI Prestige 14: più veloce ed ottimo per i creatori di contenuti
GeForce GTX 1650 Max-Q, Comet Lake i7-10710U, 14", 1.251 kg
Un vero tuttofare: Recensione del Computer portatile MSI PS63 Modern 8SC
GeForce GTX 1650 Max-Q, Core i7 i7-8565U, 15.6", 1.67 kg
Recensione del Computer Portatile MSI P65 Creator 9SF (i9-9880H, RTX2070 Max-Q)
GeForce RTX 2070 Max-Q, Coffee Lake i9-9880H, 15.6", 1.9 kg
Recensione del Portatile MSI P65 Creator 8RF (i7-8750H, GTX 1070 Max-Q, 512 GB SSD, 144 Hz)
GeForce GTX 1070 Max-Q, Coffee Lake i7-8750H, 15.6", 1.899 kg
Recensione del Portatile MSI PL62 (i5-7300HQ, MX150)
GeForce MX150, Kaby Lake i5-7300HQ, 15.6", 2.2 kg

Links

Confronta i prezzi

Pro

+Bassi consumi energetici
+Case molto bello
+Buon sonoro
+Superfici resistenti a graffi e macchie
 

Contro

-Rumoroso sotto carico
-Basso contrasto
-Allo schermo manca la copertura anti-riflesso
-Hard Disk lento
-Prestazioni nei videogiochi scarse
-Tastiera migliorabile

In sintesi

Cosa ci è piaciuto

Le superfici antiscivolo, difficili da macchiare e che a colpo d'occhio comunicano un senso di alta qualità.

Cosa manca

Una batteria più capiente avrebbe aiutato l'Optimus ad offrire un'autonomia molto elevata. 

Cosa ci ha sorpresi

Quattro altoparlanti non riescono a sopperire alla mancanza di un subwoofer, ma comunque offrono un suono chiaro e ben differenziato.

La concorrenza

Asus N71JV – prestazioni simili ma con un suono migliore grazie al  subwoofer. Sony Vaio VPC-F11Z1/E – senza subwoofer, più costoso ma chiaramente di prestazioni superiori. Samsung NP-R780 Harry – più economico e con prestazioni nei giochi migliori grazie alla GT 330M. Dell Studio 1747 – più potente, schermo scarso allo stesso modo ma più rumoroso.. Acer Aspire 7740G: un po' più grande tra i 17-pollici, hardware più scarso ma costa solo  640 Euro.

Valutazione

MSI FX600-i5447W7P - 12/04/2010 v2(old)
Sebastian Jentsch

Chassis
84%
Tastiera
78%
Dispositivo di puntamento
78%
Connettività
64%
Peso
81%
Batteria
71%
Display
69%
Prestazioni di gioco
71%
Prestazioni Applicazioni
86%
Temperatura
84%
Rumorosità
79%
Punti aggiuntivi
84%
Media
77%
77%
Multimedia - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione del Notebook MSI FX600
Sebastian Jentsch (Update: 2014-09-19)