Notebookcheck

Recensione Apple MacBook Pro 15 Early 2011 (2.0 GHz quad-core, schermo glare-type)

J. Simon Leitner & Klaus Hinum, 03/25/2011

E schermo lucido sia! Dopo aver recensito il nuovo MBP 15, vi forniamo un aggiornamento del modello con una risoluzione 1440x900 pixel e schermo glare-type. Vale la pena spendere di più per uno schermo matto o siamo sicuri che non vi pentirete della scelta di uno schermo lucido?

Apple attualmente sta offrendo i più recenti MacBook Pro (Inizio 2011) con una scelta di tre differenti schermi. Al prezzo di partenza di € 1.749,00 è possibile acquistare uno schermo riflettente edge-to-edge  WXGA con risoluzione 1440x900 pixel (anche la cornice del display è riflettente). Con un costo aggiuntivo di € 100,00, il portatile è dotato di una più più elevata risoluzione da 1680x1050. I professionisti potrebbero preferire la versione con schermo matto WSXGA+, non riflettente (qui la recensione), disponibile al costo aggiuntivo di € 150,00 al prezzo iniziale, già ampiamente recensita.

In questa recensione diamo uno sguardo da vicino alla versione base di MacBook Pro, che potrebbe essere più accattivante rispetto ai modelli più costosi in quanto il prezzo di partenza è già abbastanza alto. 

Inoltre, abbiamo raccolto un altro set di punteggi per i benchmarks già utilizzati su un altro MacBook Pro con identico hardware. Abbiamo deciso di sottoporre  MBP agli stessi test in modo da verificare eventualmente, i problemi associati con la funzione Turbo Boost 2.0, ed abbiamo osservato che probabilmente l'alimentatore non risulta sufficientemente ampio, nonché una  limitazione della CPU.

Display

Abbiamo dato innanzitutto uno sguardo alla risoluzione dello schermo. E' interessante che Apple abbia nuovamente scelto un rapporto di 16:10. Tale formato offre un quadro leggermente "più alto" se confrontata al famoso fomato 16:9. Con la risoluzione 1440x900, l'utente tecnicamente ha approssimativamente il 24% di schermo in più se comparato al quasi onnipresente sui 15” HD risoluzione 1366x768 pixels. L'upgrade alla versione WSXGA+  significherebbe un aumento di circa il 36% per lo spazio di lavoro e, pertanto, risulta particolarmente utile per usi professionali che utilizzano software con un considerevole numero di icone, come montaggio di  foto o video. Gli schermi Full-HD (1920x1080) e WUXGA (1920x1200)  restano non disponibili per Apple MacBook Pro 15. Questo può, certamente, essere sfavorevole considerando il prezzo elevato di questi notebooks.

Passiamo alla verifica dei dettagli del display. Il modello utilizzato come test è il "LP154WP4-TLA1". Questo display presenta una luminosità massima di 260 cd/ m², osservabile nella parte centrale dello schermo. Confrontato alla versione   WSXGA+ (302 cd/m², matto) gli importi riportano un disavanzo di 42 cd/m²(14%).

Negli angoli inferiori dello schermo, la luminosità scende sotto i 200 cd/m², contribuendo ad una distribuzione di luminosità di appena il 78%. Con una luminosità minima di 277 cd/m², lo schermo WSXGA+ è superiore avendo il 92% di luminosità distribuita.

224
cd/m²
236
cd/m²
222
cd/m²
239
cd/m²
260
cd/m²
231
cd/m²
204
cd/m²
228
cd/m²
203
cd/m²
Distribuzione della luminosità
LP154WP4-TLA1
Gossen Mavo-Monitor
Massima: 260 cd/m² Media: 227.4 cd/m²
Distribuzione della luminosità: 78 %
Al centro con la batteria: 278 cd/m²
Contrasto: 619:1 (Nero: 0.42 cd/m²)

La bassa luminosità dello schermo della versione WXGA  è abbastanza evidente ma rappresenta comunque un miglioramento rispetto alla maggior parte degli altri schermi dei portatili da 15". Il consumatore attento ai prezzi fortunatamente non deve temere cali di qualità in cambio di un prezzo inferiore. Lo schermo del portatile recensito mostra un eccellente livello nero basso di 0,42 cd / m², consentendo un rapporto di contrasto 619:1 leggermente migliore rispetto al display WSXGA +  (581:1). Entrambi meritano il titolo di “Very Good” nel nostro libro e possono essere superati solo da pochissimi computer portatili Windows.

Per quanto riguarda la gamma di colori che possono essere visualizzati sullo schermo, riteniamo che questo display sia in grado di coprire abbastanza bene la gamma di colori sRGB. Ciò pone il MBP 15 Inizio 2011 alla pari con il suo predecessore del 2010. Il MBP 15 (1680x1050 WSXGA+) con una risoluzione più definita si pone ancora in termini di spazio colore allo stesso livello . Rispetto ad un tipico display, come l'HP Envy 15, possiamo vedere la superiorità dello schermo MacBook Pro. Confrontato ad uno schermo Dell XPS 16 RGB, the MacBook Pro, tuttavia, non copre bene la gamma di colori.

sRGB vs. MBP15 WXGA+
sRGB vs. MBP15 WXGA+
MBP15 WXGA+ vs. aRGB
MBP15 WXGA+ vs. aRGB
MBP15 WXGA+ vs. WSXGA+ matto
MBP15 WXGA+ vs. WSXGA+ matto
Envy15 vs. MBP15 WXGA+
Envy15 vs. MBP15 WXGA+
MBP15 WXGA+ vs. XPS16
MBP15 WXGA+ vs. XPS16
Utilizzo all'aperto: MBP 15 con display lucido
Utilizzo all'aperto: MBP 15 con display lucido
Confronto con schermo matto
Confronto con schermo matto

Per molto tempo gli schermi matti dei portatili sono stati la regola. Purtroppo, la marea di schermi riflettenti, ha portato i produttori ad affermare che questi abbiano un migliore contrasto. Tuttavia, ora l'eccellente rapporto di contrasto di entrambi le versioni di schermo lucido e opaco del MacBook Pro 15, rendono non problematica la scelta di quale acquistare.

Oltre al comfort nell'utilizzo in varie condizioni di luce (i riflessi colpiscono gli occhi), l'argomento principale in favore dello schermo piatto è il potenziale utilizzo del portatile in ambienti aperti ed in giro. Se non riuscite a trovare un angolo nel quale i riflessi non nascondono completamente i contenuti dello schermo, sul treno o in ufficio, questi riflessi potrebbero rendere praticamente impossibile l'utilizzo del portatile negli scenari peggiori. Solo la combinazione di uno schermo matto ed una luminosità elevata possono contrastare la luce diretta del sole o le fonti di luce piazzate in modo scomodo. Le immagini in basso mostrano il display lucido WXGA+ ed una versione di schermo matto WSXGA sotto un cielo limpido ed alla luce del sole.

In termini di angoli di visuale, lo schermo TN non si distingue molto dalla maggioranza dei display per portatili. Guardandolo da angolazioni di destra o sinistra—a parte i riflessi possibili—l'immagine resta priva di distorsioni anche ad angoli ampi. D'altro canto, quando si inclina lo schermo avanti o indietro dalla posizione ideale, l'immagine inizia ad essere distorta anche ad angolazioni relativamente contenute.

Angoli di visuale: Apple MacBook Pro 15 Early 2011 (2.0 GHz quad-core, schermo glare-type)
Angoli di visuale: Apple MacBook Pro 15 Early 2011 (2.0 GHz quad-core, schermo glare-type)

Prestazioni

Qui potete trovare una discussione esaustiva delle prestazioni dell'Apple MacBook Pro 15 che monta una CPU Intel Core i7-2635QM ed una scheda grafica AMD HD 6490M: Recensione del laptop identico con WSXGA+ display glare-type. Il particolare comportamento osservato durante lo stress test sotto Windows ci ha indotto ad effettuare due volte alcuni benchmarks al fine di confermare o escludere la possibilità di difetti rispetto al primo portatile.

Prestazioni CPU

Abbiamo iniziato con i benchmarks più intensi per la CPU.  Il benchmark Cinebench R10 (32bit), ha girato sotto Windows 7 (Bootcamp), ottenendo 3641 punti nel test single-core rendering.  Molto vicino al punteggio della versione matta (3677 punti).  Nel test multi-core rendering, abbiamo rilevato 13581 punti.  Questo rappresenta un leggero miglioramento rispetto al punteggio della versione matta (13045).  Una seconda prova del test multi-core ha prodotto un valore poco superiore ai 13,000 punti.  La ragione di questa differenza potrebbe essere nel Turbo Mode della CPU, che non sempre influenza il punteggio allo stesso modo. Un portatile completamente raffreddato può aiutare il Turbo Boost a lavorare in maniera ottimale, mentre il calore potrebbe limitare l'incremento di prestazioni generato dal Turbo Boost in alcune circostanze.

Nel test Cinebench R11.5, il nostro portatile ha raggiunto per la CPU 4.68 punti. La versione matta si era fermata a 4.6 punti.  Lo stesso vale per il test OpenGL, che ha rivelato una differenza trascurabile tra 22.18 e 22.07 punti.

5.9
Windows 7 Experience Index
Processore
Calcoli per secondo
7.4
Memoria (RAM)
Operazioni memoria per secondo
5.9
Grafica
Prestazioni desktop con Windows Aero
6.5
Grafica Gaming
Grafica 3D business e gaming
6.5
Hard disk Principale
Valore trasferimento dati disco
5.9
Cinebench R10 Shading 32Bit
6754
Cinebench R10 Rendering Multiple CPUs 32Bit
13581
Cinebench R10 Rendering Single 32Bit
3699
Cinebench R11.5 OpenGL 64Bit
22.18 fps
Cinebench R11.5 CPU Multi 64Bit
4.68 Points
Aiuto

Giudizio complessivo

Matto o lucido, questo è il problema nel valutare il MacBook Pro 15.  Anche se questa decisione può essere più facile per i professionisti, il peso della decisione comunque influisce visto che Apple richiede un extra di 150 Euro per la versione con schermo matto.

Due grandi considerazioni ci fanno propendere per lo schermo matto: primo, se pensiamo di usare il MacBook Pro per molte ore ogni giorno, lo schermo lucido farebbe facilmente stancare gli occhi.  Secondo, utilizzando il portatile in giro, come in treno o bus-dove siete soggetti a cambiamenti di luce-potreste trovarvi in situazioni frustranti a causa dei riflessi ed i problemi nella visualizzazione dei contenuti. A cosa serve una buona autonomia della batteria se difficilmente riuscite a leggere cosa c'è scritto sullo schermo? Se questo è il vostro scenario abituale, la scelta migliore sarà un MacBook Pro 15 con display matto ed allo stesso tempo avrete il vantaggio di una risoluzione superiore.

Glossy or matte?
Glossy or matte?
Tough choice, huh?
Tough choice, huh?
Zur Verfügung gestellt von ...
Recensione: Apple MacBook Pro 15-pollici 2011-02 (MC721LL/A)
Recensione: Apple MacBook Pro 15-pollici 2011-02 (MC721LL/A)

Specifiche tecniche

Apple MacBook Pro 15 inch 2011-02 MC721LL/A (MacBook Pro 15 inch Serie)
Scheda grafica
AMD Radeon HD 6490M - 256 MB, Core: 750 MHz, Memoria: 800 MHz, GDDR5-RAM, DirectX 11, Shader 5.0, 8.812.0.0
Memoria
4096 MB 
, produttore: Hynix, DDR3-10660, 1333 MHz, massimo 8 GB, 2 slots
Schermo
15.4 pollici 16:10, 1440 x 900 pixel, LP154WP4-TLA1, LED, produttore: LG, lucido: si
Scheda madre
Intel HM65
Harddisk
Hitachi Travelstar 7K320 HTS545050B9A302, 500 GB 
, 5400 rpm
Scheda audio
Cirrus Logic CS4206A
Porte di connessione
2 USB 2.0, 1 Firewire, 1 DisplayPort, 1 Kensington Lock, Connessioni Audio: jack cuffie, input microfono, Lettore schede: SD, SDHC, SDXC, Thunderbolt
Rete
Broadcom NetXtreme Gigabit Ethernet (10/100/1000/2500/5000MBit/s), Broadcom BCM4331 (b/g/n = Wi-Fi 4), Bluetooth 3.0 +HS Broadcom BCM2070
Drive ottico
Matshita DVD-R UJ-898
Dimensioni
altezza x larghezza x profondità (in mm): 24.1 x 364 x 249
Batteria
78 Wh polimeri di litio, 10.95 volts, integrata
Sistema Operativo
Apple Mac OS X 10.6 Snow Leopard
Camera
Webcam: FaceTime HD, 720p
Altre caratteristiche
MacBook Pro, alimentatore 85 Watt MagSafe e cavo, software DVDs, vari manuali, panno di pulizia, App Store, FaceTime, iLife 2011, Photo Booth, Quick Time Player, Safari, 12 Mesi Garanzia, Colore: Argento
Peso
2.515 kg, Alimentazione: 321 gr

 

Portatili simili

Portatili con uguale dimensione dello Schermo e/o peso

Recensione del Portatile Apple MacBook Pro 15 2018 (2.6 GHz, 560X)
Radeon Pro 560X, Core i7 8850H, 15.4", 1.83 kg
Recensione SSD Esterno Samsung T5
Radeon Pro 450, Core i7 6700HQ, 15.4", 1.807 kg

Links

Confronto prezzi

Pro

+Design e realizzazione eccellenti
+Case sorprendentemente robusto con un'ottima sensazione al tatto
+Trackpad decente
+La porta Thunderbolt assicura la compatibilità in futuro
+Buono il peso per la sua categoria
+Prestazioni da ufficio e Multimedia
+Autonomia della batteria e consumi energetici
 

Contro

-Prezzo iniziale elevato
-Schermo riflettente che ha dei limiti in ambienti aperti
-Garanzia di appena 12 mesi
-Pochi Accessori
-Batteria non removibile

Punteggio

Apple MacBook Pro 15 inch 2011-02 MC721LL/A - 03/16/2011 v2(old)
J. Simon Leitner & Klaus Hinum

Chassis
98%
Tastiera
90%
Dispositivo di puntamento
99%
Connettività
70%
Peso
82%
Batteria
85%
Display
80%
Prestazioni di gioco
75%
Prestazioni Applicazioni
89%
Temperatura
84%
Rumorosità
92%
Punti aggiuntivi
87%
Media
86%
85%
Multimedia - Media ponderata
Please share our article, every link counts!
> Recensioni e prove di notebook, tablets e smartphones > Recensioni e prove > Recensioni e prove > Recensione Apple MacBook Pro 15 Early 2011 (2.0 GHz quad-core, schermo glare-type)
J. Simon Leitner & Klaus Hinum (Update: 2014-09-19)